1. meteo: cupertino  
        Mi trovi su: Homepage #5401207
    Ho deciso di aprire questo topic a seguito di un'esperienza che ha lasciato il segno, la cenetta IKEA! Un'esperienza che ha coinvolto sia la mente sia il corpo, attraversandolo letteralmente fino a giungere alla liberazione finale. Sto parlando delle famose specialità provenienti dalla Svezia. Pietanze caratterizzate da nomi tanto incomprensibili quanto capaci di suscitare la sufficiente curiosità che spinge all'acquisto per una prova. Nomi che, per un italiano, possono apparire come un accostamento di caratteri in disordine, proprio come quel disordine che queste pietanze riescono a mettere nello stomaco dell'audace cittadino italiano attratto dalla novità. Non chiedetemi la nomenclatura esatta di queste specialità surgelate (nel caso che, trovandovele davanti, decideste prudentemente di evitarle) perchè ho già buttato le scatole nella raccolta differenziata. Ricordo vagamente che suonavano più o meno come BRUSKY, ATOMSKI, DEJEZIONI. Dicevo, un'esperienza dalla quale mi sono infine liberato, ma che ha lasciato un segno tangibile sulla ceramica di un generico Richard Ginori (per gli amici Richard Gere). Ora, mi chiedo, sarò io a non capire niente? Sarà perchè sono abituato a cibi più semplici e dai sapori facilmente distinguibili al palato? Sarà che sono un cultore della dieta mediterranea o è solo perchè sono incappato nel discount della tradizione gastronomica svedese? Strano però, perchè, per aver riempito un cestino ed aver speso più di 40 euro, di tutto avrei pensato fuorchè si trattasse di articoli da discount. E va bene che mi trovavo in un centro commerciale il cui marchio è accostato alla vendita di articoli a prezzi convenienti, ma bisogna riconoscere che - almeno parlando degli articoli per cui IKEA è diventato famoso - questa catena riesce ad offrire un buon rapporto qualità/prezzo. Non se la prenda il signor IKEA, di cui tra l'altro ho letto una breve biografia e che stimo: le marmellate, almeno quelle, mi sono piaciute. Resta da capire se le altre specialità siano effettivamente così prelibate anche in Svezia (ma a quel punto devo ponderare meglio il progetto di trascorrere un periodo a medio termine da quelle parti) o se ciò sia effettivamente dovuto ad una qualità bassa del prodotto. In questo caso suggerirei al signor IKEA di tornare a concentrarsi sui mobili.
    Esperienze a riguardo? :)

    [Modificato da felicità il 20/01/2010 11:01]

