1.     Mi trovi su: Homepage #5501779
    http://www.repubblica.it/politica/2010/04/01/news/ru486_per_la_polverini_solo_con_ricovero-3067906/
    .
    Una delle tante notizie di questi giorni sull'ostruzionismo verso la pillola abortiva recentemente approvata per la commercializzazione e distribuzione anche in Italia.
    .
    Chissà perchè, ma ci avrei scommesso che da noi si sarebbe scatenato il solito casino con benpensanti, moralisti, pretini e compagnia a fare il loro solito spettacolino.
    .
    Vergognoso.
    .
    Cheers
    Purify the earth with fire, the planet will become my temple and we will rise. THIS WILL BE OUR PARADISE!!!!
  2. Non è una capra, cretino, è il mio segno zodiacale  
        Mi trovi su: Homepage #5501949
    è solo una protesta di facciata.... ti basta andare nella regione vicina, prendere la pillola in farmacia e stop. oppure ordinarla online, nel resto dell'ue c'è libera vendita (cosa che si può fare da anni del resto)
    Il lavoro di cui sono più orgoglioso, anche se ormai datato:
    http://www.gameplayer.it/speciale/speciale_pc_gaming_al_risparmio
  3.     Mi trovi su: Homepage #5501980
    Inoltre è stata approvata dall'organismo competente,ed inserita nel prontuario nazionale. Una regione non può in alcun modo violare una legge dello stato... Stanno ancora in campagna elettorale, il massimo che possono fare è appellarsi ai medici obiettori ed ai primari piazzati nei vari ospedali.
    http://www.youtube.com/watch?v=qBtUxUQXjN0
    http://www.flickriver.com/photos/simonenuzzolo/popular-interesting/
  4.     Mi trovi su: Homepage #5502081
    Non ho capito una cosa, però. Nei regolamenti approvati (nazionali, intendo) è fatto obbligo di utilizzarla negli ospedali e con ricovero, oppure ne è permessa la vendita diretta?
    "Love looks not with the eyes, but with the mind;
    And therefore is wing'd Cupid painted blind." (W. Shakespeare)
  5.     Mi trovi su: Homepage #5502159
    Origami ha scritto:
    è solo una protesta di facciata.... ti basta andare nella regione vicina, prendere la pillola in farmacia e stop. oppure ordinarla online, nel resto dell'ue c'è libera vendita (cosa che si può fare da anni del resto)


    Ma ti pare che questo ostruzionismo da operetta sia un comportamento degno di una persona che dovrebbe essere lì a fare un lavoro atto a migliorare le considizoni di vita della gente?
    .
    che magari una donna, che già deve affrontare un aborto, debba pure trovarsi ulteriori paletti come l'andare in un'altra regione per prendere un medicinale approvato?
    .
    Cheers
    Purify the earth with fire, the planet will become my temple and we will rise. THIS WILL BE OUR PARADISE!!!!
  6.     Mi trovi su: Homepage #5502170
    Maximus ha scritto:
    Non ho capito una cosa, però. Nei regolamenti approvati (nazionali, intendo) è fatto obbligo di utilizzarla negli ospedali e con ricovero, oppure ne è permessa la vendita diretta?


