1. Frivolo  
        Mi trovi su: Homepage #5357506
    Alcune settimane fà, Guardando le ore di gioco che ho attualmente in Fallout 3 (Più di 300 suddivise tra 6 PG) ho avuto lo spunto per una riflessione sul futuro di questa nostra passione dei videogiochi: Con il boom attuale, le grandi produzioni e l avanzamento tecnologico i videogiochi sembrano finalmente aver preso la piega per essere affiancati alle forme di intrattenimento classiche, ma mi chiedo: cosa accadrà quando in un ipoetetica Playstation 5, o una xbox 1440, nelle quali dovremmo entrare per essere direttamente catapultati in un mondo virtuale, i giocatori si dimenticheranno della propria vita reale?? cosa accadrà quando noi hard gamers trovandoci fisicamente in un futuristico Halo 7 non ci renderemo nemmeno conto del tempo che passa? l esempio più eclatante oggi e sicuramente World of Warcraft, con ripetuti casi di persone che passavano settimane senza alzarsi da quella sedia girevole... queste cose mi fanno pensare che la mia ipotesi non sia poi così lontana dalla realtà. E dunque cosa succederà? i videogiochi verranno messi al bando? faranno in modo che queste futuristiche console non possano restare accese per più di un tot di ore al giorno?? 
    Cosa ne pensate voialtri fratelli gamer?? sono io che esagero o siamo tutti fregati??
    Rock n Roll Yeaahh!
  2.     Mi trovi su: Homepage #5357716
    io penso che chi oggi rimane incollato alla sedia per settimane continuerà a farlo anche in futuro, e chi si sa controllare continuerà a farlo anche in futuro, quindi in pratica non cambierà propio niente :D!
    Powered by MAC OS X!
    *Io credo in Nintendo*
    Giuro solennemente che ora e sempre la farò fuori dal vaso!
  3. Videospiel macht frei  
        Mi trovi su: Homepage #5357735
    "Futuro dei videogiochi="? Quale "futuro"?
    Cioè, volevo dire che faccio fatica a comprendere la questione poichè, personalmente, mi manca completamente in tempo per giocare, ho il problema opposto!
    Ok, c'è chi passa settimane di fronte a Whore of Warcaft... ma chi lo mantiene? Chi lo nutre? Chi gli paga la connessione e l'abbonamento? Sono tutti eterni adolescenti?
    Prima o poi dovranno piantar lì e confrontarsi con la realtà.
    Tra Half-Life e Haunting Ground, mi tengo Haunting Ground senza pensarci un secondo / Chi pensa di sapere tutto, o anche solo qualcosa, su Silent Hill clicchi qui / Io li boicotto, voi fate un po' come volete / NEXT EVIL Guida per i nuovi utenti / Zeru dignità / Xbox Live: MyauTheReal Playstation Network: MyauTheReal
  4. Utente non attivo.  
        Mi trovi su: Homepage #5358068
    Sgargio ha scritto:
    i videogiochi verranno messi al bando? faranno in modo che queste futuristiche console non possano restare accese per più di un tot di ore al giorno?? 
    Cosa ne pensate voialtri fratelli gamer?? sono io che esagero o siamo tutti fregati??
      Frega poco a loro imho, più il mercato tira più ne sforneranno.
    La mia preoccupazione invece è che col trend attuale di gioconi veramente immersivi e alienanti ( :sbav: ) ne sfornano sempre meno a favore di giochilli demenziali di cui me ne sbatto altamente.
  5.     Mi trovi su: Homepage #5358549
    _MoRbO_ ha scritto:
    Frega poco a loro imho, più il mercato tira più ne sforneranno.
    La mia preoccupazione invece è che col trend attuale di gioconi veramente immersivi e alienanti ( :sbav:  ) ne sfornano sempre meno a favore di giochilli demenziali di cui me ne sbatto altamente.
     Vedi ad esempio mamma N come sta andando questa generazione: Un sacco di console vendute, giochi casual che costano poco in termini di produzione che vanno via come il pane (e quindi più ricavi per gioco) e di gioconi se ne vedono veramente pochi...
    Per l'abbassamento del livello di qualità dei giochi resta solo da sperare in un'inversione di tendenza all'interno del mercato, altrimenti la prossima generazione pure MS e Sony inizieranno ad andare in quella direzione e tanti saluti all'intrattenimento di qualità.
