1.     Mi trovi su: Homepage #5249569
    Vespa fa slittare Ballarò. "Propaganda indecente. Migliaia ancora senza casa"






















    di Stefano Corradino


    "... Si vuole dare l'idea che il problema terremoto è risolto
    quando decine di migliaia di persone sono ancora senza casa. Non
    capisco perchè non si voglia fare una consegna di case seria e sobria
    con tutte le istituzioni coinvolte e si debba fare una cerimonia come
    fosse un passaggio sotto un arco di trionfo quando sono migliaia quelli
    sbattuti ancora nelle tende in giro per l'Abruzzo. Lo sa cosa chiedo?
    Solo un pò di decenza
    ". Stefania Pezzopane,
    presidente della provincia dell'Aquila è irritata e delusa, alla
    vigilia della puntata speciale di Porta a Porta, per l'enfasi sulla
    consegna delle case. "Spostare Ballarò? Assurdo..."   
    Martedì
    la puntata di Ballarò non andrà in onda per lasciare spazio allo
    speciale di "Porta a Porta" sulla consegna delle case ai terremotati da
    parte di Berlusconi
    E' pazzesco, assurdo. Al di là della
    questione televisiva sconcerta la mancanza di sobrietà e umiltà di
    fronte alla gravità della situazione. Le quattro case che consegnano
    non sono niente rispetto alle migliaia di sfollati...
    La consegna delle case ad Onna non è un fatto importante?
    Certo
    che lo è ma è un piccolosissimo passo. Chiarisco, sono felicissima che
    a 200 famiglie sarà consegnata un'abitazione. Ho perso numerose persone
    ad Onna. Parenti, amici. Onna è il paese di mio padre... E' chiaro che
    sono felice che i primi cittadini possano entrare in case con pareti
    rigide dopo oltre 5 mesi di attesa in tenda ma sono sconcertata dal
    fatto che un momento di sicura importanza possa venire utilizzato per
    scopi di altra natura, sostanzialmente propagandistica. Anche perchè le
    case che vengono consegnate non sono quelle del "Progetto case".
    Perchè? Chi le ha costruite?
    Sono
    quelle realizzate dalla provincia di Trento. I cittadini di Onna
    dovevano andare nelle abitazioni del "Progetto case" e non ci sono
    voluti andare, e si sono organizzati in Onlus; hanno fatto pressioni
    sulla protezione civile - e io li ho aiutati - e finalmente hanno
    ottenuto delle casette di legno vicino alle loro case. Come cittadini
    aquilani e rappresentanti degli enti locali che tanto ci stiamo
    adoperando per dare case a tutti e non a pochi, avevamo chiesto e
    continuiamo a chiedere sobrietà e umiltà nella consegna delle prime
    case. Se questo poi avviene addirittura annullando altre trasmissioni
    televisive c'è da rimanere allibiti.
    Facciamo parlare le cifre. Ad oggi qual è la condizione degli sfollati?
    Oltre
    30mila persone sono ancora sulla costa e circa 16mila nelle tende. E'
    stata chiusa una tendopoli ma le persone, tranne poche decine, non sono
    potute andare in casa e la gran parte è negli alberghi dell'Aquila o di
    comuni limitrofi. Le prime case dovevano essere consegnate il 4 e non è
    avvenuto. Tra l'altro le case che vengono consegnate ad Onna non sono,
    come era previsto, le palazzine dove sono state messe le bandierine ma
    quelle che sono già apparse in tv quando è venuto domenica in visita il
    presidente Napolitano.
    Era stata annunciata l'apertura delle scuole
    Anche quella è stata rimandata perchè molte delle scuole non sono pronte.
    Da Presidente della Provincia cosa chiede?
    Chiedo
    un atteggiamento radicalmente diverso, non autorefenziale. Qui si vuole
    dare l'idea che il problema è risolto quando decine di migliaia di
    persone sono ancora senza casa. Non capisco perchè non si voglia fare
    una consegna di case seria e sobria con tutte le istituzioni coinvolte
    e si debba fare una cerimonia come fosse un passaggio sotto un arco di
    trionfo quando sono migliaia quelli sbattuti ancora nelle tende in giro
    per l'Abruzzo. Lo sa cosa chiedo? Solo un pò di decenza.
    Che clima c'è tra la gente?
    La
    gente è insicura, aspetta. E proprio per questo, per il rispetto che
    meritano nella loro lunga attesa le istituzioni devono fare passi
    all'insegna della serietà e non della tracotanza.
    Lei ha aderito alla manifestazione di sabato 19, perchè?
    Perchè
    dal devastante terremoto che ha colpito la città dell’Aquila lo scorso
    6 aprile, sono trascorsi mesi caratterizzati dalla disinformazione
    diffusa da molti media nazionali, soprattutto da alcune TV, che spesso
    hanno dipinto una realtà molto diversa da quella che viviamo
    quotidianamente, oscurando, di fatto, i molti problemi che continuiamo
    ad avere. La mia adesione vuole avere anche il significato di un grido
    d’allarme ed è un invito a tutti, istituzioni e cittadini, a vigilare
    affinché i mezzi di comunicazione non ci abbandonino in questa fase
    così difficile per il nostro territorio.
    "Xchè? Xchèèè? 3-1, 3-2, 3-3 !!!"
  2. Quanti Teddy bisogna inventare per tutta la vita ?  
        Mi trovi su: Homepage #5249588
    digital_boy84 ♫ ha scritto:

    Facciamo parlare le cifre. Ad oggi qual è la condizione degli sfollati?
    Oltre
    30mila persone sono ancora sulla costa e circa 16mila nelle tende. E'
    stata chiusa una tendopoli ma le persone, tranne poche decine, non sono
    potute andare in casa e la gran parte è negli alberghi dell'Aquila o di
    comuni limitrofi. Le prime case dovevano essere consegnate il 4 e non è
    avvenuto.


    8-(
    Non consiste forse nel rompere il tuo pane con chi ha fame, nel portare a casa tua i poveri senza tetto, nel vestire chi è nudo, senza trascurare quelli della tua stessa carne?
  3.     Mi trovi su: Homepage #5249628
    no .. è che precisamente abbiamo un PAgliaccio (potrei scrivere anche Corrotto, Bugiardo; corruttore, Disonesto etc etc.   ma non lo faccio) al timone di comando
    .
    avrebbe potuto semplicemente darsi dei termini più ragionevoli per la consegna e poi sfruttare quella che per lui sarebbe stata una grandissima ulteriore occasione di propaganda personale (perché solo quella gli interessa, sia chiaro) dimostrando coi fatti di aver risolto il problema
    .
    invece proprio non gli riesce di fare una cosa buona e fatta bene; lui confida assolutamente sulla possibilità di raccontare FRottole alla popolazione tramite i media (si faccia di nuovo avanti chi dice che non è vero che sfrutta solo quelli e sà di poterli sfruttare per convincere la popolazione con le peggiori fesserie) e così fa, anche quando potrebbe evitarlo tranquillamente con un buon tornaconto
    .
    .
    per quanto riguarda l'altro personaggio della foto .. Bah .. un giorno qualcuno scriverà che è stato un grande del giornalismo e della Televisione 8-(8-(8-(
  4.     Mi trovi su: Homepage #5256112
    DA LEGGERE
    IL MONOLOGO DI "PORTA A PORTA" *
    di

    La redazione

    18.09.2009

    Martedì
    15 settembre il Presidente del Consiglio Silvio Berlusconi è stato
    ospite di Bruno Vespa a "Porta a Porta" in una edizione speciale della
    trasmissione dedicata alla consegna delle prime case nelle zone
    terremotate abruzzesi. Nel suo discorso, praticamente un soliloquio,
    Berlusconi ha citato numerosi dati sulla politica economica del
    governo. Quali veri e quali falsi?






