1.     Mi trovi su: Homepage #5490144
    Segnalo che Infinite Space è in uscita tra pochissimi giorni, il 26 di marzo per l'esattezza... quasi in contemporanea con la versione americana, quindi. Ovvio che il gioco non sarà tradotto in italiano, come del resto la maggior parte dei titoli SEGA.
    .
    Da augurarsi che venga distribuito decentemente, ma comincio ad avere qualche dubbio, vista anche l'esigua quantità di copie di Phantasy Star Zero che ho visto circolare.
    .
    L'accoglienza in America mi sembra positiva, la maggior parte delle recensioni mette in evidenza una profondissima cura nella "costruzione" delle astronavi, un plot narrativo interessante, una difficoltà molto elevata (dovuta anche a una curva di apprendimento ripida, a quanto pare, con un tutorial in game praticamente assente), degli incontri casuali un po' troppo frequenti, una longevità che tocca addirittura le 100 ore (???), e un sistema di combattimento a turni (sasso, forbice, carta) povero di spunti.
    .
    Sembra il classico titolo hardcore che si ama o si odia e che richiede molta dedizione prima di essere domato.
    .
    Personalmente lo prendo, insieme a Shin Megami Tensei Strange Journey... il punto adesso è, quale giocare per primo? Ardua scelta.

    [Modificato da chrono il 24/03/2010 11:07]

  2.     Mi trovi su: Homepage #5490347
    chrono ha scritto:
    Segnalo che Infinite Space è in uscita tra pochissimi giorni, il 26 di marzo per l'esattezza... quasi in contemporanea con la versione americana, quindi. Ovvio che il gioco non sarà tradotto in italiano, come del resto la maggior parte dei titoli SEGA.
    .
    Da augurarsi che venga distribuito decentemente, ma comincio ad avere qualche dubbio, vista anche l'esigua quantità di copie di Phantasy Star Zero che ho visto circolare.
    .
    L'accoglienza in America mi sembra positiva, la maggior parte delle recensioni mette in evidenza una profondissima cura nella "costruzione" delle astronavi, un plot narrativo interessante, una difficoltà molto elevata (dovuta anche a una curva di apprendimento ripida, a quanto pare, con un tutorial in game praticamente assente), degli incontri casuali un po' troppo frequenti, una longevità che tocca addirittura le 100 ore (???), e un sistema di combattimento a turni (sasso, forbice, carta) povero di spunti.
    .
    Sembra il classico titolo hardcore che si ama o si odia e che richiede molta dedizione prima di essere domato.
    .
    Personalmente lo prendo, insieme a Shin Megami Tensei Strange Journey... il punto adesso è, quale giocare per primo? Ardua scelta.


    Uhm.. giusto che cercavo roba per il DS... mi sa che ci faccio un pensierino all'import.
    .
    Cheers
    Purify the earth with fire, the planet will become my temple and we will rise. THIS WILL BE OUR PARADISE!!!!
  3. Giovane cattolico  
        Mi trovi su: Homepage #5491124
    Ho deciso di evitarlo quando ho letto la durata (80 ore potenziali..) e che i menù sono ostici da navigare.

    Me ne dispiaccio, da quando ho messo la parola "no" sugli RPG ho dovuto rinunciare a molti titoli interessanti.

    Uno su tutti Phantasy Star 0, che dopo essermi fatto centinaia di ore tra Echoes of Time e Monster Hunter mi sembrava un degno membro del club. Ma non ho davvero più tempo e voglia per questo genere di giochi.

    Unica eccezione che potrei fare: Strange Journey. Più che altro perché sarebbe il mio primo MegaTen, avendo giocato solo ai due spin off Devil Survivor e DemiKids.