    viva il minimalismo.
  2. 痺れるだろう?  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #5401248
    Io ho pranzato nell'IKEA e la roba era buona!! :|3
    Polpettine con salsa di mirtillo + torta.
    Cioè dai, le torte sono proprio buone, su.
    Per il resto comprare le cose che preparano lì congelate e portarsele a casa in effetti fa molto discount... ma con cosa esattamente le stiamo confrontando? con la bontà dei quattro salti in padella?
    /!\quello che vive in Cina di Nextgame/!\
    ogni tanto fate una capatina nel mio blog! (sempre che la Cina sblocchi Blogspot... (sic))
    你令一切平凡的事变得新奇 令琐事变成美好的回忆...
  3.     Mi trovi su: Homepage #5401272
    felicità ha scritto:
    Ho deciso di aprire questo topic a seguito di un'esperienza che ha lasciato il segno, la cenetta IKEA! Un'esperienza che ha coinvolto sia la mente sia il corpo, attraversandolo letteralmente fino a giungere alla liberazione finale. Sto parlando delle famose specialità provenienti dalla Svezia. Pietanze caratterizzate da nomi tanto incomprensibili quanto capaci di suscitare la sufficiente curiosità che spinge all'acquisto per una prova. Nomi che, per un italiano, possono apparire come un accostamento di caratteri in disordine, proprio come quel disordine intestinale che queste pietanze riescono a mettere nello stomaco di un audace cittadino italiano che è attratto dalla novità. Non chiedetemi i nomi di queste specialità surgelate (nel caso che, trovandovele davanti, decideste prudentemente di evitarle) perchè ho già buttato le scatole nella raccolta differenziata. Ricordo vagamente che suonavano più o meno come BRUSKY, ATOMSKI, DEJEZIONI. Dicevo, un'esperienza dalla quale mi sono infine liberato, ma che ha lasciato un segno tangibile sulla ceramica di un generico Richard Ginori (per gli amici Richard Gere). Ora, mi chiedo, sarò io a non capire niente? Sarà perchè sono abituato a cibi più semplici e dai sapori facilmente distinguibili al palato? Sarà che sono un cultore della dieta mediterranea o è solo perchè sono incappato nel discount della tradizione gastronomica svedese? Strano però, perchè, per aver riempito un cestino ed aver speso più di 40 euro, di tutto avrei pensato fuorchè si trattasse di articoli da discount. E va bene che mi trovavo in un centro commerciale il cui marchio è accostato alla vendita di articoli a prezzi convenienti, ma bisogna riconoscere che - almeno parlando degli articoli per cui IKEA è diventato famoso - questa catena riesce ad offrire un buon rapporto qualità/prezzo. Non se la prenda il signor IKEA, di cui tra l'altro ho letto una breve biografia e che stimo: le marmellate, almeno quelle, mi sono piaciute. Resta da capire se le altre specialità siano effettivamente così prelibate anche in Svezia (ma a quel punto devo ponderare meglio il progetto di trascorrere un periodo a medio termine da quelle parti) o se ciò sia effettivamente dovuto ad una qualità bassa del prodotto. In questo caso suggerirei al signor IKEA di tornare a concentrarsi sui mobili.
    Esperienze a riguardo? :)
           Non posso aiutarti più di tanto,all'Ikea ho preso qualche volta poche cose,tipo le patatine in busta rossa (a me piacciono taaaaaaaaaaantissimo :sbav::sbav::sbav:) poi ho provato una bustina di salmone affumicato (buono anche quello,anche se si trova anche nei nostri supermercati)e...presa dalla curiosità al banco frigo dei pezzi di salmone congelato (prendo rarissimamente cose così,non mi piacciono e non mi fido tanto...)ma devo dire che il salmone che poi ho fatto al forno con le patate è stato davvero squisito e mi ha ricordato quello che ho mangiato in Scozia!
    Ah,poi ho preso una volta due barattolini di cipolle fritte (di solito le usano nel purè di patate,bone ma difficili da digerire :berto:).Ricapitolando,la cosa più buona che ho assaggiato,sono senza dubbio le patatine,diverse dalle nostre classiche in busta,sono mooooooooooooolto più buone :sbav::D
  4.     Mi trovi su: Homepage #5401314
    felicità ha scritto:
    Ho deciso di aprire questo topic a seguito di un'esperienza che ha lasciato il segno, la cenetta IKEA! Un'esperienza che ha coinvolto sia la mente sia il corpo, attraversandolo letteralmente fino a giungere alla liberazione finale. Sto parlando delle famose specialità provenienti dalla Svezia. Pietanze caratterizzate da nomi tanto incomprensibili quanto capaci di suscitare la sufficiente curiosità che spinge all'acquisto per una prova. Nomi che, per un italiano, possono apparire come un accostamento di caratteri in disordine, proprio come quel disordine intestinale che queste pietanze riescono a mettere nello stomaco di un audace cittadino italiano che è attratto dalla novità. Non chiedetemi i nomi di queste specialità surgelate (nel caso che, trovandovele davanti, decideste prudentemente di evitarle) perchè ho già buttato le scatole nella raccolta differenziata. Ricordo vagamente che suonavano più o meno come BRUSKY, ATOMSKI, DEJEZIONI. Dicevo, un'esperienza dalla quale mi sono infine liberato, ma che ha lasciato un segno tangibile sulla ceramica di un generico Richard Ginori (per gli amici Richard Gere). Ora, mi chiedo, sarò io a non capire niente? Sarà perchè sono abituato a cibi più semplici e dai sapori facilmente distinguibili al palato? Sarà che sono un cultore della dieta mediterranea o è solo perchè sono incappato nel discount della tradizione gastronomica svedese? Strano però, perchè, per aver riempito un cestino ed aver speso più di 40 euro, di tutto avrei pensato fuorchè si trattasse di articoli da discount. E va bene che mi trovavo in un centro commerciale il cui marchio è accostato alla vendita di articoli a prezzi convenienti, ma bisogna riconoscere che - almeno parlando degli articoli per cui IKEA è diventato famoso - questa catena riesce ad offrire un buon rapporto qualità/prezzo. Non se la prenda il signor IKEA, di cui tra l'altro ho letto una breve biografia e che stimo: le marmellate, almeno quelle, mi sono piaciute. Resta da capire se le altre specialità siano effettivamente così prelibate anche in Svezia (ma a quel punto devo ponderare meglio il progetto di trascorrere un periodo a medio termine da quelle parti) o se ciò sia effettivamente dovuto ad una qualità bassa del prodotto. In questo caso suggerirei al signor IKEA di tornare a concentrarsi sui mobili.
    Esperienze a riguardo? :)
     Io ho provato (ovviamente) il salmone che era buonissimo, le varie patatine fritte che anch'esse erano veramente buone e qualche altra cosa ma sinceramente non c'ho visto tutto sto "malessere" intestinale e non.
    Adoro la torta col cioccolato sopra, ogni volta che vado all' IKEA  ne compro almeno 5 di scorta.
    A proposito, il ristorantino dell'IKEA mi è sembrato sufficientemente buono da potergli concedere anche un altra possibilità
    IKEA padova per la precisione
    Meglio mezz'ora di TG4 o un clistere ai 4 formaggi? Troviamo insieme una risposta a questo annoso problema.
    «Poison in his veins. Vengeance in his heart.»
  5.     Mi trovi su: Homepage #5401320
    Mah, all'Ikea ho mangiato qualche volta nel ristorante (ma più che altro perché ero lì a pranzo, non è che vado apposta). Dei prodotti alimentari mi sono sempre limitato alle polpettine svedesi in combo con le buste per preparare la salsa alla panna e la marmellata di mirtilli...che insieme ricreano un piatto che è effettivamente diffusissimo in Svezia. A me non sono mai dispiaciute e a Stoccolma non ho trovato un gusto particolarmente diverso, a parte in un ristorante come si deve, ma è prevedibile.
    Ah, e poi ci sono anche qui biscotti all'avena...quelli venduti nella scatola di cartone: non son niente di che, ma creano dipendenza...devastanti! :D
    "Love looks not with the eyes, but with the mind;
    And therefore is wing'd Cupid painted blind." (W. Shakespeare)
  6.     Mi trovi su: Homepage #5401369
    Leda ha scritto:
    Non posso aiutarti più di tanto,all'Ikea ho preso qualche volta poche cose,tipo le patatine in busta rossa (a me piacciono taaaaaaaaaaantissimo :sbav::sbav::sbav:) poi ho provato una bustina di salmone affumicato (buono anche quello,anche se si trova anche nei nostri supermercati)e...presa dalla curiosità al banco frigo dei pezzi di salmone congelato (prendo rarissimamente cose così,non mi piacciono e non mi fido tanto...)ma devo dire che il salmone che poi ho fatto al forno con le patate è stato davvero squisito e mi ha ricordato quello che ho mangiato in Scozia!
    Ah,poi ho preso una volta due barattolini di cipolle fritte (di solito le usano nel purè di patate,bone ma difficili da digerire :berto:).Ricapitolando,la cosa più buona che ho assaggiato,sono senza dubbio le patatine,diverse dalle nostre classiche in busta,sono mooooooooooooolto più buone :sbav::D


