1. I love Chiara  
        Mi trovi su: Homepage #5176030
    franz899 ha scritto:
    Se esce anche su console scordati la parte tattica:-\

    La componente tattica è fondamentale in Mechwarrior. Le incursioni rapide, le missioni di scorta, le missioni di difesa. Dove spesso si aveva una SOLA possibilità. In Mechwarrior 2 o in Mercenaries erano sporadici i combattimenti a campo aperto. E se c' erano non se ne usciva mai bene. Il più delle volte infatti si vinceva per un pelo, con te e il nemico entrambi sfiancati e con una sola "gamba", magari immobili e in attesa che il proprio Mech si raffreddasse e si riaccendesse un attimo prima di quello nemico perchè sapevi già che chi avesse lanciato per primo l' ultimo colpo sarebbe sopravvissuto.

    Il più delle volte dovevi studiare il campo di battaglia prima di affrontare la missione. Capire quale fosse la collinetta migliore da dove lanciare l' agguato e decidere preventivamente anche l' ordine con cui abbattere i nemici, anche in base alla conoscenza dei loro mech. Tipo: "A quello gli stacco la gamba, poi colpisco quell' altro ai cannoni sulle braccia, poi comincio ad avvicinarmi e ritorno a colpire il primo, poi con un movimento circolare evito i colpi del terzo e cecchino sulla cabina di guida il secondo, etc.".
    Stava tutto nella tua testa già prima di portare l' attacco. E a quel punto dovevi sperare che non ci sarebbero state sorprese.

    Era fighissimo.
  2. Utente non attivo.  
        Mi trovi su: Homepage #5176059
    Piccolo ha scritto:
    La componente tattica è fondamentale in Mechwarrior. Le incursioni rapide, le missioni di scorta, le missioni di difesa. Dove spesso si aveva una SOLA possibilità. In Mechwarrior 2 o in Mercenaries erano sporadici i combattimenti a campo aperto. E se c' erano non se ne usciva mai bene. Il più delle volte infatti si vinceva per un pelo, con te e il nemico entrambi sfiancati e con una sola "gamba", magari immobili e in attesa che il proprio Mech si raffreddasse e si riaccendesse un attimo prima di quello nemico perchè sapevi già che chi avesse lanciato per primo l' ultimo colpo sarebbe sopravvissuto.
    Il più delle volte dovevi studiare il campo di battaglia prima di affrontare la missione. Capire quale fosse la collinetta migliore da dove lanciare l' agguato e decidere preventivamente anche l' ordine con cui abbattere i nemici, anche in base alla conoscenza dei loro mech. Tipo: "A quello gli stacco la gamba, poi colpisco quell' altro ai cannoni sulle braccia, poi comincio ad avvicinarmi e ritorno a colpire il primo, poi con un movimento circolare evito i colpi del terzo e cecchino sulla cabina di guida il secondo, etc.".
    Stava tutto nella tua testa già prima di portare l' attacco. E a quel punto dovevi sperare che non ci sarebbero state sorprese.
    Era fighissimo.
      mi fai scendere la lacrimuccia
    :'(
  3. I love Chiara  
        Mi trovi su: Homepage #5176064
    J0tar0Kjo ha scritto:
    mi fai scendere la lacrimuccia
    :'(

    Perchè quante volte ti è capitato di perdere una gamba mentre eri "girato" dalla parte sbagliata, magari mentre stavi cercando di nasconderti dietro un palazzo? La cabina, come tutti sanno, si muoveva "solo" di 180 gradi in un emiciclo, 90 gradi a destra e 90 gradi a sinistra, e tu stavi lì immobilizzato.
    Sapevi bene di essere fottuto! Il nemico era alle tue spalle e il massimo che potevi fare era guardarlo (perchè il tuo pilota dentro poteva girarsi di ulteriori 90 gradi) mentre si avvicinava e ti lanciava una raffica di missili per finirti.

