1. Deo Gratias  
        Mi trovi su: Homepage #5158903
    Chiedo aiuto e pareri per affrontare al meglio il mio prossimo progetto domestico. Immaginatevi di essere in procinto di risistemare la vostra nuova casa, e immaginate di renderla il più multimediale possibile. Ma non solo...immaginate anche di dover coprire due edifici, vicini ma a sé stanti. Fatto? Bene, sappiate che ora state vestendo i miei panni. Vi spiego con cura...
    In pratica sto iniziando a vedere con il mio geometra la sistemazione di una vecchia casa, precisamente quella dei miei suoceri che, bontà loro, hanno deciso di lasciarla alla mia famiglia (quindi a loro figlia e nipotino off course). Per nostra immensa fortuna (non finirò mai di dirlo) abitiamo in un paesino vecchio stampo, quelli in cui a farla da padrone ci sono delle villine e un sacco di terreno attorno. Proprio per sfruttare questa situazione i miei suoceri hanno deciso di lasciare la vecchia casa (disposta su un piano più seminiterrato sottostante) e di farsene una nuova più piccolina (sempre con un piano e seminterrato) a poche decine di metri, sfruttando dunque il grande quantitativo di spazio a disposizione. A questo punto iniziano le problematiche, di due nature: primo come sistemare la rete nella mia nuova casa, secondo come coprire ambo le case con la stessa. Per una serie di motivazioni che non vi starò a raccontare le due case sono fornite dalla stessa linea telefonica e dunque, ipotizzando che i classici telefoni siano attaccati alla relative prese, se qualcuno telefona o riceve una telefonata la cosa si ripercuote su ambo gli edifici. Situazione naturalmente poco comoda. Allo stesso tempo verrebbero a crearsi problemi di connessione a internet nel caso si pensasse a far funzionare il tutto come se fossero due case separate...aka un modem/router per parte. Ovviamente, e correggetemi se ho torto, la connessione simultanea delle due apparecchiature sarebbe impossibile e ci vedrebbe costretti ad avvertire l'uno o l'altro nel caso di necessità di connessione. Cosa ancor più scomoda della questione telefonica, visto che le apparecchiature odierne poi sono praticamente sempre connesse alla rete. E qui entrate in gioco voi, con possibili suggerimenti o soluzioni da usare. Personalmente avevo pensato di risolverla così: nella casa dei suoceri lasciare il telefono normale, nella mia invece affidarmi a un voip. Per fare questo però dovrei gestire la rete da casa mia, con uno switch/router apposito. In questo modo, non usufruendo di telefoni classici ma di voip (a proposito suggerimenti per un gestore esterno?), quando ricevo una telefonata il telefono classico squilla nella casa dei suoceri e non nella mia (e viceversa), e quando effettuo una chiamata voip io o una telefonata classica loro non ci ritroviamo ad accavallare le chiamate. E' una soluzione corretta e possibile quella di avere numero classico più numero voip sulla stessa linea? Ovviamente in questo modo, ovvero con lo switch (ma gestisce già da solo l'account di connessione a internet oppure ha bisogno di un modem a sua volta?), riuscirei a gestire anche la linea internet facendo partire dei cavi ethernet (oppure antennina) verso la casa dei suoceri, che a questo punto potrebbero a loro volta connettersi a internet. Rappresenta questa una soluzione attuabile oppure ci sono altre vie che ignoro?
    Secondo punto: la connessione in casa mia. La casa si svilupperà sui due piani, in cui quello principale vedrà i classici locali di qualsiasi casa (salotto, cucina, bagno, camere), mentre parte del piano interrato verrà adibito a studio, angolo relax e sala home cinema. Naturalmente, facendo uso smodato di apparecchiature tecnologiche, devo far sì che tutte queste macchine lavorino sulla rete indipendentemente dalla loro locazione. La mia idea, essendo un fanatico del cavo, era quella di passare tutti i cavi ethernet e relative porte (che categoria a proposito? 5, 5E, 6?) in tutta la casa, demandando allo switch la funzione di gestore dei dati. Tra l'altro mi piacerebbe utilizzare un nas come perno di memoria centrale dove stivare tutti i dati che mi servono (documenti, file video, etc) per allocarli in un posto sicuro, tenere il più possibile "leggere le macchine connesse", e pescarli all'occorrenza dallo stesso. Può essere una soluzione valida? Naturalmente mi rendo conto che, purtroppo, dovrò ricorrere in parte anche al wi-fi (che odio), non fosse altro per coprire alcuni netbook all'occorrenza, magari piazzando una antennina nella sala giorno. COme funzionano queste antennine poi?
    Per ora mi pare di aver detto tutto...aspetto qualche feedback da parte vostra perché non sono proprio un genio in queste cose e gradirei molto un suggerimento da parte di chi queste cose le mastica ogni giorno per lavoro o per, come me, semplice passione.
    :)
    Proud member of Outcast.it
  2. meteo: cupertino  
        Mi trovi su: Homepage #5159075
    toghy ha scritto:
    Ovviamente, e correggetemi se ho torto, la connessione simultanea delle due apparecchiature sarebbe impossibile e ci vedrebbe costretti ad avvertire l'uno o l'altro nel caso di necessità di connessione. Cosa ancor più scomoda della questione telefonica, visto che le apparecchiature odierne poi sono praticamente sempre connesse alla rete.


