1.     Mi trovi su: Homepage #5285337
    Io mi vergogno di un popolo che trova normale che un propietario di svariati canali televisivi, svariate case editrici, svariate testate giornalistiche, propietario di una squadra di calcio, bugiardo sbugiardato ripetutamente, puttaniere de facto, iscritto ad una loggia massonica con scopi eversivi, miliardario con soldi di dubbia provenienza, esaltatore di mafiosi condannati, amico di mafiosi condannati, possa pensare di potersi candidare ad qualsivoglia elezione.
    Io mi vergogno di un popolo che vota un figuro siffatto e gli permette di ottenere un potere che in Europa non si poteva neppure sognare fino a 25 anni fa.
    Io mi vergogno di un popolo la cui rappresentanza in parlamento, definita "opposizione" accetta di discutere con un personaggio pubblico che in qualunque nazione occidentale (escluso forse gli USA) sarebbe bandito dalla pubblica amministrazione se non forse reclusodirettamente in carcere.
    Io mi vergogno di un popolo che invece di scendere in piazza e distruggere tutto, per ricostruire, decide di starsene in casa a vedere "Annozero" e "Report" per poi lamentarsi e far sapere al mondo quanto le cose vanno male sottoscivendo defacto il sistema socio-televisivo italiano.
    Io mi vergogno di un popolo che festeggia il rispetto della propria costituzione fondante.
    Io mi vergogno di un popolo che è specchio della propria classe politica e viceversa, che vede le tasse come un furto e l'ignoranza come un merito.
    Mi vergogno di un paese che permette a pochi di distruggere ciò che è di tutti in nome dei soldi, tanti e subito, lascianod ricadere sui proprii figli le conseguenze di ciò che si stà facendo ora in Italia, sulle coste, nel mare...ovunque.
    Mi vergogno di un paese che esalta il valore dei nostri emigrati decantandone sempre con passione il folklore e la "cultura" da loro esportata in tutto il mondo, ma che demonizza ogni lustro una minoranza etnica diversa che osa porre piede sul suolo italico, dimenticandosela il lustro successivo.
    Mi vergogno di un popolo fiero della propria storia che si è ridotto volontariamente nella macchietta che è agli occhi del mondo.
    Credo che al mondo il paradiso e la perfezione non esistano e non si possano incontrare, ma il paese che mi ha dato i natali è caduto talmente in basso da farmi venire la nausea.
    "Non discutere mai con un idiota, ti trascina al suo livello e ti batte con l'esperienza"
    GANDHI'S GUNN - HEAVY ROCK FOR HEAVY PEOPLE!!!
    Kabuto Art Lab
  2.     Mi trovi su: Homepage #5285362
    Kabuto ha scritto:
    Io mi vergogno di un popolo che trova normale che un propietario di svariati canali televisivi, svariate case editrici, svariate testate giornalistiche, propietario di una squadra di calcio, bugiardo sbugiardato ripetutamente, puttaniere de facto, iscritto ad una loggia massonica con scopi eversivi, miliardario con soldi di dubbia provenienza, esaltatore di mafiosi condannati, amico di mafiosi condannati, possa pensare di potersi candidare ad qualsivoglia elezione.
    Io mi vergogno di un popolo che vota un figuro siffatto e gli permette di ottenere un potere che in Europa non si poteva neppure sognare fino a 25 anni fa.
    Io mi vergogno di un popolo la cui rappresentanza in parlamento, definita "opposizione" accetta di discutere con un personaggio pubblico che in qualunque nazione occidentale (escluso forse gli USA) sarebbe bandito dalla pubblica amministrazione se non forse reclusodirettamente in carcere.
    Io mi vergogno di un popolo che invece di scendere in piazza e distruggere tutto, per ricostruire, decide di starsene in casa a vedere "Annozero" e "Report" per poi lamentarsi e far sapere al mondo quanto le cose vanno male sottoscivendo defacto il sistema socio-televisivo italiano.
