1. Giovane cattolico  
        Mi trovi su: Homepage #5483465
    Dato che mi è saltato un appuntamento e per un paio d'ore non ho assolutamente niente da fare :) rispolvero un po' le vecchie abitudini, sperando di fare cosa gradita, e vi parlo di un giochino che potrebbe interessare a molti, ma che purtroppo non ha avuto visibilità (anche se vari siti, nextgame in primis, se ne sono occupati durante la lavorazione).

    Mi perdonerete in anticipo se l'analisi non sarà dettagliata come mio solito, ma ho un po' perso la mano (e la voglia) per i super topic con post plurimi :D



    INFORMAZIONI UTILI

    Sviluppatore: Pastagames, team francese legato ai (parzialmente) più famosi Arkedo (Big Bang Mini, Nervous Brickdown) in cui sono confluiti per aiutare il lavoro sulla Arkedo Series su XBlive.

    Publisher: Neko Entertainment
    Distributore: Big Ben Interactive.

    Nulla so di costoro, se non che han gestito la distribuzione di Maestro! in un modo che definire pessimo è un eufemismo.

    Sito ufficiale: http://www.maestrojumpinmusic.com/en/index.php

    PERCHE' POTREBBE INTERESSARMI?

    Maestro! Jump in Music non assomiglia a niente che abbia mai giocato prima (cit. Risottolo). In realtà un'ispirazione il titolo francese ce l'ha: Vib Ribbon, gioco però che personalmente (e credo molti altri) non ho mai giocato.

    Il principio è molto semplice: coniugare la musica con i salti e le piattaforme. Ogni singolo elemento negli stage di Maestro! contribuisce alla colonna sonora, che viene piano piano creata dal giocatore mentre accompagna Presto (il pinguino? rosa? protagonista) nella sua avventura.

    Per una spiegazione chiara delle meccaniche, vi rimando all'anteprima di nextgame qui

    http://next.videogame.it/maestro-jump-in-music/80840/

    Per quanto le premesse possano sembrare strane, il gioco funziona, e anche piuttosto bene.
    Pur non raggiungendo le vette di giochi come Rhythm Tengoku, la sensazione di "fare musica" è innegabile, e si resta spesso sorpresi dalla semplicità e fluidità con cui le nostre mani e il nostro pennino scorrono sullo schermo.

    La ripetitivà è esclusa dall'ottima scelta degli sviluppatori di differenziare ogni livello, aggiungendo "gimmicks" sempre diverse, alcune decisamente esilaranti.
    Pollice sollevato anche per la scelta musicale, originale, e che non è troppo penalizzata dai midi, che anzi in alcuni punti rendono il tutto ancora più divertente (senza spoilerare troppo, vi dico solo che dovrete tormentare delle anguille giganti per far emettere loro i versacci di Jay Hawkins in I put a spell on you).

    Come molti giochi musicali, non è necessario ma è consigliabile conoscere le canzoni che andremo a "giocare". Ma trattandosi di pezzi famosissimi, che spaziano dalla musica classica, ai balli popolari, al pop più noto, non c'è grosso pericolo in tal senso.

    Personalmente ritengo che il gioco in questione possa piacere, senza grosse riserve, a chiunque ami i giochi capaci di fondere la musica con il gameplay. La selezione musicale potrebbe non piacere a tutti, come è ovvio, ma un gioco che mischia Beethoven, Mozart, Albeniz (eccezionale la sua Asturias in salsa.. western!) con i Jackson 5 e i Madness merita sicuramente un'occhiata.

    PERCHE' POTREBBE NON PIACERMI?

    Maestro! non è esente da difetti. Due in particolare possono risultare indigesti sul lungo periodo, e si tratta in entrambi i casi di scelte discutibili effettuate dal team di sviluppo.

    La prima è relativa alle battaglie contro i Boss. Dopo 3 stage, dovremo affrontare il nostro nemico ragno Staccato in un duello musicale.. che non è altro che un banale, lunghissimo, difficile e molesto Simon.
    3 errori per "azione" sono ammessi, dopodiché si deve ricominciare da capo. Oltre ad essere piuttosto noiosi, questi scontri sono lunghissimi (specie a difficile) e sono un vero pugno nello stomaco rispetto alla fluidità dei normali stage.
    Non rovinano il gioco del tutto, per fortuna, ma di sicuro verranno vissuti con sofferenza soprattutto da chi non ha un OTTIMO senso del ritmo.

    la seconda scelta è meno fastidiosa, ed è l'aver "bloccato" il gioco normale all'inizio, con la necessità di completare il gioco a easy per sbloccare le canzoni complete. A me personalmente non ha infastidito per nulla, anzi ho vissuto la modalità easy come un simpatico tutorial delle singole canzoni.
    Ma se siete uno di quei giocatori che, dopo aver visto i credits di un titolo, anche solo dopo due ore di gioco, si rifiuta per principio di riaccendere il gioco, sappiate che non godreste neanche del 20% di quello che Maestro! può offrire.

