1.     Mi trovi su: Homepage #5266844
    Una storia, divertente e malinconica, di grandi passioni e travolgenti utopie. Una leggenda affollata di eroi... Una famiglia siciliana raccontata attraverso tre generazioni: da Cicco al figlio Peppino al nipote Pietro... Sfiorando le vicende private di questi personaggi e dei loro familiari, il film evoca gli amori, i sogni, le delusioni di un’intera comunità vissuta tra gli anni trenta e gli anni ottanta del secolo scorso nella provincia di Palermo. Negli anni del fascismo Cicco è un modesto pecoraio che trova, però, il tempo di dedicarsi al proprio mito: i libri, i poemi cavallereschi, i grandi romanzi popolari. Nelle stagioni della fame e della seconda guerra mondiale, suo figlio Peppino s’imbatte nell’ingiustizia e scopre la passione per la politica.
    __________________________________________
    Qualcuno ha avuto modo di guardarlo? Stasera sono indeciso se buttarmi su questo mattone (in quanto a durata: quasi 3h) o su District 9...
  2. Spaesato.  
        Mi trovi su: Homepage #5268329
    Banjo & Kazooie ha scritto:
    Una storia, divertente e malinconica, di grandi passioni e travolgenti utopie. Una leggenda affollata di eroi... Una famiglia siciliana raccontata attraverso tre generazioni: da Cicco al figlio Peppino al nipote Pietro... Sfiorando le vicende private di questi personaggi e dei loro familiari, il film evoca gli amori, i sogni, le delusioni di un’intera comunità vissuta tra gli anni trenta e gli anni ottanta del secolo scorso nella provincia di Palermo. Negli anni del fascismo Cicco è un modesto pecoraio che trova, però, il tempo di dedicarsi al proprio mito: i libri, i poemi cavallereschi, i grandi romanzi popolari. Nelle stagioni della fame e della seconda guerra mondiale, suo figlio Peppino s’imbatte nell’ingiustizia e scopre la passione per la politica.
    __________________________________________
    Qualcuno ha avuto modo di guardarlo? Stasera sono indeciso se buttarmi su questo mattone (in quanto a durata: quasi 3h) o su District 9...
     io non lo vdrò mai
    CINEMA: LAV, BOVINO UCCISO IN 'BAARIA' RACCAPRICCIANTE
    E' una scelta
    "raccapricciante" quella di girare una scena di 'Baaria', il film di
    Giuseppe Tornatore, nella quale si uccide un bovino con un punteruolo
    conficcato nella fronte dell'animale. E' quanto afferma in un
    comunicato la Lega Anti Vivisezione (Lav). "La scena e' stata girata in
    Tunisia, in Italia sarebbe sarebbe scattato il codice penale -
    sottolinea la Lav -il regista Giuseppe Tornatore ha fatto uccidere
    appositamente un bovino che viene colpito alla testa con un punteruolo:
    l'animale si accascia a terra e ancora cosciente gli viene tagliata
    gola, il sangue zampilla in modo copioso mentre l'animale batte le
    palpebre e si muove leggermente fino a morire, alcune persone lo
    raccolgono in tazze per farlo poi bere a una delle attrici con la scusa
    che e' anemica". Per la Lav, che ha visionato il film nella
    'Commissione di revisione cinematografica' di cui e' componente per
    legge, la scena e' "raccapricciante e cruenta, tanto piu' perche'
    realizzata con un animale ucciso appositamente". "Perche' Tornatore,
    volendo rappresentare un atto efferato dell'epoca rappresentata nel
    film, non ha scelto di utilizzare degli effetti speciali? Perche' -
    chiede la Lav - realizzare in Tunisia una scena che in Italia sarebbe
    considerata maltrattamento secondo il Codice penale poiche' effettuata
    senza stordimento e al di fuori di un macello autorizzato, fuori dal
    quale un bovino non puo' essere abbattuto?". La LAV rivolge questi
    interrogativi "al regista Tornatore e alla societa' di produzione
    Medusa chiedendo al Sottosegretario alla Salute Martini di realizzare
    il controllo sui set cinematografici e televisivi da lei annunciato
    alcuni mesi fa. Siamo convinti che cosi' - conclude la nota - anche per
    produzioni italiane realizzate in Paesi dove vigono norme piu'
    permissive di quella italiana, le cose cambierebbero".
    Da "Repubblica" di oggi, 24/09/2009:
    <----- by Ptrcefalo
  3.  
        Mi trovi su: Homepage #5269433
    Il Napoletano ha scritto:
    io non lo vdrò mai
    CINEMA: LAV, BOVINO UCCISO IN 'BAARIA' RACCAPRICCIANTE
    E' una scelta
    "raccapricciante" quella di girare una scena di 'Baaria', il film di
    Giuseppe Tornatore, nella quale si uccide un bovino con un punteruolo
    conficcato nella fronte dell'animale. E' quanto afferma in un
    comunicato la Lega Anti Vivisezione (Lav). "La scena e' stata girata in
    Tunisia, in Italia sarebbe sarebbe scattato il codice penale -
    sottolinea la Lav -il regista Giuseppe Tornatore ha fatto uccidere
    appositamente un bovino che viene colpito alla testa con un punteruolo:
    l'animale si accascia a terra e ancora cosciente gli viene tagliata
    gola, il sangue zampilla in modo copioso mentre l'animale batte le
