1.     Mi trovi su: Homepage Homepage #5363203
    Articolo del sottoscritto per DM dedicato a Glee, serie tv in onda il 25 dicembre su Fox (Sky 110) con l'episodio pilota alle 15 e alle 21, da gennaio con la prima stagione (negli USA si è appena conclusa la midseason e riprenderà ad aprile causa impegni del regista e delle olimpiadi invernali)

    [Attenzione può contenere spoiler]

    William McKinley High School, Ohio. Eri il classico liceale secchione, amavi le lingue e adoravi cantare. Eri diventato, non senza fatica, il leader del Glee Club (il coro) che tu, con il tuo talento, avevi portato al successo e che a te, ovviamente, aveva portato stima e apprezzamenti. Ma gli anni passano e le antiche passioni devono far posto a nuove esigenze. Sei finalmente laureato in lingue, hai in moglie la fidanzatina dei bei tempi andati e hai trovato lavoro proprio alla McKinley School, come insegnante di spagnolo.

    Anno scolastico 2009/2010. Al McKinley non esistono altro che il football e le cheerleader, la crisi economica non permette l’avvio di ulteriori attività e gli studenti sono costretti a sottomettersi ai leader di turno. Il Glee Club è un ricordo lontano, deriso da tutti e affisso, ancora per poco, sulla bacheca scolastica. Tu, William Schuester (Matthew Morrison), ti ritrovi ad essere il padre-marito di una moglie sempre meno amata, costretto a cercare un secondo (se non un terzo) lavoro, oltre a quello di docente, pur di accontentarla. Finchè un giorno, tra un corridoio e l’altro, non rivedi quella bacheca, quella vita, quelle passioni e, manco a dirlo, fai il passo più lungo della gamba. “New Directions“: si cercano talenti nel canto e nel ballo per la rinascita del Glee Club. E le proposte, a sorpresa, arrivano.

    Niente bellocci alla 90210 o ricconi alla Gossip Girl. Protagonisti di Glee sono dei disadattati, sfigati e perdenti liceali di un fittizio liceo nell’Ohio dotati, però, di un incredibile talento. Rachel (Lea Michele) è la classica ragazza “acqua e sapone” disposta a tutto pur di sfondare nello showbiz ma puntualmente derisa dalle colleghe cheereleader. A Mercedes (Amber Riley) tocca il ruolo della “negra grassona“, innamorata suo malgrado di Kurt (Chris Colfer), timido gay non dichiarato pronto a sfogare la sua depressione nel canto e nell’abbigliamento. Non mancano il nerd sulla sedia a rotelle Artie (Kevin McHale) e la balbuziente Tina (Jenna Noelle Ushkowitz), amici per la pelle e sotto sotto innamorati l’uno dell’altro. A Finn (Cory Monteith), Quinn (Dianna Agron) e Noha (Mark Salling) spetta invece la veste dei leader declassati, costretti a scendere a compromessi e ad entrare (controvoglia) nel Glee Club.

    Il Glee Club ha un’unica missione: vincere le gare regionali e ridare smalto ad una scuola sempre più sull’orlo del fallimento, sia economico che di valori. Ma Mister Schuster non avrà affatto vita facile. Se da una parte avrà l’appoggio incondizionato dell’anomala collega Emma Pillsbury (Jayma Mays), dall’altra la moglie Terri (Jessalyn Gilsig) e le cheerleader della temibile Sue Sylvester (Jane Lynch) faranno di tutto per mettergli i bastoni tra le ruote. Chi la spunterà?

    Ideata da Ryan Murphy, la serie si propone di mostrare, con leggerenza, quella particolare realtà liceale dove – se non fai parte della “casta” – sei un bersaglio da distruggere. Una realtà dove non esiste alcuna mobilità sociale: perdente eri, perdente sei e perdente sarai. E non importa che tu abbia talento o capacità: non hai alcuna chance di sfondare nella micro società scolastica, governata dall’apparenza e dall’estetica. Glee è pura satira sociale sapientemente mixata a talent, musical, teen drama e comedy e il risultato è un prodotto altamente innovativo, divertente e riflessivo, in grado di farsi apprezzare da un pubblico vasto ed eteorgeneo.

    Punto di forza è, ovviamente, la musica. Più di 20 canzoni riarrangiate e cantate dagli stessi protagonisti (che, a parte rari casi, sono tutti attori teatrali poco conosciuti negli ambienti televisivi) che hanno raggiunto in men che non si dica i primi posti su YouTube, iTunes e nelle classifiche musicali statunitensi (Don’t stop believen’ dei Journey, cover cantata da tutto il cast nel primo episodio, è al quarto posto della classifica Billboard Hot 100), tanto da convincere diversi artisti (Rihanna, Adam Labert e Madonna, per citarne alcuni) a cedere gratuitamente la propria library. Buoni anche gli ascolti: media di 6/7 milioni di telespettatori e il primato di Fox, che produce e trasmette la serie, nella fascia pregiata 18-34.

