1.     Mi trovi su: Homepage #5160402
    James Mc Cloud ha scritto:
    Esatto, siamo qui sempre a lamentarci su Berlusconi, sulla sinistra su qui e su lì.
    E voi cosa fareste?
    3 riforme, le prime 3 riforme che fareste, riforme precise, non "io fare qualcosa contro la crisi".
    Avanti popolo!
    Farei pagare l' ICI alla chiesa
    Legalizzerei le droghe leggere e la prostituzione
    Rifarei una legge seria sul conflitto d'interessi, obbligando a scegliere la politica o vendere media facilmente influenzabili tramite asta pubblica con il divieto di cedere a familiari
    "Siamo impegnati in un gioco in cui non possiamo vincere. Alcuni fallimenti sono migliori di altri, questo è tutto" G.Orwell
  2. primi sempre. per dna.  
        Mi trovi su: Homepage #5160411
    James Mc Cloud ha scritto:
    Esatto, siamo qui sempre a lamentarci su Berlusconi, sulla sinistra su qui e su lì.
    E voi cosa fareste?
    3 riforme, le prime 3 riforme che fareste, riforme precise, non "io fare qualcosa contro la crisi".
    Avanti popolo!
      La prima è la riforma che è alla base della democrazia ormai morta in Italia, ovvero tornare al punto per il quale un concessionario statale non dovrebbe essere eleggibile (ricordiamo che nel 94 B. fu eletto illegalmente), in soldoni delineare istituzionalmente il quarto potere nella (err...) basica separazione dei poteri.
    Riforma della giustizia, CSM epurato da forze politiche.
    Poi come terza una qualsiasi tra i tre cardini che lo stato dovrebbe curare (ed assistere, basta con lo stato assistenzialista sui generis): istruzione, sicurezza, sanità; sono a pezzi tutte e tre, quindi...
    Il modello capitalista purtroppo ha fallito nel mondo come tutti possiamo evincere, l'Italia dovrebbe ripartire economicamente dal basso ma come si fa con questa classe politica? Escludendo un golpe, direi che il commissariamento sarebbe l'unica vera via, non dico d'uscita, ma almeno per miglioare un pò. Si potrebbe solo migliorare a onor del vero...
    I videogiochi sono come le gnocche: una bella grafica te la porti a letto, ma è di un gran gameplay che ti innamori!
  3. Utente non attivo.  
        Mi trovi su: Homepage #5160551
    Legalizzazione della prostituzione tramite riapertura delle case chiuse con consistente tassazione sui guadagni delle prostitute e legalizzazione di tutte le droghe leggere con creazione di apposite aree protette di consumo.

    Taglio di tutte le pensioni sopra i 1200 €, tassazione di tutti i membri del clero con imposte progressive basate sul reddito percepito (più guadagni, più paghi), introduzione nel codice stradale delle multe fondate sul reddito percepito (più guadagni, più paghi se corri).

    Assistenza sanitaria non più gratuita a chi ha superato la media italiana di aspettativa di vita ed eutanasia per chi lo richiede.

    Informatizzazione completa della pubblica amministrazione, riforma della giustizia per renderla più veloce ed efficiente (abolizione della difesa in presenza di flagranza di reato) con reintroduzione della pena di morte che andrà a sostituire il regime di 41bis.

