1.     Mi trovi su: Homepage #5313225

    L’ex tecnico interista in «pole» se salta Pellegrini. Si parla anche di Spalletti, che però ha detto sì allo Zenit

    ROMA, 29 ottobre - «Vergogna!», «Umi­liati!», «Figuraccia storica!», «Vattene subito!». I quattro quotidiani sportivi spagnoli ci vanno giù pesante, all'indo­mani della peggior sconfitta del Real Madrid in 107 anni di onorata storia. Un 4-0 che non permette repliche e che pone sul banco degli imputati, in pri­ma fila, il nuovo allenatore Manuel Pel­legrini. «Marca», in particolare, chie­de a gran voce l'immediata destituzio­ne del tecnico, a suo modo di vedere, il principale artefice della disastrosa esi­bizione di Alcorcón, contro una squa­dra di 3ª Divisione. In realtà, i prece­denti non mancano nel glorioso passa­to delle Merengues, anche se non sono mai stati accompagnati da risultati co­sì rotondi. Il Real, infatti, in tempi recenti, è già stato sbattuto fuori dalla Coppa del Re, da due squadre di Segunda B, la nostra serie C. Successe contro il Toledo, nel­la stagione 2000-01, e contro il Real Unión di Irún, solo l'anno scorso. Per non incorrere nella terza disonorevole eliminazione, Raúl e compagni dovran­no dar vita a un mezzo miracolo nella gara di ritorno, che si disputerà al Ber­nabéu, il prossimo 10 novembre. C'è da scommettere che, per salvare l'onore e la panca, Pellegrini allineerà la miglior formazione possibile, Casillas e Kakà compresi. Cristiano Ronaldo, non è an­cora al meglio e di sicuro assente nelle prossime sfide contro Getafe e soprat­tutto nel ritorno di Champions contro il Milan, a causa dell’infortunio alla cavi­glia destra.

    SUCCESSORE - Florentino Pérez ha già fatto capire che pretende una prova d'orgoglio ad una squadra costruita, a peso d'oro, per competere in tutte e tre i tornei. Il presidente imputa all'allena­tore l'incapacità di dar vita a una vera squadra e a guadagnarsi il rispetto dei giocatori. Intento, il presidente avreb­be contattato Roberto Mancini e, in se­conda battuta, Luciano Spalletti, che però ormai sembra vicinissimo a fir­mare per lo Zenit.

    SPALLETTI E LO ZENIT - L’ex tecnico della Roma scioglierà la sua riserva il 30 no­vembre, il giorno dopo la fine del cam­pionato russo. Lo aspette un biennale da 4 milioni a stagione, e un ruolo da plenipotenziario. Ma nelle quattro gior­nate che mancano la coppia Davidov­Vorobiev, in questo momento terza in classifica con 47 punti, a -6 dal Rubin in testa e -5 dallo Spartak secondo, si gio­cherà le carte rimanenti, cercando di sfruttare i due scontri diretti restanti. Quel che è certo è che Spalletti non re­sterà fermo fino al prossimo giugno. Seppoi davvero il Real lo chiamasse le cose potrebbero ovviamente cambiare. La palla è in mano al dg Valdano, che aveva spinto a suo tempo per Pellegri­ni e, se le cose continueranno così, po­trebbe essere costretto da Florentino a tornare sulla panchina dei galattici. Le prossime sfide contro il Getafe e il Mi­lan daranno qualche indicazione in più. «Per il momento l'allenatore resta», ha dichiarato il presidente del Real. Ma...
  2.     Mi trovi su: Homepage #5313226
    Mancini: «Sono pronto per allenare all'estero»

    L'ex tecnico dell'Inter: «I campionati sono appena iniziati, vediamo che succede nelle prossime settimane»

    ROMA, 29 ottobre - Roberto Mancini scommette ancora sulla sua ex squadra, l'Inter per questo campionato. «Credo che l'Inter sia ancora la più forte - dice a Sky Sport 24 - ma la Juve ha le qualità per lottare con l'Inter. Poi spero che la Sampdoria rimanga a lungo lì a dar fastidio».

    NAPOLI - Intanto, sabato c'è il big-match Juve-Napoli. «Sarà sicuramente una bella partita perché la Juventus viene da una partita importante con la Sampdoria e il Napoli si è ripreso. Credo che possa mettere in difficoltà la juve, ha le caratteristiche giuste per fare bene anche fuori casa».

    LAZIO - Un'altra sua ex, la Lazio, non se la sta passando bene. Mancini non ha una spiegazione per questa crisi. «Non ne ho idea, a volte capita che una squadra possa attraversare momenti difficili».

    ESPERIENZA ALL'ESTERO - Presto potrebbe tornare in panchina, dove è ancora un mistero, ma la voglia di certo non manca. «Vediamo, i campionati sono iniziati da poco, vedremo che succederà nelle prossime settimane. Un'esperienza all'estero può essere molto utile, credo sia il momento giusto, poi vedremo».

  3.     Mi trovi su: Homepage #5320812
    Mancini: «Sarei onorato di allenare il Real Madrid»

    L'ex tecnico dell'Inter: «Ma non ho mai detto che sarei il migliore per allenare le merengues»

    ROMA, 4 novembre - «Ogni allenatore sarebbe onorato di allenare il Real Madrid, io sono pronto per una nuova sfida». Lo dice Roberto Mancini in una dichiarazione all'Ansa in cui smentisce le frasi che gli sono state attribuite oggi dalla stampa spagnola. «Ringrazio - afferma Mancini - per l'attenzione ricevuta dalla stampa iberica anche se non ho contattato telefonicamente nessun giornalista e non ho rilasciato le dichiarazioni riportate oggi dalla stampa. Sono pronto per un nuovo club e per una nuova sfida in Italia o all'estero, qualsiasi allenatore nella sua carriera sarebbe onorato di poter sedere sulla panchina di un club prestigioso come il Real Madrid».

    Oggi 'El Pais', principale quotidiano spagnolo, aveva scritto che Mancini si era "offerto per la panchina" del club nove volte campione d'Europa e che sarebbe "ossessionato per allenare il Madrid". Secondo El Pais, "preoccupato per la sua scarsa reputazione in Spagna", l'ex allenatore dell'Inter ha cercato "in tutti i modi" di farsi ascoltare da Florentino Perez. Con questo proposito, si sarebbe messo in contatto con un gruppo di giornalisti spagnoli per far sapere che è sul mercato e che si sente forte. «Sono il migliore allenatore che possa avere il Real Madrid - avrebbe assicurato Mancini - non a caso le mie iniziali sono R.M.»
  4. Quanti Teddy bisogna inventare per tutta la vita ?  
        Mi trovi su: Homepage #5321040
    Pezzotto ha scritto:
    «Sono il migliore allenatore che possa avere il Real Madrid - avrebbe assicurato Mancini - non a caso le mie iniziali sono R.M.»


    :rotfl: :rotfl: :rotfl:
    Non consiste forse nel rompere il tuo pane con chi ha fame, nel portare a casa tua i poveri senza tetto, nel vestire chi è nudo, senza trascurare quelli della tua stessa carne?

  Clamoroso Real Madrid, Perez pensa a Mancini

Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!

         

Online

Ci sono 0 ospiti e 0 utenti online su questa pagina