1.     Mi trovi su: Homepage #5214971
    Salve a tutti, vorrei iniziare qui una discussione particolare sul gioco Assassin's Creed, allegato al numero estivo di WinGiochi.
    Molti, riferendosi a questo gioco, hanno parlato di capolavoro, di meraviglia ludica, ecc., ma io, onestamente, non lo trovo così incredibile e credo che molti giochi del passato gli siano enormemente superiori in quanto a livello di divertimento e coinvolgimento (gli stessi Prince Of Persia, sebbene graficamente notevolmente inferiori, li ho trovati molto più divertenti).
    Certo, a livello tecnico, ci troviamo dinanzi ad un videogioco sopraffino: una grafica eccellente, ricchissima di poligoni, animazioni stupende, ottimo sonoro con accompagnamento musicale dinamico, ecc.. Ma oltre il velo della grafica, cosa c'è davvero sotto? Un videogioco che viene ben presto a noia, a causa di una struttura estremamente ripetitiva: fatti una lunga cavalcata, trova i punti d'osservazione, esegui un paio di missioni secondarie (che alla fine sono sempre le stesse) necessarie ad accedere a quella principale, ammazza il cattivone locale e ritorna dal vecchiaccio a far rapporto, per poi iniziare tutto daccapo.
    Saltare lungo i tetti delle splendide città arabe, dileguarsi da un gruppo di guardie che ti inseguono, oppure combatterle (con delle sequenze di combattimento davvero spettacolari) può essere divertente per le prime due ore, dopodiché, una volta abituato alla bellezza esteriore di questo gioco e sistemata la mascella al suo posto, inizi a pensare che sia meglio dedicarsi ad altro, cosa che non dovrebbe accadere nei "veri" capolavori, che ti spingono ad andare fino alla fine e non ti stancheresti mai (recentemente mi è capitato con God Of War II, per la PS2)...
    Forse sarà anche colpa della trama, poco appassionante, priva di mordente, o magari sarà colpa dell'estrema violenza del gioco, che in certi casi mi ha davvero disturbato (come quando il protagonista uccide brutalmente le sue vittime dopo aver ottenuto le informazioni che gli servono, anche quando queste erano semplici spie che chiedevano pietà), per me che sono abituato ai giochi in cui si impersona un eroe difensore degli innocenti e sempre disposto a perdonare coloro che vogliono redimersi. Forse sarà anche colpa delle ambientazioni, stupende, ma poco varie, e del fatto che non ci siano missioni notturne.
    Fatto sta che il gioco l'ho trovato tecnicamente notevole, piacevole in quanto a giocabilità, ma stancante e poco appassionante dopo un po'. Un capolavoro mancato per poco, insomma.
  2. tranquillo  
        Mi trovi su: Homepage #5215082
    MrX ha scritto:
    Salve a tutti, vorrei iniziare qui una discussione particolare sul gioco Assassin's Creed, allegato al numero estivo di WinGiochi.
    Molti, riferendosi a questo gioco, hanno parlato di capolavoro, di meraviglia ludica, ecc., ma io, onestamente, non lo trovo così incredibile e credo che molti giochi del passato gli siano enormemente superiori in quanto a livello di divertimento e coinvolgimento (gli stessi Prince Of Persia, sebbene graficamente notevolmente inferiori, li ho trovati molto più divertenti).
    Certo, a livello tecnico, ci troviamo dinanzi ad un videogioco sopraffino: una grafica eccellente, ricchissima di poligoni, animazioni stupende, ottimo sonoro con accompagnamento musicale dinamico, ecc.. Ma oltre il velo della grafica, cosa c'è davvero sotto? Un videogioco che viene ben presto a noia, a causa di una struttura estremamente ripetitiva: fatti una lunga cavalcata, trova i punti d'osservazione, esegui un paio di missioni secondarie (che alla fine sono sempre le stesse) necessarie ad accedere a quella principale, ammazza il cattivone locale e ritorna dal vecchiaccio a far rapporto, per poi iniziare tutto daccapo.
