1. Utente non attivo.  
        Mi trovi su: Homepage #5160456
    Lo confesso,avevo proprio saltato a piedi pari questa serie.Sara' stato a causa di un'orario di trasmissione italiano (le 8 di sera) che mi vede molto spesso in altre faccende affaccendato,anche per il periodo (estivo) non propriamente da tv di qualita' ma proprio questo everwood,nella sua trasmissione italiana,lo avevo quasi ignorato.Eppure.....il mondo globalizzato a volte ti consente anche di riparare ai tuoi errori e di recuperare cose ingiustamente ignorate e che poi si rivelano delle piccole gemme.

    Everwood e' decisamente uno di quei casi.La storia e' semplice,forse anche un po' abusata,ma e' raccontata con molta leggerezza e infarcita di personaggi con i quali e' quasi automatico entrare in sintonia.Andy Brown e' un neurochirurgo di fama mondiale che vive a New York.Ama molto la sua famiglia,ma il suo lavoro e il suo egocentrismo lo fanno apparire come distante e disinteressato,cosa che lo porta a non avere praticamente un rapporto col figlio maggiore.Un'incidente stradale,nel quale morira la moglie di Andy,e' destinato a cambiare le cose.In preda a una forte crisi esistenziale di coscienza,Andy abbandona la neurochirugia e il lussuoso appartamento di New York per trasferirsi,insieme ai figli (un po' riluttanti all'idea) a Everwood,pacifica comunita' montana,o collinare,o collinare ai piedi di una montagna,del Colorado.Medico cura te stesso.....in questo caso sara' Everwood,con i suoi abitanti,le sue situazioni e le sue,piccole,stranezze,a curare Andy e la sua famiglia dalla loro profonda crisi dopo la grave perdita.Attorno a Andy,interpretato da un bravo Treat Williams,gira un nutrito nugolo di personaggi che sono la vera chiave del successo,e della bellezza,della serie.I due figli di Andy la piccola Delia,molto curiosa e intraprendente,e sopratutto Eprham che non ha mai avuto un vero rapporto col padre,a differenza che con la madre e che considera il padre pazzo per averlo sbattuto in un posto cosi' sperduto,ma che poco alla volta riuscira' a cucire lo strappo con Andy.Amy,la ragazza per cui Eprham si prende una cotta,molto dolce ma che e' restia a ricambiare il giovane Brown a causa di un piccolo segreto.Harold Abbot,padre di Amy,l'altro medico di Everwood,molto pignolo e abitudinario,che all'inizio non vede molto bene l'arrivo di un nuovo medico,ma la cui opinione e' destinata a cambiare.....e molti altri che a rotazione entrano,o entreranno,nella vita della famiglia Brown.

    Concludendo,io Everwood ve lo consiglio.Recuperatelo,aspettate le repliche,comprate i dvd.Ma non fate il mio errore,non aspettate 5 anni per vederlo.Fareste uno sbaglio,vi privereste della visione di un posto che si puo' facilmente definire come casa.

  Everwood......perche' e' bello sentirsi come a casa

Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!

         

Online

Ci sono 0 ospiti e 0 utenti online su questa pagina