1. Ground zero Ground zero Ground zero  
        Mi trovi su: Homepage #5492967
    Non sono del tutto convinto sul discorso del QTE. A parte l'ultimo GoW i tasti sono sempre comparsi al centro dello schermo. Inoltre, anche in quest'ultimo non sempre compare sempre lo stesso tasto da premere quando si ripete una sequenza di gioco e credo che sia giusto così, altrimenti diventa solo una questione mnemonica. Davvero, non trovo affatto che questo sia un difetto, anzi rende il gioco più difficile e finalmente i QTE hanno un vero senso. Poi se il sistema è davvero frustrante è un altro discorso.
    <a href="http://eu.playstation.com/psn/profile/Delafondia/"><img src="http://mypsn.eu.playstation.com/psn/profile/Delafondia.png" border="0" /></a>
  2. A riposo  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #5492982
    Delafondia ha scritto:
    Non sono del tutto convinto sul discorso del QTE. A parte l'ultimo GoW i tasti sono sempre comparsi al centro dello schermo. Inoltre, anche in quest'ultimo non sempre compare sempre lo stesso tasto da premere quando si ripete una sequenza di gioco e credo che sia giusto così, altrimenti diventa solo una questione mnemonica. Davvero, non trovo affatto che questo sia un difetto, anzi rende il gioco più difficile e finalmente i QTE hanno un vero senso. Poi se il sistema è davvero frustrante è un altro discorso.


    Guarda, il discorso è che c'è modo e modo. Ammettiamo anche che siccome stavo giocando contemporaneamente a Heavy Rain mi fossi mentalmente abituato a una contestualizzazione dei comandi più precisa. Ammettiamo questo e analizziamo questo video, nella scena in cui il galeotto spinge Paxton oltre il corrimano:

    http://next.videogame.it/prison-break/video/5319/

    Mi lancia giù, mi devo appendere, mi chiede di premere quadrato. La scena mi impone un'azione "verso l'alto" e mi fa premere un tasto laterale. Ma non è poi un grosso problema, questo, ci sta.
    Mi devo arrampicare e, coerentemente con l'inquadratura, devo premere ripetutamente triangolo, ok.

    A questo punto, il tizio mi attacca con una chiave inglese. Premo cerchio per schivare verso destra, poi mi chiede X per schivare verso sinistra. Strano X per quel movimento, ma lo prendo in tempo e quindi ok.
    Poi? Di nuovo cerchio per tornare a destra, bene. E alla fine quadrato per fare lo stesso e identico movimento che prima mi ha richiesto la pressione di X. L'animazione finale è appena meno ampia, ma è una variazione minima che non cambia il fatto che in partenza Paxton suggerisce lo stesso e identico movimento di prima.

    Non è cambiato niente, il movimento è uguale, l'animazione uguale, il contesto uguale, l'azione del mio "nemico" uguale, la direzione uguale, tutto uguale. Ma cambi il tasto, perché?

    E' ovvio che di fronte a quella situazione, automaticamente sei portato a premere X, perché è quello che il gioco ti ha richiesto un secondo prima per fare la stessa cosa. Come appare l'icona al centro, premi X, sfido chiunque a fare diversamente, è un riflesso automatico.

    E sbagli, e devi ripetere daccapo.

    Di queste cose, in Prison Break, ce n'è a bizzeffe, e l'unico modo per superarle è l'approccio mnemonico: fai la scena, sbagli, vedi cosa devi schiacciare, la rifai. Se è lunga e di queste cose ce ne sono diverse, devi rifare più volte, proprio come quando giocavi a Space Ace in sala giochi, una 'ntina di anni fa.

    Secondo me un Quick Time Event, per funzionare bene davvero, deve comunque essere coerente con quanto sta mostrando, nel senso che subliminalmente il giocatore deve poter capire, in anticipo di un istante non di più, cosa dovrà fare quando gli verrà chiesta un'azione. Una cosa che ti porta, quando sbagli, a pensare "che coglione, era ovvio che dovevo fare questo!".
    I tasti sul pad sono disposti sulle quattro direzioni fondamentali, se tu mi chiedi una direzione (giù) per uno spostamento a sinistra, e poi lo stesso spostamento me lo fai attivare con il tasto in direzione sinistra, bravo, mi hai fregato, ma io non mi diverto perché non è un errore tutto mio. Non potevo intuire in nessun modo che avresti cambiato il tasto usato per fare LO STESSO MOVIMENTO, e quindi, secondo me, tu sviluppatore hai barato, creando una difficoltà gratuita, complice anche il fatto che la tolleranza è minima in Prison Break (poco il tempo a disposizione per premere, qualsiasi pressione sbagliata viene considerata).