    /!\L'amante del caffè annacquato di Nextgame/!\
  6. Frivolo  
        Mi trovi su: Homepage #5358563
    I giochi di qualità sono diminuiti effettivamente sulla percentuale delle produzioni totali.. ma considerando che la produzione in questi ultimi anni è aumentata esponenzialmente, io credo che tra le mani abbiamo comunque un buon numero di videogiochi di qualità e un sacco di publisher su cui contare, certo, le cazzate vanno alla grande in sto periodo, ma io conto fortemente su beteshda, Bioware, lionhead, blizzard e nomi come questi che continuano a sfornare ottimi giochi, quei giochi che attirano maggiormente coloro che non si sanno controllare, certamente non saranno le case produttrici a mettere un limite sui tempi giornalieri di gioco, ma se casi, come i sopracitati, di persone che non avranno più vita sociale aumenteranno, io credo che qualcun altro un giorno vorrà porre un limite
    Rock n Roll Yeaahh!
  7.     Mi trovi su: Homepage #5358889
    Quindi intendi che un'autorità governativa un giorno potrebbe decidere di imporre alle case produttrici l'inserimento di un timer che limiti a 1/2 ore la possibilità di giocare ogni giorno? Sarebbe come imporre ad un intero mercato (quello dell'elettronica) di colare a picco. Non hanno ancora vietato la vendita delle sigarette, che sono molto più dannose di una videogiocata da dipendente, non vedo perchè debbano limitare il tempo di gioco...
    /!\L'amante del caffè annacquato di Nextgame/!\
  8. Utente non attivo.  
        Mi trovi su: Homepage #5358915
    Sgargio ha scritto:
    Alcune settimane fà, Guardando le ore di gioco che ho attualmente in Fallout 3 (Più di 300 suddivise tra 6 PG) ho avuto lo spunto per una riflessione sul futuro di questa nostra passione dei videogiochi: Con il boom attuale, le grandi produzioni e l avanzamento tecnologico i videogiochi sembrano finalmente aver preso la piega per essere affiancati alle forme di intrattenimento classiche, ma mi chiedo: cosa accadrà quando in un ipoetetica Playstation 5, o una xbox 1440, nelle quali dovremmo entrare per essere direttamente catapultati in un mondo virtuale, i giocatori si dimenticheranno della propria vita reale?? cosa accadrà quando noi hard gamers trovandoci fisicamente in un futuristico Halo 7 non ci renderemo nemmeno conto del tempo che passa? l esempio più eclatante oggi e sicuramente World of Warcraft, con ripetuti casi di persone che passavano settimane senza alzarsi da quella sedia girevole... queste cose mi fanno pensare che la mia ipotesi non sia poi così lontana dalla realtà. E dunque cosa succederà? i videogiochi verranno messi al bando? faranno in modo che queste futuristiche console non possano restare accese per più di un tot di ore al giorno?? 
    Cosa ne pensate voialtri fratelli gamer?? sono io che esagero o siamo tutti fregati??
    Tutto sta nel sapersi controllare, indipendentemente dall' avanzamento della tecnologia.
  9.     Mi trovi su: Homepage #5358932
    Baustalla ha scritto:
    Quindi intendi che un'autorità governativa un giorno potrebbe decidere di imporre alle case produttrici l'inserimento di un timer che limiti a 1/2 ore la possibilità di giocare ogni giorno? Sarebbe come imporre ad un intero mercato (quello dell'elettronica) di colare a picco. Non hanno ancora vietato la vendita delle sigarette, che sono molto più dannose di una videogiocata da dipendente, non vedo perchè debbano limitare il tempo di gioco...
      Però la discussione è interessante.
    Con il progresso tecnologico i videogiochi diventano sempre più realistici, più realistico diventa il nostro modo di interagire con essi, e più alta la fedeltà con cui vengono riprodotte situazioni "scorrette". Basti pensare allo scalpore che fanno ora certi videogiochi rispetto ad anni fa, ma allora erano una manciata di pixel, per forza di cose non infastidivano nessuno. Quindi vien da chiedersi:
    Se adesso posso mettere GTA 4 ,picchiare una ragazza e accanirmi sul cadavere (con la realisticità e le possibilità che fornisce il gioco e la console) cosa potrò fare in GTA 8? Con una grafica IDENTICA alla realtà,immagino, sarà molto più "disturbante",magari non per noi,non per tutti, ma per qualcuno sì. Figuriamoci se parliamo di realtà virtuale(in un futuro far far away) dove sei tu in prima persona a poter fare queste cose.
    Ah, se ne parlerà parecchio di videogiochi in futuro, questo è certo.:)
  10.     Mi trovi su: Homepage #5359146
    Come destarono scalpore anni addietro film violenti perchè rischiavano di far immedesimare gli osservatori nei ruoli dei protagonisti, così destano e desteranno scalpore certe tipologie di videogiochi. Ora, a parte certe eccezioni, il cinema è considerato una forma d'arte dalla maggior parte delle persone. Io, come penso molti altri sul forum (se non tutti :D), considero già i videogiochi come una forma d'arte, addirittura più complessa da analizzare del cinema. Si stanno già formando scuole di pensiero e critici esperti in questo settore, ma resta reputato dalla maggior parte della gente come una forma di intrattenimento infantile e adolescenziale, semplicemente perchè vedono i videogiochi come un "perdere tempo" e non come "aumento il mio bagaglio culturale" (come molta gente pensa ora del cinema). Probabilmente ci vorranno ancora una cinquantina d'anni, ma sono certo che un giorno si studierà la storia dello sviluppo dell'intrattenimento videoludico come dodicesima arte, come ora si studia la storia della televisione, del cinema, ecc... Quindi piuttosto che tendere alla limitazione delle possibilità di videogiocare, probabilmente ci saranno addirittura corsi universitari che ti spingeranno a giocare e criticare grandi classici.
    O forse sono troppo ottimista? :DD
    /!\L'amante del caffè annacquato di Nextgame/!\
  11. LoTopichino DOC  
        Mi trovi su: Homepage #5359319
    Baustalla ha scritto:
    Come destarono scalpore anni addietro film violenti perchè rischiavano di far immedesimare gli osservatori nei ruoli dei protagonisti, così destano e desteranno scalpore certe tipologie di videogiochi. Ora, a parte certe eccezioni, il cinema è considerato una forma d'arte dalla maggior parte delle persone. Io, come penso molti altri sul forum (se non tutti :D), considero già i videogiochi come una forma d'arte, addirittura più complessa da analizzare del cinema. Si stanno già formando scuole di pensiero e critici esperti in questo settore, ma resta reputato dalla maggior parte della gente come una forma di intrattenimento infantile e adolescenziale, semplicemente perchè vedono i videogiochi come un "perdere tempo" e non come "aumento il mio bagaglio culturale" (come molta gente pensa ora del cinema). Probabilmente ci vorranno ancora una cinquantina d'anni, ma sono certo che un giorno si studierà la storia dello sviluppo dell'intrattenimento videoludico come dodicesima arte, come ora si studia la storia della televisione, del cinema, ecc... Quindi piuttosto che tendere alla limitazione delle possibilità di videogiocare, probabilmente ci saranno addirittura corsi universitari che ti spingeranno a giocare e criticare grandi classici.
    O forse sono troppo ottimista? :DD
       Aaaaaah un bel master in storia dei videogiochi:sbav: :DD
    /!\L'eLbano di Nextgame :cool:/!\
    Salite anche voi sulla giostra, è gratis, è Lo Topic!
  12.     Mi trovi su: Homepage #5359346
    Baustalla Si stanno già formando scuole di pensiero e critici esperti in questo settore, ma resta reputato dalla maggior parte della gente come una forma di intrattenimento infantile e adolescenziale, semplicemente perchè vedono i videogiochi come un "perdere tempo" e non come "aumento il mio bagaglio culturale" (come molta gente pensa ora del cinema).