    Sul lato patatine ti capisco.. oh come ti capisco... Evito di comprarle spesso perchè altrimenti mi ingozzerei solo di quelle.
    .
    Per il resto.. il cibo Ikea non è male.. pranzando lì si mangia anche bene e i prodotti surgelati sono quello che sono, ovvero cibo surgelato. Se si vuole fare il confronto con la cucina vera allora è chiaro che non regge, ma se lo confrontate ad altra roba surgelata.. beh, non sono male... un po' cari ecco.
    .
    cheers
    Purify the earth with fire, the planet will become my temple and we will rise. THIS WILL BE OUR PARADISE!!!!
  7.     Mi trovi su: Homepage #5401475
    Andhaka ha scritto:
    Sul lato patatine ti capisco.. oh come ti capisco... Evito di comprarle spesso perchè altrimenti mi ingozzerei solo di quelle.
    .
    Per il resto.. il cibo Ikea non è male.. pranzando lì si mangia anche bene e i prodotti surgelati sono quello che sono, ovvero cibo surgelato. Se si vuole fare il confronto con la cucina vera allora è chiaro che non regge, ma se lo confrontate ad altra roba surgelata.. beh, non sono male... un po' cari ecco.
    .
    cheers
        hehehe come ti capisco :D sono mesi che non mi ci avvicino...:'( mi ripeto che è per il mio bene 8-(
  8. NextGameOver  
        Mi trovi su: Homepage #5401499
    Andhaka ha scritto:
    Sul lato patatine ti capisco.. oh come ti capisco... Evito di comprarle spesso perchè altrimenti mi ingozzerei solo di quelle.
    .
    Per il resto.. il cibo Ikea non è male.. pranzando lì si mangia anche bene e i prodotti surgelati sono quello che sono, ovvero cibo surgelato. Se si vuole fare il confronto con la cucina vera allora è chiaro che non regge, ma se lo confrontate ad altra roba surgelata.. beh, non sono male... un po' cari ecco.
    .
    cheers
       :O le patatine IKEA, le migliori che abbia mai mangiato :O

  IKEA food. Parliamone.

Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!

         

Online

Ci sono 0 ospiti e 0 utenti online su questa pagina