1. Smazzato  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #5224300
    Ovvero, il seguito di un'interessante discussione che è scaturita da questo topic della sezione DVD e Cinema.
    Chi vuole partecipare è magari pregato di leggere prima il topic originale e poi continuare qui: NON rispondete in quel topic con argomenti relativi al paranormale, please. :)
    --
    Stef
    Ex Redattore apodittico di Nextgame.it ed ex-ex-curatore di Deck & Board
    Rantolii, niuz e boiate videoludiche su Il Paradroide e Outcast.it.
  2. I love Chiara  
        Mi trovi su: Homepage #5224332
    Continuando il discorso dal mio ultimo post.

    La situazione all' epoca di Gesù era in qualche modo simile a quella di oggi. Gli ebrei che vogliono un loro stato nel territorio che un tempo era stato loro.

    L' arrivo di Gesù fu molto più ininfluente di quanto si possa pensare. Era uno dei tanti, non proponeva chissà cosa. E oltretutto era uno che non aveva neppure lontamente capito quale fosse la posta in gioco. Gli ebrei volevano uno stato, il potere, un esercito, la ricchezza. Lui arrivava e proponeva la salvezza dell' anima, alla stregua di una santone di quelli che oggi popolano le tv locali. Non aveva capito niente. Un pò come se Benny Inn oggi proponesse agli ebrei di rinunciare allo stato di Israele e costruire una bella chiesa ebraica nello stato di Palestina. Il minimo che possano fare gli ebrei è di ignorarlo.
    Ma se quest' uomo avesse un "certo" successo. Un discreto seguito fra la popolazione, si potrebbe arrivare a considerarlo un "pericolo". E andrebbe fatto fuori. Oggi lo distruggerebbero mediaticamente, screditandolo ed infangandolo. Un tempo, anche per via del fatto che i semiti erano solo una delle tante etnie del luogo all' epoca, l' idea fu quella di rivolgersi al corrotto governatore locale di Roma, per metterlo a morte.
    Il resto è storia, ed è sicuramente abbastanza coincidente con quanto raccontato nella Bibbia. Ponzio Pilato vide questa baruffa fra "straccioni"... e disse: "Mah! Per me questo non ha violato nessuna legge!"... gli ebrei minacciarono rivolte e disobbedienza, Ponzio Pilato temette di perdere il suo posto da governatore, se ci fosse dovuta essere una repressione nel sangue di tali rivolte, e decise che la vita di un uomo fosse il costo minore da pagare. Disse al popolo di scegliere chi lasciar vivere fra un innocente, mezzo santone e mezzo visionario, e un criminale vero. Il popolo scelse... e lui eseguì la condanna, con il sistema di pena capitale più utilizzato all' epoca: la croce.

    La figura di Gesù fu minotaria all' epoca. Era importante per i suoi seguaci e basta.

    Furono appunto lo step 2, la filosofia con cui Paolo arricchì il messaggio basilare e semplicistico di Gesù, e soprattutto lo step 3, attraverso cui Costantino mise insieme mille culti per crearne uno grande e condiviso, ad essere decisamente più influenti nell' ambito della definizione del Cristianesimo.

    Poi, per carità, ci si può credere. Ma la storia non si può ignorare.
  3. Thanks Bioware!  
        Mi trovi su: Homepage #5224364
    beh ala luce di questo a cosa dobbiamo credere allora? Davvero stiamo solo pregando il dio SOLE come dice Zeitgeist? E se fosse vero? Io dal mio piccolo credo e non credo.

    Credo che esista un'aldilà quando vedo la gente innocente (bmabini in africa) che muoiono per fame, che non hanno fatto nietne di malvagio e che quindi, cazzo, deve esserci qualcosa per loro che tanto hanno sofferto senza aver fatto nulla di male, altrimenti che senso avrebbe?

    Poi però vedo tutto il male che c'è in giro e mi chiedo, come cavolo è possibile che Dio non intervenga? Come puo succedere che un pirla nazista faccia morire milioni di ebrei e Dio stia a guardare senza muovere un dito?

