1.     Mi trovi su: Homepage Homepage #5486760
    Dovrebbe essere iniziata quella che pare una delle serei più costose mai realizzate, prodotta, tra gli altri, da Spielberg e Hanks. Sul canale Hbo, sempre marchio di qualità e depositario di quella serie straordinaria che è stata "Six Feet Under".
    La storia di alcuni soldati nel Pacifico del Sud, durante le battaglie della seconda guerra mondiale. Dicono ricalchi Band of Brothers, che non ho mai visto.



    http://en.wikipedia.org/wiki/The_Pacific_%28miniseries%29
    "A un’altra vita".

    Bangkok
  2.     Mi trovi su: Homepage #5486780
    Jeff ha scritto:
    Dovrebbe essere iniziata quella che pare una delle serei più costose mai realizzate, prodotta, tra gli altri, da Spielberg e Hanks. Sul canale Hbo, sempre marchio di qualità e depositario di quella serie straordinaria che è stata "Six Feet Under".
    La storia di alcuni soldati nel Pacifico del Sud, durante le battaglie della seconda guerra mondiale. Dicono ricalchi Band of Brothers, che non ho mai visto.
    http://en.wikipedia.org/wiki/The_Pacific_%28miniseries%29
      
    Vista la pubblicità su Sky fa paura, realizzata quasi meglio di un film visivamente... speriamo che il budget sia simile anche per Thrones :))!
    La guarderò molto probabilmente comunque!
  3.     Mi trovi su: Homepage #5486830
    A maggio su Sky, vero? Il 10, mi pare...
    Quando sono stato a Madrid, c'era pubblicità ovunque, perché Canal+ la faceva in contemporanea con gli USA.
    "Love looks not with the eyes, but with the mind;
    And therefore is wing'd Cupid painted blind." (W. Shakespeare)
  4.     Mi trovi su: Homepage #5557632
    Sono l'unico che la sta seguendo su Sky (e non)? Ho visto, per ora, le prime quattro parti (quelle trasmesse da Sky, appunto).
    Beh, come realizzazione è strepitosa. Di un livello irraggiungibile, davvero. Come contenuti è altalenante, secondo me. E' molto "descrittiva" di cosa è stata quella guerra, ma molto poco "narrativa". Non è necessariamente un difetto, però...
    "Love looks not with the eyes, but with the mind;
    And therefore is wing'd Cupid painted blind." (W. Shakespeare)
  5.     Mi trovi su: Homepage Homepage #5557801
    Maximus ha scritto:
    Sono l'unico che la sta seguendo su Sky (e non)? Ho visto, per ora, le prime quattro parti (quelle trasmesse da Sky, appunto).
    Beh, come realizzazione è strepitosa. Di un livello irraggiungibile, davvero. Come contenuti è altalenante, secondo me. E' molto "descrittiva" di cosa è stata quella guerra, ma molto poco "narrativa". Non è necessariamente un difetto, però...


    Anch'io la sto seguendo su Sky, ma non mi sta entusiasmando.
    Di alto livello la realizzazione tecnica, anche se, paradossalmente, le scene girate nella giungla soffrono, a mio parere, di troppa postproduzione, inoltre dovrebbe eseere girata in digitale.
    Per fare un paragone con Lost, le scene "nel verde" risultano più convincenti in quest' ultimo, che oltre ad essere su pellicola ha una fotografia più naturale.


    Per il resto, la puntata che mi è piaciuta di più finora è quella nel quale sbarcano a Melbourne, il che è tutto dire.
    Certe sparatorie sono troppo lunghe.
    "A un’altra vita".

    Bangkok
  6.     Mi trovi su: Homepage Homepage #5557936
    Piccolo ha scritto:
    Un epopea di guerra? Che dio me ne scampi!


    Da sottolineare, ma tutto era prevedibile, c'è un gusto tutto americano nel celebrare gli "eroi"; addirittura c'è un ragazzo (che era il bambino in Jurassic Park tra l'altro) che è tristissimo perchè......non può partire per la guerra! :DD
    Quando penso che uno sano di mente avrebbe anche pagato per non adare.

    Diceva che ha deluso in un sol colpo la famiglia, sè stesso e il Paese...



    Detto questo, mi sembra sia stata encomiabile l'opera di Eastwood, tanto per rimanere in tema Seconda guerra mondiale e Pacifico; dove con Flags of our fathers prima e Lettere da Iwo Jima poi ha fatto magistralmente vedere le due facce di una stessa medaglia.
    Dove di norma, in questo tipo di produzioni a stelle e striscie, si vede solo la celebrazione dei loro.
    "A un’altra vita".