    E in Italia quando arriva? Glee verrà trasmesso integralmente da Fox (canale 110 di Sky) a fine gennaio. Il 25 dicembre alle 15 e alle 21 potremo invece assistere all’episodio pilota, trasmesso lo scorso maggio negli States.

    Daniele Pasquini per Davidemaggio.it

    Don't stop believin (dall'episodio pilota) - Glee Cast: Link

    [Modificato da PasdaMorom il 12/12/2009 20:23]

  2. non lo so, davvero...  
        Mi trovi su: Homepage #5381649
    PasdaMorom ha scritto:
    Nessuno l'ha visto? (scelta curiosa quella del Natale)
    Io ne ho visto un pezzetto giusto per sentire l'ennesimo doppiaggio scandaloso.
    Visto il pilot su Fox, bellissimo. Seguirò la serie. Ma perché il doppiaggio è scandaloso, che hanno fatto?
    Un giorno la paura bussò alla porta, il coraggio andò ad aprire e non c'era nessuno.
    *Codice amico 3DS 3566 1524 6005*
    the cake is a lie
  3. LoTopic Caesar - Bye Bye Next  
        Mi trovi su: Homepage #5381725
    L'ho visto anche io...
     
    ho avuto l'impressione di non essere... come dire... il target a cui punta la serie... :berto:
    Lo Topic ovvero "qui mi da proprio l'idea di essere seduto davanti a uno spritz a fare quattro chiacchere" [cit. DocGeo]
    Storia delLo Topic Parte I - Storia delLo Topic Parte II - Statuto LoTopichino - La Grande Disfatta, per non dimenticare
    - Pilota SDR
  4. non lo so, davvero...  
        Mi trovi su: Homepage #5381853
    |King Crimson| ha scritto:
    L'ho visto anche io...
     
    ho avuto l'impressione di non essere... come dire... il target a cui punta la serie... :berto:
      Bo a me è piaciuto molto :DD Specialmente quando alla fine cantano don't stop believin'....
    Un giorno la paura bussò alla porta, il coraggio andò ad aprire e non c'era nessuno.
    *Codice amico 3DS 3566 1524 6005*
    the cake is a lie
  5. LoTopic Caesar - Bye Bye Next  
        Mi trovi su: Homepage #5381998
    Kimahri ha scritto:
    Bo a me è piaciuto molto :DD Specialmente quando alla fine cantano don't stop believin'....
    A me non ha detto nulla, ma ci manherebbe che abbiamo tutti gli stessi gusti! :)
    Infatti mi pare che abbia riscosso un buon successo. 
       
    La scena finale è stata effettivamente ciò che mi è rimasto impresso. :D
    Lo Topic ovvero "qui mi da proprio l'idea di essere seduto davanti a uno spritz a fare quattro chiacchere" [cit. DocGeo]
    Storia delLo Topic Parte I - Storia delLo Topic Parte II - Statuto LoTopichino - La Grande Disfatta, per non dimenticare
    - Pilota SDR
  6.     Mi trovi su: Homepage Homepage #5382775
    |King Crimson| ha scritto:
    A me non ha detto nulla, ma ci manherebbe che abbiamo tutti gli stessi gusti! :))  
    Infatti mi pare che abbia riscosso un buon successo. 
       
    La scena finale è stata effettivamente ciò che mi è rimasto impresso. :D
     Bon, se non sei interessato ai musical mi sembra sufficientemente ovvio. Però va detto che la serie è molto "aperta": per dire, ci sono diversi momenti da pura sitcom.
  7. LoTopic Caesar - Bye Bye Next  
        Mi trovi su: Homepage #5382987
    PasdaMorom ha scritto:
    Bon, se non sei interessato ai musical mi sembra sufficientemente ovvio. Però va detto che la serie è molto "aperta": per dire, ci sono diversi momenti da pura sitcom.
     Vero, io non amo i musical!
    Paradossalmente però è la scena finale, quella più "musical", la cosa che ho apprezzato di più dell'episodio, come ho detto. :D
     
    Il resto mi è parso un po' troppo "telefonato".
    Per dire: scontatissima la crisi matrimoniale del professore (toh c'è pure la dolce collega che sbava per lui...) e poi con quei ragazzi che sono solo degli stereotipi fatti e finiti non è che ci sia troppo spazio per inventarsi qualcosa di originale. O almeno credo... 
     
    Che poi intendiamoci, non è che a priori ci sia nulla di male in questo. Probabilmente infatti l'obiettivo della serie è tutt'altro e quindi avere certe caratteristiche è giustificato.
     