    La cosa in questo contesto, poi, dà fastidio fino a un certo punto. Ma ci sono sequenze d'azione e dialogo contemporaneamente che ne soffrono in modo pazzesco, durante il gioco, specie alla fine. Tant'è che tutta la sequenza finale, davvero bella, viene letteralmente rovinata dal fatto che prima devi imparare le mosse (interrompendo il pathos, il dialogo, la sequenza) e poi riuscirai a vederla tutta quando ormai non ne puoi più.
    http://www.facebook.com/VITSole
  3. A riposo  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #5492988
    Lightside ha scritto:
    Sole, concludi il serial! La quarta stagione è buona, inzia alla grande, poi ha un calo centrale e rifinisce e conclude molto degnamente.


    E' in pipeline.
    Ho da finire la seconda di How I Met Your Mother e la terza di Heroes, prima. :)

    S.
    http://www.facebook.com/VITSole
  4.     Mi trovi su: Homepage #5492996
    Anche io, come detto nell'altro thread, non trovo molto riuscito il QTE. Fondamentalmente mi e' capitato spesso di cannarlo perche' il gioco ti chiede di premere X come un matto (ad esempio) per poi passare al O in mezzo nanosecondo e ovviamente lo si sbaglia, dato che si e' ancora intenti a premere quella dannnata X.
    Per il resto trovo abbastanza discutibili le fasi stealth, dove qualora un tizio qualsiasi di vede sei finito e devi riprendere dal checkpoint: zero possibilita' di scelta.
    Ma la prima seria la considero un capolavoro, ragion per cui voglio finire questo gioco :asd:
  5.     Mi trovi su: Homepage #5493008
    Vladimiro ha scritto:
    Anche io, come detto nell'altro thread, non trovo molto riuscito il QTE. Fondamentalmente mi e' capitato spesso di cannarlo perche' il gioco ti chiede di premere X come un matto (ad esempio) per poi passare al O in mezzo nanosecondo e ovviamente lo si sbaglia, dato che si e' ancora intenti a premere quella dannnata X.
    Per il resto trovo abbastanza discutibili le fasi stealth, dove qualora un tizio qualsiasi di vede sei finito e devi riprendere dal checkpoint: zero possibilita' di scelta.
    Ma la prima seria la considero un capolavoro, ragion per cui voglio finire questo gioco :asd:
    Quella del fatto che chiunque ti becchi ti fa riniziare non la trovo però così tanto una cavolata. Insomma... prova a immedesimarti nella situazione: tu sei un detenuto che sta facendo il suo servizio (in questo caso di cucina) e ad un certo punto noti un detenuto che al posto che essere in cella si aggira di nascosto nelle cucine (magari per procurarsi un coltello appunto, e sappiamo che in carcere non si possono tenere oggetti contundenti), cosa fai? Come minimo dai l'allarme.

  6.     Mi trovi su: Homepage #5493016
    |Sole| ha scritto:


    Secondo me un Quick Time Event, per funzionare bene davvero, deve comunque essere coerente con quanto sta mostrando, nel senso che subliminalmente il giocatore deve poter capire, in anticipo di un istante non di più, cosa dovrà fare quando gli verrà chiesta un'azione. Una cosa che ti porta, quando sbagli, a pensare "che coglione, era ovvio che dovevo fare questo!".
    I tasti sul pad sono disposti sulle quattro direzioni fondamentali, se tu mi chiedi una direzione (giù) per uno spostamento a sinistra, e poi lo stesso spostamento me lo fai attivare con il tasto in direzione sinistra, bravo, mi hai fregato, ma io non mi diverto perché non è un errore tutto mio. Non potevo intuire in nessun modo che avresti cambiato il tasto usato per fare LO STESSO MOVIMENTO, e quindi, secondo me, tu sviluppatore hai barato, creando una difficoltà gratuita, complice anche il fatto che la tolleranza è minima in Prison Break (poco il tempo a disposizione per premere, qualsiasi pressione sbagliata viene considerata).

    Beh, allora io casco bene, dato che ho sempre percepito il QTE come una prova di riflesso. Non ho mai fattocaso o pensato che i tasti da premere fossero contestuali al tipo di azione, non ho mai avuto il tempo di soffermarmi a guardare.