    Saltare lungo i tetti delle splendide città arabe, dileguarsi da un gruppo di guardie che ti inseguono, oppure combatterle (con delle sequenze di combattimento davvero spettacolari) può essere divertente per le prime due ore, dopodiché, una volta abituato alla bellezza esteriore di questo gioco e sistemata la mascella al suo posto, inizi a pensare che sia meglio dedicarsi ad altro, cosa che non dovrebbe accadere nei "veri" capolavori, che ti spingono ad andare fino alla fine e non ti stancheresti mai (recentemente mi è capitato con God Of War II, per la PS2)...
    Forse sarà anche colpa della trama, poco appassionante, priva di mordente, o magari sarà colpa dell'estrema violenza del gioco, che in certi casi mi ha davvero disturbato (come quando il protagonista uccide brutalmente le sue vittime dopo aver ottenuto le informazioni che gli servono, anche quando queste erano semplici spie che chiedevano pietà), per me che sono abituato ai giochi in cui si impersona un eroe difensore degli innocenti e sempre disposto a perdonare coloro che vogliono redimersi. Forse sarà anche colpa delle ambientazioni, stupende, ma poco varie, e del fatto che non ci siano missioni notturne.
    Fatto sta che il gioco l'ho trovato tecnicamente notevole, piacevole in quanto a giocabilità, ma stancante e poco appassionante dopo un po'. Un capolavoro mancato per poco, insomma.
     Com me sfondi una porta aperta, il gioco è stato uno dei pochi che mi sono pentito di avere acquistato.
    Graficamente non lo discuto, ma finisce davvero li.
    Ha una ripetitività sconcertante, una profondità di gameplay inesistente, la voglia di giocarci ad oggi (uno dei pochi giochi che non ho provato a portare a termine, e non lo faccio praticamente mai per quanto un gioco sia palloso) è pari alla voglia di ricevere una martellata nelle palle.
    Il secondo capitolo (di cui tantissimi attendono con ansia l'uscita), non sarà sicuramente tra i giochi che comprerò, a meno che non ci sia stata una totale rivoluzione (cosa che non credo) e alla fine non l'abbiano completamente trasformato.
  3.     Mi trovi su: Homepage #5215418
    Io penso che due dei principali elementi che determinano l'attrattiva di un gioco siano i seguenti:
    1) Trama. A meno che non si tratti di un puzzle o similare, la trama deve essere fatta bene, degna di un romanzo, con passaggi avvincenti, colpi di scena, presenza di personaggi carismatici e ben caratterizzati, sviluppo di relazioni fra i protagonisti (amicizia, amore, odio, ecc.).
    2) Livello di difficoltà. Deve essere calibrato in maniera molto accorta: all'inizio deve essere un po' più accessibile del normale (ma mai facilissimo), giusto per far impratichire con i controlli, per poi diventare subito molto impegnativo (ma mai impossibile). Secondo me, i giochi devono essere difficili, perché solo così si riesce ad avere quella bellissima sensazione di appagamento, ogni volta che si supera una parte ostica. Inoltre, in questo modo, la longevità ne beneficia notevolmente.
    Gli elementi rimanenti sono di secondaria importanza: grafica, sonoro, tecnica di programmazione, ecc.. Se soddisfi i primi due requisiti hai già fatto il 70-80% del videogioco.
    Tornando ad Assassin's Creed, io penso che non soddisfi nessuno dei due requisiti di sopra: la trama è scialba, personaggi carismatici non ce ne sono (dovrebbero imparare tutti da Hideo Kojima) e il livello di difficoltà è abbastanza basso. A volte, giocando ad Assassin's Creed, mi sembra di guardare una grossa demo tecnologica... Onestamente trovo difficile immaginare che il suo seguito possa risolvere entrambe queste lacune.
  4.     Mi trovi su: Homepage #5215919
    Bigian92 ha scritto:
    Vorrei sapere chi è che ha avuto il coraggio di definirlo capolavoro... A livello tecnico si difende bene, e anche la storia non è male... Però manca tutto il resto...


    sei un po' severo, ma hai più o meno ragione...
