1. the last story  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #5529449
    [SCUSATE, è DA SPOSTARE IN OFF TOPIC, HO SBAGLIATO!!! :p]
    Ricordo che in questo forum ci sono sia ingegneri edili che geometri di professione, quindi mi rivolgo a loro o a chi ha di queste esperienze. Come ho detto alcune volte, mi ritrovo mooolto stretto economicamente perché sto investendo i miei risparmi per costruire casa. Ora, assodato che si tratta di prima casa (e dovrei anche avere ulteriori incentivi in termini fiscali perché ho rifiutato i contributi del terremoto dell'84 nel mio comune alle pendici dell'etna ma in questo momento non ricordo i dettagli di quella pratica, ma lo scopo era quello di poter abbattere e costruire una casa nuova con criteri antisismici e più ampia, invece di ristrutturare).
    Comunque, la mia domanda è: in quali casi posso applicare l'iva al 4%? L'ingegnere edile dice su tutto, i commercialisti dei vari "soggetti" (muratori, fabbro, marmista, piastrellista) insistono sul fatto che in alcune opere non può essere applicato il 4% ma il 20% (o 10%?). Alcuni dicono che l'iva al 4% non può essere applicata alla materia prima, altri non può essere applicata al lavoro manuale...non si capisce una mazza. Ognuno se la suona e canta.
    Capirete che la differenza è enorme. Finora ho applicato il 4% su impianto idraulico, opere morte in ferro zincato per gli infissi esterni (in futuro quindi anche per gli infissi esterni in alluminio a taglio termico).
    Purtroppo, per quanto riguarda il pavimento per i ballatoi, ho ceduto visto la spesa irrisoria e applicato l'iva al 20%. Ok ma adesso ci sono delle spese ENORMI e riguardano:
    -
    -Intonaco (tradizionale)
    -Massetto
    -Varie opere murarie (messa in posa del pavimento esterno)
    -
    Ecco, in queste opere posso applicare o no i vantaggi dell'iva al 4% come prima casa? Siccome ognuno mi da una versione diversa, chiedo aiuto a chi è di questa professione, ed agli utenti nel cercare in rete le varie leggi che regolano questo sistema.
    Inoltre, è sufficiente il fatto che nell'atto notarile l'edificio in costruzione donatomi dai miei genitori è stato citato come prima casa? (tra le altre cose, è l'unico edificio che posseggo per fine abitativo ma in costruzione)
    Mi rendo conto che non sono domande da forum, ma dato che i vari "professionisti" non riescono mai a darmi una spiegazione chiara e norme alla mano, non vorrei un giorno ritrovarmi nel torto per via di una guida sbagliata. Quindi, un vostro aiuto nella ricerca online delle varie leggi e le vostre esperienze...non vi ripeto che mi sarebbero di grandissimo aiuto.
    NB: vivo in Sicilia, quindi regione a statuto speciale e possono esserci variazioni in merito.

    [Modificato da lucacat il 25/04/2010 22:35]