    Reintroduzione del numero chiuso in tutte le università, durante gli esami introduzione di docenti esterni contattati il giorno prima che verificheranno la corretta procedura delle prove sostenute.
  4. Non è una capra, cretino, è il mio segno zodiacale  
        Mi trovi su: Homepage #5160556
    1: negazione del deficit per legge. renderei impossibile l'approvazione di un bilancio, statale o regionale, in deficit. il debito pubblico è un cancro che portiamo avanti da troppo tempo e sta continuamente aumentando. Invece di aspettare il giorno, o la crisi, in cui dovremo tagliare di brutto perchè avremo perso la fiducia degli investitori internazionali è meglio pianificare subito e con calma cosa e dove si può tagliare.... perchè il punto è che si DEVE tagliare. oltre il 100% del pil di debito è folle, chissenefrega se lo fanno anche gli altri paesi.
    2: riforma delle pensioni. Effettuare una seria verifica della sostenibilità del sistema nei prossimi 20-30 anni. Qualora si riveli matematicamente insostenibile, aumento dell'età pensionabile (almeno per le donne) e/o riduzione delle pensioni future e esistenti. E non parlo solo delle megapensioni ma anche di quelle medio borghesi: è ridicolo che mio padre, ex professore di liceo, possa contare su 1800 lordi al mese per il resto della sua vita (e a 65 anni può campare tranquillo altri 40). 1000 sarebbero piu che abbondanti-e questo è solo un esempio banale.
    3: pianificazione delle risorse energetiche future. Rinnovabili, certo, ma anche il nucleare non è da escludere. L'importante è affrontare la questione da persone mature, non far piovere la decisione dall'alto senza neanche spiegare dove andranno le centrali e cosa si fara delle scorie, alla berlusconi.
    Queste sono le prime 3, e come si vede sono tutte basate sull'economia: con i soldi fai tutto (polizia, sanita, scuola ecc) quindi l'essenziale è avere un retroterra produttivo sano. PErò le cose da riformare sono parecchie, penso che potrei arrivare tranquillo al punto 7 o 8. Non sarebbe male una vera riforma fiscale, in direzione più egualitaria e proporzionale alla ricchezza posseduta e prodotta, o una riforma dell'istruzione (6 licei? ma a che cavolo servono 6 licei? ma chi è il genio che se ne esce con queste stronzate?). La sanità mi sembra ragionevolmente funzionante, il federalismo fiscale mi è indifferente se esiste o no. Meno spese militari- e non nel senso di meno armi, che purtroppo servono, quanto meno inutili missioni in paesi che non ci riguardano. La repubblica non è un ente di beneficenza, fanculo gli afgani, gli africani e tutti quelli che non possono pagare la stabilità fornita dai nostri eserciti. Non è cattiveria, è realismo: gli eserciti vengono pagati dal popolo, quindi non si possono usare senza che siano utili per il popolo. Non siamo un dannato ente di beneficenza.
    Non sarebbe male anche una regolamentazione della politica: quando sei un amministratore pubblico basta il fondato sospetto, quindi caccerei via tutti gli indagati. L'italia non morirà certo se se ne vanno: con i megastipendi da parlamentare ci saranno sempre sostituti in lista d'attesa. E indicizzerei lo stipendio da parlamentare a quello medio dei cittadini.
    Il lavoro di cui sono più orgoglioso, anche se ormai datato:
    http://www.gameplayer.it/speciale/speciale_pc_gaming_al_risparmio
  5.     Mi trovi su: Homepage #5160622
    arcturus85 ha scritto:
    Legalizzazione della prostituzione tramite riapertura delle case chiuse con consistente tassazione sui guadagni delle prostitute e legalizzazione di tutte le droghe leggere con creazione di apposite aree protette di consumo.
    Taglio di tutte le pensioni sopra i 1200 €, tassazione di tutti i membri del clero con imposte progressive basate sul reddito percepito (più guadagni, più paghi), introduzione nel codice stradale delle multe fondate sul reddito percepito (più guadagni, più paghi se corri).
    Assistenza sanitaria non più gratuita a chi ha superato la media italiana di aspettativa di vita ed eutanasia per chi lo richiede.
    Informatizzazione completa della pubblica amministrazione, riforma della giustizia per renderla più veloce ed efficiente (abolizione della difesa in presenza di flagranza di reato) con reintroduzione della pena di morte che andrà a sostituire il regime di 41bis.
    Reintroduzione del numero chiuso in tutte le università, durante gli esami introduzione di docenti esterni contattati il giorno prima che verificheranno la corretta procedura delle prove sostenute.
      