    Io mi vergogno di un popolo che festeggia il rispetto della propria costituzione fondante.
    Io mi vergogno di un popolo che è specchio della propria classe politica e viceversa, che vede le tasse come un furto e l'ignoranza come un merito.
    Mi vergogno di un paese che permette a pochi di distruggere ciò che è di tutti in nome dei soldi, tanti e subito, lascianod ricadere sui proprii figli le conseguenze di ciò che si stà facendo ora in Italia, sulle coste, nel mare...ovunque.
    Mi vergogno di un paese che esalta il valore dei nostri emigrati decantandone sempre con passione il folklore e la "cultura" da loro esportata in tutto il mondo, ma che demonizza ogni lustro una minoranza etnica diversa che osa porre piede sul suolo italico, dimenticandosela il lustro successivo.
    Mi vergogno di un popolo fiero della propria storia che si è ridotto volontariamente nella macchietta che è agli occhi del mondo.
    Credo che al mondo il paradiso e la perfezione non esistano e non si possano incontrare, ma il paese che mi ha dato i natali è caduto talmente in basso da farmi venire la nausea.
      Condivido pienamente tutto :(
  3. Bandito  
        Mi trovi su: Homepage #5286231
    amen.
    Lo spazio era sempre lì ma aveva cessato di predominare. La mente si interessava, sopratutto, non di misure e collocazioni, ma di essere e di significato.
  4.     Mi trovi su: Homepage #5286241
    Kabuto ha scritto:
    Io mi vergogno di un popolo che trova normale che un propietario di svariati canali televisivi, svariate case editrici, svariate testate giornalistiche, propietario di una squadra di calcio, bugiardo sbugiardato ripetutamente, puttaniere de facto, iscritto ad una loggia massonica con scopi eversivi, miliardario con soldi di dubbia provenienza, esaltatore di mafiosi condannati, amico di mafiosi condannati, possa pensare di potersi candidare ad qualsivoglia elezione.
    Io mi vergogno di un popolo che vota un figuro siffatto e gli permette di ottenere un potere che in Europa non si poteva neppure sognare fino a 25 anni fa.
    Io mi vergogno di un popolo la cui rappresentanza in parlamento, definita "opposizione" accetta di discutere con un personaggio pubblico che in qualunque nazione occidentale (escluso forse gli USA) sarebbe bandito dalla pubblica amministrazione se non forse reclusodirettamente in carcere.
    Io mi vergogno di un popolo che invece di scendere in piazza e distruggere tutto, per ricostruire, decide di starsene in casa a vedere "Annozero" e "Report" per poi lamentarsi e far sapere al mondo quanto le cose vanno male sottoscivendo defacto il sistema socio-televisivo italiano.
    Io mi vergogno di un popolo che festeggia il rispetto della propria costituzione fondante.
    Io mi vergogno di un popolo che è specchio della propria classe politica e viceversa, che vede le tasse come un furto e l'ignoranza come un merito.
    Mi vergogno di un paese che permette a pochi di distruggere ciò che è di tutti in nome dei soldi, tanti e subito, lascianod ricadere sui proprii figli le conseguenze di ciò che si stà facendo ora in Italia, sulle coste, nel mare...ovunque.
    Mi vergogno di un paese che esalta il valore dei nostri emigrati decantandone sempre con passione il folklore e la "cultura" da loro esportata in tutto il mondo, ma che demonizza ogni lustro una minoranza etnica diversa che osa porre piede sul suolo italico, dimenticandosela il lustro successivo.
    Mi vergogno di un popolo fiero della propria storia che si è ridotto volontariamente nella macchietta che è agli occhi del mondo.
