1.     Mi trovi su: Homepage Homepage #5541998



    Come mai molti cercano di convincere "il prossimo" che la sua opinione è sbagliata?


    I forum si stanno lentamente trasformando in zone dove piccole nicchie agiscono quasi per impulso, senza magari documentarsi o ascoltare l'idea altrui.
    E quindi ci si innervosisce, ci si lagna, ci si scalda per quello che per noi è iniziato e rimane, ricordiamolo, un passatempo.
    E il forum ne è un braccio; condividere e scoprire cose nuove.


    Ma di solito si fa fatica ad aprire un attimo gli orizzonti, e magari lasciando in pace chi viaggia su un' onda differente.
    Siamo tutti diversi, è bello cosi'!


    Che poi sarebbe la base della comunicazione, anche internettiana; capire ANCHE e SOPRATUTTO le altre campane.
    Perchè si critica per partito preso?

    "A un’altra vita".

    Bangkok
  2. Prey 2 Prey 2  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #5542012
    Jeff ha scritto:
    Come mai molti cercano di convincere "il prossimo" che la sua opinione è sbagliata?
    I forum si stanno lentamente trasformando in zone dove piccole nicchie agiscono quasi per impulso, senza magari documentarsi o ascoltare l'idea altrui.
    E quindi ci si innervosisce, ci si lagna, ci si scalda per quello che per noi è iniziato e rimane, ricordiamolo, un passatempo.
    E il forum ne è un braccio; condividere e scoprire cose nuove.
    Ma di solito si fa fatica ad aprire un attimo gli orizzonti, e magari lasciando in pace chi viaggia su un' onda differente.
    Siamo tutti diversi, è bello cosi'!
    Che poi sarebbe la base della comunicazione, anche internettiana; capire ANCHE e SOPRATUTTO le altre campane.
    Perchè si critica per partito preso?
      E' un trend di internet, non del forum in questione, non dei forum in generale. E' molto più facile odiare qualcosa (senza motivo) che spiegare il perchè quella cosa non va a genio. Il discorso è che molto non fanno discorsi pro, ma contro. Se qualcosa piace a me non è detto che debba piacere agli altri, e ci sta, il discorso è cercare in tutti i modi di NON far piacere quella cosa anche alle altre persone.
    Io per esempio porto avanti la crociata (ormai solitaria, li ho sfiancati) per no more heroes, gioco che mi fa schifo in maniera indicibile per motivi oggettivi ma che da altre parti viene definito "awesome & mustbuy". Odiarlo fino al punto che ogni volta che vedo shinx e xpeter posto qualcosa contro NMH per partito preso. Ma non per altro, perchè c'è tutto un discorso dietro, di meritocrazia, di comprensione, di sfottò. Così facendo non ottengo nulla, a parte farmi qualche risata con gli stessi.
    parlandone di persona la situazione sarebbe totalmente diversa, me ne sono accorto in più di un occasione, l'essere così impersonale rende internet il posto ideale per "odiare" qualcosa e farlo sapere al mondo intero. Non a caso il recensore più divertente da vedere è Angry (arrabbiato) Videogame Nerd. Anche li si odia, e viene odiato a sua volta, vuoi per gelosia, vuoi per idiozia pura.
    I nintendari per esempio ultimamente non odiano, amano tantissimo, ma riescono a farsi odiare in maniera indicibile per quanto sono spocchiosi.
    Ho detto.
    Ma non penso si capisca molto.
    [ Live from E3 2011 ]
    [ TMO's Beavers ] Sei abbastanza Nerd?
  3.     Mi trovi su: Homepage #5542017
    Jeff ha scritto:

    Che poi sarebbe la base della comunicazione, anche internettiana; capire ANCHE e SOPRATUTTO le altre campane.
    Perchè si critica per partito preso?


    Questione spinosetta! :))

    Parlo da "vecchio" utente degli ormai vetusti newsgroup: un po' e' che, essendo ormai internet pervasiva al massimo, non c'e' piu' quella specie di "scrematura" che spingeva un gruppo di persone dagli interessi comuni a spendere un tot all'ora per parlare profusamente delle proprie passioni; la prima barriera anti-troll e anti-fanboy era infatti il costo stesso dell'abbonamento e della connessione (essi', cavolo, una volta si pagavano telefonate E accesso alla rete!). Mettiamoci anche che alcuni newsgroup erano moderati in modo particolarmente restrittivo ed ecco che magicamente tutte le discussioni (o quasi) erano interessanti e/o stimolanti.

