1. sommersa  
        Mi trovi su: Homepage #5550955
    Se non avessi già letto altri due libri di questo autore (l'ombra del vento e Il gioco dell'Angelo) probabilmente questo terzo romanzo mi sarebbe piaciuto di più.
    Avevo già avuto questa sensazione leggendo il Gioco dell'Angelo. Ma ero in spagna, l'avevo preso in lingua e pensavo che forse il mio castigliano un po' arruginito non avesse aiutato.
    Invece non mi sbagliavo.
    Personaggi diversi, con nomi diversi in luoghi (a volte) diversi, ma stessa trama.
    Un uomo misterioso che interagisce con l'eroe, il fuoco, una città decadente, e un palazzo o una villa abbandonati. In questo poi, Calcutta non sembra neanche Calcutta, ma potrebbe essere benissimo la solita, amata Barcellona. Insomma ripetitivo e noioso.
    .
    Sconsigliatissimo
    Non ti ho tradito. Dico sul serio. Ero... rimasto senza benzina. Avevo una gomma a terra. Non avevo i soldi per prendere il taxi. La tintoria non mi aveva portato il tight. C'era il funerale di mia madre! Era crollata la casa! C'è stato un terremoto! Una tremenda inondazione! Le cavallette! Non è stata colpa mia! Lo giuro su Dio! [cit.]
  2. Utente non attivo.  
        Mi trovi su: Homepage #5550995
    Quoto! Anche il precedente "Marina" mi ha abbastanza deluso... Tra l'altro sono tra i suoi primi romanzi, quando ancora scriveva cose per ragazzi, "Marina" è del 1999 e "Il palazzo della mezzanotte" addirittura del 1994. Mondadori li sta pubblicando tutti perchè ha trovato un'altra vacca da mungere... Avevo recuperato (in biblioteca) anche un altro suo romanzo "giovanile" ;) intitolato "Il principe della nebbia" che riconferma l'impressione che abbia imparato a scrivere come si deve solo con "L'ombra del vento", ma anche che bene o male siano sempre le solite cose rimescolate diversamente...
  3. sommersa  
        Mi trovi su: Homepage #5551236
    Bighli ha scritto:
    Quoto! Anche il precedente "Marina" mi ha abbastanza deluso... Tra l'altro sono tra i suoi primi romanzi, quando ancora scriveva cose per ragazzi, "Marina" è del 1999 e "Il palazzo della mezzanotte" addirittura del 1994. Mondadori li sta pubblicando tutti perchè ha trovato un'altra vacca da mungere... Avevo recuperato (in biblioteca) anche un altro suo romanzo "giovanile" ;) intitolato "Il principe della nebbia" che riconferma l'impressione che abbia imparato a scrivere come si deve solo con "L'ombra del vento", ma anche che bene o male siano sempre le solite cose rimescolate diversamente...
     Ne L'ombra del Vento o anche nel Gioco dell'Angelo i personaggi sono certamente meglio delineati (marina non l'ho letto. E credo che a sto punto mai lo leggerò).
    Non è la fissazione per l'ambientazione di certi romanzi in una data epoca o in una data cità, per carità. E' proprio la trama che nel suo percorso di fondo è sempre, più o meno, quella.
    Mah.
    Comunque se comprerò in futuro un altro romanzo di questo autore chiederò a chi lo ha letto:
    - C'è il fuoco?
    - Un cattivo misterioso?
    - Una casa abbandonata?
    .
    se la risposta a queste tre domande è sì, lascerò stare, altrimenti gli darà un'altra possibilità. Non spendo 18 euro a botta per leggere qualcosa che ho GIA' letto, grazie tante.
    Non ti ho tradito. Dico sul serio. Ero... rimasto senza benzina. Avevo una gomma a terra. Non avevo i soldi per prendere il taxi. La tintoria non mi aveva portato il tight. C'era il funerale di mia madre! Era crollata la casa! C'è stato un terremoto! Una tremenda inondazione! Le cavallette! Non è stata colpa mia! Lo giuro su Dio! [cit.]
  4. Utente non attivo.  
        Mi trovi su: Homepage #5551393
    Ziska ha scritto:
    Ne L'ombra del Vento o anche nel Gioco dell'Angelo i personaggi sono certamente meglio delineati (marina non l'ho letto. E credo che a sto punto mai lo leggerò).
    Non è la fissazione per l'ambientazione di certi romanzi in una data epoca o in una data cità, per carità. E' proprio la trama che nel suo percorso di fondo è sempre, più o meno, quella.
    Mah.
    Comunque se comprerò in futuro un altro romanzo di questo autore chiederò a chi lo ha letto:
    - C'è il fuoco?
    - Un cattivo misterioso?
    - Una casa abbandonata?
    .
    se la risposta a queste tre domande è sì, lascerò stare, altrimenti gli darà un'altra possibilità. Non spendo 18 euro a botta per leggere qualcosa che ho GIA' letto, grazie tante.
    In effetti in "Marina" qualcosa di bruciacchiato c'è e pure il cattivone (oltre a due ragazzini maschio e femmina come protagonisti)... :DD
     
    Ne "Il principe della nebbia" invece c'è l'acqua, la nave misteriosa affondata e ovviamente il cattivone-diavolo-chicchessia come ne "Il gioco dell'angelo"...
     
    Fantasia questa sconosciuta... :X

    [Modificato da Bighli il 13/05/2010 15:40]

  Zafon - Il palazzo di Mezzanotte

Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!

         

Online

Ci sono 0 ospiti e 0 utenti online su questa pagina