1.     Mi trovi su: Homepage #5489156
    (La Gazzetta dello
    Sport) - «Ora basta» dice l’allenatore del Besiktas, Mustafa
    Denizli
    , stanco di vedere ogni due giorni sui giornali turchi Matteo
    Ferrari
    in compagnia di fotomodelle all’uscita dai club
    notturni. Denizli ha strigliato il giocatore dopo la partita di Kasimpasa,
    finita 2-2. Sui gol subìti, Ferrari ha più di qualche responsabilità.
    «Concentrati sul calcio» Denizli ha caldeggiato molto l’acquisto di
    Ferrari nel luglio scorso, ma ora sembra non poterne più. L’ultima foto
    pubblicata che lo ritrae con la fotomodella Lara Surol,
    all’uscita del locale Zuma, all’una di notte, ha fatto sbottare
    l’allenatore: «La tolleranza è finita, concentrati solo sul calcio
    invece di girare ogni notte in un locale diverso con una nuova ragazza.
    Tutta la squadra paga questa situazione». E un giornalista turco esperto
    di gossip racconta: «È incredibile la vita notturna di Ferrari: ogni
    martedì è al Longtable, il mercoledì va al "W" hotel e il giovedì allo
    Zuma, il posto più lussuoso di Istanbul».
     
    La società Anche la società ha
    dato l’ultimatum a Ferrari, tramite il dirigente Mete Duren.
    «Se sarà visto ancora in giro a tarda notte, riceverà una multa
    record». Matteo Ferrari riceve 2,5 milioni di euro netti all’anno dal
    Besiktas, quasi il triplo di quando giocava al Genoa e il club turco lo
    ha pagato 4,5 milioni. Inoltre il suo contratto ha condizionato l’umore
    dello spogliatoio, visto che gli altri stranieri del Besiktas ricevono
    la metà dell’ingaggio del giocatore italiano, pur essendo piu
    disciplinati. Ora i giornali turchi hanno cominciato a fare paragoni tra
    Ferrari e Zapotocny, il difensore mandato via in
    estate per acquistare Ferrari, che percepiva solo 800 mila euro l’anno.
    Nessuno al momento ha notato la differenza di qualità.

    Complimenti a chi ha deciso di acquistarlo offrendogli un contratto a quelle cifre.
    Ma non lo sapevano che era, è, e sarà sempre un pippone al sugo ? :asd::asd::asd:

    [Modificato da ^Mr-Drakula^ il 23/03/2010 14:33]

    ^Mr-Drakula^

    Inquietante Allenatore del temibile Vampiria F.C., il cui Capitano non può che essere il numero 90 (la paura) Canini.
  2.     Mi trovi su: Homepage #5489592
    beh , almeno porta in alto la fama degli italiani che cuccano all'estero.
    diciamo che è andato a fare l'erasmus in turchia. a ciulare. e già che c'era ha preso un fracco di soldi..
    chiamalo scemo...
    "al mio segnale...scatenate l'inferno!" dissi io, davanti alla colazione dell'hotel a 4 stelle di Padova...
  3.     Mi trovi su: Homepage #5490400

    (La Gazzetta dello
    Sport) - «Basta lo dico io». Matteo Ferrari, difensore
    centrale, ex Inter, Roma e Genoa,
    emigrato a Istanbul nell’estate scorsa, punto di forza
    del Besiktas in lotta per lo scudetto. «Siamo terzi in
    classifica, dietro Bursaspor e Galatasaray, abbiamo la difesa meno
    battuta del torneo, io sono considerato lo straniero migliore del
    campionato e mi sto riprendendo da un intervento all’occhio. Eppure, di
    me si dice solo che faccio collezione di modelle e uscite notturne. E
    che l’allenatore non ne può più di me e la società vuole multarmi. È
    falso». Ferrari lo ribadisce anche in una conferenza stampa e il suo
    allenatore, Mustafa Denizli, chiarisce: «Nessun
    problema con Matteo, né con la sua vita privata».

    [/b] 

    [b]Ferrari, qual è la sua verità?

    «Sono
    un professionista, faccio vita da atleta. Il mio rendimento lo dimostra
    e pure la considerazione che l’ambiente ha di me. Perfino i tifosi del
    Fenerbahce mi gridano: "I love you"».
    Falso che l’abbiano
    beccata in giro la notte?

    «Falso che sia successo
    all’insaputa della società. Vado a cena in ristoranti alla moda, dove
    incontro modelle. Non faccio nulla di grave».
    Come procede
    la sua avventura a Istanbul?

    «Bene, ho trovato un ambiente
    spettacolare, la città è meravigliosa. Il livello del campionato è in
    crescita: simile alla Premier, ma meno tecnico. Gli stadi sono sempre
    pieni, la passione a volte sfocia in violenza, ma mai in razzismo».
    Il
    suo bilancio fin qui?

    «Ottimo: il Besiktas è in lotta per
    lo scudetto e in Champions, nonostante l’eliminazione ai gironi, ci
    siamo permessi di vincere all’Old Trafford, ed io sono finito tre volte
    nella Top 11 dell’Uefa».
    Felice di aver lasciato l’Italia?

    «Sì, ho fatto la scelta giusta. Dopo un’ottima stagione al Genoa,
    pensavo di poter fare un salto di qualità. Quando ho capito che non era
    possibile, ho accettato la proposta del Besiktas, anche per i soldi non
    lo nascondo».
    Quale immagine del nostro Paese arriva ad
    Istanbul?

    «Un Paese in crisi, ma con la voglia di
    ripartire. Il campionato è avvincente, sono contento per i miei ex
    compagni della Roma. Il nostro calcio però è sempre meno competitivo.
    Non mi manca nulla dell’Italia. Solo mio figlio, ma per fortuna riesco a
    vederlo dieci giorni al mese».

    ^Mr-Drakula^

    Inquietante Allenatore del temibile Vampiria F.C., il cui Capitano non può che essere il numero 90 (la paura) Canini.
  4.     Mi trovi su: Homepage #5490406
    ^Mr-Drakula^ ha scritto:
    Ferrari, qual è la sua verità?
    «Sono un professionista, faccio vita da atleta. Il mio rendimento lo dimostra
    e pure la considerazione che l’ambiente ha di me. Perfino i tifosi del
    Fenerbahce mi gridano: "I love you"».
      Anche noi romanisti gridiamo sempre "I love Lotito"...  :asd:

    Esilarante anche quando dice che il campionato turco è al livello della Premier League. :rotfl:
    ^Mr-Drakula^

    Inquietante Allenatore del temibile Vampiria F.C., il cui Capitano non può che essere il numero 90 (la paura) Canini.

  Dolce vita Ferrari, il Besiktas è stufo

Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!

         

Online

Ci sono 0 ospiti e 0 utenti online su questa pagina