1.     Mi trovi su: Homepage #5171609
    Maroni e Gasparri unanimi: noi sulla sicurezza siamo maestri, non accettiamo liturgie dalla Chiesa

    e infatti si vede

    Al di là della legge sul reato di clandestinità che è follia (1 milione di ricercati in un botto solo) ci sono in mezzo pure le badanti che devono accudire gli anziani che han bisogno di assistenza. Ma ovviamente chissene frega, probabilmente ci penseranno le ronde.
    Io sono sempre più esterrefatto.
  2.     Mi trovi su: Homepage #5171651
    Quella della badanti è la notizia piu' ridicola che ho letto in queste ore
    I pennivendoli sanno benissimo che chiunque abbia stipulato un contratto di soggiorno tramite il decreto flussi ed è in attesa del nullaosta del consolato, non corre ALCUN rischio di essere considerato clandestino perchè si da il caso che abbia rispettato la legge dei flussi e si trovi al paese di origine nel momento in cui il datore di lavoro invia in nulla osta
    Per quanto riguarda il reato di clandestinità mi pare di ricordare che esista in altri paesi Ue e nessuno si sia mai scandalizzato più di tanto, quando ho un minuto faccio una ricerca

    edit: si, il reato di clandestinità esiste in inghilterra, francia e germania

    [Modificato da draco il 03/07/2009 15:39]

    "Sappiamo gioire, sappiamo soffrire, sappiamo stringere i denti.
    Siamo la gente della Juve.
    Gente che si riconosce quando si guarda negli occhi.
    Gente che sa accettare i risultati conseguiti SUL CAMPO"
  3. Il miglior Halo resta ancora Reach. Halo 4 segue la politica del gambero  
        Mi trovi su: Homepage #5171935
    James Mc Cloud ha scritto:
    Maroni e Gasparri unanimi: noi sulla sicurezza siamo maestri, non accettiamo liturgie dalla Chiesa
    e infatti si vede
    Al di là della legge sul reato di clandestinità che è follia (1 milione di ricercati in un botto solo) ci sono in mezzo pure le badanti che devono accudire gli anziani che han bisogno di assistenza. Ma ovviamente chissene frega, probabilmente ci penseranno le ronde.
    Io sono sempre più esterrefatto.
     
    Io dico che non ha senso inventarsi il termine "clandestino" se poi non gli si conferisce significato. Non vuol dire "irregolare" perchè se io entro in casa di James senza permesso non sono un "irregolare" sono un "criminale".

    Poi se si vogliono abolire i confini, se si vuole abolire il significato di cittadinanza, allora diciamolo, la mettiamo ai voti e ognuno poi si tenga ciò che verrà deciso.
  4.     Mi trovi su: Homepage #5172036
    Atlas ha scritto:
    Io dico che non ha senso inventarsi il termine "clandestino" se poi non gli si conferisce significato. Non vuol dire "irregolare" perchè se io entro in casa di James senza permesso non sono un "irregolare" sono un "criminale".
    Poi se si vogliono abolire i confini, se si vuole abolire il significato di cittadinanza, allora diciamolo, la mettiamo ai voti e ognuno poi si tenga ciò che verrà deciso.
     
    Frena non sono a favore dell'entrata indiscriminata e ci mancherebbe. Sono contrario alla politica di questo governo in tema d'immigrazione che mi pare più razzista che realmente utile.
  5. Non è una capra, cretino, è il mio segno zodiacale  
        Mi trovi su: Homepage #5172091
    nn conosco i dettagli di questa legge.... la punizione è la galera o l'essere risbattuti al proprio paese?
    Il lavoro di cui sono più orgoglioso, anche se ormai datato:
    http://www.gameplayer.it/speciale/speciale_pc_gaming_al_risparmio
  6. I love Chiara  
        Mi trovi su: Homepage #5172213
    Interessante! Mmm... molto interessante.