    MA allo stesso tempo pero mi chiedo se è giusto che queste persone compino questi scempi per l'umanità senza che vengano puniti... Cioe ti immagini se davvero non c'è nulla dopo la morte? Ti immagini se è davvero tutto un caso il fatto che siamo nati, senza quindi che ci sia stato qualcuno che ci ha creato e che punisca i mali compiuti in terra? TI immagini se all'interno della religione cristiana vi sia questo tipo di conoscenza, ma che non viene divulgata per ovvi motivi? (controllo delle masse tramite la religione e ovviamente interessi economici)



    ho 37 voti
    FF è diventato EMO, Kojima fa solo MG, Project Zero è passato a Nintendo, Toyama s'è rincoglionito, la saga Onimusha...boh?
    PS3 --- SOLIDSOLIDINO addatemi!!
  4. I love Chiara  
        Mi trovi su: Homepage #5224394
    Solidino ha scritto:
    beh ala luce di questo a cosa dobbiamo credere allora? Davvero stiamo solo pregando il dio SOLE come dice Zeitgeist? E se fosse vero? Io dal mio piccolo credo e non credo.

    Credo che esista un'aldilà quando vedo la gente innocente (bmabini in africa) che muoiono per fame, che non hanno fatto nietne di malvagio e che quindi, cazzo, deve esserci qualcosa per loro che tanto hanno sofferto senza aver fatto nulla di male, altrimenti che senso avrebbe?

    Poi però vedo tutto il male che c'è in giro e mi chiedo, come cavolo è possibile che Dio non intervenga? Come puo succedere che un pirla nazista faccia morire milioni di ebrei e Dio stia a guardare senza muovere un dito?

    MA allo stesso tempo pero mi chiedo se è giusto che queste persone compino questi scempi per l'umanità senza che vengano puniti... Cioe ti immagini se davvero non c'è nulla dopo la morte? Ti immagini se è davvero tutto un caso il fatto che siamo nati, senza quindi che ci sia stato qualcuno che ci ha creato e che punisca i mali compiuti in terra? TI immagini se all'interno della religione cristiana vi sia questo tipo di conoscenza, ma che non viene divulgata per ovvi motivi? (controllo delle masse tramite la religione e ovviamente interessi economici)
    Beh, il mio post, anzi, i miei due post servono proprio a ricostruire storicamente la necessità che c' era di creare un ordinamento religioso ufficiale, tale da garantire un controllo sulla popolazione efficace. Facendo quello che a scuola chiamavano collegamento interdisciplinare, bisogna considerare che durante il governo di Costantino l' Impero Romano era in una profonda crisi secolare, di ordinamento politico proprio, già iniziata nel secolo precedente. C' erano capi-legione che si autodefinivano imperatori, c' erano tentativi di rivolta in tutto l' Impero, c' erano lingue, credi e mentalità differenti attraverso ognuna delle province romane. Già con l' imperatore Diocleziano, prima di Costantino, ci furono repressioni severissime sedate nel sangue di cristiani, che stavano creando un pò troppi disordini sociali, c' era stata la guerra civile a Roma, cosa che non succedeva da secoli, c' era stata la necessità di dividere l' Impero in 4, in un tetrarcato. Quando arrivò Costantino la situazione era allo sfacelo più completo. Lui riordinò l' Impero politicamente, burocraticamente, militarmente, territorialmente (lo divise in 2, anzichè in 4). Un unico grande culto religioso, che contemplasse soprattutto il credo dei militari, soprattutto di quelli barbaro-romani del nord, era un buon modo per tenere sedati gli animi e uniti i territori. E funzionò. Funzionò talmente tanto bene che questo ordinamento sopravvisse persino agli imperatori. Tanto che i papi falsificarono un documento, conosciuto come la Donazione di Costantino, per cui durante il medioevo si autoconsideravano essi stessi Imperatori d' occidente. E così erano considerati in qualche modo anche dai re europei, che come Carlo Magno pretendevano che fosse il pontefice ad incoronarli, per essere considerati UFFICIALI. Erano i papi a conferire l' ufficialità per governare in Europa.
    Insomma, la riorganizzazione di Costantito funzionò alla grande. Addirittura l' Impero d' Oriente sopravvisse per altri mille anni, con Costantinopoli come capitale. Da una parte ci fu l' Impero Bizantino, dall' altra il Sacro Romano Impero.