    Infine, i giocatori poco dotati di senso del ritmo faticheranno più degli altri, e probabilmente non completeranno mai le boss battles a hard, ma possono comunque giocare sfruttando gli input visivi che il gioco fornisce.

    DOVE LO COMPRO?

    E qui veniamo al tasto dolente. Scordatevi play.com, the hut, blah dvd. Il gioco non è mai disponibile in questi store. Scordatevi di importarlo: non è uscito negli Stati Uniti, è esclusiva EUR.

    O avete la fortuna di trovarlo in un negozio (ma personalmente non l'ho mai visto), o lo prendete su uno store italiano online. Ne linko due, sperando che si possa fare.

    http://multiplayer.com/videogiochi/nintendo-ds/maestro-jump-in-music.html (comprato qui)

    http://www.gamestop.it/31002_486840456_DS_Maestro_Jump_in_Music.aspx

    VERSIONE IPHONE

    tutto quanto sopra era relativo alla versione DS. Da pochi giorni è disponibile sull'App store il primo mondo (con una canzone modificata e boss fortunatamente rimosso), Green Groove, a soli 0,79 centesimi.

    Nonostante il prezzo decisamente allettante, non è un acquisto consigliabile a scatola chiusa. Il gioco è infatti un porting diretto della versione DS, mal adattato sia come dimensione dello schermo che come controlli.

    Le dita sostituiscono egregiamente il pennino, ma sono proprio i colpi stessi a non venire spesso registrati, se non si preme con estrema "forza". Il gioco è ancora giocabile, e divertente ad easy, ma le magagne emergono quasi subito e rischiano di rovinare l'approccio con questo titolo.

    I problemi sono stati segnalati da vari utenti, oltre a me, per cui si spera che gli sviluppatori possano porre presto rimedio con una patch.

    Resta comunque una versione consigliabile a chi vuole provare il gioco spendendo due lire, per vedere com'è.

    GNE GNE GNE GNE LO VOGLIO SCARICABILE IN HD BLAH BLAH BLAH

    L'unica altra versione al momento in programma è su DSiWare, probabilmente per raggiungere il mercato americano come ha già fatto EnjoyUp con i suoi Chronos Twins e Little Red Riding Hood's Zombie BBQ (altro gioco DS di cui mi piacerebbe parlarvi, un giorno).
    http://www.myspace.com/giovanecattolico

    Il nuovo progetto musicale.
  2. Back to the Next  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #5484079
    L'avevo addocchiato all'uscita a novembre ma causa troppa roba in uscita e (ancora adesso) arretrata l'ho lasciato da parte, di recente ho visto la versione per iphone, magari me la scarico per vedere se mi intrippa come i video fanno immaginare :|3
    EDIT: ho letto adesso i commenti sulla versione iphone.. mmm per 0,79€ vorrei comunque provare, almeno ho un'idea se il gioco può divertirmi o meno, ripeto a giudicare dai video mi intrippava moltissimo vediamo se la prova su strada confermerà.
    http://cartellonista.wordpress.com/2011/03/14/eppur-vi-rialzerete-a-prayer-for-japan/
    *Io credo in Nintendo*
    Giuro solennemente che ora e sempre la farò fuori dal vaso
  3. Back to the Next  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #5484506
    Provato 3-4 livelli.
    Già dal tutorial si capisce che i controlli danno un po' di grane, ho dannato un bel po' per prendere tutte le stelle e tutte le note. Pian piano ci si prende mano (o dita XD) e nei livelli sono stato un po' più preciso ma qualche sbavatura resta comunque. Peccato perchè tolto questo difetto (pesante in un gioco del genere purtroppo) il prodotto è interessante, divertente in modo genuino, induce alla sindrome "ancora un'altra e poi smetto", il tutto coronato da melodie bellissime anche per un ignorante in materia come il sottoscritto. Il chara design lo trovo delizioso e la grafica 2d fa il suo dovere. Difficoltà, giusta, cioè in realtà già a normale dà un bel po' di filo da torcere ma in un gioco del genere ci sta, vi troverete a ripassare i santi del paradiso con gusto insomma.
    La versione per ds va assolutamente recuperata se i controlli sono esenti dai difetti sopra citati.
    http://cartellonista.wordpress.com/2011/03/14/eppur-vi-rialzerete-a-prayer-for-japan/
    *Io credo in Nintendo*
    Giuro solennemente che ora e sempre la farò fuori dal vaso

  [NDS; Iphone] Maestro! Jump in Music

Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!

         

Online

Ci sono 0 ospiti e 0 utenti online su questa pagina