    Cioè spe io campo 90 anni magari non c'ho una lira, mi viene l'influenza e mi lasciate morire :-|? Ho la colpevolezza di essere campato tanto?

    Comunque ecco le mie:

    - Legge più dura sull'evasione fiscale, controlli a tappeto sul territorio da parte della guardia di finanza, l'evasione viene punita con pena di reclusione che va dai 5 ai 20 anni di carcere, con requisizione di ogni bene. Inoltre chi denuncia un evasore ha diritto al 3% dell'evasione recuperata.
    - Una legge reale sulla flessibilità lavorativa che OBBLIGA per legge all'assunzione a tempo indeterminato del lavoratore al secondo rinnovo contrattuale e che impedisce a meno che non siano lavori stagionali o categorie speciali contratto a progetto con durata inferiore ai 4 mesi. Inoltre una paga minima l'ora per quasi tutte le categorie di lavoratori.
    - legge sul conflitto d'interesse dove nessun uomo che possiede o i quali parenti più stretti entro il terzo grado possiedano mezzi di comunicazione di massa (leggasi tv, radio o giornali) possa candidarsi senza prima aver venduto a terzi il tutto.
  6. Utente non attivo.  
        Mi trovi su: Homepage #5160690
    James Mc Cloud ha scritto:
    Cioè spe io campo 90 anni magari non c'ho una lira, mi viene l'influenza e mi lasciate morire :-|? Ho la colpevolezza di essere campato tanto?
      
    Imho con una lotta serrata all'evasione fiscale, con una maggiore commercializzazione dei farmaci generici e con la reintroduzione sul mercato delle droghe leggere sottratte alle cosche criminali puoi vivere benissimo con una pensione dignitosa e puoi curarti tranquillamente.
    Il taglio delle pensioni più alte serve per redistribuire denaro a chi per varie circostanze non ha potuto avere nulla o vive ai limiti della miseria.
    Alle persone più anziane si possono fare anche assicurazioni sanitarie economiche che coprono la maggior parte dei disagi minori dell'età.

    Considerando le entrate fiscali derivanti dalla prostituzione e quelle derivanti dalle droghe (le organizzazioni criminali guadagnano 100 miliardi di € all'anno, vuoi che almeno 25 miliardi non siano formati da proventi sulle droghe leggere?) si dovrebbe riuscire a far vivere degnamente tutti.

    Se sia morale o meno una società drogata me ne sbatto, l'importante è il fine: il maggior benessere per tutti (contenti i drogati che possono contare su un prodotto sicuro, contenti i puttanieri che non rischiano multe o peggio AIDS, contente le persone tranquille che possono contare su un reddito sicuro).
  7.     Mi trovi su: Homepage #5160751
    James Mc Cloud ha scritto:
    Inoltre una paga minima l'ora per quasi tutte le categorie di lavoratori.
    sssttttttt...non volevo dirtelo ma i minimi contrattuali esistono gia' per tutti i CCNL
    "Sappiamo gioire, sappiamo soffrire, sappiamo stringere i denti.
    Siamo la gente della Juve.
    Gente che si riconosce quando si guarda negli occhi.
    Gente che sa accettare i risultati conseguiti SUL CAMPO"
  8.     Mi trovi su: Homepage #5160752
    arcturus85 ha scritto:
    Imho con una lotta serrata all'evasione fiscale, con una maggiore commercializzazione dei farmaci generici e con la reintroduzione sul mercato delle droghe leggere sottratte alle cosche criminali puoi vivere benissimo con una pensione dignitosa e puoi curarti tranquillamente.
    Il taglio delle pensioni più alte serve per redistribuire denaro a chi per varie circostanze non ha potuto avere nulla o vive ai limiti della miseria.
    Alle persone più anziane si possono fare anche assicurazioni sanitarie economiche che coprono la maggior parte dei disagi minori dell'età.
    Considerando le entrate fiscali derivanti dalla prostituzione e quelle derivanti dalle droghe (le organizzazioni criminali guadagnano 100 miliardi di € all'anno, vuoi che almeno 25 miliardi non siano formati da proventi sulle droghe leggere?) si dovrebbe riuscire a far vivere degnamente tutti.
    Se sia morale o meno una società drogata me ne sbatto, l'importante è il fine: il maggior benessere per tutti (contenti i drogati che possono contare su un prodotto sicuro, contenti i puttanieri che non rischiano multe o peggio AIDS, contente le persone tranquille che possono contare su un reddito sicuro).
     