    Il mio mech preferito era il Marauder, che purtroppo aveva il difetto di avere gambe debolissime. Quindi mi ci trovavo spesso in questa situazione.
  4.     Mi trovi su: Homepage #5176088
    Piccolo ha scritto:
    La componente tattica è fondamentale in Mechwarrior. Le incursioni rapide, le missioni di scorta, le missioni di difesa. Dove spesso si aveva una SOLA possibilità. In Mechwarrior 2 o in Mercenaries erano sporadici i combattimenti a campo aperto. E se c' erano non se ne usciva mai bene. Il più delle volte infatti si vinceva per un pelo, con te e il nemico entrambi sfiancati e con una sola "gamba", magari immobili e in attesa che il proprio Mech si raffreddasse e si riaccendesse un attimo prima di quello nemico perchè sapevi già che chi avesse lanciato per primo l' ultimo colpo sarebbe sopravvissuto.
    Il più delle volte dovevi studiare il campo di battaglia prima di affrontare la missione. Capire quale fosse la collinetta migliore da dove lanciare l' agguato e decidere preventivamente anche l' ordine con cui abbattere i nemici, anche in base alla conoscenza dei loro mech. Tipo: "A quello gli stacco la gamba, poi colpisco quell' altro ai cannoni sulle braccia, poi comincio ad avvicinarmi e ritorno a colpire il primo, poi con un movimento circolare evito i colpi del terzo e cecchino sulla cabina di guida il secondo, etc.".
    Stava tutto nella tua testa già prima di portare l' attacco. E a quel punto dovevi sperare che non ci sarebbero state sorprese.
    Era fighissimo.
      ah...come odiavo/amavo la vocina shutting down! :'(
    tra i più bei giochi mai giocati...ero un piccolo pcista in erba, non lo scorderò mai!
  5. I love Chiara  
        Mi trovi su: Homepage #5176092
    DrRos ha scritto:
    ah...come odiavo/amavo la vocina shutting down! :'(
    tra i più bei giochi mai giocati...ero un piccolo pcista in erba, non lo scorderò mai!

    Perchè, non aveva una delle più belle sequenze introduttive della storia?
    http://www.youtube.com/watch?v=-X3GD0UnBCk
  6.     Mi trovi su: Homepage #5176096
    Piccolo ha scritto:
    Perchè, non aveva una delle più belle sequenze introduttive della storia?
    http://www.youtube.com/watch?v=-X3GD0UnBCk
      :sbav: era il 97, 98...cose del genere...avevo massimo 13 anni 
    e ricordo anche che era tutto in inglese (me l'avevano regalato in un bundle di 8 giochi TUTTI IN INGLESE) ed era difficilissimo capire che fare XD
    per non parlare dei controlli...
    se mi gira lo installo di nuovo.
  7.     Mi trovi su: Homepage #5176140
    Piccolo ha scritto:
    La componente tattica è fondamentale in Mechwarrior. Le incursioni rapide, le missioni di scorta, le missioni di difesa. Dove spesso si aveva una SOLA possibilità. In Mechwarrior 2 o in Mercenaries erano sporadici i combattimenti a campo aperto. E se c' erano non se ne usciva mai bene. Il più delle volte infatti si vinceva per un pelo, con te e il nemico entrambi sfiancati e con una sola "gamba", magari immobili e in attesa che il proprio Mech si raffreddasse e si riaccendesse un attimo prima di quello nemico perchè sapevi già che chi avesse lanciato per primo l' ultimo colpo sarebbe sopravvissuto.
    Il più delle volte dovevi studiare il campo di battaglia prima di affrontare la missione. Capire quale fosse la collinetta migliore da dove lanciare l' agguato e decidere preventivamente anche l' ordine con cui abbattere i nemici, anche in base alla conoscenza dei loro mech. Tipo: "A quello gli stacco la gamba, poi colpisco quell' altro ai cannoni sulle braccia, poi comincio ad avvicinarmi e ritorno a colpire il primo, poi con un movimento circolare evito i colpi del terzo e cecchino sulla cabina di guida il secondo, etc.".
    Stava tutto nella tua testa già prima di portare l' attacco. E a quel punto dovevi sperare che non ci sarebbero state sorprese.
    Era fighissimo.
     Magari tornassero a fare un gioco del genere....
    Cheers
    Purify the earth with fire, the planet will become my temple and we will rise. THIS WILL BE OUR PARADISE!!!!

  [Notizia MechWarrior 5] Primi segnali di MechWarrior 5?

Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!

         

Online

Ci sono 0 ospiti e 0 utenti online su questa pagina