    Credo che al mondo il paradiso e la perfezione non esistano e non si possano incontrare, ma il paese che mi ha dato i natali è caduto talmente in basso da farmi venire la nausea.
      Ok, adesso fai però anche l'inverso: scrivi quello di cui non ti vergogni. Non per altro, ma per avere un quadro completo di cosa fai e cosa pensi. Non credo che ti vergognerai di tutto.
    Cerco di spiegarmi meglio: se poi mi scrivi che non ti vergogni ad esempio di farti le pere o di guidare ubriaco (è un esempio ovviamente) per me rendi inutile tutto quello che hai scritto sopra, non so se mi spiego.
  5. boh  
        Mi trovi su: Homepage #5286307
    Lightside ha scritto:
    Ok, adesso fai però anche l'inverso: scrivi quello di cui non ti vergogni. Non per altro, ma per avere un quadro completo di cosa fai e cosa pensi. Non credo che ti vergognerai di tutto.
    Cerco di spiegarmi meglio: se poi mi scrivi che non ti vergogni ad esempio di farti le pere o di guidare ubriaco (è un esempio ovviamente) per me rendi inutile tutto quello che hai scritto sopra, non so se mi spiego.
     Giusto, vogliamo il contraddittorio!
  6. °__°  
        Mi trovi su: Homepage #5286309
    Tristemente nonché mestamente sottoscrivo, amareggiato e sconsolato.
    /!\Il Milanista "Zelda è meglio di Jenna Jameson" di NextGame/!\
  7. Videospiel macht frei  
        Mi trovi su: Homepage #5286314
    Kabuto ha scritto:
    Io mi vergogno di un popolo che trova normale che un propietario di svariati canali televisivi, svariate case editrici, svariate testate giornalistiche, propietario di una squadra di calcio, bugiardo sbugiardato ripetutamente, puttaniere de facto, iscritto ad una loggia massonica con scopi eversivi, miliardario con soldi di dubbia provenienza, esaltatore di mafiosi condannati, amico di mafiosi condannati, possa pensare di potersi candidare ad qualsivoglia elezione.
    Io mi vergogno di un popolo che vota un figuro siffatto e gli permette di ottenere un potere che in Europa non si poteva neppure sognare fino a 25 anni fa.
    Io mi vergogno di un popolo la cui rappresentanza in parlamento, definita "opposizione" accetta di discutere con un personaggio pubblico che in qualunque nazione occidentale (escluso forse gli USA) sarebbe bandito dalla pubblica amministrazione se non forse reclusodirettamente in carcere.
    Io mi vergogno di un popolo che invece di scendere in piazza e distruggere tutto, per ricostruire, decide di starsene in casa a vedere "Annozero" e "Report" per poi lamentarsi e far sapere al mondo quanto le cose vanno male sottoscivendo defacto il sistema socio-televisivo italiano.
    Io mi vergogno di un popolo che festeggia il rispetto della propria costituzione fondante.
    Io mi vergogno di un popolo che è specchio della propria classe politica e viceversa, che vede le tasse come un furto e l'ignoranza come un merito.
    Mi vergogno di un paese che permette a pochi di distruggere ciò che è di tutti in nome dei soldi, tanti e subito, lascianod ricadere sui proprii figli le conseguenze di ciò che si stà facendo ora in Italia, sulle coste, nel mare...ovunque.
    Mi vergogno di un paese che esalta il valore dei nostri emigrati decantandone sempre con passione il folklore e la "cultura" da loro esportata in tutto il mondo, ma che demonizza ogni lustro una minoranza etnica diversa che osa porre piede sul suolo italico, dimenticandosela il lustro successivo.
    Mi vergogno di un popolo fiero della propria storia che si è ridotto volontariamente nella macchietta che è agli occhi del mondo.
    Credo che al mondo il paradiso e la perfezione non esistano e non si possano incontrare, ma il paese che mi ha dato i natali è caduto talmente in basso da farmi venire la nausea.