    Però aspetterò che chrono lo finisca e recensisca - più che altro per capire durata, complessità e soprattutto quanto si differenzia dalla formula di Etrian Odyssey, che, dico francamente, mi ha abbondantemente stufato con il secondo capitolo.
    http://www.myspace.com/giovanecattolico

    Il nuovo progetto musicale.
  4.     Mi trovi su: Homepage #5491277
    Zakimos ha scritto:
    Ho deciso di evitarlo quando ho letto la durata (80 ore potenziali..) e che i menù sono ostici da navigare.
    Me ne dispiaccio, da quando ho messo la parola "no" sugli RPG ho dovuto rinunciare a molti titoli interessanti.
    Uno su tutti Phantasy Star 0, che dopo essermi fatto centinaia di ore tra Echoes of Time e Monster Hunter mi sembrava un degno membro del club. Ma non ho davvero più tempo e voglia per questo genere di giochi.
    Unica eccezione che potrei fare: Strange Journey. Più che altro perché sarebbe il mio primo MegaTen, avendo giocato solo ai due spin off Devil Survivor e DemiKids.
    Però aspetterò che chrono lo finisca e recensisca - più che altro per capire durata, complessità e soprattutto quanto si differenzia dalla formula di Etrian Odyssey, che, dico francamente, mi ha abbondantemente stufato con il secondo capitolo.
    Su Etrian II abbiamo avuto la stessa reazione. L'ho terminato a gran fatica^^".
    .
    Con Phantasy Star Zero, onestamente, non ti perdi molto. Ho consegnato la rece a Next qualche giorno fa, non so quando verrà pubblicata, ma credimi è carino, nulla più. Non so cosa ne pensi Piccolo, che è grande conoscitore della serie.
  5. Giovane cattolico  
        Mi trovi su: Homepage #5491488
    chrono ha scritto:
    Su Etrian II abbiamo avuto la stessa reazione. L'ho terminato a gran fatica^^".
    .
    Con Phantasy Star Zero, onestamente, non ti perdi molto. Ho consegnato la rece a Next qualche giorno fa, non so quando verrà pubblicata, ma credimi è carino, nulla più. Non so cosa ne pensi Piccolo, che è grande conoscitore della serie.


    Io ho un po' la fissa per quel genere, lascito di anni passati a giocare a Diablo. Echoes of Time è un giochino da 6, massimo 7, ci ho passato più di cento ore completandolo al 100% (e ti assicuro che le armature e armi da creare erano una marea) perché avevo trovato una bella community online.

    EO2 carino ma davvero troppo simile all'1 - e non mi è andato giù il nuovo director abbia buttato nel cesso l'ambientazione e la storia alla "nausicaa" di Niinou, che era banalotta ma potenzialmente interessante.

    E a proposito di Niinou, ci sono altri due giochi per cui farei eccezione oltre a Strange Journey: 7th dragon e Last Ranker. Speriamo arrivino!
    http://www.myspace.com/giovanecattolico