    Come al solito io non la butto sulla questione ideologica (ognuno ha la sua inamovibile opinione in merito) ma trovo moooolto "stuzzicante" l' agenda politica odierna sul tema.

    E' scontro fra Lega e Chiesa, con un PdL incapace di alzare la voce per difendere apertamente la propria legge e un PD e addirittura un' Italia dei Valori che parlano di valori "cristiani".

    La Lega dice più o meno: "Facile parlare per il Vaticano, che non fa entrare NESSUN extracomunitario nel proprio Stato" e Maroni rincara: "L' arcivescovo parla a nome suo e non a nome della chiesa".
    La Chiesa risponde: "Quando un sacerdote ha fatto il suo lavoro, non si volta a raccogliere le pietre che gli tirano dietro!"


    Molto interessante, ripeto. La Lega, come un cane idrofobo, si "rigira" e morde la mano del suo "padrone". Completamente fuori controllo, il partito di Bossi si sta mettendo contro QUALCOSA di molto più grande, imponente e potente. Più influente persino dell' uomo più influente di Italia: Berlusconi. La Lega spara a zero... ma forse stavolta si dovrebbe rendere conto che l' obiettivo della sua "scenata" non è il "piccolo" Fassino o il "piccolo" D'Alema.

    Il PdL, per rimanere in tema con la metafora "canina", abbassa le orecchie e mette la coda fra le gambe. Osserva. Ha paura da una parte di perdere il sostegno FONDAMENTALE della Lega e del suo elettorato xenofobo e dall' altra di perdere il sostegno, ancora più importante per gli interessi che muove, del Vaticano.

    Dall' altra l' opposizione sembra cogliere l' invito di Famiglia Cristiana di prendere una posizione più "consona" alle tematiche cattoliche in vista del prossimo congresso e comincia a parlare di "valori cristiani".


    Perchè questi "avvenimenti" sono interessanti, anzi, più che interessanti? Perchè fra le righe descrivono un movimento tellurico-politico di proporzioni megalitiche. Un vero e proprio riposizionamento storico delle parti politiche. La Chiesa ha forse "fiutato" la deriva personalistica del centro-destra italiano e vuole evitare l' errore storico dell' alleanza con il partito fascista di Mussolini? Non si sa! Forse il suo "timore" è di ordine più prettamente utilitaristico, dato che l' attacco della Lega è delegittimante e la presa della Chiesa sulle nuove generazioni è meno forte che durante il ventennio.

    Dopo la cosidetta "prima repubblica" e una "seconda repubblica" vissuta all' ombra del berlusconismo, forse l' Italia si sta spostando in una nuova direzione per la prima volta. Le cose stanno cambiando. Lentamente. Ma stanno cambiando.
  7.     Mi trovi su: Homepage #5172257
    Piccolo ha scritto:
    Molto interessante, ripeto. La Lega, come un cane idrofobo, si "rigira" e morde la mano del suo "padrone". Completamente fuori controllo, il partito di Bossi si sta mettendo contro QUALCOSA di molto più grande, imponente e potente. Più influente persino dell' uomo più influente di Italia: Berlusconi. La Lega spara a zero... ma forse stavolta si dovrebbe rendere conto che l' obiettivo della sua "scenata" non è il "piccolo" Fassino o il "piccolo" D'Alema.
    Il PdL, per rimanere in tema con la metafora "canina", abbassa le orecchie e mette la coda fra le gambe. Osserva. Ha paura da una parte di perdere il sostegno FONDAMENTALE della Lega e del suo elettorato xenofobo e dall' altra di perdere il sostegno, ancora più importante per gli interessi che muove, del Vaticano.
      La Lega sta semplicemente rispettando il programma.
    Poi basta con sta xenofobia, non se ne puo' piu'.
     Inghilterra , germania e francia sono xenofobe pure loro in quanto hanno una legge simile.
    Per non parlare di altri stati dove le leggi sono ancora piu' rigide.
    Qui si tratta di rispetto delle regole, e basta.
    Spiegami una cosa: è tanto difficile capire il concetto: "tu non hai i documenti e quindi non puoi entrare".
    Dimmi Piccolo, è xenofobia questa? Perchè negli altri stati esistono da sempre queste norme?
    Fa tanto comodo tacciare di razzismo gli italiani, mentre la realtà è ben diversa anche fra i tuoi tanto odiati elettori Leghisti.
    Poi non entro nel merito de Vaticano altrimenti rischio il ban, un plauso pero' a Maroni  che risponde per le righe ai porporati dicendo "i clandestini, in vaticano non entrano"