    Questa è storia. Poi, le convinzioni spirituali e i propri credo sono altro. Certo, bisogna essere in grado di distinguere la favoletta costruita a tavolino (il cristianesimo) dalla propria spiritualità. Se dici di credere o voler credere in un Dio nessuno te lo vieta. Basta che ti rendi conto che quando tagli il panettone o il torrone a Natale, non stai idolatrando Gesù... ma festeggiando il solstizio di inverno.
  5. Smazzato  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #5224420
    Piccolo ha scritto:
    Questa è storia. Poi, le convinzioni spirituali e i propri credo sono altro. Certo, bisogna essere in grado di distinguere la favoletta costruita a tavolino (il cristianesimo) dalla propria spiritualità. Se dici di credere o voler credere in un Dio nessuno te lo vieta. Basta che ti rendi conto che quando tagli il panettone o il torrone a Natale, non stai idolatrando Gesù... ma festeggiando il solstizio di inverno.
     Per dovere di cronaca, nel topic originale si parlava anche di spiritismo, citato da un utente come "prova" (o comunque materiale valido) per sostenere le tesi che riguardano fantasmi, aldilà e via dicendo.
    --
    Stef
    Ex Redattore apodittico di Nextgame.it ed ex-ex-curatore di Deck & Board
    Rantolii, niuz e boiate videoludiche su Il Paradroide e Outcast.it.
  6.     Mi trovi su: Homepage #5224421
    Io dico: nel vivere il proprio credo religioso deve esistere una parte razionale e una irrazionale. Se manca quest'ultima, allora è né più né meno come il credere in una qualunque filosofia. Io...boh...sono cattolico, certo. Ma se lo sono e continuo ad esserlo è per un'unione di quelle due parti in gioco. Dovessi basarmi solo sul razionale, direi che avrei lasciato ben presto. Il fatto è che, invece, insieme alla parte "materiale", c'è tutta una parte "spirituale", che sento, vivo e con cui convivo ogni giorno. E' quella che mi fa andare avanti. E' quella la mia fede. E se sono cattolico, è perché è attraverso i riti e le tradizioni di quella religione che ho raggiunto un "dialogo con Dio". Poi, lo dico sempre: non escludo mica che anche attraverso altri percorsi si possa giungere allo stesso risultato (c'è tutta una teologia su questo, tra l'altro). Così come certamente non nego che da duemila anni il cristianesimo sia stracolmo di schifezze, porcate, bugie e tradimenti. Semplicemente, quello che riesco a provare e sentire, mi fa pensare, forse, che una minuscola scintilla in questi millenni è rimasta e sopravvissuta. E io ringrazio chi me l'ha fatta conoscere e vivere. Tutto qui. Il fatto è che (boh, sarà fortunato io) una volta giunti a un certo...boh..."incontro", la religione diventa qualcosa di tremendamente semplice e banale. E questo, ripeto, senza mettere in discussione tanti discorsi e tante elucubrazioni, eh...in questo momento, appunto, mi sto riferendo solamente a quella parte irrazionale di cui sopra.
    "Love looks not with the eyes, but with the mind;
    And therefore is wing'd Cupid painted blind." (W. Shakespeare)
  7.     Mi trovi su: Homepage #5224423
    Jin-Kazama80 ha scritto:
    Bisogna però avere una mente elastica e propensa a certi discorsi, altrimenti non ti si paleserà mai
    nulla...se non in pochissimi casi!!!!
      
    A me non è mai tornato questo.
    Per bagnarti con l'acqua hai bisogno del tuo corpo e dell'acqua.
    Per vedere un albero hai bisogno degli occhi  e di un albero.
    Perchè per vedere uno spirito hai bisogno di avere la mente elastica oltre che degli occhi?
    E' lì che il discorso perde di credibilità...mi ricorda molto l'uomo invisibile dei Mistery Men, che poteva essere invisibile solo quando nessuno lo stava guardando :D.
    Discorso cristianesimo direi che il post di Piccolo è piuttosto illuminante ed esauriente come riassunto, per il resto ci sono i libri di storia.
    Ah, un'unica postilla piccolo, probabilmente non fu mazzato su una croce bensì appeso ad un palo o adirittura impalato, la croce è una simbologia utilizzata da Costantino in avanti e da lui stesso "sognata", in effetti i primi nuclei cristiani utilizzavano il pesce come simbolo.
    "Non discutere mai con un idiota, ti trascina al suo livello e ti batte con l'esperienza"
    GANDHI'S GUNN - HEAVY ROCK FOR HEAVY PEOPLE!!!
    Kabuto Art Lab
  8. Thanks Bioware!  
        Mi trovi su: Homepage #5224426
    Piccolo ha scritto:
    Basta che ti rendi conto che quando tagli il panettone o il torrone a Natale, non stai idolatrando Gesù... ma festeggiando il solstizio di inverno.


