1. olèèèè duemila messaggi vediamoci al pub ;)  
        Mi trovi su: Homepage #5526785
    ahahaha ma guarda te che giro hai fatto per arrivare al gioco lol hai comunque pienamente ragione eh, sono due fenomeni molto simili, e di questo non possiamo che dispiacercene, solo che il mondo ormai e ripeto ormai, va avanti anche senza di noi.

    .: Il mio canale YouTube :.
    Aggiungetemi su PSN o Xbox Live: morrisex al contrario e tutto maiuscolo
    War... war never changes.
  2.     Mi trovi su: Homepage #5526999
    Jeff ha scritto:
    Darione Hubner, un campione che non si sa bene perchè non ha mai avuto l'attenzione che meritava.
    O forse si sa.
    Il Bisonte hubner, qui a Piacenza, è amatissimo. Altro che Inzaghi.
    Io lo adoro.
    Co-sa mi suc-ce-de.bzzbzzz....er-ro-re nei mi-ei cir-cui-ti bzzz mi sto in-na-mo-ran-do bzz BzBzzzz... Tostapane elettrico sei quel che fa per meeeeeeeee
    BAZINGAA!!
  3.     Mi trovi su: Homepage #5527006
    Al di la del calcio, bella la costruzione dell'articolo.
    Eh si, si è capito dove vuoi andare a parare, ma è solo una mezza denuncia.
    Quindi no, non mi piace questo articolo....
    Co-sa mi suc-ce-de.bzzbzzz....er-ro-re nei mi-ei cir-cui-ti bzzz mi sto in-na-mo-ran-do bzz BzBzzzz... Tostapane elettrico sei quel che fa per meeeeeeeee
    BAZINGAA!!
  4. addio Next!  
        Mi trovi su: Homepage #5527011
    Grande Fog
    Rajola è appunto l'emblema di tutto questo:ignorante e zoticone come pochi...guadagna miliardi e muove calciatori da una parte all'altra come se nulla fosse,decidendone le sorti,e mutando il volto di squadre e campionati.
    Ma il calcio è da sempre in mano ai procuratori...non lo scopriamo ora...
  5. assassin's creed 2  
        Mi trovi su: Homepage #5527029
    Secondo me il paragone c'entra veramente veramente poco. Sembra una similitudine facile ma in realtà le differenze sono più delle uguaglianze, in particolare perché nei videogiochi se uno ama un certo brand o un certo titolo, ha sempre la possibilità di comprarlo e non penso che gli interessi molto che facciano più pubblicità/copertura a quello piuttosto che al titolo X.
  6. Fade to Black  
        Mi trovi su: Homepage #5527035
    Woodblade ha scritto:
    Secondo me il paragone c'entra veramente veramente poco. Sembra una similitudine facile ma in realtà le differenze sono più delle uguaglianze, in particolare perché nei videogiochi se uno ama un certo brand o un certo titolo, ha sempre la possibilità di comprarlo e non penso che gli interessi molto che facciano più pubblicità/copertura a quello piuttosto che al titolo X.
      Non è certo di questo che sto parlando. Mi pare chiaro.
    Se non lo è, sto parlando di come i PR e i publisher ormai, grazie anche a gente che facilmente se lo prende nel culo perchè gli piace pure, ormai condizionino gran parte dell'informazione videoludica. C'è gente che regala i voti per un'esclusiva a tempo, c'è gente che nn dice quello che deve dire perchè ha paura delle conseguenze.
    Sto dicendo che certe cose nn puoi nemmeno scriverle, perchè le major altrimenti ti fanno saltare rapporti e supporto vitale. Sto dicendo che nelle posizioni strategiche e in certe redazioni si vede sempre la stessa gente, mentre tanti li lasciano a casa. Sto dicendo che c'è gente che da redattore si ricicla a PR e da PR si ricicla redattore con una facilità disarmante... no dai, ora che c'è la traccia alla similitudine ci possono arrivare proprio tutti. pure i finti tonti.
  7. ...this is the end...  
        Mi trovi su: Homepage #5527168
    Un Bandito da antologia questo! Io comunque vorrei cliccare su 'mi piace' ma nextgame non e' facebook...eheh Comunuqe non capisco peche' fra le immagini legate all'articolo c'e' il packshot di MGS2: Sons of Liberty. Devo dedurre che al Bandito tal gioco abbia fatto defecare?! Ne rimarrei tristemente dispiaciuto, dato che l'ho adorato per quanto discutibile e criticabile.
  8. ...this is the end...  
        Mi trovi su: Homepage #5527171
    Zendo ha scritto:
    Grande Fog
    Rajola è appunto l'emblema di tutto questo:ignorante e zoticone come pochi...guadagna miliardi e muove calciatori da una parte all'altra come se nulla fosse,decidendone le sorti,e mutando il volto di squadre e campionati.
    Ma il calcio è da sempre in mano ai procuratori...non lo scopriamo ora...
      Si piu' che altro io mi son sempre domandato come mai, con le dovute eccezioni ovviamente, la stragrande maggioranza dei procuratori sembrino degli avanzi di galera/mafiosi/criminali che Riina e Provenzano in confronto sembrano gentiluomini.
    Non dico che lo sono eh, per carita'. Pero' sembrano... :toghy:
  9. assassin's creed 2  
        Mi trovi su: Homepage #5527217
    fogman ha scritto:
    Non è certo di questo che sto parlando. Mi pare chiaro.
    Se non lo è, sto parlando di come i PR e i publisher ormai, grazie anche a gente che facilmente se lo prende nel culo perchè gli piace pure, ormai condizionino gran parte dell'informazione videoludica. C'è gente che regala i voti per un'esclusiva a tempo, c'è gente che nn dice quello che deve dire perchè ha paura delle conseguenze.
    Sto dicendo che certe cose nn puoi nemmeno scriverle, perchè le major altrimenti ti fanno saltare rapporti e supporto vitale. Sto dicendo che nelle posizioni strategiche e in certe redazioni si vede sempre la stessa gente, mentre tanti li lasciano a casa. Sto dicendo che c'è gente che da redattore si ricicla a PR e da PR si ricicla redattore con una facilità disarmante... no dai, ora che c'è la traccia alla similitudine ci possono arrivare proprio tutti. pure i finti tonti.
     Ok, da questo punto di vista il paragone ha senso, però direi che è una cosa molto generale e presente in vari ambiti. La differenza in questo caso è che finché si tratta di informazione, almeno nel nostro settore, abbiamo la presenza di internet che con riviste, forum e blog offre la possibilità di dire un po' tutto. Nel mondo di calcio questo tipo di intrallazzi creano giri di denaro sporco, partite truccate, violenza in varie forme, vite rovinate e una presa per il culo collettiva di milioni di persone. Nel mondo dei videogiochi la posta in ballo è molto inferiore, si rischia giusto un po' di disinformazione pubblicitaria che può portare qualche persona a buttar via dei soldi in un prodotto sbagliato (e se è intelligente la volta successiva non ripeterà lo sbaglio).
    Dal lato dei "giornalisti" invece, il rischio è più serio perché magari delle persone in gamba possono restare escluse da lavorare in questo mondo, ma secondo me il problema più che quello che puoi/non puoi scrivere o i PR/Publisher, sta nel modo in cui mediano le persone preposte a questo compito, che magari ogni tanto appunto non mediano.
    Intendo dire, è normale che un PR voglia che tu parli bene del suo prodotto, così come è normale che un giornalista esprima un giudizio il più imparziale possibile, il punto è che il capo del giornalista deve mediare con il PR per non fargli avere pretese assurde e il giornalista non deve mai prenderla sul personale. Poi gente di gente che lavora male in uno o più punti di questa filiera ce n'è, ovviamente...
  10.     Mi trovi su: Homepage #5528002
    Woodblade ha scritto:
    Ok, da questo punto di vista il paragone ha senso, però direi che è una cosa molto generale e presente in vari ambiti. La differenza in questo caso è che finché si tratta di informazione, almeno nel nostro settore, abbiamo la presenza di internet che con riviste, forum e blog offre la possibilità di dire un po' tutto. Nel mondo di calcio questo tipo di intrallazzi creano giri di denaro sporco, partite truccate, violenza in varie forme, vite rovinate e una presa per il culo collettiva di milioni di persone. Nel mondo dei videogiochi la posta in ballo è molto inferiore, si rischia giusto un po' di disinformazione pubblicitaria che può portare qualche persona a buttar via dei soldi in un prodotto sbagliato (e se è intelligente la volta successiva non ripeterà lo sbaglio).
    Dal lato dei "giornalisti" invece, il rischio è più serio perché magari delle persone in gamba possono restare escluse da lavorare in questo mondo, ma secondo me il problema più che quello che puoi/non puoi scrivere o i PR/Publisher, sta nel modo in cui mediano le persone preposte a questo compito, che magari ogni tanto appunto non mediano.
    Intendo dire, è normale che un PR voglia che tu parli bene del suo prodotto, così come è normale che un giornalista esprima un giudizio il più imparziale possibile, il punto è che il capo del giornalista deve mediare con il PR per non fargli avere pretese assurde e il giornalista non deve mai prenderla sul personale. Poi gente di gente che lavora male in uno o più punti di questa filiera ce n'è, ovviamente...