    [Modificato da draco il 04/07/2009 09:13]

    "Sappiamo gioire, sappiamo soffrire, sappiamo stringere i denti.
    Siamo la gente della Juve.
    Gente che si riconosce quando si guarda negli occhi.
    Gente che sa accettare i risultati conseguiti SUL CAMPO"
  8. I love Chiara  
        Mi trovi su: Homepage #5172313
    draco ha scritto:
    La Lega sta semplicemente rispettando il programma.
    Poi basta con sta xenofobia, non se ne puo' piu'.
     Inghilterra , germania e francia sono xenofobe pure loro in quanto hanno una legge simile.
    Per non parlare di altri stati dove le leggi sono ancora piu' rigide.
    Qui si tratta di rispetto delle regole, e basta.
    Spiegami una cosa: è tanto difficile capire il concetto: "tu non hai i documenti e quindi non puoi entrare".
    Dimmi Piccolo, è xenofobia questa? Perchè negli altri stati esistono da sempre queste norme?
    Fa tanto comodo tacciare di razzismo gli italiani, mentre la realtà è ben diversa anche fra i tuoi tanto odiati elettori Leghisti.
    Poi non entro nel merito de Vaticano altrimenti rischio il ban, un plauso pero' a Maroni  che risponde per le righe ai porporati dicendo "i clandestini, in vaticano non entrano"

    No, Draco. Nella polemica ideologica non mi ci porti. Non mi interessa proprio.
    Ho le mie idee e non saranno MAI conciliabili con le tue.
    Per me è xenofoba e populista qualsiasi proposta abbia visto fuoriuscire dalla Lega. Quindi mi limito a dire questo.

    Sul plauso o non plauso a Maroni, questa volta si sono messi a giocare con il fuoco. Ma quello vero. Alla favola della Chiesa rappresentante della spiritualità cristiana ormai non ci crede più nessuno. Detiene un potere vastissimo, ramificato ed economicamente schiacciante. Non è un caso che in Italia i partiti che hanno avuto il suo favore sono sempre stati quelli di maggioranza. E penso che Berlusconi (o chi per lui) questa cosa la dovrà tenere in conto. Stavolta non credo che potranno "accontentare" a lungo i cuginetti riottosi ed eversivi della Lega. No, neppure per gli interessi privati di Berlusconi.

    La partita che si sta giocando va un pò oltre il dibattito politico da talk show televisivo, populista e ignorante.
  9. Non è una capra, cretino, è il mio segno zodiacale  
        Mi trovi su: Homepage #5172360
    forse il problema è che la lega stessa è indiscutibilmente xenofoba, e quindi questa legge se imposta da lei la rende immorale. Se fosse stata avanzata dopo una seria discussione in parlamento su come, *davvero*, rallentare/fermare l'immigrazione clandestina anche questa legge avrebbe maggiore legittimità morale.
    ....certo, è ingenuo pensare al parlamento italiano come capace di affrontare seriamente qualsiasi cosa
    Il lavoro di cui sono più orgoglioso, anche se ormai datato:
    http://www.gameplayer.it/speciale/speciale_pc_gaming_al_risparmio
  10. Videospiel macht frei  
        Mi trovi su: Homepage #5172791
    Un gruppo di giuristi firma un appello e spiega perchè questa legge è solo l'ennesima porcata

    Il disegno di legge n. 733-B attualmente all’esame del Senato prevede varie innovazioni che suscitano rilievi critici.