    palpebre e si muove leggermente fino a morire, alcune persone lo
    raccolgono in tazze per farlo poi bere a una delle attrici con la scusa
    che e' anemica". Per la Lav, che ha visionato il film nella
    'Commissione di revisione cinematografica' di cui e' componente per
    legge, la scena e' "raccapricciante e cruenta, tanto piu' perche'
    realizzata con un animale ucciso appositamente". "Perche' Tornatore,
    volendo rappresentare un atto efferato dell'epoca rappresentata nel
    film, non ha scelto di utilizzare degli effetti speciali? Perche' -
    chiede la Lav - realizzare in Tunisia una scena che in Italia sarebbe
    considerata maltrattamento secondo il Codice penale poiche' effettuata
    senza stordimento e al di fuori di un macello autorizzato, fuori dal
    quale un bovino non puo' essere abbattuto?". La LAV rivolge questi
    interrogativi "al regista Tornatore e alla societa' di produzione
    Medusa chiedendo al Sottosegretario alla Salute Martini di realizzare
    il controllo sui set cinematografici e televisivi da lei annunciato
    alcuni mesi fa. Siamo convinti che cosi' - conclude la nota - anche per
    produzioni italiane realizzate in Paesi dove vigono norme piu'
    permissive di quella italiana, le cose cambierebbero".
    Da "Repubblica" di oggi, 24/09/2009:
     scena inutile e di poco conto tr'altro e avrebbero potuto farla diversamente...ma fammelo dire, il film merita!è molto bellino!!
    saluti!
    :-)
    visita www.fusiorari.org
    www.tokyobrothers.blogspot.com il blog dei Moytiani!!!
    MILAN = CULO (Cit.)
  4. Bandito  
        Mi trovi su: Homepage #5274199
    Il Napoletano ha scritto:
    io non lo vdrò mai
    CINEMA: LAV, BOVINO UCCISO IN 'BAARIA' RACCAPRICCIANTE
    E' una scelta
    "raccapricciante" quella di girare una scena di 'Baaria', il film di
    Giuseppe Tornatore, nella quale si uccide un bovino con un punteruolo
    conficcato nella fronte dell'animale. E' quanto afferma in un
    comunicato la Lega Anti Vivisezione (Lav). "La scena e' stata girata in
    Tunisia, in Italia sarebbe sarebbe scattato il codice penale -
    sottolinea la Lav -il regista Giuseppe Tornatore ha fatto uccidere
    appositamente un bovino che viene colpito alla testa con un punteruolo:
    l'animale si accascia a terra e ancora cosciente gli viene tagliata
    gola, il sangue zampilla in modo copioso mentre l'animale batte le
    palpebre e si muove leggermente fino a morire, alcune persone lo
    raccolgono in tazze per farlo poi bere a una delle attrici con la scusa
    che e' anemica". Per la Lav, che ha visionato il film nella
    'Commissione di revisione cinematografica' di cui e' componente per
    legge, la scena e' "raccapricciante e cruenta, tanto piu' perche'
    realizzata con un animale ucciso appositamente". "Perche' Tornatore,
    volendo rappresentare un atto efferato dell'epoca rappresentata nel
    film, non ha scelto di utilizzare degli effetti speciali? Perche' -
    chiede la Lav - realizzare in Tunisia una scena che in Italia sarebbe
    considerata maltrattamento secondo il Codice penale poiche' effettuata
    senza stordimento e al di fuori di un macello autorizzato, fuori dal
    quale un bovino non puo' essere abbattuto?". La LAV rivolge questi
    interrogativi "al regista Tornatore e alla societa' di produzione
    Medusa chiedendo al Sottosegretario alla Salute Martini di realizzare
    il controllo sui set cinematografici e televisivi da lei annunciato
    alcuni mesi fa. Siamo convinti che cosi' - conclude la nota - anche per
    produzioni italiane realizzate in Paesi dove vigono norme piu'
    permissive di quella italiana, le cose cambierebbero".
    Da "Repubblica" di oggi, 24/09/2009:
     immagino tu sia vegano quindi.
    Lo spazio era sempre lì ma aveva cessato di predominare. La mente si interessava, sopratutto, non di misure e collocazioni, ma di essere e di significato.
  5.     Mi trovi su: Homepage #5274306
    Seph|rotH ha scritto:
    Perchè usando la CG quella scena gli sarebbe probabilmente costata 10 volte tanto.
    Cla.
     Beh allora bastava non fare la scena, soprattutto se, come ha detto l'utente più su, non era importantissima!
    Diamine, ste cose mi fanno rimanere veramente male, non trovo UNA giustificazione che sia una perchè quell'animale abbia dovuto patire certe sofferenze.
    p.s. non sono vegano/vegetariano
  6. Bandito  
        Mi trovi su: Homepage #5274357
    DrRos ha scritto:
    Beh allora bastava non fare la scena, soprattutto se, come ha detto l'utente più su, non era importantissima!
    Diamine, ste cose mi fanno rimanere veramente male, non trovo UNA giustificazione che sia una perchè quell'animale abbia dovuto patire certe sofferenze.
    p.s. non sono vegano/vegetariano
     se nons ei vegano/vegetariano il tuo lamento è decisamente inutile.
    l'industrial farming è la pratica più disgustosa ed atroce che si possa imamginare.

