1. sommersa  
        Mi trovi su: Homepage #5472063
     Stefano Castelli ha scritto:
    Chi ci viene? Io ci sarò sia sabato che domenica, con Ziska.
      E anche il mio nuovo obiettivo. :cool:

    Che ho scoperto perchè mi piace tanto. E' miope come me!!! :DD
    Non ti ho tradito. Dico sul serio. Ero... rimasto senza benzina. Avevo una gomma a terra. Non avevo i soldi per prendere il taxi. La tintoria non mi aveva portato il tight. C'era il funerale di mia madre! Era crollata la casa! C'è stato un terremoto! Una tremenda inondazione! Le cavallette! Non è stata colpa mia! Lo giuro su Dio! [cit.]
  2. gnaaaaaaaaaaa!  
        Mi trovi su: Homepage #5478819
    Mamma mia che fiera-figata! Tanta roba da provare, provabile perchè la gente c'era ma non troppa. MEga torneo di at-43 organizzato ma soprattutto finalmente sono riuscito a vedere e conoscere di persona Stef e Ziska! E quel bimbone di jotaro :D MAmma mia, siete fantastici, poi ziska a horse fever è proprio disgraziata :D
    /!\Il lato oscuro di Nextgame/!\
  3. sommersa  
        Mi trovi su: Homepage #5478864
    _LordByron_ ha scritto:
    Mamma mia che fiera-figata! Tanta roba da provare, provabile perchè la gente c'era ma non troppa. MEga torneo di at-43 organizzato ma soprattutto finalmente sono riuscito a vedere e conoscere di persona Stef e Ziska! E quel bimbone di jotaro :D MAmma mia, siete fantastici, poi ziska a horse fever è proprio disgraziata :D
     E non mi hai vista vincere di volata, rompendo le uova nel paniere agli altri, la partita a Jerusalem XD

    Scherzi a parte, Horse Fever è veramente un bel gioco. Un gioco per giocatori ma anche "divertente" e casinaro, con una componentistica di alto livello e una filosofia dietro che è veramente da appoggiare al 100%
    Jerusalem, altro gioco provato da Stefano e me in questa fiera, è veramente un GIOCONE con tutte le lettere maiuscole. Un gioco profondo e strategico, con la giusta dose di imprevisti per non rendere il gioco eccessivamente meccanico e scontato.

    La manifestazione è stata uno spettacolo per occhi e cuore. Per chi, come me, aveva conosciuto la ex Modcon, un evento per geekoni che si svolgeva nel mega centro sportivo, tra palestre e bocciofile, ritrovare lo stesso spirito giochereccio ha fatto veramentebrillare gli occhi.

    E di questo non vanno ringraziati solo i ragazzi della Ludoteca (come sempre molto fornita e ben gestita), ma anche gli autori presenti con i propri giochi e gli editori, che hanno permesso di provare grandi classici e novità assolute ad un pubblico molto vasto.

    Uniche note veramente negative:
    - Asta tosta di venerdì.
    - Non poter uscire e rientrare dalla Fiera.

    Per carità, non è morto nessuno per questo, specie per la seconda nota (sabato sera ce ne siamo andati a mangiare fuori ugualmente, e pazienza se poi non potevamo rientrare).

    Giochi provati:
    Horse Fever
    Unga Bunga
    Shanghaien
    Inquisitio
    Martinique
    Jerusalem
    Valdora

    [Modificato da Ziska il 15/03/2010 11:14]

