1.     Mi trovi su: Homepage #5504837
    Questo tread lo volevo dedicare alle nuove intercettazioni che stanno uscendo.
    Sinceramente volevo un giudizio da parte vostra. Perche a quanto sta venendo fuori la situazione mi sembra abbastanza delicata e alla luce delle novita di questi giorni il processo sportivo  "buffonata" viene sempre di piu rimarcata.
    e non parlo solo delle nuove intercettazioni ma anche alle parole del colonnello Auricchio che mi fanno restare estereffatto..
    poi il seguente articolo mi ha lasciato un po esterefatto... piu per la seconda parte che per la prima..poi nn capisco come abbiano fatto a mettere agli atti tutte le intercettazioni ma solo quelle che gli facevano comodo a loro..


    Nuova intercettazione pubblicata questa mattina da “La Stampa”: risale al 17 maggio 2005, nove giorni dopo il big match che assegnò lo Scudetto 2005 alla Juventus, che battè a San Siro il Milan con gol di Trezeguet. I protagonisti sono Paolo Bergamo ed Adriano Galliani: è l’amministratore delegato rossonero ad interpellare il designatore: non si parla di arbitri né di designazioni però, ma della simpatia (o vera e propria fede) di Bergamo e della sua famiglia.
    Bergamo: «Pronto?».
    Galliani: «Sono Galliani, buongiorno».
    Bergamo: «Buongiorno dottore come va?».
    Galliani: «L'ho cercata molte volte ieri sera ma era sempre occupato».
    Bergamo: «Non mi sono ancora ripreso dall'altra domenica (8 maggio 2005 Milan-Juventus 0-1, gol di Trezeguet). E questo purtroppo è stato un trauma che in famiglia ha lasciato il segno. Pensavamo tutto...».
    Galliani: «Anche noi, anche noi».
    Bergamo: «Pensavamo tutto fuori che quello, se andava male, male, male potevamo pareggiare ma insomma».
    Galliani: «E pareggiando avremmo vinto anche a Lecce (finì 2 a 2) perché non avremmo mollato, perché se avessimo pareggiato con la Juve rimanevamo in testa alla classifica e a Lecce vincevamo di sicuro perché la partita era abbordabile».
    Bergamo: «Ma può darsi che Ancelotti si sia fidato troppo dei suoi uomini non ha considerato che Seedorf e Pirlo non stavano troppo bene».
    Galliani: «Da oggi parte l'operazione Istanbul... domenica brutto».
    Bergamo: «Ecco, Lecce. Quando un presidente di una società (Semeraro ndr) si permette di dare una responsabilità ad un arbitro per le intemperanze dei tifosi e le reazioni dei giocatori».
    Galliani: «Ma poi urla e grida negli spogliatoio, nell'intervallo una vergogna (nell'intervallo padre e figlio vengono aggrediti con insulti ndr)».
    Bergamo: «Sì, Trefoloni me ne ha parlato ma poi la Domenica Sportiva dove si è detto di tutto e di più».
    Intanto emergono delle palesi incongruenze nelle informative sviluppate dal tenente colonnello Auricchio: la prima riguarda un'ammonizione, definita «dolosa», a Simone Inzaghi in Sampdoria-Siena del 30-01-2005, 1 a 1. Il giocatore viene squalificato per Juventus-Sampdoria: per i carabinieri questa partita finì 1 a 0 per la Juventus ed è parte di un capo d’imputazione, ma la Juve invece perse 0 a 1, con gol di Diana. Il secondo errore, riguarda Udinese-Brescia, 1 a 2 per le Rondinelle: l'arbitro Dattilo avrebbe ammonito Muntari, Pinzi, Di Michele, teoricamente in diffida, ed espulso Jankulovski per favorire la Juventus. La domenica successiva la Juve vince 1-0, ma solo Jankulovski non giocò: gli altri tre giocarono regolarmente e dunque non erano davvero in diffida.
  2.     Mi trovi su: Homepage #5505422
    The bosss ha scritto:
    Questo tread lo volevo dedicare alle nuove intercettazioni che stanno uscendo.
    Sinceramente volevo un giudizio da parte vostra. Perche a quanto sta venendo fuori la situazione mi sembra abbastanza delicata e alla luce delle novita di questi giorni il processo sportivo  "buffonata" viene sempre di piu rimarcata.
    e non parlo solo delle nuove intercettazioni ma anche alle parole del colonnello Auricchio che mi fanno restare estereffatto..
    poi il seguente articolo mi ha lasciato un po esterefatto... piu per la seconda parte che per la prima..poi nn capisco come abbiano fatto a mettere agli atti tutte le intercettazioni ma solo quelle che gli facevano comodo a loro..
    Nuova intercettazione pubblicata questa mattina da “La Stampa”: risale al 17 maggio 2005, nove giorni dopo il big match che assegnò lo Scudetto 2005 alla Juventus, che battè a San Siro il Milan con gol di Trezeguet. I protagonisti sono Paolo Bergamo ed Adriano Galliani: è l’amministratore delegato rossonero ad interpellare il designatore: non si parla di arbitri né di designazioni però, ma della simpatia (o vera e propria fede) di Bergamo e della sua famiglia.
    Bergamo: «Pronto?».
    Galliani: «Sono Galliani, buongiorno».
    Bergamo: «Buongiorno dottore come va?».
    Galliani: «L'ho cercata molte volte ieri sera ma era sempre occupato».
    Bergamo: «Non mi sono ancora ripreso dall'altra domenica (8 maggio 2005 Milan-Juventus 0-1, gol di Trezeguet). E questo purtroppo è stato un trauma che in famiglia ha lasciato il segno. Pensavamo tutto...».
    Galliani: «Anche noi, anche noi».
    Bergamo: «Pensavamo tutto fuori che quello, se andava male, male, male potevamo pareggiare ma insomma».
    Galliani: «E pareggiando avremmo vinto anche a Lecce (finì 2 a 2) perché non avremmo mollato, perché se avessimo pareggiato con la Juve rimanevamo in testa alla classifica e a Lecce vincevamo di sicuro perché la partita era abbordabile».
    Bergamo: «Ma può darsi che Ancelotti si sia fidato troppo dei suoi uomini non ha considerato che Seedorf e Pirlo non stavano troppo bene».
    Galliani: «Da oggi parte l'operazione Istanbul... domenica brutto».
    Bergamo: «Ecco, Lecce. Quando un presidente di una società (Semeraro ndr) si permette di dare una responsabilità ad un arbitro per le intemperanze dei tifosi e le reazioni dei giocatori».
    Galliani: «Ma poi urla e grida negli spogliatoio, nell'intervallo una vergogna (nell'intervallo padre e figlio vengono aggrediti con insulti ndr)».
    Bergamo: «Sì, Trefoloni me ne ha parlato ma poi la Domenica Sportiva dove si è detto di tutto e di più».
    Intanto emergono delle palesi incongruenze nelle informative sviluppate dal tenente colonnello Auricchio: la prima riguarda un'ammonizione, definita «dolosa», a Simone Inzaghi in Sampdoria-Siena del 30-01-2005, 1 a 1. Il giocatore viene squalificato per Juventus-Sampdoria: per i carabinieri questa partita finì 1 a 0 per la Juventus ed è parte di un capo d’imputazione, ma la Juve invece perse 0 a 1, con gol di Diana. Il secondo errore, riguarda Udinese-Brescia, 1 a 2 per le Rondinelle: l'arbitro Dattilo avrebbe ammonito Muntari, Pinzi, Di Michele, teoricamente in diffida, ed espulso Jankulovski per favorire la Juventus. La domenica successiva la Juve vince 1-0, ma solo Jankulovski non giocò: gli altri tre giocarono regolarmente e dunque non erano davvero in diffida.
       