    la carne e i derivati degli animali che mangi sono ottenuti con processi al 99% peggiori di quelli di baaria.

    se vuoi ti mando in privato qualche link di ngo e associazioni animaliste (non roba rottentoamtos per intenderci).
    Lo spazio era sempre lì ma aveva cessato di predominare. La mente si interessava, sopratutto, non di misure e collocazioni, ma di essere e di significato.
  7.     Mi trovi su: Homepage #5274384
    DrRos ha scritto:
    Beh allora bastava non fare la scena, soprattutto se, come ha detto l'utente più su, non era importantissima!
    Diamine, ste cose mi fanno rimanere veramente male, non trovo UNA giustificazione che sia una perchè quell'animale abbia dovuto patire certe sofferenze.
    p.s. non sono vegano/vegetariano
      Se poi il cadavere l'hanno usato per scopi alimentari, la sua sofferenza non è stata vana :D
    Vendo amplificatore da 15 W Fender
    ed elli avea del cul fatto trombetta // La madre dei FDP è sempre incinta.
    LOOOO TOPIIIIIC for everyone, specie per i nuovi
    [EDITATO DALLO STAFF]
    Sorry for epilessia
  8. Smazzato  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #5274401
    ambaradam ha scritto:
    Se poi il cadavere l'hanno usato per scopi alimentari, la sua sofferenza non è stata vana :D
     Se lo sono pappato. :)
    Comunque, non sono vegetariano ma non voglio vedere un film in cui si macella un animale a quel modo, tutto qui. :)
    --
    Stef
    Ex Redattore apodittico di Nextgame.it ed ex-ex-curatore di Deck & Board
    Rantolii, niuz e boiate videoludiche su Il Paradroide e Outcast.it.
  9.     Mi trovi su: Homepage #5274514
    Stefano Castelli ha scritto:
    Se lo sono pappato. :)
    Comunque, non sono vegetariano ma non voglio vedere un film in cui si macella un animale a quel modo, tutto qui. :)