    Il nuovo progetto musicale.
  6.     Mi trovi su: Homepage #5503766
    [Hands on totale]
    .
    [Tempo di gioco : 7 ore 42 minuti / Effettivo: più di dodici ore
    .
    Ok, non spoilero troppo altrimenti mi annullo la recensione che avrà da venire, ma non riesco a tacere: sto gioco è 'na bomba! Erano secoli che non provavo un RPG puro così immensamente difficile. Infinite Space è fetente nell'animo, ha una curva di apprendimento pari all'Everest e un tasso di cattiveria fuori parametro. Eppure, per quanto sia in alcuni momenti fustrante (più che altro perché: 1 - non si capisce come proseguire ; 2 - anche se si capisce cosa fare non si riesce ad avanzare perché ti maciullano a oltranza), non si riesce a smettere di giocare. Il timer, come scrivevo, segna quasi otto ore; ma in realtà ne avrò spese almeno quattro in più: tutte sacrificate all'altare delle battaglie perse. E sono appena all'inizio... il gioco è immenso ^^" .
    .
    L'atmosfera è totale: si alternano pianeti su pianeti e si ha la sensazione di essere immersi in un universo credibile, alle prese con missioni criptiche e pericoli celati in ogni dove. Le battaglie sono casuali, ma il tasso di incontri non è elevato. Più che altro, all'inizio, quando ancora non si capisce nulla di scontri e impostazione delle navette, si perde di continuo. Il sistema di combattimento è apparentemente una "palla fotonica", ma in sostanza un qualcosa di prelibato e rifinito. Era da tempo che non avevo la sensazione di essere pienamente responsabile di quello che succede. Tattica e strategia (per quanto applicate a battaglie tra navi in cui si possono premere solo tre tasti) sono sviluppate molto bene: basta un errore e si rischia di perdere una battaglia già vinta.
    Costruire le navi da guerra, poi, è un aspetta piacevolissimo: ci sono decine di mezzi a disposizione e quintalate di parti da aggiungere e incastrare dentro gli spazi appositi (una specie di schermata simil Tetris con i cubetti da piazzare negli slot disponibili)... i soldi sono un problema assoluto... scarità totale.
    Abbondano i personaggi da recrutrare, e ognuno di loro ha caratteristiche peculiari. Vanno sistemati nella nave da guerra alla maniera di Skies of Arcadia. C'è chi è portato per il comando, chi per la ricerca e sviluppo, chi per l'artiglieria ecc. ecc.
    .
    Le missioni sono per ora abbastanza guidate, ma non è per niente scontato capire cosa bisogna fare, si aprono percorsi multipli e non è detto che si riescano a ottenere tutti gli oggetti e i personaggi disponibili. L'esplorazione - FINALMENTE - regna sovrana.
    .
    Comunque, dopo le prima tre, quattro ore di faticosissimo inserimento (non riuscivo a passare il capitolo 2... me misero, mi sono sentito un incapace) adesso veleggio al capitolo 4. Ho ben tre navi e un sacco di modelli da costruire (mancano i soldi sigh^^"). Ci sono due missioni da risolvere, qualche sub quest e nuovi personaggi da scoprire. La trama non si è ancora sviluppata, per ora è tutto un battagliare contro i pirati, mentre diverse fazioni tramano per la conquista della Galassia.
    .
    Insomma, per ora 'na bomba. L'ho detto!
  7. 7/8/2001 - 7/8/2011: Dieci anni su Nextgame!  
        Mi trovi su: Homepage #5503860
    chrono ha scritto:
    [Hands on totale]
    .
    [Tempo di gioco : 7 ore 42 minuti / Effettivo: più di dodici ore
    .
    Ok, non spoilero troppo altrimenti mi annullo la recensione che avrà da venire, ma non riesco a tacere: sto gioco è 'na bomba! Erano secoli che non provavo un RPG puro così immensamente difficile. Infinite Space è fetente nell'animo, ha una curva di apprendimento pari all'Everest e un tasso di cattiveria fuori parametro. Eppure, per quanto sia in alcuni momenti fustrante (più che altro perché: 1 - non si capisce come proseguire ; 2 - anche se si capisce cosa fare non si riesce ad avanzare perché ti maciullano a oltranza), non si riesce a smettere di giocare. Il timer, come scrivevo, segna quasi otto ore; ma in realtà ne avrò spese almeno quattro in più: tutte sacrificate all'altare delle battaglie perse. E sono appena all'inizio... il gioco è immenso ^^" .
    .
    L'atmosfera è totale: si alternano pianeti su pianeti e si ha la sensazione di essere immersi in un universo credibile, alle prese con missioni criptiche e pericoli celati in ogni dove. Le battaglie sono casuali, ma il tasso di incontri non è elevato. Più che altro, all'inizio, quando ancora non si capisce nulla di scontri e impostazione delle navette, si perde di continuo. Il sistema di combattimento è apparentemente una "palla fotonica", ma in sostanza un qualcosa di prelibato e rifinito. Era da tempo che non avevo la sensazione di essere pienamente responsabile di quello che succede. Tattica e strategia (per quanto applicate a battaglie tra navi in cui si possono premere solo tre tasti) sono sviluppate molto bene: basta un errore e si rischia di perdere una battaglia già vinta.
    Costruire le navi da guerra, poi, è un aspetta piacevolissimo: ci sono decine di mezzi a disposizione e quintalate di parti da aggiungere e incastrare dentro gli spazi appositi (una specie di schermata simil Tetris con i cubetti da piazzare negli slot disponibili)... i soldi sono un problema assoluto... scarità totale.
    Abbondano i personaggi da recrutrare, e ognuno di loro ha caratteristiche peculiari. Vanno sistemati nella nave da guerra alla maniera di Skies of Arcadia. C'è chi è portato per il comando, chi per la ricerca e sviluppo, chi per l'artiglieria ecc. ecc.
    .
    Le missioni sono per ora abbastanza guidate, ma non è per niente scontato capire cosa bisogna fare, si aprono percorsi multipli e non è detto che si riescano a ottenere tutti gli oggetti e i personaggi disponibili. L'esplorazione - FINALMENTE - regna sovrana.
    .
    Comunque, dopo le prima tre, quattro ore di faticosissimo inserimento (non riuscivo a passare il capitolo 2... me misero, mi sono sentito un incapace) adesso veleggio al capitolo 4. Ho ben tre navi e un sacco di modelli da costruire (mancano i soldi sigh^^"). Ci sono due missioni da risolvere, qualche sub quest e nuovi personaggi da scoprire. La trama non si è ancora sviluppata, per ora è tutto un battagliare contro i pirati, mentre diverse fazioni tramano per la conquista della Galassia.
    .
    Insomma, per ora 'na bomba. L'ho detto!
      ....se continui così me lo fai prendere.....!!!:)
    tecnicamente com'è??
    Collezione su Gamescollection