    Da quello che ho letto è permessa la vendita, ovviamente con ricetta medica e tutto, non è certo un medicinale da banco.
    .
    Ma lo scopo di questa pillola è proprio evitare il ricovero laddove se ne configuri la possibilità.
    .
    cheers
    Purify the earth with fire, the planet will become my temple and we will rise. THIS WILL BE OUR PARADISE!!!!
  7. Rygayr  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #5502189
    Sono molto incazzay e mi sto un pò documentando, la pillola andrebbe presa solo in ospedale e c'è un ricovero di 3 giorni nella struttura ... Ora io mi chiedo, ma la gente che ha votato questi individui ha pensato al bene della propria famigli o no? ... C'è lo sviluppo e la tecnologia, perchè non evitare un metodo invasivo come un'operazione chirurgica e tutti i suoi problemi? ... Cazzo, mi sembra di essere nel medioevo, io non dico di essere intelligenti ma almeno ragionare, sennò a sto punto dove andiamo a finire ...
    Corri Arbitro, corri, una partita dopo l'altra...
  8. tira una brutta aria...  
        Mi trovi su: Homepage #5502275
    Rygar ha scritto:
    Sono molto incazzay e mi sto un pò documentando, la pillola andrebbe presa solo in ospedale e c'è un ricovero di 3 giorni nella struttura ... Ora io mi chiedo, ma la gente che ha votato questi individui ha pensato al bene della propria famigli o no? ... C'è lo sviluppo e la tecnologia, perchè non evitare un metodo invasivo come un'operazione chirurgica e tutti i suoi problemi? ... Cazzo, mi sembra di essere nel medioevo, io non dico di essere intelligenti ma almeno ragionare, sennò a sto punto dove andiamo a finire ...
      io non sono nè a favore nè contro l'aborto,però se devo dire la mia opionione sono piuttosto perplesso quando immagino un farmaco del genere liberamente acquistabile e somministrabile solo con una ricetta medica,come fosse un antistaminico qualsiasi...
    magari 3 giorni di ricovero "forzato" sono troppi,si potrebbe renderlo una cosa fattibile in day-hospital,ma un minimo di controllo su una cosa così lo farei

    [Modificato da matly il 02/04/2010 17:16]

    nella vita fai quel che pensi
    perchè altrimenti potresti trovarti a pensare a quel che fai
    R.I.P. man on the silver mountain
  9.     Mi trovi su: Homepage #5502278
    matly ha scritto:
    io non sono nè a favore nè contro l'aborto,però se devo dire la mia opionione sono piuttosto perplesso quando immagino un farmaco del genere liberamente acquistabile e somministrabile solo con una ricetta medica,come fosse un antistaminico qualsiasi...
    magari 3 giorni di ricovero "forzato" sono troppi,si potrebbe renderlo una cosa fattibile in day-hospital,ma un minimo di controllo su una cosa così lo farei