    LOL, ma quando mostri a tua nonna, o un tuo familaire che

    I VERI comandamenti che insegnano al catechismo non sono quelli che ci sono scritti nella BIBBIA

    e quando gli fai notare che il comandamento NON COMMETTERE ATTI IMPURI non esiste

    e che uncomandamento della BIbbia praticamente dice di non fare quello che fino ad oggi danno tutti, ossia idolatrare figure di Santi

    quando fai tutto questo e cmq ti senti dire "non mi interessa, le hai lette su interent se cose eh? Bah credo a quello che mi hanno insegnato..." Come si puo andare avanti? Come si puo sperare che le cose cambino?

    Come fanno le persone a non accorgersi che non serve andare in chiesa per pregare il signore se proprio vogliono pregarlo!!! Che non serve farsi il segno della croce, dire le preghiere e poi parlare col signore!!! Che non serve stare ore a perdere tempo a leggere la vita dei Santi scritta dietro a delle figurine!!!

    Gli fai notare che nella Bibbia i dinosauri non ci sono e che vien detto che la terra ruota attorno al sole e se ne sbattono!!! :-O

    E allora sai io cosa ho capito dopo tanto tempo? Che non serve a nulla pregare questo o quel dio, bisogna solo fare una cosa

    vivere bene, fare del bene, comportarsi sempre bene e non fare mai del male a nessuno. E non sto parlando che non si debba smadonnare o non si debbano fare torti alle persone...oppure nmon bisogna essere invidiosi...

    dico solo che bisogna non fare DEL MALE FISICO ad altre persone, vivere la propria vita e basta. :)
    ho 37 voti
    FF è diventato EMO, Kojima fa solo MG, Project Zero è passato a Nintendo, Toyama s'è rincoglionito, la saga Onimusha...boh?
    PS3 --- SOLIDSOLIDINO addatemi!!
  9. I love Chiara  
        Mi trovi su: Homepage #5224442
    Maximus ha scritto:
    Io dico: nel vivere il proprio credo religioso deve esistere una parte razionale e una irrazionale. Se manca quest'ultima, allora è né più né meno come il credere in una qualunque filosofia. Io...boh...sono cattolico, certo. Ma se lo sono e continuo ad esserlo è per un'unione di quelle due parti in gioco. Dovessi basarmi solo sul razionale, direi che avrei lasciato ben presto. Il fatto è che, invece, insieme alla parte "materiale", c'è tutta una parte "spirituale", che sento, vivo e con cui convivo ogni giorno. E' quella che mi fa andare avanti. E' quella la mia fede. E se sono cattolico, è perché è attraverso i riti e le tradizioni di quella religione che ho raggiunto un "dialogo con Dio". Poi, lo dico sempre: non escludo mica che anche attraverso altri percorsi si possa giungere allo stesso risultato (c'è tutta una teologia su questo, tra l'altro). Così come certamente non nego che da duemila anni il cristianesimo sia stracolmo di schifezze, porcate, bugie e tradimenti. Semplicemente, quello che riesco a provare e sentire, mi fa pensare, forse, che una minuscola scintilla in questi millenni è rimasta e sopravvissuta. E io ringrazio chi me l'ha fatta conoscere e vivere. Tutto qui. Il fatto è che (boh, sarà fortunato io) una volta giunti a un certo...boh..."incontro", la religione diventa qualcosa di tremendamente semplice e banale. E questo, ripeto, senza mettere in discussione tanti discorsi e tante elucubrazioni, eh...in questo momento, appunto, mi sto riferendo solamente a quella parte irrazionale di cui sopra.
    Ma in un certo senso il messaggo ORIGINALE di Gesù fu innovativo. Per quanto ci possa essere arrivato senza romanzarci sopra, si intende. Sicuramente nel tempo è stato anche attualizzato e modernizzato, per renderlo più conforme ai precetti morali dell' occidente. Però, qualcosa di innovativo c' era già nelle basi. E sicuramente aveva fascino.
    Ma capiamoci... Gesù nasce in un contesto ebraico. Persino il suo pensiero è tale. L' ebraismo era semitico, originario dunque della penisola araba. La spiritualità di Gesù probabilmente ha però radici anche orientali e si rifà ai culti indo-europei. Gli stessi che alimentarono le filosofie ellenistiche della Grecia di un paio di secoli prima.