    Ma è terrificante!

    Scusa, in che paese vivi? Sai, vorrei evitare di andarci... anche solo attraversarlo di passaggio..

    Tra Half-Life e Haunting Ground, mi tengo Haunting Ground senza pensarci un secondo / Chi pensa di sapere tutto, o anche solo qualcosa, su Silent Hill clicchi qui / Io li boicotto, voi fate un po' come volete / NEXT EVIL Guida per i nuovi utenti / Zeru dignità / Xbox Live: MyauTheReal Playstation Network: MyauTheReal
  8.     Mi trovi su: Homepage #5286427
    mavalaaaaaaaaa'


    (sfogo) sarebbe ora di iniziare a muoversi. Basta perdere tempo sui forum, basta appuntarsi al petto punti come fossero medaglie. Non ce l'ho con te kabu, ma il mondo e' la fuori. Cazzo!
    Una risata lo seppellira'.
  9.     Mi trovi su: Homepage #5286430
    Menny ha scritto:
    Giusto, vogliamo il contraddittorio!
      No non è questione di contraddittorio. Un tempo c'era un utente (giustamente bannato poi) di cui non faccio il nome, che continuava a fare il moralista e poi portava avanti una campagna per la diffusione delle droghe, qui sul forum.
    Oh, non è il caso di Kabuto ovviamente, ma sapere cosa pensa uan persona a 360° secondo me da un quadro sicuramente migliore e più ampio.
  10.     Mi trovi su: Homepage #5286547
    Lightside, perdonami, ma cosa vorresti? Il mio curriculum vitae?
    Guarda, sono un pedofilo pluripregiudicato, evasore fiscale e sodomita, mi faccio le canne, bestemmio e pratico la coprofagia guidando una FIAT.
    Ti basta?

    Questo cambia il fatto che un paese che vorrebbe definirsi democratico, civile e moderno dovrebbe contemplare dei meccanismi giuridici e sociali atti ad impedire che un uomo accentri su si se così tanto potere mediatico e gli impedisca anche solo di pensare di candidarsi senza rinunciare totalmente e REALMENTE a questo potere,  a PRESCINDERE che questo sia più o meno onesto.
    A prescindere.

    Questo cambia il fatto che un (quasi) popolo intero trovi normale, sensato, logico o anche solo accettabile che un individuo del genere possa candidarsi senza rinunciare a tutto il suo potere mediatico?
    Secondo me no e per me lì c'è il nocciolo del problema.
    Se a te va bene così, perfetto, non dobbiamo essere amici per forza.
    Però ti inviterei a riflettere su una frase di un grande che ne sapeva più della maggioranza degli italiani:
    "Non vorrei mai appartenere ad un club che accetterebbe me, fra i suoi iscritti."

    [Modificato da Kabuto il 09/10/2009 10:03]

    "Non discutere mai con un idiota, ti trascina al suo livello e ti batte con l'esperienza"
    GANDHI'S GUNN - HEAVY ROCK FOR HEAVY PEOPLE!!!
    Kabuto Art Lab
  11.     Mi trovi su: Homepage #5287124
    Kabuto ha scritto:
    Lightside, perdonami, ma cosa vorresti? Il mio curriculum vitae?
    Guarda, sono un pedofilo pluripregiudicato, evasore fiscale e sodomita, mi faccio le canne, bestemmio e pratico la coprofagia guidando una FIAT.
    Ti basta?
    Questo cambia il fatto che un paese che vorrebbe definirsi democratico, civile e moderno dovrebbe contemplare dei meccanismi giuridici e sociali atti ad impedire che un uomo accentri su si se così tanto potere mediatico e gli impedisca anche solo di pensare di candidarsi senza rinunciare totalmente e REALMENTE a questo potere,  a PRESCINDERE che questo sia più o meno onesto.
    A prescindere.
    Questo cambia il fatto che un (quasi) popolo intero trovi normale, sensato, logico o anche solo accettabile che un individuo del genere possa candidarsi senza rinunciare a tutto il suo potere mediatico?
    Secondo me no e per me lì c'è il nocciolo del problema.
    Se a te va bene così, perfetto, non dobbiamo essere amici per forza.
    Però ti inviterei a riflettere su una frase di un grande che ne sapeva più della maggioranza degli italiani:
    "Non vorrei mai appartenere ad un club che accetterebbe me, fra i suoi iscritti."
         No, cambierebbe il fatto che se fosse come dici in apertura saresti l'ultimo a poter fare la morale, tutto li.
    .
    E' che secondo me si è perso il reale senso della misura e si guarda troppo all'estero mitizzandolo inutilmente, pensando che sia poi tanto meglio di qui (fermo restando che se potessi andrei via anche io, ma per motivi diversi).
    In Inghilterra il "Sun" ha pubblicato la previsione della sconfitta dei laburisti alle elezioni europee. Questi, davanti alla BBC, hanno preso delle copie del Sun e le hanno bruciate, stracciate, etc... pensa se Berlusconi avesse fatto la stessa cosa con Repubblica...
    Mi sembra che nel nostro paese, su molte cose, ci sia in realtà molto più decoro che in altri, soprattutto quelli che poi ci criticano (o criticano il nostro stile di fare stampa quando sono i primi a vivere di gossip).
    Insomma, ogni paese ha le sue, non credere che la Spagna non ne abbia.
    .
    Cmq hai detto che la porta sai da solo dov'è e l'importante è che uno stia poi bene con se stesso, quindi non vedo il problema, ciao e buona fortuna.