    E' chiaro che se io cerco cose che non sono tenute a esserci, io sbaglio.  ;)
    Ho voluto giusto spendere due post sul perchè non incontrasse i miei gusti, tutto lì.
    Lo Topic ovvero "qui mi da proprio l'idea di essere seduto davanti a uno spritz a fare quattro chiacchere" [cit. DocGeo]
    Storia delLo Topic Parte I - Storia delLo Topic Parte II - Statuto LoTopichino - La Grande Disfatta, per non dimenticare
    - Pilota SDR
  8. non lo so, davvero...  
        Mi trovi su: Homepage #5383045
    Ieri mi sono visto tutti gli episodi americani in una mega maratona personale..........:*)
    :DD Ma è bellissima sta serie!!
    Un giorno la paura bussò alla porta, il coraggio andò ad aprire e non c'era nessuno.
    *Codice amico 3DS 3566 1524 6005*
    the cake is a lie
  9. cuccio-lo-topic :*  
        Mi trovi su: Homepage #5383163
    ho visto qualche puntata ma mi è sembrata abbastanza banale.. ma poi mi chiedevo: ma le cheerleader stanno SEMPRE con la divisa da cheerleader? i vestiti normali non se li mettono mai? :DD
    /!\ La perfida Regina delle Niubbe di Nextgame /!\
    RedHead!
    I listen to bands that don't even exist yet.
    Flickr!
  10.     Mi trovi su: Homepage Homepage #5383175
    |King Crimson| ha scritto:
    Vero, io non amo i musical!
    Paradossalmente però è la scena finale, quella più "musical", la cosa che ho apprezzato di più dell'episodio, come ho detto. :D
     
    Il resto mi è parso un po' troppo "telefonato".
    Per dire: scontatissima la crisi matrimoniale del professore (toh c'è pure la dolce collega che sbava per lui...) e poi con quei ragazzi che sono solo degli stereotipi fatti e finiti non è che ci sia troppo spazio per inventarsi qualcosa di originale. O almeno credo... 
     
    Che poi intendiamoci, non è che a priori ci sia nulla di male in questo. Probabilmente infatti l'obiettivo della serie è tutt'altro e quindi avere certe caratteristiche è giustificato.
     
    E' chiaro che se io cerco cose che non sono tenute a esserci, io sbaglio.  ;)
    Ho voluto giusto spendere due post sul perchè non incontrasse i miei gusti, tutto lì.
    Guarda, la serie è del tutto irreale e vuole addirittura esserlo. Sbagli a cercare cose che non ci sono proprio. Non è il classico teendrama: qui si vuole solo mostrare, con dei personaggi stereotipati e con delle situazioni al limite dell'assurdo. E lo sai perchè lo si nota? Perchè solitamente nei classici teen drama "tutte è bene quel che finisce bene", qui manco per niente.
    Comunque solo per dirti a che livello stiamo, in spoiler ti metto tre "situazioni al limite dell'assurdo" che si incontrano nella serie (nel caso tu non voglia andare avanti a seguirla):
    1. La moglie di Will non è incinta. Fingerà di esserlo e indosserà sempre una paciera
    2. Quinn rimane incinta facendo credere a Finn che lui sia il padre. I due non hanno mai fatto sesso, ma Finn crede che anche solo il "bagno" nella stessa vasca possa provocare la maternità. Il padre naturale è Noah.
    3. La moglie di Will necessita urgentemente di un bambino, quindi chiede a Quinn di regalargli il suo (che tanto non ha particolare interesse a tenerlo). Peccato che Quinn aspetti una femminuccia e Terry abbia detto a Will di aspettare un maschietto.

    Il tutto ovviamente rappresentato comicamente.
  11. non lo so, davvero...  
        Mi trovi su: Homepage #5383283
    Flory ha scritto:
    ho visto qualche puntata ma mi è sembrata abbastanza banale.. ma poi mi chiedevo: ma le cheerleader stanno SEMPRE con la divisa da cheerleader? i vestiti normali non se li mettono mai? :DD
      Penso che sia una cosa voluta :DD
    Un giorno la paura bussò alla porta, il coraggio andò ad aprire e non c'era nessuno.
    *Codice amico 3DS 3566 1524 6005*
    the cake is a lie
  12. non lo so, davvero...  
        Mi trovi su: Homepage #5383289
    PasdaMorom ha scritto:
    Nessuno l'ha visto? (scelta curiosa quella del Natale)
    Io ne ho visto un pezzetto giusto per sentire l'ennesimo doppiaggio scandaloso.
     Scusa ma ti richiedo perché il doppiaggio è scandaloso?? Che ha di strano?
    Un giorno la paura bussò alla porta, il coraggio andò ad aprire e non c'era nessuno.
    *Codice amico 3DS 3566 1524 6005*
    the cake is a lie
  13.     Mi trovi su: Homepage #5392685
    PasdaMorom ha scritto:
    Bon, se non sei interessato ai musical mi sembra sufficientemente ovvio. Però va detto che la serie è molto "aperta": per dire, ci sono diversi momenti da pura sitcom.
     Stesso mio problema.. non ho mai sofferto i musical con rarissime eccezioni (Little Shop of Horrors, Grease...) quindi il pilot non mi ha detto nulla.
    .
    Interessante come esperimento in ogni caso..
    .
    cheers
    Purify the earth with fire, the planet will become my temple and we will rise. THIS WILL BE OUR PARADISE!!!!

  Glee, a Natale su Fox

Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!

         

Online

Ci sono 0 ospiti e 0 utenti online su questa pagina