    Noi tendiamo ad immaginarci l' epoca antica come qualcosa di statico, immobile... vecchio. Invece no. Si viaggiava molto, la tecnologia era molto avanzata e soprattutto l' evoluzione del pensiero era davvero tanto tanto sviluppata. Probabile che il messaggio di Gesù fosse innovativo per quella dimenticata e polverosa provincia romana ma che nei circoli ateniesi (che rimase la capitale del pensiero anche durante il dominio romano) lo spiritualismo indiano fosse già giunto e argomento di dibattito. Magari in maniera embrionale... magari non sviscerata appieno.
    Ma di sicuro il successo della dottrina cristiana, viene anche dalla "domanda" di spiritualità indo-europea che i circoli "colti" filosofici chiedevano a quei tempi.
  10. tranquillo  
        Mi trovi su: Homepage #5224449
    Solidino ha scritto:
    beh ala luce di questo a cosa dobbiamo credere allora? Davvero stiamo solo pregando il dio SOLE come dice Zeitgeist? E se fosse vero? Io dal mio piccolo credo e non credo.
    Credo che esista un'aldilà quando vedo la gente innocente (bmabini in africa) che muoiono per fame, che non hanno fatto nietne di malvagio e che quindi, cazzo, deve esserci qualcosa per loro che tanto hanno sofferto senza aver fatto nulla di male, altrimenti che senso avrebbe?
    Poi però vedo tutto il male che c'è in giro e mi chiedo, come cavolo è possibile che Dio non intervenga? Come puo succedere che un pirla nazista faccia morire milioni di ebrei e Dio stia a guardare senza muovere un dito?
    MA allo stesso tempo pero mi chiedo se è giusto che queste persone compino questi scempi per l'umanità senza che vengano puniti... Cioe ti immagini se davvero non c'è nulla dopo la morte? Ti immagini se è davvero tutto un caso il fatto che siamo nati, senza quindi che ci sia stato qualcuno che ci ha creato e che punisca i mali compiuti in terra? TI immagini se all'interno della religione cristiana vi sia questo tipo di conoscenza, ma che non viene divulgata per ovvi motivi? (controllo delle masse tramite la religione e ovviamente interessi economici)
      La discussione è interessante e dico la mia sia sul paranormale che sulla religione (a chi può fregare ovviamente:D)
    A spiriti, poltergeist e ad altre cose simili, non  credo, è possibile che vi siano zone che abbiano alte concentrazioni di energia magnetica etc, ma non penso siano entità paranormali, credo siano più che altro fenomeni fisici.
    Subconscio educazione e religione fanno il resto, si associano certi eventi a demoni spiritelli e altro, perchè così ci hanno raccontato e perchè così si pensa, fatto sta che di fronte ad una mente lucida da studioso, quando si richiede di riproporre il fenomeno come fa il CICAP, tutte le persone che ammettono di avere poteri, parlare con gli spiriti e quant'altro devono andare via con le mani in tasca e senza il famoso assegno.
    Quando molti affermano di aver avuto esperienze paranormali, aver visto cose inspiegabili insieme ad altri e quindi in gruppo, cioè apparizzioni di massa etc, esiste quel fenomeno che si chiama suggestione di massa e capita molto spesso in luoghi di culto o particolari (esempio apparizioni della Madonna, etc).
    Risultato finale non ci credo.
    La religione è un altro bel punto, concordo con Piccolo sulla figura di Gesù grande predicatore, divulgatore di un pensiero che era stracomune all'epoca dove giravano tantissimi messia o Pseudo tali.
    In seguito la figura di Gesù con i suoi precetti diventò il Cristianesimo che bene o male tutti conosciamo. Però ci sono delle considerazioni da fare anche su questo. La parola e la vita di Cristo divulgata dalla chiesa ed inserita nel nuovo testamento così come la conosciamo noi tiene conto di solo 4 Vangeli quelli conosciuti come canonici,  e non tiene conto di milioni di altre testimonianze contenute in altri Vangeli definiti apocrifi, che per la chiesa non hanno valore e non devono essere presi in considerazione, perchè discordanti,  a volte in modo clamoroso dalle testimonianze che si trovano nei testi dei 4 Evangelisti più famosi.
    Alcune parabole o miracoli, che si trovano descritti nella Bibbia si possono ritrovare analoghi in tantissime altre religioni molto più antiche del Cristianesimo, ad esempio il diluvio universale, Adamo ed Eva, Il messia che cammina sulle acque etc, questo ci fa capire che sono idee portate avanti dagli uomini negli anni che hanno subito dei mutamenti a seconda delle zone e dei periodi. Dei Greci, Egizi, etc.
    La chiesa e questa è una MIA OPINIONE, ma supportata dai fatti storici, è stata per tantissimo tempo un movimento politico atto a crescere ed imporsi anche con il ferro ed il sangue nel nome di DIO, basti pensare alle guerre di religione come le crociate, e all'indottrinamento delle persone ignoranti, la chiesa per millenni si è elevata sull'ignoranza della gente, causando milioni di morti, tramite atrocità inaudite nel periodo dell'inquisizione, e relegando il ruolo della donna ad un essere inferiore. Basti pensare che si bollò per eretico quel signore di nome Galileo Galilei, costretto a ritrattare per salvarsi la vita le proprie teorie che poi risultarono corrette.
    Devo dire inoltre che viene davvero difficile pensare ad un Dio, che dovrebbe essere, infinitamente buono, e vedere le atrocità che succedono nel mondo, bambini che muoiono persone che soffrono, e trovo stucchevole la risposta che ci viene data dal prete di turno che dice che veniamo messi alla prova, la nostra fede è messa alla prova, o che c'è stato dato il libero arbitrio perchè dio ci ha voluto liberi, a volte la vedo una scappatoia semplicistica per non dare delle risposte che porterebbero su un terreno minato, e farebbero crollare le loro certezze ed i loro dogmi.
     