    Silvio Berlusconi:
    “Abbiamo fatto molte misure anti crisi, ne cito una per tutte, 34
    miliardi di euro per gli ammortizzatori sociali, per garantire chiunque
    perda un posto di lavoro di essere aiutato dallo stato…Noi abbiamo dato
    l’esempio, perché prima e meglio degli altri abbiamo esteso, questo
    aiuto, questa assistenza dello stato, a tutte le categorie, anche agli
    artigiani, che non l’avevano, anche ai commercianti che non l’avevano.
    Il tutto senza aumentare l’imposizione fiscale, senza mettere una tassa
    in più o un aumento di tassa in più.”



    Falso.
    Considerando
    la tavola III.2 dell’ultimo Dpef (vedi tabella allegata) alla voce
    “Misure volte a migliorare il funzionamento del lavoro” vediamo che le
    risorse stanziate per il quadriennio 2008-2011 per “estendere questa
    assistenza dello Stato” ammontano a 7,2 miliardi di euro. A questi
    vanno sommati gli 8 miliardi di interventi a favore dell’occupazione
    previsti (ma solo in parte stanziati) dall’accordo Stato-Regioni per il
    biennio 2009-2010. In base all’accordo lo Stato concorre per 5,35
    miliardi (1,35 derivanti dalla Finanziaria 2009 e 4 miliardi dal Fas -
    Fondo per le aree sottoutilizzate). Le Regioni concorrono per 2,65
    miliardi provenienti dall’Fse -  Fondo Sociale europeo. Anche sommando
    queste cifre, il totale spalmato su 4 anni, risulterebbe essere 15,2
    miliardi, molti meno dei 34 miliardi di euro cui ha fatto riferimento
    Berlusconi. Tra l’altro dei 5,35 miliardi per ammortizzatori in deroga
    attribuiti allo Stato dall’accordo Stato-Regioni, fino a questo
    momento, sono stati versati solo 825 milioni (151 con il dm 19 febbraio
    2009 e 674 ml con il dm 7 luglio 2009).


    [/i]

    [i]Silvio Berlusconi
    :
    “Per quanto riguarda le persone che perderanno il lavoro, vale la
    stessa situazione di quelli che l’hanno già perso. Abbiamo destinato
    agli ammortizzatori sociali, una cifra importante, ve la ricordo, 34
    miliardi di euro.”



    Falso.
    Forse in
    questo caso il Presidente del Consiglio fa riferimento anche alle
    risorse ordinarie degli ammortizzatori, quindi non più alle misure di
    estensione della copertura degli stessi.  Ma anche se questa è
    l’interpretazione di ciò che ha detta, il dato è falso.
    La spesa
    stimata per il 2009 per gli interventi “ordinari” (non in
    deroga-proroga degli stessi) di cigo e cigs, mobilità, indennità di
    disoccupazione è pari a 20 miliardi. Questa spesa sta a fronte di
    versamenti in capo a lavoratori e aziende che vengono gestiti ed
    erogati dall’Inps. Il relativo sistema assicurativo-mutualistico - che
    configura il diritto a determinate prestazioni - può comportare
    problemi di cassa - come senz’altro quest’anno - di cui lo Stato si
    deve far carico, così come del resto, negli anni di congiuntura
    positiva, si sono determinate eccedenze utilizzate ad altri scopi.
    Anche
    metodologicamente è dunque scorretto sommare la spesa dovuta per gli
    ammortizzatori ordinari con le risorse stanziate, a valere sulla
    fiscalità generale, per incrementare i livelli di tutela e la platea
    delle persone interessate.








    Silvio Berlusconi:
    “Con me è cambiato tutto, ho detto primo con chi mi sarei alleato,
    secondo qual era il programma di governo che ci si impegnava a
    realizzare, il programma che ho sempre portato a termine, terzo chi era
    il presidente del consiglio”.



    Falso.
    Prendiamo
    alcuni punti del “Contratto con gli italiani” firmato da Silvio
    Berlusconi nel 2001 durante la stessa trasmissione Porta a Porta.