    Bangkok
  7.     Mi trovi su: Homepage #5580932
    E così ieri è finito The Pacific. Una parte 9 veramente stupenda che eclissa tutte le precedenti e una 10, invece, un po' sotto tono, ma era normale visto il tema del finale.
    In generale la serie mi è piaciuta. Purtroppo non si riesce ad essere coinvolti dalle storie dei protagonisti, secondo me. Manca l'interesse, nello spettatore, di vedere che cosa succederà loro, di essere in qualche modo preoccupati per la loro sorte. La serie diventa quasi più un "documentario" che una storia narrata...
    "Love looks not with the eyes, but with the mind;
    And therefore is wing'd Cupid painted blind." (W. Shakespeare)
  8.     Mi trovi su: Homepage #5580965
    Jeff ha scritto:
    addirittura c'è un ragazzo (che era il bambino in Jurassic Park tra l'altro) che è tristissimo perchè......non può partire per la guerra! :DD
    Quando penso che uno sano di mente avrebbe anche pagato per non adare.

    Diceva che ha deluso in un sol colpo la famiglia, sè stesso e il Paese...
    In realtà è forse l'unico personaggio che viene un po' approfondito. E proprio quello che viene maggiormente "scottato" dalla guerra. Sulla sua volontà di partire...beh, secondo me, vista la famiglia di appartenenza, il ceto sociale, la "lontananza" del territorio americano dalla guerra, non è così irrealistico. Soprattutto visto che quella parte avviene all'inizio della guerra per gli USA, appena colpiti da Pearl Harbour...c'era una combinazione di patriottismo spinto e di mancata concezione della realtà della guerra in corso.

    "Love looks not with the eyes, but with the mind;
    And therefore is wing'd Cupid painted blind." (W. Shakespeare)
  9.     Mi trovi su: Homepage #5581019
    Jeff ha scritto:
    Da sottolineare, ma tutto era prevedibile, c'è un gusto tutto americano nel celebrare gli "eroi"; addirittura c'è un ragazzo (che era il bambino in Jurassic Park tra l'altro) che è tristissimo perchè......non può partire per la guerra! :DD
    Quando penso che uno sano di mente avrebbe anche pagato per non adare.

    Diceva che ha deluso in un sol colpo la famiglia, sè stesso e il Paese...

    Non credere... pur non essendo certo la norma, quel genere di ragionamento/comportamento era realistico e capitava. Molto di più durante la Prima Guerra Mondiale forse (i tempi cambiano), ma non era poi così strano fare questo tipo di ragionamento nazionalistici. 




    Detto questo, mi sembra sia stata encomiabile l'opera di Eastwood, tanto per rimanere in tema Seconda guerra mondiale e Pacifico; dove con Flags of our fathers prima e Lettere da Iwo Jima poi ha fatto magistralmente vedere le due facce di una stessa medaglia.
    Dove di norma, in questo tipo di produzioni a stelle e striscie, si vede solo la celebrazione dei loro.

    I film di Eastwood sono stati acclamati anche in Giappone per la grande capacità che ha avuto di far vedere davvero la guerra da entrambe le fazioni e non è una cosa da poco per un signore che rappresenta (volente o nolente) per la sua carriera, lo stereotipo dell'americanaccio vecchio stile.
    .
    cheers
    Purify the earth with fire, the planet will become my temple and we will rise. THIS WILL BE OUR PARADISE!!!!
  10.     Mi trovi su: Homepage #5581049
    Andhaka ha scritto:
    I film di Eastwood sono stati acclamati anche in Giappone per la grande capacità che ha avuto di far vedere davvero la guerra da entrambe le fazioni e non è una cosa da poco per un signore che rappresenta (volente o nolente) per la sua carriera, lo stereotipo dell'americanaccio vecchio stile.
    .
    cheers
    Comunque mi sembra che The Pacific mostri piano piano un cambio di prospettiva. Inizia con gli "eroi" americani in difesa della Patria e della Libertà e prosegue con l'acquisizione di una certa consapevolezza della cruda realtà. Verso la fine ci sono certe scene che fanno crescere antipatia e disgusto verso alcuni approcci americani...decisamente. Tra l'altro, questo percorso segue proprio quello del ragazzo "volontario patriottico" di cui si parla...

    "Love looks not with the eyes, but with the mind;
    And therefore is wing'd Cupid painted blind." (W. Shakespeare)
  11.     Mi trovi su: Homepage #5581051
    Maximus ha scritto:
    Comunque mi sembra che The Pacific mostri piano piano un cambio di prospettiva. Inizia con gli "eroi" americani in difesa della Patria e della Libertà e prosegue con l'acquisizione di una certa consapevolezza della cruda realtà. Verso la fine ci sono certe scene che fanno crescere antipatia e disgusto verso alcuni approcci americani...decisamente. Tra l'altro, questo percorso segue proprio quello del ragazzo "volontario patriottico" di cui si parla...

    Purtroppo ho visto solo le prime due... devo recuperare appena ho un po' di tempo. ;)
    .
    Cheers
    Purify the earth with fire, the planet will become my temple and we will rise. THIS WILL BE OUR PARADISE!!!!

  The Pacific

Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!

         

Online

Ci sono 0 ospiti e 0 utenti online su questa pagina