    Ex capoReda di ConsoleGeneration (sempre nei miei ricordi)
    Codice 3DS: 1504-5679-6076
    codice wii Lucacat 4633-3406-7081-5109
  2. the last story  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #5529458
    Qui ho trovato qualcosa ma...marò che casino. Da quanto leggo non dovrei avere problemi: è prima casa, ma per i lavori in fase di costruzione rimangono i miei dubbi, soprattutto nella parte finale dove cita:
    .
    Per quanto riguarda una elencazione non tassativa delle "materie
    prime e semilavorate" e "beni finiti"
    , devi fare riferimento alla
    circolare del ministero finanze del 2/03/94 n.1/E e alla risoluzione del
    9/03/96 n. 39/E.
    .
    Ecco, se non ci sono altri aggiornamenti alle leggi (e che palle, permettetemelo), dovrei cercare questa circolare. Quel che non capisco è come si fa a distinguere materie prime e  beni finiti. Voglio dire, a me non interessa un tubo dell'iva al 4% su un bene finito come la cucina (ecco, il mio commercialista dice che sui beni finiti si applica il 4% ed è sicuro, come sarebbe se io acquistassi la casa finita), che tra le altre cose potrebbe essere anche di lusso e quindi fregherei soldi allo stato. Ma sulle materie prime e semilavorate (muratura, pavimenti, marmo, pietra lavica lavorata, intonaco e lavori manuali), ecco, a me il 4% servirebbe soprattutto su questo. Se non ho le mura non me ne importa un cavolo dei mobili e della cucina.
    Comunque, fatemi capire se cercando questa circolare sono nella strada giusta per "capire".
    Ex capoReda di ConsoleGeneration (sempre nei miei ricordi)
    Codice 3DS: 1504-5679-6076
    codice wii Lucacat 4633-3406-7081-5109
  3. the last story  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #5540364
    Lightside ha scritto:
    Scusa ma... perchè non chiedi direttamente al catasto e all'ufficio IVA?
     Al catasto è tempo perso... Riguardo l'ufficio iva, ti riferisci alle agenzie delle entrate?
    Ex capoReda di ConsoleGeneration (sempre nei miei ricordi)
    Codice 3DS: 1504-5679-6076
    codice wii Lucacat 4633-3406-7081-5109
  4. Utente non attivo.  
        Mi trovi su: Homepage #5541333
    lucacat ha scritto:
    Qui ho trovato qualcosa ma...marò che casino. Da quanto leggo non dovrei avere problemi: è prima casa, ma per i lavori in fase di costruzione rimangono i miei dubbi, soprattutto nella parte finale dove cita:
    .
    Per quanto riguarda una elencazione non tassativa delle "materie
    prime e semilavorate" e "beni finiti"
    , devi fare riferimento alla
    circolare del ministero finanze del 2/03/94 n.1/E e alla risoluzione del
    9/03/96 n. 39/E.
    .
    Ecco, se non ci sono altri aggiornamenti alle leggi (e che palle, permettetemelo), dovrei cercare questa circolare. Quel che non capisco è come si fa a distinguere materie prime e  beni finiti. Voglio dire, a me non interessa un tubo dell'iva al 4% su un bene finito come la cucina (ecco, il mio commercialista dice che sui beni finiti si applica il 4% ed è sicuro, come sarebbe se io acquistassi la casa finita), che tra le altre cose potrebbe essere anche di lusso e quindi fregherei soldi allo stato. Ma sulle materie prime e semilavorate (muratura, pavimenti, marmo, pietra lavica lavorata, intonaco e lavori manuali), ecco, a me il 4% servirebbe soprattutto su questo. Se non ho le mura non me ne importa un cavolo dei mobili e della cucina.
    Comunque, fatemi capire se cercando questa circolare sono nella strada giusta per "capire".


    sai cosa devi fare per non sbagliare?
    sembrerà banale ma devi chiedere al tuo progettista o all'impresa che eseguirà le opere...
    tendenzialmente con "materie prime e semilavorate" si fa riferimento a mattoni, inerti, polistirolo, tegole, e su queste cose non ci dovrebbe essere agevolazione o forse invece del 20% di iva paghi solo il 10%... mantre con "beni finiti" si intendono sanitari, rubinetteria, porte... e su questi invece c'è l'iva agevolata al 4%...

    non sottovalutare poi il discorso "manodopera" anche li si può applicare l'iva agevolata???

    tieni conto però che la legge come in tutte le cose va anche ad interpretazioni... ad esempio so che una delle dispute principali su questo tema sono i pavimenti che qualcuno considera "materie prime" altri "beni finiti"

    insomma sono argomenti troppo delicati e ci sono in ballo troppi soldi per poterti fermare ai consigli ottenuti su un forum sia esso dedicato ai videogiochi o ad altro...

    appoggiati ad un bravo tecnico, chiedi chiarezza fin da subito e pianifica il tutto più che puoi in modo da avere meno "sorprese" possibili... spesso nell'edilizia i costi lievitano proprio perchè prima di iniziare ci si perde la metà delle cose per la strada...

  Iva 4% e prima casa. Help (importante)

Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!

         

Online

Ci sono 0 ospiti e 0 utenti online su questa pagina