    scusate un attimo, ma questa intercettazione sarebbe dell'accusa contro il milan?
    io non ci vedo molto da accusare, ma vabbè..
    cmq la parte che mi fa più ridere semmai è questa:


    Galliani: «L'ho cercata molte volte ieri sera ma era sempre occupato».


    perchè era sempre occupato con altre persone il telefono del designatore!!:asd::asd:
    "al mio segnale...scatenate l'inferno!" dissi io, davanti alla colazione dell'hotel a 4 stelle di Padova...
  3.     Mi trovi su: Homepage Homepage #5505424
    equus ha scritto:
    scusate un attimo, ma questa intercettazione sarebbe dell'accusa contro il milan?
    io non ci vedo molto da accusare, ma vabbè..
    cmq la parte che mi fa più ridere semmai è questa:


    Galliani: «L'ho cercata molte volte ieri sera ma era sempre occupato».


    perchè era sempre occupato con altre persone il telefono del designatore!!:asd::asd:


    :asd:

    comunque le nuove intercettazioni non portano nulla di nuovo su milan juve fiore ecc ecc. Il concetto è che gli onestoni forse tanto onestoni non erano :asd:
  4.     Mi trovi su: Homepage #5505447
    equus ha scritto:
    scusate un attimo, ma questa intercettazione sarebbe dell'accusa contro il milan?
    io non ci vedo molto da accusare, ma vabbè..
    cmq la parte che mi fa più ridere semmai è questa:

    Galliani: «L'ho cercata molte volte ieri sera ma era sempre occupato».

    perchè era sempre occupato con altre persone il telefono del designatore!!:asd::asd:
     ho specificato.. la cosa che mi fa sorprendere è la seconda parte quando vengono sottilineati gli errori!!! mi sembra una cosa veramente incredibile..

  Nuove intercettazioni

Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!

         

Online

Ci sono 0 ospiti e 0 utenti online su questa pagina