1. Scudetto-Mod  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #5182976
    Sempre in ambito Europeo...


    UE: NEL NUOVO PARLAMENTO EX MODELLE, GOLPISTI, ASTRONAUTI
    STRASBURGO - Chi ha un asteroide, chi ha vinto medaglie olimpiche, chi ha tentato un golpe, chi è stato poeta di corte, chi gioca ai pirati e chi arriva a Strasburgo in bicicletta...Il Parlamento europeo si conferma un curioso mix tra politici d'esperienza, quelli prestati alla causa e qualche personaggio sui generis. C'é un ex-presidente della Repubblica, il lituano Rolandas Paksas, otto ex-premier, tra cui Ciriaco de Mita, il più anziano dell'emiciclo, e quattro ex-commissari europei.

    E poi ci sono gli altri, i personaggi. Tra questi la più glamour è senza dubbio Elena Basescu, la 29enne Paris Hilton rumena, peraltro apparsa alla prima sessione di Strasburgo in un castigato tailleur. Oggi l'ingresso in politica, ieri un passato da modella e animatrice della vita notturna di Bucarest condito da una laurea in economia e un breve stage proprio al Parlamento. Ad aiutarla il cognome del Presidente del paese, suo padre. Sempre da Bucarest vengono i due eurodeputati di Romania Mare, Grande Romania, formazione razzista e xenofoba che ha mandato in Europa George Becali, Presidente della Steaua Bucarest e uomo più ricco del paese, e Corneliu Vadim Tudor, antico poeta di corte di Ceasuscu. A dire il vero "Gigi" Becali dovrà ancora attendere prima di prendere possesso del suo seggio. Non può infatti abbandonare il paese visto che la giustizia rumena sta indagando sul sequestro di tre uomini che avevano provato a rubargli l'auto. Il 38enne ceco Edvard Kozusnik ha scelto invece la bicicletta, ha percorso gli 871 chilometri che separano Praga da Strasburgo su due ruote e si e è presentato alla plenaria come se stesse per partire per una tappa del tour de France, scarpini, maglietta e pantaloncini. "Era una promessa fatta ai miei elettori e l'ho mantenuta". Un anno fa lavorava al Senato come funzionario, da oggi è eurodeputato conservatore. Dallo spazio viene invece Vladimir Remek, primo cecoslovacco a entrare in orbita nell'ormai lontano 1978. Una volta rimesso piede a terra gli venne conferita la medaglia di "Eroe dell'Urss". Oggi ha invece rimesso piede a Strasburgo, per il suo secondo mandato come indipendente nelle file del Partito comunista ceco. E' l'unico dei 736 eurodeputati a poter vantare un asteroide con il suo nome, il 2552 Remek. Due medaglie d'oro ornano il petto dell'ungherese Pal Schmitt, vincitore alle Olipiadi di Città del Messico 1968 e Monaco 1972 nella spada a squadre. Poi ha fatto il direttore d'hotel, l'ambasciatore in Spagna e Svizzera ed ha anche puntato, con scarsa fortuna, alla Presidenza del Cio. Gli è andata meglio oggi: è uno dei 14 vicepresidenti del Parlamento europeo, in quota popolare. Dall'Ungheria viene anche Adam Kosa, il primo sordomuto eletto in Europa. Come a Budapest, dov'é stato deputato, anche a Strasburgo e Bruxelles Kosa sarà aiutato da due interpreti che tradurranno per lui gli interventi in aula. Christian Engstrom è invece l'ormai famoso pirata che sull'onda della battaglia contro il copyright è approdato dalla Svezia a Strasburgo. Il danese Jens Rohde ha invece fatto un percorso molto particolare. Tra tanti artisti o presunti tali che si buttano in politica, lui ha scelto il cammino inverso: dopo anni di militanza nel partito liberale ha raggiunto i suoi 15 minuti di fama vincendo il programma "Showtime". Ancora più spericolata la parabola del lettone Alfreds Rubiks, ultimo Presidente del soviet di Riga, capo del Partito comunista, quindi in carcere nel 1991 per un tentativo di golpe e rilasciato sei anni dopo per buona condotta. Ora è approdato a Strasburgo, anche lui.


    DE MAGISTRIS E MASTELLA SI RITROVANO A STRASBURGO
    Clemente Mastella? ''Non e' un tema importante per me, qui siamo in tanti''. Luigi De Magistris, ex magistrato e ora eurodeputato per l'Idv risponde cosi' a chi gli chiede se ha visto l'ex guardasigilli, anch'egli approdato a Strasburgo con la casacca del Pdl. Dopo le vicende giudiziarie che li hanno posti a confronto, De Magistris e Mastella, l'indagatore e l'indagato, si ritrovano ora a frequentare lo stesso emiciclo parlamentare e sono destinati inevitabilmente, prima o poi, a incontrarsi. Ma De Magistris si mostra totalmente concentrato sul suo nuovo incarico. ''Non verremo a scaldare poltrone'', ha assicurato. ''Ho trovato un clima di confronto che mi ha colpito molto. Gli italiani qui possono costruire qualcosa di importante per l'Italia e per l'Europa''. De Magistris, secondo le informazioni raccolte, e' destinato al 99% ad assumere la giuda della commissione del Parlamento Ue che si occupa del controllo del bilancio comunitario. Se cosi' sara', assicura l'ex magistrato, ''mi impegnero' molto nella lotta contro la corruzione e le frodi e per fare in modo che i fondi europei vengano usati per lo scopo a cui sono destinati. E penso che la mia esperienza potra' essere utile''.

    fonte

  "Questi non sanno quanto si prende a Montecitorio"

Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!

         

Online

Ci sono 0 ospiti e 0 utenti online su questa pagina