1. meteo: cupertino  
        Mi trovi su: Homepage #5477060
    La notte scorsa ho visto un cortometraggio commentato da Enrico Ghezzi, nel corso della trasmissione Fuori Orario. Sono rimasto molto colpito da quelle immagini, ma soprattutto sono riuscito a guardare tutto il documento. Molti anni fa mi era già capitato di vederlo, ma purtroppo solo le ultime scene. Si tratta di un filmato girato (presumibilmente) durante la fine della seconda guerra mondiale. Il commento di Ghezzi lo descrive come una pellicola (autentica?) trovata a bordo di una scialuppa ammarata in Madagascar. E' una sorta di diario di bordo in cui il naufrago, un militare russo, testimonia l'incontro ravvicinato con una forma di vita (?) e, dopo essere sopravvissuto per parecchi giorni grazie alle scorte di cibo che era riuscito a mettere in salvo, abbandona la scialuppa per raggiungere a nuoto un forte bagliore in mare. La cinepresa continua a riprendere fino alla scomparsa del marinaio nel nulla. Ricordo che uno dei primi numeri di Martin Mystère si ispira a questo episodio. Mi piacerebbe capire se si tratta di finzione cinematografica o se il documento è autentico.

    Qualcuno ne sa qualcosa?

    [Modificato da felicità il 13/03/2010 09:40]

    viva il minimalismo.
  2. meteo: cupertino  
        Mi trovi su: Homepage #5477121
    lucacat ha scritto:
    Se riesci a postare un video...ho fatto qualche ricerca ma non trovo nulla.

    Idem, questo cortometraggio mi sta ossessionando. L'unico link che ho trovato è una vecchia pagina di Facebook, dove alcuni utenti parlano della stessa cosa. Anche loro non sono riusciti a recuperare nulla di concreto sulla rete. Ho provato anche su Youtube, ma invano.

    Edit: avrei potuto registrarlo, magari perdendo i primi minuti, ma sono rimasto calamitato dalla proiezione e non mi sono mosso dalla mia posizione. Peccato.
    viva il minimalismo.
  3. the last story  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #5477171
    felicità ha scritto:
    Idem, questo cortometraggio mi sta ossessionando. L'unico link che ho trovato è una vecchia pagina di Facebook, dove alcuni utenti parlano della stessa cosa. Anche loro non sono riusciti a recuperare nulla di concreto sulla rete. Ho provato anche su Youtube, ma invano.
    Edit: avrei potuto registrarlo, magari perdendo i primi minuti, ma sono rimasto calamitato dalla proiezione e non mi sono mosso dalla mia posizione. Peccato.
     Prima o poi lo si troverà, comunque di tutte le storielle raccontate sugli alieni, le uniche cose che suscitano la mia curiosità sono i reperti antichi. Giusto come cosa curiosa, passatempo ipotizzando che siano veri e non bufale, tanto per capire da dove sono venuti fuori (sempre sotto l'ipotesi che non siano bufale).
    Ex capoReda di ConsoleGeneration (sempre nei miei ricordi)
    Codice 3DS: 1504-5679-6076
    codice wii Lucacat 4633-3406-7081-5109
  4. meteo: cupertino  
        Mi trovi su: Homepage #5477262
    Jeff ha scritto:
    ma vedere sul sito della trasmissione?   ^^

    http://www.fuoriorario.rai.it/R2_paginaSpalla/0,11017,247-1087631,00.html



    Ma è stata la prima cosa che ho fatto. :)

    Il mio dubbio però rimane, nel senso che questo cortometraggio è stato trasmesso come introduzione ai film legati da un unico filo tematico. Mi ha lasciato perplesso l'assenza di qualsiasi riferimento ad autori, l'assenza di audio originale (e posso capirlo), l'assenza di una sigla che apriva e chiudeva quelle sequenze... l'unico commento era la voce fuori campo di Ghezzi che descriveva le scene, ma senza alcun riferimento ad una produzione cinematografica o amatoriale. Sembrava che ne parlasse proprio come se si trattasse di un documento storico.
    viva il minimalismo.
  5.     Mi trovi su: Homepage Homepage #5477277
    felicità ha scritto:
    Ma è stata la prima cosa che ho fatto. :)
    Il mio dubbio però rimane, nel senso che questo cortometraggio è stato trasmesso come introduzione ai film legati da un unico filo tematico. Mi ha lasciato perplesso l'assenza di qualsiasi riferimento ad autori, l'assenza di audio originale (e posso capirlo), l'assenza di una sigla che apriva e chiudeva quelle sequenze... l'unico commento era la voce fuori campo di Ghezzi che descriveva le scene, ma senza alcun riferimento ad una produzione cinematografica o amatoriale. Sembrava che ne parlasse proprio come se si trattasse di un documento storico.
     L'unica è mandare una mail alla trasmissione....io proverei.
    "A un’altra vita".