  7.     Mi trovi su: Homepage #5493024
    Lightside ha scritto:
    Quella del fatto che chiunque ti becchi ti fa riniziare non la trovo però così tanto una cavolata. Insomma... prova a immedesimarti nella situazione: tu sei un detenuto che sta facendo il suo servizio (in questo caso di cucina) e ad un certo punto noti un detenuto che al posto che essere in cella si aggira di nascosto nelle cucine (magari per procurarsi un coltello appunto, e sappiamo che in carcere non si possono tenere oggetti contundenti), cosa fai? Come minimo dai l'allarme.
     Sono d'accordo ma quando ti trovi in una situazione 1vs1 prima che il tizio dia l'allarme teoricamente avresti tutto il tempo di smazzarlo, stordirlo e via dicendo. Non discuto la situazione 1vs3 o 4, ma l'uno contro uno poteva essere gestito meglio, secondo me.
  8. NextGameOver  
        Mi trovi su: Homepage #5493030
    Vladimiro ha scritto:
    Sono d'accordo ma quando ti trovi in una situazione 1vs1 prima che il tizio dia l'allarme teoricamente avresti tutto il tempo di smazzarlo, stordirlo e via dicendo. Non discuto la situazione 1vs3 o 4, ma l'uno contro uno poteva essere gestito meglio, secondo me.
     bah, io non ho il gioco... ma credo che il protagonista debba rimanere in carcere, quindi stordire un poliziotto o ammazzarlo non mi pare una furbata, soprattutto se vieni scoperto... dopo devi ritornare in cella, no?
    Ecco, quindi lo scopo è proprio non farsi vedere, mi pare logico che appena scoperti si ricominci d'accapo, non è mica Splinter Cell dove puoi ammazzarli, tanto la missione finisce XD
  9. Ground zero Ground zero Ground zero  
        Mi trovi su: Homepage #5493042
    |Sole| ha scritto:
    Guarda, il discorso è che c'è modo e modo. Ammettiamo anche che siccome stavo giocando contemporaneamente a Heavy Rain mi fossi mentalmente abituato a una contestualizzazione dei comandi più precisa.
    Anch'io avevo pensato ad Heavy Rain, in cui i QTE sono contestualizzati in maniera perfetta, ma sono anche fin troppo facili. Come suggerisce la parola Quick Time Event, la loro difficolta' sta nel "quando" premere un pulsante, non nel "cosa" premere. In HR, pero', il "quando" e' un intervallo troppo lungo (forse per i miei riflessi) e difficilmente si sbaglia, a meno che non si tratti di eseguire particolari curve con lo stick. Tra l'altro trovo che il gioco avrebbe dovuto essere piu' impietoso nei confronti del giocatore, mentre invece concede troppi margini di errore. In generale, se in un gioco, poniamo un RE qualunque, un masso mi sta cadendo in testa, compare il cerchio e se sono lento, muoio e ripeto. Quando ripeto, so gia' che non appena comparira' qualcosa a schermo, dovro' premere cerchio. Perche'? Non potevano cambiarlo con X? Era ovvio che mi aspettassi il cerchio! I due tasti, non sono affatto contestualizzati, uno vale l'altro. HR rappresenta un'eccezione, perche' tutti i movimenti sono contestualizzati. L'esempio di pocanzi c'entra poco con Prison Break, infatti era un discorso generale. Nel caso specifico di PB, trovo in effetti "scoordinato" (passami il termine) spingere in giu' se mi devo spostare a destra, e trovo assurdo premere un pulsante quando nello stesso momento se ne sta martellando un altro.
    <a href="http://eu.playstation.com/psn/profile/Delafondia/"><img src="http://mypsn.eu.playstation.com/psn/profile/Delafondia.png" border="0" /></a>
  10.     Mi trovi su: Homepage #5493044
    SixelAlexiS ha scritto:
    bah, io non ho il gioco... ma credo che il protagonista debba rimanere in carcere, quindi stordire un poliziotto o ammazzarlo non mi pare una furbata, soprattutto se vieni scoperto... dopo devi ritornare in cella, no?
    Ecco, quindi lo scopo è proprio non farsi vedere, mi pare logico che appena scoperti si ricominci d'accapo, non è mica Splinter Cell dove puoi ammazzarli, tanto la missione finisce XD
     Il problema e' che non si parla solo di poliziotti, ma di infermieri, cuochi e via dicendo.
  11. NextGameOver  
        Mi trovi su: Homepage #5493053
    Vladimiro ha scritto:
    Il problema e' che non si parla solo di poliziotti, ma di infermieri, cuochi e via dicendo.
    appunto, è la stessa medesima cosa... sono persone che lavorano nel carcere... ti pare saggio ucciderle e lasciarle lì per poi far scoppiare un casino in tutta Fox River?
    Oppure tramortirle? oppure tramortirle dopo che ti hanno scoperto (peggio ancora) ?
    Bah, forse solo a me pare logica come cosa... :6

  [Recensione Prison Break: The Conspiracy] Fox River, andata e ritorno

Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!

         

Online

Ci sono 0 ospiti e 0 utenti online su questa pagina