      
  11. I love Chiara  
        Mi trovi su: Homepage #5224454
    Kabuto ha scritto:
    Ah, un'unica postilla piccolo, probabilmente non fu mazzato su una croce bensì appeso ad un palo o adirittura impalato, la croce è una simbologia utilizzata da Costantino in avanti e da lui stesso "sognata", in effetti i primi nuclei cristiani utilizzavano il pesce come simbolo.

    Beh, si, i romani per comodità impalavano anche. Però, la croce, prima che simbolo cristiano, come ricordi appunto, fu il sistema prediletto dai romani per condannare a morte. Già all' epoca di Cristo. Sebbene in effetti non ci siano prove che lui morì sulla croce, anzichè su di un palo. Di certo c' è che nell' immaginario popolare dei secoli successivi, quando il cristianesimo prese forma, ci si ispirò molto alle file chilometriche di croci che costeggiavano la Via Appia (antica) durante l' impero. Quello era un monito per chi, viaggiatore e forestiero, veniva da sud per giungere a Roma. Era un avvertimento: "Non rispettare le regole e questa è la fine che farai!". Però, niente di più credibile che in effetti questa cosa cambiò profondamente l' immaginario cristiano dell' epoca.
  12. meteo: cupertino  
        Mi trovi su: Homepage #5224456
    Kabuto ha scritto:
    Perchè per vedere uno spirito hai bisogno di avere la mente elastica oltre che degli occhi?
     Per lo stesso motivo per cui, se vuoi vedere al buio, hai bisogno di un visore a raggi infrarossi.