    Bangkok
  6.     Mi trovi su: Homepage #5477582
    Salve a tutti, e perdonate l'intrusione... Consideratela pure un evento soprannaturale...
    Anch'io sono rimasto molto colpito dal filmato, e ho subito fatto ricerche per saperne qualcosa di più. Durante le ricerche mi sono imbattuto in questo forum, e visto il vostro interessamento ho il piacere di condividere con voi i risultati.
    Ho trovato questa pagina:
    http://www.cri.ch/di/?lang=en&action=show&episode=04
    Ed ora, come il marinaio... anche di me non resterà traccia...
    Un caro saluto a tutti, spero di esservi stato utile.
  7.     Mi trovi su: Homepage #5477691
    lucacat ha scritto:
    Prima o poi lo si troverà, comunque di tutte le storielle raccontate sugli alieni, le uniche cose che suscitano la mia curiosità sono i reperti antichi. Giusto come cosa curiosa, passatempo ipotizzando che siano veri e non bufale, tanto per capire da dove sono venuti fuori (sempre sotto l'ipotesi che non siano bufale).
      beh bufale non penso in quanto alcuni sono quadri originali visibili da tutti :asd:
  8.     Mi trovi su: Homepage Homepage #5477702
    Unbeatable Babyface ha scritto:
    Credo che il video sia questo
    http://www.youtube.com/watch?v=3zAYigH67dA
        Visro cosi' parrebbe autentico. Bello il fatto che ci sia il parlato russo doppiato in francese coi sottotitoli in spagnolo.

    Cmq se la barca l'hanno ritrovata in Madagascar l'uomo si trovava nell' Oceano Indiano.....ma da dove veniva?
    Ci sono alcune cose che non mi sembrano chiare, come il fatto che sia spesso sbarbato.....era naufrago ma si era portato le lamette? Il bagliore forse potrebbe essere una particolare riflessione solare dovuta a qualche cosa, forse un ordigno, chissà. Ma quando l'uomo inizia a nuotare non si vede più alcun bagliore, pare una specie di suicidio di un uomo magari impazzito, dopo mese e mezzo di isolamento nell' oceano.
    "A un’altra vita".

    Bangkok
  9. meteo: cupertino  
        Mi trovi su: Homepage #5477715
    Jeff ha scritto:
    Visto cosi' parrebbe autentico. Bello il fatto che ci sia il parlato russo doppiato in francese coi sottotitoli in spagnolo.
    Visto così è proprio malridotto, in effetti. Quello trasmesso ieri era di ottima qualità e commentato molto bene in italiano. Il bagliore è molto evidente nella pellicola originale...

    Grazie del contributo a Unbeat e Paolods. Resta comunque un mistero.

    viva il minimalismo.
  10.     Mi trovi su: Homepage Homepage #5477793
    felicità ha scritto:
    Visto così è proprio malridotto, in effetti. Quello trasmesso ieri era di ottima qualità e commentato molto bene in italiano. Il bagliore è molto evidente nella pellicola originale...
    Grazie del contributo a Unbeat e Paolods. Resta comunque un mistero.
     Si, e praticamene non si trova nulla nemmeno in rete.
    Mi sta intrippando.
    "A un’altra vita".

    Bangkok
  11. meteo: cupertino  
        Mi trovi su: Homepage #5477914
    Jeff ha scritto:
    Il bagliore forse potrebbe essere una particolare riflessione solare dovuta a qualche cosa, forse un ordigno, chissà. Ma quando l'uomo inizia a nuotare non si vede più alcun bagliore, pare una specie di suicidio di un uomo magari impazzito, dopo mese e mezzo di isolamento nell' oceano.
    Scusa Jeff, avrei dovuto commentare ieri questo quote. :)

    La cosa che mi ha colpito sono le fasi emotive che attraversa quel naufrago. Euforia, seguita da sconforto i primi giorni. Successivamente, però, accade qualcosa che lo rivitalizza. L'uomo riprende con la cinepresa una fonte luminosa sopra di lui che pare seguirlo. I giorni seguenti (ha ancora scorte di cibo sulla scialuppa) appare una nave all'orizzonte. Il naufrago può sparare un razzo segnalatore, ma ci ripensa. Si percepisce un forte interesse dell'uomo verso quella "sorgente" che pare seguirlo/guidarlo/attrarlo. Il marinaio non tocca cibo per alcuni giorni perchè le scorte sono quasi finite... non si capisce come faccia a sopravvivere (dovrebbe essere già morto è il commento di Ghezzi). Vero o falso che sia, questo documento ha un fascino notevole.

    viva il minimalismo.

  La misteriosa scomparsa del naufrago russo

Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!

         

Online

Ci sono 0 ospiti e 0 utenti online su questa pagina