    Non ti ho tradito. Dico sul serio. Ero... rimasto senza benzina. Avevo una gomma a terra. Non avevo i soldi per prendere il taxi. La tintoria non mi aveva portato il tight. C'era il funerale di mia madre! Era crollata la casa! C'è stato un terremoto! Una tremenda inondazione! Le cavallette! Non è stata colpa mia! Lo giuro su Dio! [cit.]
  4. Smazzato  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #5481394
    _LordByron_ ha scritto:
    Mo mi informo per bene su jerusalem visto che vi ha cosi galvanizzato!
    Intanto io e stefano (il ragazzo bassottino :D ) siamo in frenzy per Blood Bowl... ci prendiamo solo le squadre poi campo e spalti facciamo tutto noi. :sbav:
     Bella, bella, bella, bella fiera. Giocato tantissimo. Riporto qui il mio resoconto:
    Insomma, che è successo a Play 2010?
    Di tutto! :D
    Principalmente è successo che ci siamo divertiti da matti: sono stato alla fiera da sabato mattina a domenica pomeriggio e devo dire che il proposito di partecipare una volta tanto solo come visitatore/giocatore ha dato i suoi
    frutti.
    Ho giocato davvero TANTO, ho provato giochi nuovi, giochi pre-nuovi (cavolo, devono ancora uscire...), vecchi titoli che volevo giocare da tempo e via dicendo. In totale sono reduce da 6-7 partite complete, giocate tranquillamente senza fare file ai tavoli e talvolta in compagnia di autori e/o editori.
    Ma a Play è successo anche altro.
    E' successo che fiera e convention hanno convissuto bene, senza che una fagocitasse l'altra, ciascuna rispettosa delle peculitarità dell'altra.
    E' successo che nuovo e vecchio si sono incontrati e hanno convissuto. Legno e cartone con la plastica
    dei Lego. Dadi con videogiochi. Piombo con silicio (si, sto pensando a ExIllis, presentato alla grande dagli amici di Gioconomicon e del Ludico Imperio ).
    E' successo che ho speso tanti soldini. Ho comprato Tinner's Trail (complimenti alla Tana dei Goblin per l'iniziativa), un'espansione per Race for the Galaxy, Il Castello dei 1000 Specchi, qualcosina di Corunea e il divertentissimo Horse Fever. Mia moglie si è "limitata" alle statue delle fatine, vera piaga di ogni fiera ludica che si rispetti...
    E' successo che ho incontrato tanti autori! Mura, Angiolillo, Obert, Albertarelli, Chiarvesio, Mori, Porazzi e altri che
    sicuramente sto colpevolmente dimenticando. Assieme ad una coppia di autori stranieri - Knizia e Friese - che risiedono prepotentemente da anni nella mia top-ten. Peccato per l'assenza di Wallace, magari sarà per l'anno  prossimo.
    E' successo, insomma, che Play mi è piaciuta davvero tanto. Due giorni di gioco con pochi compromessi e tanto da fare. Sebbene i miei sentimenti possano offendersi devo ammettere che non ho sentito la mancanza di ModCon e che
    l'unica vera pecca è stata l'assenza dell'Asta Tosta nell'ambito di Play.
    Complimenti e grazie a tutti, ai ragazzi del 3M per l'organizzazione, ai Goblin per il modo sontuoso con cui hanno gestito la ludoteca, all'Area Autoproduzione per l'usuale accoglienza, agli editori per aver integrato la manifestazione e non averla semplicemente usata come bancarella, a Gioconomicon per il reportage online davvero divertente da seguire, a Tinuz e Paoletta per essere stati ancora una volta voce e orecchie di una grande manifestazione e
    alla signora della mensa per i tortellini in salsa rosa (due in più NON avrebbero guastato, ma tant'è...).
    Dovessi puntare il dito su qualcosa da migliorare, direi:
    - Sarebbe carino avere una fiera meno "spartana". Qualche cartellone extra non guasterebbe.
    - Chiedete all'ente-fiera di migliorare la qualità degli altoparlanti! La media degli annunci era del tipo
    "FFFZT GNA ai visitatori che SBLUUU nella sala GAAAH ebbbubuh nuovo gioco di PEEEE".
    - Mensa promossa (anche come prezzi, via). Bar bocciati: cibi e bevande costosi, ma soprattutto brioche e ciambelle per nulla fresche, almeno di sabato (ovviamente domenica NON ci sono ri-cascato).
    - Maggiore chiarezza sul discorso entrate/uscite: per ovviare al problema il nostro gruppo ha deciso
    di saltare la sessione serale e filare direttamente a cena. L'anno scorso siamo tornati dopo cena, per dire. Una regola, non eccezioni.
    - Qualche prezzo-fiera in più non avrebbe guastato da parte di alcuni commercianti.
    Detto questo, appuntamento alla prossima edizione (che a questo punto spero sia annuale, no?). Mi fa tanto piacere vedere la fiera così in buona salute: nel mio piccolo avevo "tenuto a battesimo" la prima edizione con gli speciali e le interviste su D&B e l'ho sentita subito "mia", per cui lunga vita a Play!
    PS: Argh! Ho omesso di citare, tra l'altro i ragazzi di Cranio Games che ci hanno intrattenuto alla grande con l'ottimo Horse Fever. Mi aspetto grandi cose da questa casa editrice.
    Aggiungo che conoscere dal vivo Lordbyron coi suoi amici nonché il fuggiasco JotaroKjo è stato piacevolissimo.
    Facciamo il bis a GiocaRoma, vero?
    --
    Stef
    Ex Redattore apodittico di Nextgame.it ed ex-ex-curatore di Deck & Board
    Rantolii, niuz e boiate videoludiche su Il Paradroide e Outcast.it.
  5. sommersa  
        Mi trovi su: Homepage #5482913
    Stefano Castelli ha scritto:
    Bella, bella, bella, bella fiera. Giocato tantissimo. Riporto qui il mio resoconto:
    Insomma, che è successo a Play 2010?
    Di tutto! :D 

    E' successo che ho speso tanti soldini. Ho comprato Tinner's Trail (complimenti alla Tana dei Goblin per l'iniziativa), un'espansione per Race for the Galaxy, Il Castello dei 1000 Specchi, qualcosina di Corunea e il divertentissimo Horse Fever. Mia moglie si è "limitata" alle statue delle fatine, vera piaga di ogni fiera ludica che si rispetti...