    Insomma. Dipende dai film. Esattamente come l'equazione "leggere aumenta il mio bagaglio culturale" è una fregnaccia, perchè dipende da COSA leggi. Conosco gente che legge 78368 libri all'anno, di cui il 99% sono gialli o romanzi d'amore tipo harmony. Queste letture aumentano il bagaglio culturale? Guardare al 90% filmacci d'azione in cui esplode tutto (come faccio io) aumenta davvero il bagaglio culturale?

    Secondo me sono solo convenzioni date dall'età e dalla diffusione del media che si sta prendendo in considerazione.

    Cla.
    In hoc signo perdes
    La mia collezione di DVD (da aggiornare -.-)
    "È così che muore la libertà: sotto scroscianti applausi."
  13. Utente non attivo.  
        Mi trovi su: Homepage #5359420
    krona3 ha scritto:
    Però la discussione è interessante.
    Con il progresso tecnologico i videogiochi diventano sempre più realistici, più realistico diventa il nostro modo di interagire con essi, e più alta la fedeltà con cui vengono riprodotte situazioni "scorrette". Basti pensare allo scalpore che fanno ora certi videogiochi rispetto ad anni fa, ma allora erano una manciata di pixel, per forza di cose non infastidivano nessuno. Quindi vien da chiedersi:
    Se adesso posso mettere GTA 4 ,picchiare una ragazza e accanirmi sul cadavere (con la realisticità e le possibilità che fornisce il gioco e la console) cosa potrò fare in GTA 8? Con una grafica IDENTICA alla realtà,immagino, sarà molto più "disturbante",magari non per noi,non per tutti, ma per qualcuno sì. Figuriamoci se parliamo di realtà virtuale(in un futuro far far away) dove sei tu in prima persona a poter fare queste cose.
    Ah, se ne parlerà parecchio di videogiochi in futuro, questo è certo.:)
         Ci sono interessi troppo grossi in gioco in un mercato che oramai sta superando (se non ha già superato) quello del home video per pensare ad una manciata di psicolabili, il tutto logicamente imho :)


    edit: psicolabili ovviamente non è rivolto a nessuno, ma la prima cosa che mi è venuta in mente è la vicenda dei due "genitori" statunitensi che giocando a WoW hanno dimenticato per 2 giorni di avere anche un figlio neonato in casa 8-(
  14.     Mi trovi su: Homepage #5359496
    _MoRbO_ ha scritto:
    Ci sono interessi troppo grossi in gioco in un mercato che oramai sta superando (se non ha già superato) quello del home video per pensare ad una manciata di psicolabili, il tutto logicamente imho :)
    edit: psicolabili ovviamente non è rivolto a nessuno, ma la prima cosa che mi è venuta in mente è la vicenda dei due "genitori" statunitensi che giocando a WoW hanno dimenticato per 2 giorni di avere anche un figlio neonato in casa 8-(
      Sono d'accordo, infatti non credo che vada a finire come si diceva all'inizio, ipotizzando un futuro ban dei videogiochi, ma sono convinto che si faranno strada prepotentemente nelle case e nelle famiglie di tutti col passare del tempo, come sta già avvenendo. E questo porterà anche a un aumento dei sostenitori anti-VG.
    Ma il tutto sarà solo una crisi passeggera, ne parleranno, cercheranno di far qualcosa, non faranno niente e tutto tornerà come prima,anzi meglio(per noi). E' ciclica la cosa, secondo me.
    Va bhè ora torno nel presente:))
  15.     Mi trovi su: Homepage #5359829
    Seph|rotH ha scritto:
    Insomma. Dipende dai film. Esattamente come l'equazione "leggere aumenta il mio bagaglio culturale" è una fregnaccia, perchè dipende da COSA leggi. Conosco gente che legge 78368 libri all'anno, di cui il 99% sono gialli o romanzi d'amore tipo harmony. Queste letture aumentano il bagaglio culturale? Guardare al 90% filmacci d'azione in cui esplode tutto (come faccio io) aumenta davvero il bagaglio culturale?
    Secondo me sono solo convenzioni date dall'età e dalla diffusione del media che si sta prendendo in considerazione.
    Cla.
       Secondo me qualsiasi ti aiuta a "crescere" o ti insegna qualcosa, dai racconti di Harmony ai trattati di filosofia, dal cinepanettone di De Sica (anche se l'unica cosa che ti insegna è: "Mai andare in vacanza con De Sica" :DD) o dal filmaccio d'azione al film più profondo che tu possa trovare. Così pure partendo da GTA, passando per Giulia Passione Stilista(altro :DD ) arrivando fino a giochi più "educativi" sotto certi punti di vista.
    Dipende sicuramente dalle convenzioni dettate dall'età, dalla diffusione del mezzo di comunicazione e dall'ambiente e dal contesto sociale in cui si vive e si è cresciuti, ma ancora di più dalle convinzioni che ha una persona: Un individuo può pensare che un romanzo rosa possa comunque aiutarlo a crescere (ad esempio può mettermi di fronte a certe situazioni che nella vita reale non ho mai affrontato, mentre invece il protagonista del libro vi si trova invischiato).
    /!\L'amante del caffè annacquato di Nextgame/!\

  Riflessioni sul futuro dei videogiochi

Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!

         

Online

Ci sono 0 ospiti e 0 utenti online su questa pagina