    Ma ti darei quasi ragione sulle droghe leggere (anche se non mi alletta per nulla finire in una specie di Amsterdam perenne, io forse legalizzerei solo la marjuana ma ti giuro che ci dovrei pensare). Legalizzerei invece e di corsa la prostituzione, in modo da salvaguardare la salute delle centinaia di migliaia di ragazze coinvolte e anche delle milioni di persone che ci gravitano attorno (che possono trasmettere malattie anche a partner non informati). Inoltre garantirebbe ritorni in tasse.
    Comunque un taglio alle pensioni già troppo basse di per loro (con 1200€ già in due ci campi male dammi retta, se poi vivi a Milano ci campi ancora peggio) lo vedo dannoso, o dai rientri dell'evasione fiscale inizi a tagliare tasse e spese fisse oppure i milioni di anziani con una pensione media-bassa (1200-1700€ mensili) non ci campano più. Piuttosto metterei tasse sanitarie per i redditi oltre i 100.000€ l'anno, in modo da far respirare un po'i conti della sanità.
  9.     Mi trovi su: Homepage #5160753
    draco ha scritto:
    sssttttttt...non volevo dirtelo ma i minimi contrattuali esistono gia' per tutti i CCNL
     
    Aumentiamoli allora, non è possibile che una persona che lavora 7 ore al giorno al call-center porti a casa 300€ al mese più provvigioni e arriva a fine mese massimo con 450€ nel portafogli. Non è vita quella è un tentativo (vano) di sopravvivenza.
  10.     Mi trovi su: Homepage #5160772
    James Mc Cloud ha scritto:
    Aumentiamoli allora, non è possibile che una persona che lavora 7 ore al giorno al call-center porti a casa 300€ al mese più provvigioni e arriva a fine mese massimo con 450€ nel portafogli. Non è vita quella è un tentativo (vano) di sopravvivenza.
      Hai una certa confusione :)
    Prima di tutto la maggior parte dei lavoratori dei call-center non hanno contratti di lavoro dipendente , ma contratti a progetto o collaborazioni occasionali.Qui non possono esistere minimi retributivi (na parlavo in altri thread degli squallidi magheggi delle grosse aziende per poter utilizzare questa tipologia contrattuale mascherata da lavoro autonomo).
    Per qualsiasi altro lavoratore DIPENDENTE, esistono minimi tabellari stabiliti in sede di accordo interconfederale tra sindacati ed aziende consultabili tra l'altro online attraverso il portale www.cnel.it
    Il problema in italia, non sono gli stipendi lordi bassi, ma la pressione fiscale e contributiva esagerata oltre a l'inevitabile cancro del costo della vita elevato
    "Sappiamo gioire, sappiamo soffrire, sappiamo stringere i denti.
    Siamo la gente della Juve.
    Gente che si riconosce quando si guarda negli occhi.
    Gente che sa accettare i risultati conseguiti SUL CAMPO"
  11.     Mi trovi su: Homepage #5160779
    Prendendo spunto dal messaggio precedente, per me, la cosa prioritaria sarebbe quella di rivedere tutto il sistema fiscale dei salariati.
    Attualmente lo scaglione minimo irpef è del 23% al quale si aggiungono le addizionali comunali e regionali per arrivare a circa a 25-26% (tralasciando le detrazioni per le piu' disparate situazioni per familiari a carico). Aggiungiamoci poi i contributi sociali e si arriva a 35 % circa.
    Un lavoratore con stipendio minimo equivalente a circa 15000 euro lordi annuali non dovrebbe superare la soglia del 20% tra imposte e contributi
    "Sappiamo gioire, sappiamo soffrire, sappiamo stringere i denti.
    Siamo la gente della Juve.
    Gente che si riconosce quando si guarda negli occhi.
    Gente che sa accettare i risultati conseguiti SUL CAMPO"
  12.     Mi trovi su: Homepage #5160782
    draco ha scritto:
    Hai una certa confusione :)
    Prima di tutto la maggior parte dei lavoratori dei call-center non hanno contratti di lavoro dipendente , ma contratti a progetto o collaborazioni occasionali.Qui non possono esistere minimi retributivi (na parlavo in altri thread degli squallidi magheggi delle grosse aziende per poter utilizzare questa tipologia contrattuale mascherata da lavoro autonomo).
    Per qualsiasi altro lavoratore DIPENDENTE, esistono minimi tabellari stabiliti in sede di accordo interconfederale tra sindacati ed aziende consultabili tra l'altro online attraverso il portale www.cnel.it
    Il problema in italia, non sono gli stipendi lordi bassi, ma la pressione fiscale e contributiva esagerata oltre a l'inevitabile cancro del costo della vita elevato
     