    Oltre agli occhi, ovviamente. :)
    viva il minimalismo.
  13. I love Chiara  
        Mi trovi su: Homepage #5224478
    BlueHaplo ha scritto:
    La discussione è interessante e dico la mia sia sul paranormale che sulla religione (a chi può fregare ovviamente:D)
    A spiriti, poltergeist e ad altre cose simili, non credo, è possibile che vi siano zone che abbiano alte concentrazioni di energia magnetica etc, ma non penso siano entità paranormali, credo siano più che altro fenomeni fisici.
    Subconscio educazione e religione fanno il resto, si associano certi eventi a demoni spiritelli e altro, perchè così ci hanno raccontato e perchè così si pensa, fatto sta che di fronte ad una mente lucida da studioso, quando si richiede di riproporre il fenomeno come fa il CICAP, tutte le persone che ammettono di avere poteri, parlare con gli spiriti e quant'altro devono andare via con le mani in tasca e senza il famoso assegno.
    Quando molti affermano di aver avuto esperienze paranormali, aver visto cose inspiegabili insieme ad altri e quindi in gruppo, cioè apparizzioni di massa etc, esiste quel fenomeno che si chiama suggestione di massa e capita molto spesso in luoghi di culto o particolari (esempio apparizioni della Madonna, etc).
    Risultato finale non ci credo.
    La religione è un altro bel punto, concordo con Piccolo sulla figura di Gesù grande predicatore, divulgatore di un pensiero che era stracomune all'epoca dove giravano tantissimi messia o Pseudo tali.
    In seguito la figura di Gesù con i suoi precetti diventò il Cristianesimo che bene o male tutti conosciamo. Però ci sono delle considerazioni da fare anche su questo. La parola e la vita di Cristo divulgata dalla chiesa ed inserita nel nuovo testamento così come la conosciamo noi tiene conto di solo 4 Vangeli quelli conosciuti come canonici, e non tiene conto di milioni di altre testimonianze contenute in altri Vangeli definiti apocrifi, che per la chiesa non hanno valore e non devono essere presi in considerazione, perchè discordanti, a volte in modo clamoroso dalle testimonianze che si trovano nei testi dei 4 Evangelisti più famosi.
    Alcune parabole o miracoli, che si trovano descritti nella Bibbia si possono ritrovare analoghi in tantissime altre religioni molto più antiche del Cristianesimo, ad esempio il diluvio universale, Adamo ed Eva, Il messia che cammina sulle acque etc, questo ci fa capire che sono idee portate avanti dagli uomini negli anni che hanno subito dei mutamenti a seconda delle zone e dei periodi. Dei Greci, Egizi, etc.
    La chiesa e questa è una MIA OPINIONE, ma supportata dai fatti storici, è stata per tantissimo tempo un movimento politico atto a crescere ed imporsi anche con il ferro ed il sangue nel nome di DIO, basti pensare alle guerre di religione come le crociate, e all'indottrinamento delle persone ignoranti, la chiesa per millenni si è elevata sull'ignoranza della gente, causando milioni di morti, tramite atrocità inaudite nel periodo dell'inquisizione, e relegando il ruolo della donna ad un essere inferiore. Basti pensare che si bollò per eretico quel signore di nome Galileo Galilei, costretto a ritrattare per salvarsi la vita le proprie teorie che poi risultarono corrette.
    Devo dire inoltre che viene davvero difficile pensare ad un Dio, che dovrebbe essere, infinitamente buono, e vedere le atrocità che succedono nel mondo, bambini che muoiono persone che soffrono, e trovo stucchevole la risposta che ci viene data dal prete di turno che dice che veniamo messi alla prova, la nostra fede è messa alla prova, o che c'è stato dato il libero arbitrio perchè dio ci ha voluto liberi, a volte la vedo una scappatoia semplicistica per non dare delle risposte che porterebbero su un terreno minato, e farebbero crollare le loro certezze ed i loro dogmi.
    Quoto tutto! In particolare vorrei espandere il discorso sul periodo delle Crociate. La chiesa non aveva solo un immenso potere politico, militare e territoriale. La chiesa aveva un totalitario potere economico. TOTALITARIO. La chiesa fu la prima e più importante banca della storia. Accumulava ricchezze e elargiva prestiti ad ogni re e regno d' Europa. Quasi tutti i regni europei all' epoca erano indebitati con la chiesa di Roma. Lo Stato Pontificio di fatto era un trans-stato, la prima multinazionale della storia, la più feroce e la più efficace. Le chiese erano le prime costruzioni che comparivano in ogni città... ed è così tuttora. Basti pensare alle missioni in Africa o negli ultimi secoli in America latina. Spuntano le suore, spuntano le chiese e con loro le scuole, il cibo, l' alfabetizzazione, l' acqua. Le popolazioni diventano contemporaneamente succubi e dipendenti dal potere ecclesistico. E' la strategia di una lobby di potere sconfinita, ricchissima... e appunto trans-statale.
    Tuttora il potere del Vaticano è principalmente economico e non è del tutto ininfluente in ambito mondiale. Pensate agli scandali "recenti" (targati anni 70) dei cosidetti banchieri di Dio. E' una realtà talmente tanto radicata in profondità, attraverso i millenni, che è tuttora difficilmente sradicabile. Forse più ora che il territorio del Vaticano è un puntino racchiuso fra una cinta muraria di qualche chilometro quadrato, che prima quando prima dell' unione di Italia lo Stato Pontificio era uno stato vero e proprio.

  Occulto, religione e le prove sul paranormale

Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!

         

Online

Ci sono 0 ospiti e 0 utenti online su questa pagina