    Ciao Toghy, innanzitutto ne approfitto per salutarti. :)

    Effettivamente la situazione sembra piuttosto incasinata. Sulla parte che ho quotato, però, volevo tranquillizzarti che con un router wifi puoi comunque connettere più apparecchiature. Inoltre, se la distanza tra i due edifici o la particolare situazione (piani interrrati o qualche parete d troppo) dovesse creare problemi di copertura da parte del wifi, puoi sempre pensare di aggiungerne altri che facciano da ponte ed estendano il raggio di coperura. A questo punto l'unico ostacolo sarebbe rappresentato dalla tua avversione per il wifi stesso. E in parte ti capisco. :)

    viva il minimalismo.
  3. Deo Gratias  
        Mi trovi su: Homepage #5159123
    felicità ha scritto:
    Ciao Toghy, innanzitutto ne approfitto per salutarti. :)
    Effettivamente la situazione sembra piuttosto incasinata. Sulla parte che ho quotato, però, volevo tranquillizzarti che con un router wifi puoi comunque connettere più apparecchiature. Inoltre, se la distanza tra i due edifici o la particolare situazione (piani interrrati o qualche parete d troppo) dovesse creare problemi di copertura da parte del wifi, puoi sempre pensare di aggiungerne altri che facciano da ponte ed estendano il raggio di coperura. A questo punto l'unico ostacolo sarebbe rappresentato dalla tua avversione per il wifi stesso. E in parte ti capisco. :)
     Saluti a te ;)
    Non nascondo la mia avversità al sistema, nonostante attualmente lo stia utilizzando. Però vorrei evitarlo per questioni di "bombardamento" ma, anche, per questione di prestazioni. Da questo punto di vista il cavo è il massimo...cacchio non conosce cedimenti, mentre sul wi-fi e la loro portata ci sarebbero un bel pò di cose da dire.
    Detto questo come ti pare la cosa? E' un progetto fattibile a livello teorico oppure ha qualche falla strutturale?
    Proud member of Outcast.it
  4. meteo: cupertino  
        Mi trovi su: Homepage #5159196
    toghy ha scritto:
    Saluti a te ;)
    Non nascondo la mia avversità al sistema, nonostante attualmente lo stia utilizzando. Però vorrei evitarlo per questioni di "bombardamento" ma, anche, per questione di prestazioni.
    Sul "bombardamento" posso capirti. Quando non ne faccio uso io il router lo spengo del tutto. Sulle prestazioni francamente non ho riscontrato grandi problemi, ma forse per il gioco online potrebbe crearne.
    Da questo punto di vista il cavo è il massimo...cacchio non conosce cedimenti, mentre sul wi-fi e la loro portata ci sarebbero un bel pò di cose da dire.
    Detto questo come ti pare la cosa? E' un progetto fattibile a livello teorico oppure ha qualche falla strutturale?

    Sulle reti via cavo non sarei la persona più adatta poichè non ho mai approfondito più di tanto. Di sicuro è un progetto che comporterebbe una spesa di realizzazione maggiore, oltre ad inevitabili fastidi e disagi dovuti a tempi di installazione, fissaggio di canaline, diprese ed eventuali sottotraccia (sempre se non vuoi convivere con cavi svolazzanti qua e là). Il pregio delle reti wifi è proprio questo: facilità di installazione e costi contenuti (considerando anche l'acquisto di 2-3 router per la particolare situazione). Sull'uso del voip ho qualche perplessità, non foss'altro che se vuoi chiamare senza limitazioni numeri fissi e mobili dovrai comunque considerare una spesa costante. Ma la linea telefonica di cui parli è una sorta di duplex? A questo punto non consideri la possibilità di richiedere la borchia per una seconda linea?