    Chiedo perdono per la mia ignoranza, ho sbagliato la definizione: allora proporrei minimi salariali per ogni categoria di lavoro subordinato, in modo che anche contratti di collaborazione etc garantiscano un reddito minimo (almeno 500€ mensili) a lavoratori ultra-sfruttati.
  13.     Mi trovi su: Homepage #5160785
    draco ha scritto:
    Prendendo spunto dal messaggio precedente, per me, la cosa prioritaria sarebbe quella di rivedere tutto il sistema fiscale dei salariati.
    Attualmente lo scaglione minimo irpef è del 23% al quale si aggiungono le addizionali comunali e regionali per arrivare a circa a 25-26% (tralasciando le detrazioni per le piu' disparate situazioni per familiari a carico). Aggiungiamoci poi i contributi sociali e si arriva a 35 % circa.
    Un lavoratore con stipendio minimo equivalente a circa 15000 euro lordi annuali non dovrebbe superare la soglia del 20% tra imposte e contributi
     
    E qui ti quoto, il problema però come al solito è l'evasione fiscale dilagante che colpisce alla fine tutti i lavoratori di ogni categoria.
    Ricordo che ho un amico il cui padre fa il barbiere: costui non evade o quantomeno evade meno degli altri, beh si è ritrovato nei casini perchè i colleghi gli hanno fatto storie in quanto dichiarava troppo aumentando così la media dei ricavi ed attirando magari i controlli della GdF sugli altri gestori.
  14.     Mi trovi su: Homepage #5160789
    James Mc Cloud ha scritto:
    Chiedo perdono per la mia ignoranza, ho sbagliato la definizione: allora proporrei minimi salariali per ogni categoria di lavoro subordinato, in modo che anche contratti di collaborazione etc garantiscano un reddito minimo (almeno 500€ mensili) a lavoratori ultra-sfruttati.
      Vabbè son cose tecniche, ma solo per far capire come funziona.
    Purtroppo i contratti di collaborazione in teoria non dovrebbero essere contratti di lavoro subordinato, ed è qui che sorge il problema, anzi tutti i problemi in quanto vengono lasciati utilizzare, soprattutto nelle grandi realtà come i call-center, come qualsiasi contratto di lavoro dipendente mentre in realtà non lo sono :(
    "Sappiamo gioire, sappiamo soffrire, sappiamo stringere i denti.
    Siamo la gente della Juve.
    Gente che si riconosce quando si guarda negli occhi.
    Gente che sa accettare i risultati conseguiti SUL CAMPO"

  E voi cosa fareste?

Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!

         

Online

Ci sono 0 ospiti e 0 utenti online su questa pagina