    1 - Riforma fiscale
    Abbattimento della pressione fiscale:

    • con l'esenzione totale dei redditi fino a 22 milioni di lire annui;
    • con la riduzione al 23% per i redditi fino a 200 milioni di lire annui;
    • con la riduzione al 33% per i redditi sopra i 200 milioni di lire annui;

    con l'abolizione della tassa di successione e della tassa sulle donazioni.
    Durante
    il mandato del Governo Berlusconi, le due aliquote non sono state
    introdotte, mentre le tasse sulle successioni e sulle donazioni sono
    state effettivamente abolite anche per i redditi oltre i 350 milioni di
    lire.


    2 - Lavoro
    Dimezzamento dell'attuale tasso di disoccupazione, con la creazione di almeno 1 milione e mezzo di posti di lavoro.

    L'obiettivo
    del dimezzamento non è stato raggiunto. Secondo l'Eurostat al gennaio
    2001 il tasso di disoccupazione era il 9,9% (il dimezzamento avrebbe
    richiesto di scendere quindi al 4,95%); cinque anni dopo, nel 2006 era
    sceso al 7,1%, il minimo storico secondo l'ISTAT, ma comunque al di
    sopra del 4,95%.
    [/b]
    [b]3 -
    Pensioni
    Innalzamento delle pensioni minime ad almeno 1 milione al mese» (cifra espressa nelle vecchie Lire, ovvero 516 Euro).
    Nel
    2006, si può stimare, con l’indagine dello stesso anno della Banca
    d’Italia sui bilanci delle famiglie, che vi fossero ancora 4,4 milioni
    di persone con pensione inferiore ai 550 euro.


    4 - Criminalità
    L'introduzione
    del poliziotto, carabiniere o vigile di quartiere nelle città col
    risultato di una forte riduzione del numero dei reati rispetto agli
    attuali 3 milioni


    Nel 2001, in base ai conti dell'Istat, il numero dei reati non era di 3 milioni ma di 2.163.826.
    In
    totale dal 2001 l 2005 (l’Istat non fornisce i dati per il 2006) sono
    aumentati del 26,2%, registrando nel 2005, 2.731.129 reati.
     


    Silvio Berlusconi:
    “Il debito pubblico italiano è il 106% del PIL. Il debito privato delle
    famiglie italiane è soltanto il 34% del debito. L’Italia è al 106%, la
    Francia è al 49, la Germania è al 63%, l’Inghilterra è al 100%”
    .


    Falso
    per quanto riguarda il debito pubblico dei paesi europei come si può
    vedere dalla tabella seguente con i dati forniti dall’Eurostat.




    General government debt/GDP (2008)
    EUROSTAT



    Italy
    105,8


    Germany
    65,9


    France
    68,1


    UK
    52



    Fonte: Eurostat
    Short
    description: EU definition: the general government sector comprises the
    subsectors of central government, state government, local government
    and social security funds. GDP used as a denominator is the gross
    domestic product at current market prices. Debt is valued at nominal
    (face) value, and foreign currency debt is converted into national
    currency using end-year market exchange rates (though special rules
    apply to contracts). The national data for the general government
    sector are consolidated between the sub-sectors. Basic data are
    expressed in national currency, converted into euro using end-year
    exchange rates for the euro provided by the European Central Bank.


    Vero,
    invece, che il debito private delle famiglie italiane, in rapporto al
    Pil si aggira intorno al 34,2%, per un ammontare totale di 524 miliardi
    di euro (Fonte: Cgia di Mestre)

    [/i]

    [i]Silvio Berlusconi
    : “L’industria italiana sta rispondendo meglio di qualsiasi altro paese”.


    Falso.
    Gli ultimi dati dell’Eurostat (14 settembre 2009) mostrano che l’Italia
    si trova al settimo posto nella crescita della produzione industriale.