    16:10 - Un Tornatore “troppo rosso”
    "La scena sull'animale ucciso è quasi un documentario, visto che è stata girata in un mattatoio tunisino dove i bovini vengono ammazzati tutti i giorni".
    Così ha risposto Guseppe Tornatore, a Firenze per la prima di Baarìa, ai giornalisti che chiedevano chiarimenti sulla famigerata scena "rosso sangue" dell'uccisione del bovino, che ha scatenato le ire delle associazioni di animalisti.
    "E' una scena - ha spiegato Tornatore - che volevo fortemente, non potevo eliminarla, era troppo importante. Abbiamo provato con gli effetti speciali ma non era la stessa cosa. Allora abbiamo cercato un mattatoio attivo e siamo entrati con una troupe, abbiamo travestito i lavoratori del posto con gli abiti del film e abbiamo girato una scena quasi come se fosse un documentario. Vorrei precisare che quella scena, dal vivo, avviene 5, 6 volte al giorno."
    Tornatore porge inoltre le sue scuse alla figlia del cantautore Sergio Endrigo, indignata perché durante la scena il commento musicale è stato affidato a una canzone del padre.
    Il regista ha poi raccontato di aver scritto, una volta, un film per Cecchi Gori.
    "Ma non andò perché, così mi rispose ironicamente Mario, erano presenti troppe bandiere rosse. Le sue parole non volevano essere una censura - spiega Tornatore - ma Cecchi Gori osservò che le bandiere rosse non interessavano più a nessuno. In Baarìa invece riprendo il tema politico."
    http://news.cinecitta.com/news.asp?id=29830
    Chi ha visto il film dice che la scena dura pochissimi secondi...
    See you next wednesday!
  10. Videospiel macht frei  
        Mi trovi su: Homepage #5274537
    Mi pare di aver citato questa scena già una volta, si parlava di Cannibal Holocaust

    Guardatela se avete lo stomaco forte (probabilmente se non siete registrati -come maggionrenni- non potrete vederla). Anche perchè non dura "pochi secondi".

    http://www.youtube.com/watch?v=1VckMYv6WE0

    Non credo che qualche discendente di Mahler si sia lamentato per questo straordinatio momento di cinema.

    La violenza sugli animali è una cosa con cui dobbiamo convivere, temo.

    Tra Half-Life e Haunting Ground, mi tengo Haunting Ground senza pensarci un secondo / Chi pensa di sapere tutto, o anche solo qualcosa, su Silent Hill clicchi qui / Io li boicotto, voi fate un po' come volete / NEXT EVIL Guida per i nuovi utenti / Zeru dignità / Xbox Live: MyauTheReal Playstation Network: MyauTheReal
  11. having fun with the blues  
        Mi trovi su: Homepage #5274547
    Stefano Castelli ha scritto:
    Comunque, non sono vegetariano ma non voglio vedere un film in cui si macella un animale a quel modo, tutto qui. :)
      tutti gli animali vengono macellati in quel modo.
     prima vengono storditi o tramite elettronarcosi o tramide biossido di carbonio o con la botta in mezzo agli occhi per forare il cranio e ledere i centri nervosi (che ultimamente pare essere di moda nei film...vedi no country for old men) e poi si recidono i vasi del collo per far dissanguare l'animale 
     
