1.     Mi trovi su: Homepage Homepage #5104457
    Parigi (sulle orme di Lallo) dopo 5 giorni bellissimi in cui mi sono preso anche l'influenza (non quella dei maiali).
    C'ero già stato, ma ci ritorno sempre volentieri, perchè sono innamorato di quella città dove andrei a vivere volentieri.
    Poi mando qualche foto per il fotoalbum del Kaiser!
    La prima Legge del Giornalismo: confermare i pregiudizi esistenti, piuttosto che contraddirli.
    Alexander Cockburn
    Il mio blog
  2.     Mi trovi su: Homepage #5104656
    mike75 ha scritto:
    Parigi (sulle orme di Lallo) dopo 5 giorni bellissimi in cui mi sono preso anche l'influenza (non quella dei maiali).
    C'ero già stato, ma ci ritorno sempre volentieri, perchè sono innamorato di quella città dove andrei a vivere volentieri.
    Poi mando qualche foto per il fotoalbum del Kaiser!
      figata! bravo mike! :approved:
    L'uomo equilibrato è un pazzo. C. Bukowski
  3.     Mi trovi su: Homepage #5105033
    mike75 ha scritto:
    Parigi (sulle orme di Lallo) dopo 5 giorni bellissimi in cui mi sono preso anche l'influenza (non quella dei maiali).
    C'ero già stato, ma ci ritorno sempre volentieri, perchè sono innamorato di quella città dove andrei a vivere volentieri.
    Poi mando qualche foto per il fotoalbum del Kaiser!
    devo dire che questa volta ho avuto la tua stessa sensazione. Rispetto all'ultima volta che ero stato a Parigi ho trovato una città molto più "aperta" e dinamica ma forse è l'Italia, nel mio caso Roma ad essere peggiorata a livello di qualità di vita.
    Ho trovato un senso civico di appartenenza che qui da noi è utopico anche solo immaginare.
  4. Scudetto-Mod  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #5105042
    mike75 ha scritto:
    Parigi (sulle orme di Lallo) dopo 5 giorni bellissimi in cui mi sono preso anche l'influenza (non quella dei maiali).
    C'ero già stato, ma ci ritorno sempre volentieri, perchè sono innamorato di quella città dove andrei a vivere volentieri.
    Poi mando qualche foto per il fotoalbum del Kaiser!


    Ben tornato pillone :approved: :cool:



    e grazie per la disponibilità (per quello che sai) ;) :cool:
  5.     Mi trovi su: Homepage Homepage #5106178
    LaLLo- ha scritto:
    devo dire che questa volta ho avuto la tua stessa sensazione. Rispetto all'ultima volta che ero stato a Parigi ho trovato una città molto più "aperta" e dinamica ma forse è l'Italia, nel mio caso Roma ad essere peggiorata a livello di qualità di vita.
    Ho trovato un senso civico di appartenenza che qui da noi è utopico anche solo immaginare.
    Sai Lallo hai ragione.
    Io ho notato una cosa: in questo periodo in cui Berlusconi scherza su società multietnica e multirazziale, ho visto una nazione dove queste parole hanno senso. In giro per Parigi, nelle vie, nei locali, nei negozi, vedi passeggiare gente di tutte le razze e spesso non distingui se siano più i bianchi, i gialli o i neri. Vedi ragazzi età scolastica bianchi in giro insieme a ragazzi neri ridere e scherzare. Vedi soprattutto bianchi, gialli e neri di tutte le fasce sociali, mentre da noi l'extracomunitario è già di suo o il vu cumprà, o lo stupratore, o il cinese dove vai a comprare le cose taroccate e basta, non esiste lo straniero che è nè più nè meno come noi.
    Sono rimasto colpito dal fatto che lì il colore della pelle non rappresenta una differenza o un fattore di pregiudizio.
    Un episodio esplicativo: ero su un autobus in giro per parigi, guidava un ragazzo bianco.
    Riparte da una fermata e vedo che si ferma 10 metri più avanti, apre le porte e sale affannato un signore nero bello panciuto che non finiva di ringraziare l'autista per la gentilezza avuta.
    In Italia non si sarebbe fermato neanche sotto tortura (salvo rare occasioni). Ne parlo con coscienza di causa, perchè mi è capitato.
    Sogno un Italia come Parigi, ma non abbiamo la mentalità, nè la cultura per arrivarci e una classe politica con un presidente che dietro le sue uscite da cabaret nasconde una politica volta alla chiusura dei confini e dell'integrazione razziale e un partito ridicolo come la Lega che già non ha senso che esista, poi è ancora più aberrante che si al governo.
    Penso che prima o poi me ne vado veramente a Parigi (poi il francese per me è una lingua bellissima).
    La prima Legge del Giornalismo: confermare i pregiudizi esistenti, piuttosto che contraddirli.
    Alexander Cockburn
    Il mio blog
  6.     Mi trovi su: Homepage #5106185
    mike75 ha scritto:
    Sai Lallo hai ragione.
    Io ho notato una cosa: in questo periodo in cui Berlusconi scherza su società multietnica e multirazziale, ho visto una nazione dove queste parole hanno senso. In giro per Parigi, nelle vie, nei locali, nei negozi, vedi passeggiare gente di tutte le razze e spesso non distingui se siano più i bianchi, i gialli o i neri. Vedi ragazzi età scolastica bianchi in giro insieme a ragazzi neri ridere e scherzare. Vedi soprattutto bianchi, gialli e neri di tutte le fasce sociali, mentre da noi l'extracomunitario è già di suo o il vu cumprà, o lo stupratore, o il cinese dove vai a comprare le cose taroccate e basta, non esiste lo straniero che è nè più nè meno come noi.
    Sono rimasto colpito dal fatto che lì il colore della pelle non rappresenta una differenza o un fattore di pregiudizio.
    Un episodio esplicativo: ero su un autobus in giro per parigi, guidava un ragazzo bianco.
    Riparte da una fermata e vedo che si ferma 10 metri più avanti, apre le porte e sale affannato un signore nero bello panciuto che non finiva di ringraziare l'autista per la gentilezza avuta.
    In Italia non si sarebbe fermato neanche sotto tortura (salvo rare occasioni). Ne parlo con coscienza di causa, perchè mi è capitato.
    Sogno un Italia come Parigi, ma non abbiamo la mentalità, nè la cultura per arrivarci e una classe politica con un presidente che dietro le sue uscite da cabaret nasconde una politica volta alla chiusura dei confini e dell'integrazione razziale e un partito ridicolo come la Lega che già non ha senso che esista, poi è ancora più aberrante che si al governo.
    Penso che prima o poi me ne vado veramente a Parigi (poi il francese per me è una lingua bellissima).


    io sono assolutamente d'accordo con quello che dici, vorrei anche io una societä come quella che illustri tu anche in italia...solo che Parigi anche se cittä bellissima da visitare turisticamente, non é il paradiso perfetto, forse non sei stato nei quatieri un pó piú periferici... diciamo ci sono esempi migliori di integrazione razziale
    "Xchè? Xchèèè? 3-1, 3-2, 3-3 !!!"
  7.     Mi trovi su: Homepage #5106468
    digital_boy84 ♫ ha scritto:
    io sono assolutamente d'accordo con quello che dici, vorrei anche io una societä come quella che illustri tu anche in italia...solo che Parigi anche se cittä bellissima da visitare turisticamente, non é il paradiso perfetto, forse non sei stato nei quatieri un pó piú periferici... diciamo ci sono esempi migliori di integrazione razziale
       ma questo è fuori dubbio.
    La mia era un impressione e proveniva da una visione superficiale che può scaturire da una settiman di soggiorno. 
    Il paragone era però di pari livello: mettevo a confronto la Parigi "centrale" con la Roma "centrale" e ti assicuro che è una lotta impari.
    P.S. io a Parigi ero soggetto a stretta sorveglianza con un regime che non prevedeva neanche la libertà vigilata  :mmh:

  Mike tornato da....

Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!

         

Online

Ci sono 0 ospiti e 0 utenti online su questa pagina