    Il day hospital era l'idea originale, i tre giorni di ricovero sono stati introdotti qui da noi come "contentino"... e si è visto che bene che ha fatto.
    .
    Cheers
    Purify the earth with fire, the planet will become my temple and we will rise. THIS WILL BE OUR PARADISE!!!!
  10. Rygayr  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #5502333
    matly ha scritto:
    io non sono nè a favore nè contro l'aborto,però se devo dire la mia opionione sono piuttosto perplesso quando immagino un farmaco del genere liberamente acquistabile e somministrabile solo con una ricetta medica,come fosse un antistaminico qualsiasi...
    magari 3 giorni di ricovero "forzato" sono troppi,si potrebbe renderlo una cosa fattibile in day-hospital,ma un minimo di controllo su una cosa così lo farei
     La questione è che non è venduto in farmacia, non so dove, forse in Svizzera o in paesi un pò più evoluti dei nostri, ma la pillola viene data in OSPEDALE con dei MEDICI ... Il fatto che può essere venduta tranquillamente in maniera illegale non è un reale problema, o almeno, lo è, ma a sto punto anche la vendita di armi dovrebbe essere vietata no?
    Corri Arbitro, corri, una partita dopo l'altra...
  11. Digital Japan  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #5504000
    Il fatto è che si fa propaganda antiabortista non perché ci si crede, ma perchè al 95% questi sono tutti baciapile, cattolici della domenica, credenti ad intermittenza e quanti altri termini derisori vi vengono in mente. Non so quale fu il giornale che titolo "Adesso il Vaticano chiede il conto" (addirttura mi sembra "Libero"), ma aveva perfettamente ragione. Tant'è che l'ambidestro Casini ha subito detto che la Lega potrebbe addittura fare cancellare la 194 e se ne manifestassero l'intenzione si unirebbero a loro.
    Stanno mischiando sapientemente le carte in tavola così bene che poi alla fine manco siamo più in grado di essere sicuri di cosa si sta parlando. E parlo anche per me stesso.
    Uno dei metodi principe che stanno usando è quello di mischiare RU486 con la cosìdetta "Pillola del giorno dopo", facendoli diventare una cosa sola o non facendo capire bene le differenze tra loro due. La prima è la famosa pillola abortiva che viene usata ne resto del mondo dagli anni '80, il secondo è un metodo contraccettivo di emergenza che se non sbaglio viene venduto sotto ricetta del proprio medico curante e che deve essere assunto entro 72ore dal rapporto sessuale avuto. Sostanzialmentefa blocca l'ovulazione e per questo non è un metodo abortivo, ma semplicemente contraccettivo.
    Il fatto è che ci sono farmacie che si dichiarono "obbiettori di coscienza" e non vendono nè la pillola del giorno dopo, nè addirittura i profilattici. Roba che se mi capitasse a me, partirebbe subito una denuncia alla GDF e all'ordine dei farmacisti per farli radiare dall'albo. Ma si sa, quando la tua farmacia è di proprietà del vicariato locale o la tua famiglia intesse rapporti di affari / potere con il Vaticano...
    Assurda poi una delle motivazioni che veniva portata a sostegno alla proibizione della RU486. Sostennero che un farmaco che faceva ben 46 morti all'anno in America doveva essere vietato ad ogni costo. Affermazione rimangiata quando, dati alla mano, qualcuno gli ha fatto notare che in America muoiono 1000 persone all'anno per colpa delle aspirine ed altrettanti per colpa degli antibiotici.
    Il concetto è sempre questo: "Il controllo del potere ed il potere del controllo".
  12.     Mi trovi su: Homepage #5504036
    Lain ha scritto:
    Uno dei metodi principe che stanno usando è quello di mischiare RU486 con la cosìdetta "Pillola del giorno dopo", facendoli diventare una cosa sola o non facendo capire bene le differenze tra loro due. La prima è la famosa pillola abortiva che viene usata ne resto del mondo dagli anni '80, il secondo è un metodo contraccettivo di emergenza che se non sbaglio viene venduto sotto ricetta del proprio medico curante e che deve essere assunto entro 72ore dal rapporto sessuale avuto. Sostanzialmentefa blocca l'ovulazione e per questo non è un metodo abortivo, ma semplicemente contraccettivo.
    Il fatto è che ci sono farmacie che si dichiarono "obbiettori di coscienza" e non vendono nè la pillola del giorno dopo, nè addirittura i profilattici. Roba che se mi capitasse a me, partirebbe subito una denuncia alla GDF e all'ordine dei farmacisti per farli radiare dall'albo. Ma si sa, quando la tua farmacia è di proprietà del vicariato locale o la tua famiglia intesse rapporti di affari / potere con il Vaticano...
    Assurda poi una delle motivazioni che veniva portata a sostegno alla proibizione della RU486. Sostennero che un farmaco che faceva ben 46 morti all'anno in America...
     
    Faccio un po' di informazione medica: la pillola del giorno dopo può essere abortiva (aborto inteso come morte di un embrione, mentre la contraccezione evita che questo si formi) in alcuni casi, anche se è fondamentalmente contraccettiva. Con azione ormonale dovrebbe in teoria impedire la formazione dell'embrione ma non è detto che questo accada in tutti i casi: gli spermatozoi possono rimanere vivi diversi giorni e c'è comunque la possibilità che riescano a fecondare l'ovulo, che però non potrebbe attecchire nell'utero sotto l'azione della pillola perchè non troverebbe l'ambiente adatto. Insomma, pur essendo un metodo pensato come contraccettivo, non è detto che l'effetto pratico della non-gravidanza sia dato effettivamente da una contraccezione invece che da un aborto.
    Dunque il problema dell'obiezione di coscienza esiste per questo farmaco: non è come il preservativo, cioè una mera questione religiosa, ma una questione reale di vita/morte come la questione abortiva.
    Riguardo i numeri dei morti, è sempre divertente vedere come possono essere usati per muovere l'opinione pubblica.
    \"Even if I go to hell, I will live till the end of
    the world, and if the world does not came to an end,
    I will destroy it with my own hands!\"
  13. sommersa  
        Mi trovi su: Homepage #5505754
    Lain ha scritto:
    Ma se assunta in piena gestazione immagino, no?
     La pillola del giorno dopo spesso impedisce che l'embrione si impianti nell'utero. Questo è considerato "abortivo" e non "contraccettivo". Cioè, detto in parole povere non impedisce che l'ovulo venga fecondato MA impedisce l'impianto dell'embrione nell'utero. Spiego in maniera molto semplice. Una volta che l'ovulo viene fecondato la storia non è finita. L'embrione che si forma deve "attaccarsi" all'utero, impiantarsi, per così dire. I primi giorni/settimane dopo la fecondazione sono molto molto delicati.

