1. I'm only happy when it rains  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #5192173
    L'Antitrust contro la Lega Calcio
    "Favorisce i giganti della pay tv"
    L'Autorità garante della concorrenza ha deciso di aprire
    un'inchiesta sulla Lega Calcio sull'assegnazione dei diritti tv per le
    stagioni '10-'11 e '11-'12 di serie A. L'accusa: pacchetti scritti per
    favorire le pay tv più grandi e prezzi alle stelle per i
    tifosi-telespettatori
    MILANO, 24 luglio 2009 - La Lega Calcio nel mirino dell'Antitrust.
    L'Autorità garante della concorrenza e del mercato, guidata da Antonio
    Catricalà, ha deciso di aprire un'inchiesta per verificare se, nel
    predisporre i pachetti dei diritti Tv del campionato di serie A per le
    stagioni '10-'11 e '11-'12, la Lega Calcio abbia abusato della sua
    posizione dominante nella fase di commercializzazione in via
    centralizzata dei diritti tv. L'accusa principale è che i pacchetti
    attuali favoriscano le grandi pay tv, a scapito dei
    tifosi-telespettatori.
    Su misura dei giganti — Il 22 luglio
    la riunione dell'Antitrust al termine della quale è stata presa la
    decisione di aprire l'istruttoria contro la Lega Calcio. Oggi la
    diffusione di un comunicato ufficiale nel quale si motiva questa
    scelta: "Le modalità di formazione dei pacchetti, scelte dalla Lega
    Calcio - si legge nella nota stampa dell'Autorità garante - potrebbero
    risultare in contrasto con i principi posti a tutela della concorrenza:
    i pacchetti, così come formati, appaiono ritagliati su misura dei
    principali operatori di pay tv, con l'effetto di non garantire lo
    svolgimento di una procedura effettivamente competitiva e di ostacolare
    l'ingresso e la crescita di altri soggetti".
    - concorrenza, + costi — Il punto
    centrale ruoterebbe intorno al principio di concorrenza tra gli
    operatori televisivi. Il comunicato: "In particolare la Lega Calcio
    sembrerebbe aver preferito determinare le condizioni per una minore
    competizione tra gli operatori della pay tv nello sfruttamento dei
    diritti, per assicurarsi gli introiti attesi, limitando l'incertezza
    legata al risultato della gara. Il minore grado di concorrenza tra gli
    operatori della pay tv, che ne potrebbe derivare, può evidentemente
    avere effetti negativi sui consumatori, che potrebbero dover pagare
    prezzi più alti a fronte di una inferiore varietà e qualità
    dell'offerta". Il gap di concorrenza, con rischi di danneggiare i
    consumatori, non sarebbe una novità. L'Antitrust lo aveva già
    evidenziato nel provvedimento di approvazione delle linee guida del 1°
    luglio 2009, con il quale chiedeva alla Lega "la definizione di più
    pacchetti nell'ambito di ciascuna piattaforma, per promuovere la
    massima partecipazione possibile alle procedure competitive, e
    l'ingresso di nuovi operatori, nonchè lo sviluppo di una concorrenza
    infra-piattaforma".
    Comincio a credere che non conta quanto tu ami qualcuno: forse quello che conta è quello che riesci a essere quando sei con qualcuno.

  L'Antitrust contro la Lega Calcio

Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!

         

Online

Ci sono 0 ospiti e 0 utenti online su questa pagina