    Cioè scusa ma lo abbiamo preso poi Horse Fever? Sì? Yeeeeeeeee.
    Hei, non denigrare le mie fatine,  OCCHEI?
    E poi scusa perchè devo comperare giochi se ho accanto te che fai tutto? :D
    E ricorda che io volevo comperare le espansioni di Dominion e un Arkham Horror ma qualcuno mi ha dissuaso. "le espansioni sono in italiano e noi il gioco lo abbiamo in inglese. Arkham Horror è luuuuungo" Lungo? Lungo. Through the Ages invece, 240 minuti, è un piccolo filler :P
    Stefano Castelli ha scritto:
    E' successo che ho incontrato tanti autori! Mura, Angiolillo, Obert, Albertarelli, Chiarvesio, Mori, Porazzi e altri che sicuramente sto colpevolmente dimenticando. Assieme ad una coppia di autori stranieri - Knizia e Friese - che risiedono prepotentemente da anni nella mia top-ten. Peccato per l'assenza di Wallace, magari sarà per l'anno  prossimo.
    E' successo, insomma, che Play mi è piaciuta davvero tanto. Due giorni di gioco con pochi compromessi e tanto da fare. Sebbene i miei sentimenti possano offendersi devo ammettere che non ho sentito la mancanza di ModCon e che l'unica vera pecca è stata l'assenza dell'Asta Tosta nell'ambito di Play.
    Complimenti e grazie a tutti, ai ragazzi del 3M per l'organizzazione, ai Goblin per il modo sontuoso con cui hanno gestito la ludoteca, all'Area Autoproduzione per l'usuale accoglienza, agli editori per aver integrato la manifestazione e non averla semplicemente usata come bancarella, a Gioconomicon per il reportage online davvero divertente da seguire, a Tinuz e Paoletta per essere stati ancora una volta voce e orecchie di una grande manifeztazione e alla signora della mensa per i tortellini in salsa rosa (due in più NON avrebbero guastato, ma tant'è...).

    Dovessi puntare il dito su qualcosa da migliorare, direi:
    - Sarebbe carino avere una fiera meno "spartana". Qualche cartellone extra non guasterebbe.
    - Chiedete all'ente-fiera di migliorare la qualità degli altoparlanti! La media degli annunci era del tipo
    "FFFZT GNA ai visitatori che SBLUUU nella sala GAAAH ebbbubuh nuovo gioco di PEEEE".
    - Mensa promossa (anche come prezzi, via). Bar bocciati: cibi e bevande costosi, ma soprattutto brioche e ciambelle per nulla fresche, almeno di sabato (ovviamente domenica NON ci sono ri-cascato).
    - Maggiore chiarezza sul discorso entrate/uscite: per ovviare al problema il nostro gruppo ha deciso
    di saltare la sessione serale e filare direttamente a cena. L'anno scorso siamo tornati dopo cena, per dire. Una regola, non eccezioni.
    - Qualche prezzo-fiera in più non avrebbe guastato da parte di alcuni commercianti.
    Detto questo, appuntamento alla prossima edizione (che a questo punto spero sia annuale, no?). Mi fa tanto piacere vedere la fiera così in buona salute: nel mio piccolo avevo "tenuto a battesimo" la prima edizione con gli speciali e le interviste su D&B e l'ho sentita subito "mia", per cui lunga vita a Play!
    PS: Argh! Ho omesso di citare, tra l'altro i ragazzi di Cranio Games che ci hanno intrattenuto alla grande con l'ottimo Horse Fever. Mi aspetto grandi cose da questa casa editrice.
    Aggiungo che conoscere dal vivo Lordbyron coi suoi amici nonché il fuggiasco JotaroKjo è stato piacevolissimo.
    Facciamo il bis a GiocaRoma, vero?
     
    Già che ci sono a tutto questo aggiungo che sono felice che i ragazzi di "mi tierra" e "Vendimia" sembra siano riusciti a trovare un distributore/partner europeo per la distribuzione dei loro giochi.
    Il container con molti dei loro giochi è andato perduto a causa del terribile terremoto in Cile e come si può immaginare, stavano vagamento con le pezze.

    Spero che siano riusciti a fare un contratto equo, che permetta loro di risollevarsi da questo momento difficile e continuino a pubblicare bei giochi (7.5 e 7 su Boardgamegeek. Voti di tutto rispetto sul sito)
    Non ti ho tradito. Dico sul serio. Ero... rimasto senza benzina. Avevo una gomma a terra. Non avevo i soldi per prendere il taxi. La tintoria non mi aveva portato il tight. C'era il funerale di mia madre! Era crollata la casa! C'è stato un terremoto! Una tremenda inondazione! Le cavallette! Non è stata colpa mia! Lo giuro su Dio! [cit.]

  Play: Modena, 13-14 Marzo

Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!

         

Online

Ci sono 0 ospiti e 0 utenti online su questa pagina