    Detto questo, già oggi è praticamente impossibile trovare farmacie che vendano la pillola del giorno dopo perchè molte, troppe, si dicono "obiettori". C'era stato tempo fa un servizio in televisione che mostrava la quasi impossibilità di assumere, entro le 24 ore dal rapporto, la pillola, in una grande città. Figuriamoci in un piccolo centro.
    Per non parlare degli ennemila problemi che una donna incontra quando decide di affrontre un aborto.

    Ora, io non mi permetto di dare giudizi su chi effettua questa scelta o su chi la esclude a priori. Abortire penso sia una delle scelte meno facile che una donna, in propria coscienza (anche se non sempre in proprià libertà) può prendere. L'aborto esiste dalla notte dei tempi. Esiste per tanti motivi. Non ultimo, troppo spesso, per ignoranza. Ignoranza nei confronti della sessualità e della contraccezione. Ma non mi pare che un governo (qualsiasi) in Italia abbia mai cercato di porre rimedio a ciò. Nasce molto spesso anche dalla paura. Di un uomo ce non c'è, di un futuro che non si sa. A volte nasce da un errore. Dal pensare che un figlio, se non perfetto, sia qualcosa da non accettare, anche per il suo bene. Dio non voglia che io mi ritrovi MAI a dovermi porre la domanda se abortire o meno. Non so francamente cosa sceglierei e quanto, sia che la mia scelta vada in un senso o nell'altro, il mio animo ne uscirebbe distrutto.

    Ma so questo: che tante donne sono morte, per questa operazione, in passato (ed è il motivo per cui l'aborto in Italia è stato legalizzato), e tante donne, nel presente, hanno subito nel fisico e nell'animo una violenza che spazza come una tempesta un campo già precedentemente devastato. Non so se questa pillola possa realmente aiutare le donne a vivere in maniera, quantomeno FISICAMENTE, meno traumatica un evento del genere.
    Ma se un governo si dichiarasse VERAMENTE obiettore, non è impedendo la commercializzazione di questo farmaco che renderebbe giustizia a questa sua scelta. Gli renderebbe giustizia insegnando ai giovani il valore di una sessualità consapevole non solo nel quando ma anche nel come e nella contraccezione; gli renderebbe giustizia facendo politiche veramente PER LA FAMIGLIA, aiutando tanti genitori a gestire i propri figli con strutture adatte ed adeguate, con nidi congrui nella qualità e nella quantità, con attività post scolastiche degne di tale nome e con sostegni VERI a famiglie disagiate e con figli "problematici". QUESTA sarebbe la vera obiezione di coscienza. Il resto è nascondere la testa sotto la sabbia. E come sempre a farci le spese sono le donne.
    Non ti ho tradito. Dico sul serio. Ero... rimasto senza benzina. Avevo una gomma a terra. Non avevo i soldi per prendere il taxi. La tintoria non mi aveva portato il tight. C'era il funerale di mia madre! Era crollata la casa! C'è stato un terremoto! Una tremenda inondazione! Le cavallette! Non è stata colpa mia! Lo giuro su Dio! [cit.]
  14.     Mi trovi su: Homepage #5507759
    Primo utilizzo a Bari e parte la polemica pesante.
    .
    Manifestanti "armati" di Crocefisso e cartelloni hanno sonoramente protestato contro il "crimine" commesso.
    .
    Per fortuna la ragazza che ha subito la procedura è stata "protetta" dallo staff dell'ospedale che ha impedito venisse importunata in un momento che già non doveva essere l'apice della gioia, figuriamoci con una manica di gente che non dovrebbe ficcare il naso negli affari altrui.
    .
    cheers
    Purify the earth with fire, the planet will become my temple and we will rise. THIS WILL BE OUR PARADISE!!!!

  RU486 - ci avrei giurato che finiva in questo modo

Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!

         

Online

Ci sono 0 ospiti e 0 utenti online su questa pagina