    In particolare, riteniamo necessario richiamare l’attenzione della discussione pubblica sulla norma che punisce a titolo di reato l’ingresso e il soggiorno illegale dello straniero nel territorio dello Stato, una norma che, a nostro avviso, oltre ad esasperare la preoccupante tendenza all’uso simbolico della sanzione penale, criminalizza mere condizioni personali e presenta molteplici profili di illegittimità costituzionale.

    La norma è, anzitutto, priva di fondamento giustificativo, poiché la sua sfera applicativa è destinata a sovrapporsi integralmente a quella dell’espulsione quale misura amministrativa, il che mette in luce l’assoluta irragionevolezza della nuova figura di reato; inoltre, il ruolo di extrema ratio che deve rivestire la sanzione penale impone che essa sia utilizzata, nel rispetto del principio di proporzionalità, solo in mancanza di altri strumenti idonei al raggiungimento dello scopo.

    Né un fondamento giustificativo del nuovo reato può essere individuato sulla base di una presunta pericolosità sociale della condizione del migrante irregolare: la Corte costituzionale (sent. 78 del 2007) ha infatti già escluso che la condizione di mera irregolarità dello straniero sia sintomatica di una pericolosità sociale dello stesso, sicchè la criminalizzazione di tale condizione stabilita dal disegno di legge si rivela anche su questo terreno priva di fondamento giustificativo.

    L’ingresso o la presenza illegale del singolo straniero dunque non rappresentano, di per sé, fatti lesivi di beni meritevoli di tutela penale, ma sono l’espressione di una condizione individuale, la condizione di migrante: la relativa incriminazione, pertanto, assume un connotato discriminatorio ratione subiecti contrastante non solo con il principio di eguaglianza, ma con la fondamentale garanzia costituzionale in materia penale, in base alla quale si può essere puniti solo per fatti materiali.

    L’introduzione del reato in esame, inoltre, produrrebbe una crescita abnorme di ineffettività del sistema penale, gravato di centinaia di migliaia di ulteriori processi privi di reale utilità sociale e condannato per ciò alla paralisi. Né questo effetto sarebbe scongiurato dalla attribuzione della relativa cognizione al giudice di pace (con alterazione degli attuali criteri di ripartizione della competenza tra magistratura professionale e magistratura onoraria e snaturamento della fisionomia di quest’ultima): da un lato perché la paralisi non è meno grave se investe il settore di giurisdizione del giudice di pace, dall’altro per le ricadute sul sistema complessivo delle impugnazioni, già in grave sofferenza.

    Rientra certo tra i compiti delle istituzioni pubbliche «regolare la materia dell’immigrazione, in correlazione ai molteplici interessi pubblici da essa coinvolti ed ai gravi problemi connessi a flussi migratori incontrollati» (Corte Cost., sent. n. 5 del 2004), ma nell’adempimento di tali compiti il legislatore deve attenersi alla rigorosa osservanza dei princìpi fondamentali del sistema penale e, ferma restando la sfera di discrezionalità che gli compete, deve orientare la sua azione a canoni di razionalità finalistica.

    «Gli squilibri e le forti tensioni che caratterizzano le società più avanzate producono condizioni di estrema emarginazione, sì che (…) non si può non cogliere con preoccupata inquietudine l’affiorare di tendenze, o anche soltanto tentazioni, volte a “nascondere” la miseria e a considerare le persone in condizioni di povertà come pericolose e colpevoli». Le parole con le quali la Corte Costituzionale dichiarò l’illegittimità del reato di “mendicità” di cui all’art. 670, comma 1, cod. pen. (sent. n. 519 del 1995) offrono ancora oggi una guida per affrontare questioni come quella dell’immigrazione con strumenti adeguati allo loro straordinaria complessità e rispettosi delle garanzie fondamentali riconosciute dalla Costituzione a tutte le persone.