    [Modificato da Lightside il 09/10/2009 15:24]

  12.     Mi trovi su: Homepage #5287294
    Lightside ha scritto:
    No, cambierebbe il fatto che se fosse come dici in apertura saresti l'ultimo a poter fare la morale, tutto li.
     Ma io non stò facendo la morale, io stò solo centrando il punto nevralgico della questione e esprimendo delle mie sensazioni, e queste non sarebbero meno sbagliate neanche se girassi nudo facendo il passo dell'oca con un bambino impalato su una lancia.
    Il gioco che si fa in Italia è questo:
    - "Lei è un ladro di merda"
    - "Ehi, ma ha detto merda"
    - "Mi scusi, ha ragione, lei è un ladro"
    - "Eh, ma lei prima ha detto merda, non discuto con chi si esprime in certe maniere"
    - "..."
    Il problema non è come si comporta B. è che proprio il sistema democratico DEVE difendersi dalla possibilità che un individuo con così tanto POTERE possa andare al governo di una nazione, fosse anche Gesù Cristo in persona, QUESTO E' IL PROBLEMA.
    Per me Bossi che si pulisce il buco del culo con il tricolore (parole sue, eh?) non sono un problema.
    B. che fa le corna in una foto di stato, non sono un problema.
    Folklore risolvibile in breve tempo.
    B. che possiede canali televisi, radiofonici, editoriali, cinematografici etc etc e gli è COMUNQUE permesso di pensare di candidarsi, è una follia, ma non è un problema mio è proprio IL problema del sistema Italia.
    Trovami un altro paese in una situazione del genere qui in Europa.
    So già da me che fuori non ci sono i boschi di denaro e le piantagioni di felicità, ma una situazione peggiore di quella italiana la posso trovare solo in paesi come Egitto o Iran.
    Renditene conto per favore.
    E tra 5/10 anni te ne renderai conto sempre di più.
    Cmq hai detto che la porta sai da solo dov'è e l'importante è che uno stia poi bene con se stesso, quindi non vedo il problema, ciao e buona fortuna.

    Grazie, ma secondo me ne avrete più bisogno voi.
    "Non discutere mai con un idiota, ti trascina al suo livello e ti batte con l'esperienza"
    GANDHI'S GUNN - HEAVY ROCK FOR HEAVY PEOPLE!!!
    Kabuto Art Lab
  13.     Mi trovi su: Homepage #5287371
    Kabuto ha scritto:
    Grazie, ma secondo me ne avrete più bisogno voi.
      Che poi... tecnicamente parlando se poi ti connetterai dalla Spagna per noi è come se non fosse cambiato niente. :DD
    .
    Sul resto: anteponi i tuoi princpii ai problemi di tutti (tecnicamente al posto che tentare di risolvere il problema te ne allontani). E' un modo di pensare e di agire che personalmente non condivido, ma che non mi permetto nè di giudicare nè di criticare.

  Manifesto

Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!

         

Online

Ci sono 0 ospiti e 0 utenti online su questa pagina