    ho messo in spoiler per evitare di turbare la sensibilita' di qualcuno...se non volete sapere come avviene la macellazione non cliccate :)
  12.     Mi trovi su: Homepage #5274642
    L'Indagato ha scritto:
    se nons ei vegano/vegetariano il tuo lamento è decisamente inutile.
    l'industrial farming è la pratica più disgustosa ed atroce che si possa imamginare.
    la carne e i derivati degli animali che mangi sono ottenuti con processi al 99% peggiori di quelli di baaria.
    se vuoi ti mando in privato qualche link di ngo e associazioni animaliste (non roba rottentoamtos per intenderci).
     Ma lo so bene Indagato, per questo ho specificato il mio essere carnivoro XD
    Condanno anch'io le torture sugli animali praticate dall'industrial farming, ma volendo essere cinici un fine lo vedo...
    ripeto, esiste una qualche valida ragione per la quale l'animale abbia dovuto soffrire!? No!
  13. Bandito  
        Mi trovi su: Homepage #5274746
    DrRos ha scritto:
    Ma lo so bene Indagato, per questo ho specificato il mio essere carnivoro XD
    Condanno anch'io le torture sugli animali praticate dall'industrial farming, ma volendo essere cinici un fine lo vedo...
    ripeto, esiste una qualche valida ragione per la quale l'animale abbia dovuto soffrire!? No!
     supponevo che avessero usato un animale da amcello e il post sopra conferma.
    in ogni caso, grazie alla mia ragazza che essendo californiana (cucina fusion) ed ha vissuto in un monastero buddista (ha imparato mille modi di cucinare verdure) la mia alimentazione è radicalmente cambiata.
    mille diversi tipi di verdura, frutta, legumi, radici (conoscete il quinoa?) e tanta soia, in tutti i modi possibili (tofu, edamame, hamburger, salse, foglie, miso) ho ridotto drasticamente il mio consumo di carne a circa uan volta a settimana.

    ne per peolitica ne per idealismo, semplicemente nell'ultimo periodo, passando davanti al banco frigo mi veniva la nausea.
    e tra aprentesi, ne ho guadaganto di salute e scoperto sapori (asiatici, sudamericani, medio-orientali) che prima ignoravo totalmente.
    mis cuso per l'ot ma sono sensibile al tema
    FINE OT
    Lo spazio era sempre lì ma aveva cessato di predominare. La mente si interessava, sopratutto, non di misure e collocazioni, ma di essere e di significato.
  14.     Mi trovi su: Homepage #5274755
    L'Indagato ha scritto:
    supponevo che avessero usato un animale da amcello e il post sopra conferma.
    in ogni caso, grazie alla mia ragazza che essendo californiana (cucina fusion) ed ha vissuto in un monastero buddista (ha imparato mille modi di cucinare verdure) la mia alimentazione è radicalmente cambiata.
    mille diversi tipi di verdura, frutta, legumi, radici (conoscete il quinoa?) e tanta soia, in tutti i modi possibili (tofu, edamame, hamburger, salse, foglie, miso) ho ridotto drasticamente il mio consumo di carne a circa uan volta a settimana.
    ne per peolitica ne per idealismo, semplicemente nell'ultimo periodo, passando davanti al banco frigo mi veniva la nausea.
    e tra aprentesi, ne ho guadaganto di salute e scoperto sapori (asiatici, sudamericani, medio-orientali) che prima ignoravo totalmente.
    mis cuso per l'ot ma sono sensibile al tema
    FINE OT
     E con me caschi a fagiolo, il mio problema però è che sono troppo schizzinoso cmq se ti va piemmami qualche ricetta strana! :D
    /OT

  Baarìa

Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!

         

Online

Ci sono 0 ospiti e 0 utenti online su questa pagina