    25 giugno 2009

    Angelo Caputo, Domenico Ciruzzi, Oreste Dominioni, Massimo Donini, Luciano Eusebi, Giovanni Fiandaca, Luigi Ferrajoli, Gabrio Forti, Roberto Lamacchia, Sandro Margara, Guido Neppi Modona, Paolo Morozzo della Rocca, Valerio Onida, Elena Paciotti, Giovanni Palombarini, Livio Pepino, Carlo Renoldi, Stefano Rodotà, Arturo Salerni, Armando Spataro, Lorenzo Trucco, Gustavo Zagrebelsky.


    Tra Half-Life e Haunting Ground, mi tengo Haunting Ground senza pensarci un secondo / Chi pensa di sapere tutto, o anche solo qualcosa, su Silent Hill clicchi qui / Io li boicotto, voi fate un po' come volete / NEXT EVIL Guida per i nuovi utenti / Zeru dignità / Xbox Live: MyauTheReal Playstation Network: MyauTheReal
  11. Videospiel macht frei  
        Mi trovi su: Homepage #5173055
    Drone ha scritto:
    Il governo che risponde per le rime al vaticano. E' una novità. Interessante.


    Se c'è qualcuno che potrebbe liberarci di mr.B in un paio di secondi è il signor Ratzinger... sperem. Come mi sono ridotto.
    Tra Half-Life e Haunting Ground, mi tengo Haunting Ground senza pensarci un secondo / Chi pensa di sapere tutto, o anche solo qualcosa, su Silent Hill clicchi qui / Io li boicotto, voi fate un po' come volete / NEXT EVIL Guida per i nuovi utenti / Zeru dignità / Xbox Live: MyauTheReal Playstation Network: MyauTheReal
  12. Il miglior Halo resta ancora Reach. Halo 4 segue la politica del gambero  
        Mi trovi su: Homepage #5173061
    Piccolo ha scritto:
    Cosa?
     
    Che le, alcune, leggi fatte dai governi non erano vaticano-dipendenti e che l'ingerenza effettiva non c'è più da un sacco di tempo. Ho cercato di dirvi che la coincidenza, in alcune occasioni, fra opinione del Vaticano e opinione del Governo era, appunto, solo una coincidenza, come del resto lo è la condanna della guerra o della pena di morte.


    Ora quelli che prima si davano fuoco in piazza perchè s'è fatta una legge sulla procreazione assistita non laica o perchè la gente in coma va uccisa per sentenza, o perchè "chissene se l'uomo nasce SEMPRE da un embrione, noi gli embrioni ci divertiamo a bucarli" ora tutti questi "crociati della laicità" riscoprono i valori cristiani e dicono che se la Chiesa dice qualcosa occorre starla a sentire...


    Io ho sempre detto che dietro certe scelte non c'era la religione, vi ho sempre portato spiegazioni "logiche" e non dogmatiche sul perchè di certe cose (a prescindere che siano giuste o sbagliate) ma ho sempre rimbalzato "sdong sdong" contro il muro del "è ingerenza, è medioevo, è VATICANOOOO".


    E Piccolo, io non sarei così catastrofico con la faccenda. Ricorda sempre che in Italia in Europa il PRIMO partito che difende la cultura e le origini cristiane è proprio la Lega. E ti ricordo anche che fu la Chiesa a dire la frase di buon senso che sarebbe meglio far entrare prima quelle popolazioni culturalmente più integrabili rispetto alle altre. Dico così, tanto per calmare i bollenti spiriti.

  Legge sulla sicurezza, reato di clandestinità e quant'altro.

Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!

         

Online

Ci sono 0 ospiti e 0 utenti online su questa pagina