    C'e' pure di mezzo la scarsita' di materiale di una decina (e piu') anni fa, che portava le persone ad assumere una posizione di maggior approfondimento riguardo il singolo titolo piuttosto che il singolo genere. Ormai escono talmente tanti titoli alla settimana che non si riesce materialmente a tenere traccia di tutto, figuriamoci a discuterne approfonditamente.

    Parlando sul piano personale il mio comportamento ormai e' un deciso "vivi e lascia vivere": mi trovo a discutere con un fanboy o con qualcuno che non vuole saperne di critiche costruttive e/ differenze di opinioni? Lascio perdere e passo oltre, anche perche' fortunatamente trovo sempre qualcuno con cui valga la pena costruire un dialogo interessante. ;)


  4.     Mi trovi su: Homepage Homepage #5542072
    P-Dave ha scritto:
    Ma non e' OT! :DD

    Piuttosto lo butterei in discussioni...vabbe', pazienza, spero domani di ricordarmi di aprire anche la taverna e non solo console. ;P


    Quoto, mah...



    Si parla principalmente di console, le quali sono uno spunto anche, e lasciarlo li' una giornata non credo crei scompiglio......vabbè, discussione nata e morta in 10 minuti :(




    @Tmo: Si, in effetti E' internet che favorisce quell'atteggiamento.
    Dietro questo muro di "inviolabilità" e anonimato ci si sente autorizzati a fare e dire di tutto, e se gli intenti iniziali delle rete (lasciando perdere gli scopi militari) erano quelli di avvicinare le persone con gli stessi interessi, l'obiettivo è parzialmente raggiunto.
    Parzialmente perchè, appunto, deve essere un mezzo e non un fine; cioè per dire, stiamo qui a cazzeggiare e magari a prenderci per il culo, però magari, un giorno, lo faremo faccia a faccia, e sarà molto meglio.


    C'è anche il discorso della maschera e del ruolo che ognuno di noi inconsciamente si è costruito, ne parlò chrono in un suo editoriale (molto interessante) mesi fa.


    ps: non ho capito la chiosa finale :|3
    "A un’altra vita".

    Bangkok
  5. Giovane cattolico  
        Mi trovi su: Homepage #5542097
    1) i forum non stanno diventando, i forum SONO e sono sempre stati.

    2) i forum sono fonti di aggregazione. Per una mentalità tipicamente umana, questo porta a dividersi in squadre. Nei forum di VG dipende dal genere o dalla console preferita.

    Scontrarsi con gli altri gruppi aumenta da un lato il proprio ego, dall'altro il senso di appartenenza al gruppo.

    Ma non per tutti è così: ci sono anche quelli che non vogliono sentirsi parte dei gruppi. Ma anche loro, assurdamente, finiscono per formare un gruppo a sé: gli alternativi a tutti i costi. Anche loro odiano, così come le persone che criticano: odiano le pecore e chi non riesce a ragionare con la propria testa.

    Io sono così, e un pochino anche tu. Solo col tempo ho capito che quando stilavo in un altro forum il "decalogo del forumista perfetto" anche io mi comportavo involontariamente da macchietta nel mio "odio degli haters", non certamente meglio dei soggetti che criticavo.

    3) nei forum, la parola è tutto e non ci sono filtri.

    Nella vita reale, frequenti le persone che ti stanno simpatiche, ignori chi non sopporti. Nei forum questo è impossibile: volente o nolente, leggi le opinioni di tutti.
    Anche di soggetti che, nella vita reale, riterresti dei perfetti idioti e a cui non avresti mai interesse a rivolgere la parola.

    La parola è tutto e manca l'intonazione, manca la conoscenza del background di chi sta scrivendo, manca il "doverci mettere la faccia".

    A quel punto o sei un vero ottimo utente, sicuro del tuo ego, e non ti curi di loro ma guardi e passi, o cadi nella rete e cominci a odiare.

    Perché in fondo molte persone apparentemente calme non riescono a non provare un morboso piacere cazziando, un piacere che sa inequivocabilmente di "so mejo io".