    viva il minimalismo.
  5. Deo Gratias  
        Mi trovi su: Homepage #5159217
    felicità ha scritto:
     Ma la linea telefonica di cui parli è una sorta di duplex? A questo punto non consideri la possibilità di richiedere la borchia per una seconda linea?
     Ovviamente per il voip dovrei affidarmi a gestori esterni.
    La linea è normale, solo che passa a catena nella due case. CHe intendi per borchia di seconda linea e come funziona? Il mio scopo è quello di tenere i prezzi bassi evitando doppi abbonamenti, dato che sono raggiunto solo da linee ufficiali telecom (altrimenti mi sarei appoggiato ad altri, come ora con infostrada).
    Proud member of Outcast.it
  6. meteo: cupertino  
        Mi trovi su: Homepage #5159259
    La "borchia" a cui facevo riferimento è proprio una seconda linea (con un secondo abbonamento il cui costo varia se la richiesta che fai a telecom è per chiamate solo in ingresso o in ingresso ed uscita. Almeno fino a qualche anno fa c'era questa possibiltà). Letta però la tua puntualizzazione sugli abbonamenti, non credo faccia al caso tuo.
    viva il minimalismo.
  7. Deo Gratias  
        Mi trovi su: Homepage #5159632
    felicità ha scritto:
    La "borchia" a cui facevo riferimento è proprio una seconda linea (con un secondo abbonamento il cui costo varia se la richiesta che fai a telecom è per chiamate solo in ingresso o in ingresso ed uscita. Almeno fino a qualche anno fa c'era questa possibiltà). Letta però la tua puntualizzazione sugli abbonamenti, non credo faccia al caso tuo.
     il punto è proprio quello, altrimenti non starei pensando a tutta la pappardella di unione fra le due case. :)
    Proud member of Outcast.it
  8. meteo: cupertino  
        Mi trovi su: Homepage #5159752
    Dunque, in sintesi, è sufficiente che tu metta a confronto i pro ed i contro delle due soluzioni (cavo vs. wifi) e scelga sulla base di quelle.
    Così, al volo, direi che i principali vantaggi del wifi siano questi:

    - costi contenuti anche con una rete di 3-4 ripetitori (un paio per abitazione, considerando gli interrati).
    - estrema flessibilità d'uso (puoi controllare la posta anche quando sei in bagno, per dire...)
    - copertura pressochè totale senza, tuttavia, dover installare prese in ogni dove... finanche in giardino.

    Questi i contro del wifi:

    - Esposizione incondizionata a fonti elettromagnetiche (anche se il dibattito sulla dannosità è aperto*).
    - Copertura ed efficienza non sempre ai massimi livelli, se la rete non è stata attentamente realizzata.

    * imho, un cellulare addosso è più dannoso di un router sulla mensola.

    I vantaggi del cavo:

    - Segnale più costante e stabile.
    - Maggiore sicurezza nell'impiego in Intranet.

    Svantaggi del cavo:

    - Costi di realizzazione della rete più alti, specialmente in situazioni progettuali complesse.
    - Minore flessibilità di impiego.


    Se ho tralasciato qualcosa integrate tranquillamente.



    viva il minimalismo.
  9. Deo Gratias  
        Mi trovi su: Homepage #5160066
    Thx. Il punto è che utilizzerò molto lo streaming e, laddove per immagini o musica non ci siano grossi problemi con wi-fi, iniziano a pensare a quello video vengono fuori tutte le magagne. Perché lo streaming su wi-fi, nonostante le premesse tecniche di queste apparecchiature, è decisamente meno performante di quello via cavo. Correggetemi se sbaglio ma per ora, fra amici e prove a casa, non conosco un router wi-fi in grado di eccellere su questo versante. Problema che dovrebbe risultare assente con una rete via cavo. Quindi, alla fine, opterò per una soluzione mista. Là dove necessito di un forte passaggio di dati andrò di cavo, dove invece non mi serviranno forti prestazioni (navigazione internet su pc) piazzerò un access point.
    Ora mi domando: nella realizzazione della rete così posta di cosa necessiterei? Tutti i cavi e le prese ovviamente, ma soprattutto uno switch. Ma lo switch gestisce anche la connessione per accedere in rete oppure ha bisogno a sua volta di un modem per connettersi?
    Proud member of Outcast.it

  Progettare un rete domestica (situazione incasinata)

Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!

         

Online

Ci sono 0 ospiti e 0 utenti online su questa pagina