    They know in their hearts that's why they're in hell now. They can't sleep. ‘Cause they in hell. They can't make money, they can't go anywhere, they can't look at themselves, 'cause they know the prodigal son has returned. I'm alive; the ghost is walking around.
  5. cagando  
        Mi trovi su: Homepage #5218449
    aXeL_fg ha scritto:
    Capolavoro non lo ha mai definito nessuno, ogni rivista come si deve ha parlato della sua ripetitività e di come sia bellissimo per le prime 2 ore di gioco.
    Certe cose non capisco davvero dove le peschiate.
      Proprio win giochi lo ha definito capolavoro nelle pubblicità:asd:
    CPU: Intel Core 2 Duo E6700 2,66ghz - MOBO: Asus P5LP-LE - VGA: Sapphire HD4870 512mb - RAM: 4GB DDR2
    PSU: AXP 630W - MONITOR: Samsung Syncmaster 226BW (22 pollici) - MOUSE: Razer Lachesis - MOUSEPAD: Razer ExactMat - S.O: Windows 7 ultimate - Windows Vista home premium
  6.     Mi trovi su: Homepage #5218687
    sergente90 ha scritto:
    Proprio win giochi lo ha definito capolavoro nelle pubblicità:asd:
      Vabbè ma quello è per far vendere:P
    Asus M3AT8-T 790 GX - AMD Phenom X3 8750 Black Edition - Team Group Xtreem Dark 2x2 Gb 1066 mhz - Ati Radeon Sapphire 4850 512 mb - Antec Nine Hundred
  7.     Mi trovi su: Homepage #5219044
    aXeL_fg ha scritto:
    Capolavoro non lo ha mai definito nessuno, ogni rivista come si deve ha parlato della sua ripetitività e di come sia bellissimo per le prime 2 ore di gioco.
    Certe cose non capisco davvero dove le peschiate.
     Bastava che avessi fatto una ricerca con google: "assassin's creed capolavoro", e avresti visto subito quante recensioni lo definiscono tale... E ovviamente io nel primo post di questo thread non mi riferivo soltanto a riviste cartacee (che oramai sono anni che non compro più, tranne quando capita qualche gioco allegato che mi interessa).
    Il numero di WinGiochi in cui è uscito Assassin's Creed poi, lo osanna in maniera consistente e parla tranquillamente di capolavoro e di rivoluzione nel genere stealth game. Vabbè, magari colui che ha scritto l'articolo è convinto che sia così. Sono sue opinioni legittime. Peccato che gran parte del popolo videoludico la pensi diversamente.
  8.     Mi trovi su: Homepage #5219393
    MrX ha scritto:
    Bastava che avessi fatto una ricerca con google: "assassin's creed capolavoro", e avresti visto subito quante recensioni lo definiscono tale... E ovviamente io nel primo post di questo thread non mi riferivo soltanto a riviste cartacee (che oramai sono anni che non compro più, tranne quando capita qualche gioco allegato che mi interessa).
    Il numero di WinGiochi in cui è uscito Assassin's Creed poi, lo osanna in maniera consistente e parla tranquillamente di capolavoro e di rivoluzione nel genere stealth game. Vabbè, magari colui che ha scritto l'articolo è convinto che sia così. Sono sue opinioni legittime. Peccato che gran parte del popolo videoludico la pensi diversamente.
     Guarda che su GMC ha preso 7,5, mica 8 o 9. Di difetti ne sono stati elencati parecchi, tra l'altro.
    E' ovvio che WinGiochi lo osanna come capolavoro, ogni rivista fa una cosa del genere ad ogni titolo allegato. Ti piacerebbe leggere su una rivista che allega il gioco da te comprato dire cose del tipo "per quanto il gioco abbia avuto un hype assurdo, il gioco non ha mantenuto le promesse fatte: la ripetitività la si sente dopo le prime 2 ore di gioco, facendo passare la voglia al giocatore di continuare"?
    Terrorist Takedown e Battlestrike sono anch'essi giochi mediocri (e anche meno), ma WinGiochi, nella descrizione del gioco allegato, ne parla bene.