    Tra l'altro il discorso potrebbe essere visto in un'ottica diversa. E' vero che i PR/Publisher possono tagliare il supporto vitale, ma è anche vero che grazie alle riviste online gli stessi PR/Publisher possono avere quella visibilità che gli è necessaria. Se una redazione diventa importante e mantiene la schiena dritta potrebbe avere il coltello dalla parte del manico. Poi certo sono loro a decidere se investire o meno pubblicità in questa o in quella rivista, ma lì si tratterebbe di riuscire ad attrarre diversi investitori che non abbiano nulla a che fare con i videogiochi. Il fatto che le riviste di questo settore si pieghino ad altre pressioni è dovuto anche alla generale immaturità, probabilmente da attribuire a una certa percentuale di gente che ci lavora.

    Inoltre come dicevi tu oggi ci sono tante occasioni per farsi un'idea su un gioco grazie alla comunità online che le recensioni non sono più così fondamentali. Tuttavia eventuali distorsioni nell'informazione sono sempre bene o male preoccupanti a tutti i livelli in cui si verificano, dai più superflui ai più importanti, ma con i media è sempre così, tutti i gruppi di potere tentano di appropriarsene sta a chi ci lavora all'interno respingere questi attacchi.

    Un'altra questione che permetterebbe anche di svincolarsi da pressioni varie, potrebbe essere fare meno recensioni e più articoli. La supremazia della recensione è oggi molto relativa secondo me. Io vedo ancora recensioni con tanto di link a video del gameplay e nel testo si parla di cosa si deve fare o meno nel gioco...
    A closed system lacks the ability to renew itself. Knowledge alone is a poor primer...

  [Editoriale Il Bandito] Odio i procuratori dei calciatori

Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!

         

Online

Ci sono 0 ospiti e 0 utenti online su questa pagina