1.     Mi trovi su: Homepage #5307974
    I Woodblade ha scritto:
    Vincenzo, ma il gioco è un sistema di salvataggio a punti fissi (e piuttosto distanti) come i primi due? Come livello di difficoltà come lo porresti in rapporto ai primi due?
    Ciao caro. I salvataggi sono fissi, sì. Tuttavia ho trovato la dislocazione degli stessi appropriata. Distanti quel tanto che basta per creare un minimo di incertezza e apprensione (per modo di dire, comunque: non si muore, infatti. Il che non equivale a dire che non si viene mai sconfitti - può capitare infatti di perdere qualche battaglia - ma che la cospiqua presenza di retry clock - aggeggi per ricominciare da capo la battaglia persa - garantisce la sopravvivenza), senza per questo costringere a peregrinazioni infinite.
    .
    Sulla difficoltà non saprei rispondere con precisione. Ricordo che il primo Mario & Luigi RPG mi aveva "impegnato" più di questo; mentre il seguito mi pare sulla stessa linea di "Viaggio al Centro di Bowser". Ma sono impressioni vaghe.
    A ogni modo, difficoltà bassa. Ma non di quel tanto da rendere il gioco poco godibile. Diciamo che è la cospicua presenza di oggetti curativi e aggeggilli di varia natura a rendere l'avventura scorrevole. Il comportamento dei nemici, invece, non è malvagio: colpiscono duro e puntualmente.

  [Recensione Mario & Luigi: Viaggio al Centro di Bowser] Un'avventura intestinale

Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!

         

Online

Ci sono 0 ospiti e 0 utenti online su questa pagina