    C'è chi come TMO porta avanti crociate per le sue idee, c'è chi come Castelli non può fare a meno di intervenire per pungolare ogni minima difesa fanboystica di una console, c'è chi come me non è mai riuscito a stare zitto di fronte a manifestazioni di superficialità e/o ignoranza anche a costo di mostrarsi in errore.

    Tutti ottimi utenti (scusate l'immodestia), tutti nel loro piccolo un po' haters, per motivi diversi.

    I santi sono pochi, quando ci sono, bisogna tenerli da conto. Su next qualcuno lo conosco, ma non lo cito per non adularli troppo :D Negli altri forum sono ancora più rari.
    http://www.myspace.com/giovanecattolico

    Il nuovo progetto musicale.
  6. Back to the Next  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #5542108
    Jeff ha scritto:
    C'è anche il discorso della maschera e del ruolo che ognuno di noi inconsciamente si è costruito, ne parlò chrono in un suo editoriale (molto interessante) mesi fa.
      Stavo per citarlo anch'io, il gioco dei ruoli è strettamente collegato al discorso che fai tu.
    Se nella vita reale non puoi (più facile, non hai il coraggio perchè ci sono delle conseguenze a cui devi rispondere che su internet vengono "schermate" in tutti i sensi) di fare il "figo" rispondendo da duro, giudicando negativamente senza mezzi termini, la figura del classico "stronzo" che attizza tanto le ragazzine in tempesta ormonale e che vedi in ogni santo film a bordo di una motocicletta e con la sigaretta in bocca, beh su internet lo puoi fare, con lo schermo in mezzo  puoi crearti il tuo ruolo senza subire conseguenze "importanti" quindi interpreti quello che più ti piace. Il ruolo di hate-->carogna fa "figo" e quindi è il più gettonato. Almeno credo, sono diplomato in ragioneria non in psicologia :D
    http://cartellonista.wordpress.com/2011/03/14/eppur-vi-rialzerete-a-prayer-for-japan/
    *Io credo in Nintendo*
    Giuro solennemente che ora e sempre la farò fuori dal vaso
  7. Giovane cattolico  
        Mi trovi su: Homepage #5542126
    Tristan ha scritto:
    Stavo per citarlo anch'io, il gioco dei ruoli è strettamente collegato al discorso che fai tu.
    Se nella vita reale non puoi (più facile, non hai il coraggio perchè ci sono delle conseguenze a cui devi rispondere che su internet vengono "schermate" in tutti i sensi) di fare il "figo" rispondendo da duro, giudicando negativamente senza mezzi termini, la figura del classico "stronzo" che attizza tanto le ragazzine in tempesta ormonale e che vedi in ogni santo film a bordo di una motocicletta e con la sigaretta in bocca, beh su internet lo puoi fare, con lo schermo in mezzo  puoi crearti il tuo ruolo senza subire conseguenze "importanti" quindi interpreti quello che più ti piace. Il ruolo di hate-->carogna fa "figo" e quindi è il più gettonato. Almeno credo, sono diplomato in ragioneria non in psicologia :D


    Se metti insieme che:

    - ai nerd piacciono tendenzialmente i videogiochi
    - tra i forumisti, ci sono quindi molti nerdoni

    non posso fare a meno di domandarmi, di fronte alle "tastiere fighe e minacciose", se dietro di esse non si nasconda magari un ometto impaurito, balbettante e un po' calvo :D
    http://www.myspace.com/giovanecattolico

    Il nuovo progetto musicale.
  8. Back to the Next  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #5542145
    Zakimos ha scritto:
    Se metti insieme che:
    - ai nerd piacciono tendenzialmente i videogiochi
    - tra i forumisti, ci sono quindi molti nerdoni
    non posso fare a meno di domandarmi, di fronte alle "tastiere fighe e minacciose", se dietro di esse non si nasconda magari un ometto impaurito, balbettante e un po' calvo :D
      KABOOM!
    Vero, avevo dimenticato le premesse, a dir poco influenti in questo caso, il cerchio si chiude :sbam:
    http://cartellonista.wordpress.com/2011/03/14/eppur-vi-rialzerete-a-prayer-for-japan/
    *Io credo in Nintendo*
    Giuro solennemente che ora e sempre la farò fuori dal vaso

  Haters gonna hate

Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!

         

Online

Ci sono 0 ospiti e 0 utenti online su questa pagina