    Industrial Production - monthly varioation
    % change compared with previous month*







     
    Silvio Berlusconi:
    “Intanto vorrei ricordare che nel passato, prendiamo ad esempio le
    risorse impiegate in Irpinia, sono state ben 60 miliardi di vecchie
    lire, quindi 30 miliardi di euro attuali, e come ricordato paghiamo
    ancora una accisa di 75 lire, quindi non ci sono dubbi…”

    Bruno Vespa: “Forse 3 miliardi di euro, presidente”
    Silvio Berlusconi: “No! 60 miliardi di lire sono..”
    Bruno Vespa: “3 miliardi di euro.”
    Silvio Berlusconi:
    “Nooo, no, 3 miliardi di euro sono 6.000 miliardi di lire, sono 30
    miliardi di lire, 60 miliardi di euro. Quindi, credo che i miliardi che
    sono stati dati all’Irpinia saranno i miliardi che saranno dati
    all’Aquila per le necessità di ricostruzione del patrimonio artistico.”



    Falso per entrambi. Lasciamo ai lettori i calcoli.

    * A cura di Davide Baldi e Ludovico Poggi
    "Xchè? Xchèèè? 3-1, 3-2, 3-3 !!!"
  5. having fun with the blues  
        Mi trovi su: Homepage #5256298
    [/b]
     
    [b]Silvio Berlusconi
    :
    “Intanto vorrei ricordare che nel passato, prendiamo ad esempio le
    risorse impiegate in Irpinia, sono state ben 60 miliardi di vecchie
    lire, quindi 30 miliardi di euro attuali, e come ricordato paghiamo
    ancora una accisa di 75 lire, quindi non ci sono dubbi…”

    Bruno Vespa: “Forse 3 miliardi di euro, presidente”
    Silvio Berlusconi: “No! 60 miliardi di lire sono..”
    Bruno Vespa: “3 miliardi di euro.”
    Silvio Berlusconi:
    “Nooo, no, 3 miliardi di euro sono 6.000 miliardi di lire, sono 30
    miliardi di lire, 60 miliardi di euro. Quindi, credo che i miliardi che
    sono stati dati all’Irpinia saranno i miliardi che saranno dati
    all’Aquila per le necessità di ricostruzione del patrimonio artistico.”

         :rotfl::rotfl::rotfl::rotfl:
  6. having fun with the blues  
        Mi trovi su: Homepage #5256489
    altra perla..

    Il "nuovo metodo" nei lavori di costruzione "che abbiamo già

    sperimentato a Maddalena" e che è stato applicato nelle zone colpite

    dal terremoto sarà usato anche per costruire "in due anni" nuove

    carceri,
    per realizzare le 'new town' in ogni città italiana per i

    giovani che cercano casa e anche per altri progetti infrastrutturali.

    Lo ha detto il premier Silvio Berlusconi, ospite di'Porta a Porta'. "A La Maddalena

    abbiamo ricevuto dal precedente governo un metodo disperante, sembrava

    impossibile riuscire a farcela per il G8. Invece con il metodo dei tre

    turni di otto ore, tutti i giorni, abbiamo finito nei tempi". Dunque

    l'idea è quella "di applicare lo stesso metodo per costruire nuove

    carceri in due anni", visto che "abbiamo ereditato carceri con posto

    per 45mila detenuti e ne abbiamo circa 67 mila: uno Stato civile può

    togliere la libertà a chi è condannato, non la dignità". Non solo:

    Berlusconi pensa di ricorrere al "nuovo metodo" anche per altri

    progetti infrastrutturali perchè "ormai abbiamo una straordinaria

    equipe. E stiamo pensando di aggredire in questo modo il tema delle new

    town nelle 110 città d'Italia per i giovani che cercano casa". Progetto

    per il quale il premier ipotizza "un pieno decennale", con qualche

    progetto consegnato però già nei prossimi anni.
    :lol:

    e in piu' si e' dimenticato che alla fine il g8 non l'hanno fatto alla maddalena :toghy:

  Vespa & Terremoto...

Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!

         

Online

Ci sono 0 ospiti e 0 utenti online su questa pagina