  9.     Mi trovi su: Homepage #5219452
    imho, è cmq da 8,5.
    non ci si può proprio lamentare, dai...
    They know in their hearts that's why they're in hell now. They can't sleep. ‘Cause they in hell. They can't make money, they can't go anywhere, they can't look at themselves, 'cause they know the prodigal son has returned. I'm alive; the ghost is walking around.
  10.     Mi trovi su: Homepage #5219475
    aXeL_fg ha scritto:
    Guarda che su GMC ha preso 7,5, mica 8 o 9. Di difetti ne sono stati elencati parecchi, tra l'altro.
    E' ovvio che WinGiochi lo osanna come capolavoro, ogni rivista fa una cosa del genere ad ogni titolo allegato. Ti piacerebbe leggere su una rivista che allega il gioco da te comprato dire cose del tipo "per quanto il gioco abbia avuto un hype assurdo, il gioco non ha mantenuto le promesse fatte: la ripetitività la si sente dopo le prime 2 ore di gioco, facendo passare la voglia al giocatore di continuare"?
    Terrorist Takedown e Battlestrike sono anch'essi giochi mediocri (e anche meno), ma WinGiochi, nella descrizione del gioco allegato, ne parla bene.
         Ma che ragionamenti sono? Guarda che una rivista non è tenuta a dire che ogni gioco allegato è un capolavoro, né deve fare un elenco dei suoi difetti. E' tenuta semplicemente a spiegare il gioco come si farebbe su un libretto d'istruzioni (essendo che libretti cartacei separati, generalmente, non ne allegano) e, al massimo, dare dei consigli e delle dritte sulle meccaniche di gioco. Mica lo deve recensire per la seconda volta?
    Fra l'altro, ironia della sorte, proprio da poco mi è giunta una newsletter da WinGiochi in cui viene pubblicizzato Assassin's Creed e tale gioco viene definito come: "IL KOLOSSAL CHE HA FATTO LA STORIA DEI VIDEOGIOCHI!". :-O
    Vabbè, però lì è proprio pubblicità, quindi non c'è da stupirsi.
    P.S.: io ne ho comprati di giochi anche allegati ad altre riviste, e non mi risulta che ogni volta, nello spazio dedicato alle informazioni sul gioco allegato in quel numero, parlino dello stesso come di un capolavoro.
  11.     Mi trovi su: Homepage #5219655
    MrX ha scritto:
    Ma che ragionamenti sono? Guarda che una rivista non è tenuta a dire che ogni gioco allegato è un capolavoro, né deve fare un elenco dei suoi difetti. E' tenuta semplicemente a spiegare il gioco come si farebbe su un libretto d'istruzioni (essendo che libretti cartacei separati, generalmente, non ne allegano) e, al massimo, dare dei consigli e delle dritte sulle meccaniche di gioco. Mica lo deve recensire per la seconda volta?
    Fra l'altro, ironia della sorte, proprio da poco mi è giunta una newsletter da WinGiochi in cui viene pubblicizzato Assassin's Creed e tale gioco viene definito come: "IL KOLOSSAL CHE HA FATTO LA STORIA DEI VIDEOGIOCHI!". :-O
    Vabbè, però lì è proprio pubblicità, quindi non c'è da stupirsi.
    P.S.: io ne ho comprati di giochi anche allegati ad altre riviste, e non mi risulta che ogni volta, nello spazio dedicato alle informazioni sul gioco allegato in quel numero, parlino dello stesso come di un capolavoro.
     Si peroò definiscono "IL KOLOSSAL CHE HA FATTO LA STORIA DEI VIDEOGIOCHI!" nell'ambito stealth, perchè non c'è nessun gioco che fino ad ora ha una grafica sbalorditiva, e anche fre-roaming, e si possono decidere se continuare a seguire la trama o giorovagare dove si vuole, questo non ne hai tenuto conto, elencami quali giochi DI QUESTO GENERE sanno dare queste premesse, e poi e il primo di una serie, già il secondo promette bene aspetteremo

  Assassin's Creed.... Capolavoro!?

Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!

         

Online

Ci sono 0 ospiti e 0 utenti online su questa pagina