    Codice amico 3DS: Guido 2062-9291-3571
  8.     Mi trovi su: Homepage #5504026
    rocky balboa ha scritto:
    ....se continui così me lo fai prendere.....!!!:)
    tecnicamente com'è??
    Mmm, grafica e sonoro non sono elementi salienti del gioco. Certo, un titolo del genere si sarebbe sposato deliziosamente bene con 360 e ps3, ma su DS si trova pienamente a suo agio. C'è molto testo, schermate di dialogo statiche e qualche bella immagine. Le battaglie sono piacevoli da guardare, ma niente di sublime. L'esplorazione si svolge sulla mappa (spostamenti su linea lungo le direttrici disponibili) e non in dungeon o cose simili (anche se sono presenti dei micro labirinti in alcuni pianeti, dove però il movimento è ridotto all'osso). Le scene animate sono piacevoli, anche se molto corte. Le musiche non sono affatto male, si sposano bene con quello che succede.
  9.     Mi trovi su: Homepage #5504027
    rocky balboa ha scritto:
    Lo definiresti proprio un RPG puro??
    No, hai ragione, mi sono instupidito io. In realtà Infinite Space mescola le strutture di una Visual Novel (c'è abbastanza testo da leggere, ci sono risposte multiple e scelte da affettuare, più una quantità abnorme di personaggi da reclutare) e di un JRPG (per quanto riguardo il movimento su mappa, il sistema di combattimento e i negozi con equivalente customizzazione delle navi. I dungeon non sono presenti, come dicevo sopra. In sostanza la mappa planetaria è un unico immenso labirinto da percorrere seguento le diverse direttrici).
  10.     Mi trovi su: Homepage #5504028
    Intanto, dopo essere morto una decina di volte, sono finalmente riuscito a superare il quarto capitolo.
    .
    'Sto gioco non perdona la minima sbavatura. Fino ad ora avevo combattuto fronteggiando sempre il nemico in prima linea (ci sono fino a cinque navi schierate), così come suggeriva lo stesso tutorial - per altro - . Poi, finalmente, ho capito che per battere le navi-colosso è meglio partire a distruggere le navi di supporto (anche a costo di subire il fuoco incrociato) per indebolire le difese. Inoltre, assume sempre maggiore importanza quale delle mie navi assegno al comando e come dispongo le truppe... insomma, bisogna stare attenti a tutto. Non ultimo ai moduli equipaggiati nelle navi. Si perde un po' di tempo a grindare per far su denaro da spendere in radar, schermate di difesa e amplificatori di potenza. Mi godo da sbavo. :sbav:
    .
    La storia regala qualche momento epico! Per quanto Yuri (il protagonista) sia un ragazzino, le scene sono drammatiche, secche e violente.
    .
    Ah, oltre alle battaglie aeree, ci sono pure dei combattimenti tra truppe in stile "omini à la Langrisser, o à la Yggdra Union, o meglio ancora à la Dragon Force". Le regole di ingaggio sono quelle tipiche da "sasso, forbice, carta". Un diversivo molto carino, che si può attivare anche durante i combattimenti standard se si abborda la nave avversaria.
    .
    Insomma, ribadisco che se si superano le prime FATICOSISSIME ore di gioco, si gode in surplus. Mannaggia a loro quanto lo hanno fatto difficile. 8-(

  DS - Infinite Space

Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!

         

Online

Ci sono 0 ospiti e 0 utenti online su questa pagina