1. Infamous Infamous  
        Mi trovi su: Homepage #5563031
    A mio modo di vedere lo status di arte non è tecnicamente applicabile ad un media così strettamente legato al business e ai miliardi di dollari. D'altro canto virtualmente l'arte è in ogni opera dell'uomo perchè è parte dello stesso, per cui, a patto di avere un certa certa dose personale di "amore e conoscenza" intesi alla Bertrand Russell, basta saper guardare oltre per rendersi conto che il vero artista riesce ad inserire il suo seme anche laddove non dovrebbe per motivi legati al business. Dibattito che nasce e muore nello spazio di un istante. Ma lo spazio è assoluto ed immane, o relativo all'uomo e dunque umanamente ontologico?
    If you don't believe in yourself, nobody else will -Kobe Bryant-
  2.     Mi trovi su: Homepage #5563045
    Il videogioco NON PUO' essere arte, perchè in quanto gioco deve avere uno scopo e un traguardo, l'arte non funziona così. Può esserci la videoarte inteattiva, ma allora non è più un videogioco e quindi torniamo all'assunto iniziale.
    L'unico vg che ha sfiorato da vicino il mondo dell'arte nonostante lo scopo (e cmq era uno scopo artefatto per poterlo vendere come videogioco, ma era in effetti videoarte) è stato REZ.

    SOTC non è arte perchè devi arrivare a raggiungere un obbiettivo, altrimenti aggiri il senso dell'opera e ne tradisci il senso.

    [Modificato da Kabuto il 21/05/2010 14:47]

    "Non discutere mai con un idiota, ti trascina al suo livello e ti batte con l'esperienza"
    GANDHI'S GUNN - HEAVY ROCK FOR HEAVY PEOPLE!!!
    Kabuto Art Lab
  3.     Mi trovi su: Homepage #5563047
    Terry ha scritto:
    A mio modo di vedere lo status di arte non è tecnicamente applicabile ad un media così strettamente legato al business e ai miliardi di dollari.
     Secondo questo principio non è applicabile neanche al cinema...
    /!\Il maceratese di Nextgame/!\ Codice Amico WII: 3580-5636-5597-4787 Contattatemi se mi addate...
    C'han concesso solo una vita, soddisfatti o no qua non rimborsano mai... Luciano Ligabue
  4. bah...  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #5563128
    il dizionario definisce l'arte come un'attività creativa, interpretativa, strettamente legata al senso di bellezza che caratterizza un certo periodo storico.
    l'arte può indicare anche il massimo livello di padronanza di un mestiere.

    in questo senso un videogioco può essere considerato una forma d'arte che, come il cinema, include arti narrative, visive e sonore.

    un videogioco, inoltre, può aumentare il contatto emotivo con lo spettatore perché interattivo.

    ciò non significa che tutti i videogiochi siano opere d'arte, anche perché sono quasi sempre prodotti commerciali, ma questo discorso può essere applicato anche a cinema e musica, soprattutto oggi.

    imho.

    saluti.

    [Modificato da wolfra il 21/05/2010 15:52]

  5.     Mi trovi su: Homepage #5563345
    wolfra ha scritto:
    il dizionario definisce l'arte come un'attività creativa, interpretativa, strettamente legata al senso di bellezza che caratterizza un certo periodo storico.
    l'arte può indicare anche il massimo livello di padronanza di un mestiere.
    in questo senso un videogioco può essere considerato una forma d'arte che, come il cinema, include arti narrative, visive e sonore.
    un videogioco, inoltre, può aumentare il contatto emotivo con lo spettatore perché interattivo.
    ciò non significa che tutti i videogiochi siano opere d'arte, anche perché sono quasi sempre prodotti commerciali, ma questo discorso può essere applicato anche a cinema e musica, soprattutto oggi.
    imho.
    saluti.
     Non sono daccordo.
    Il fatto stesso che sia un gioco lo rende una non opera d'arte.
    Insisto su questo punto.
    Tutte le forme e opere d'arte sono autoreferenziali e non hanno uno scopo se non quello di generare emozioni, non raggiungere un obbiettivo. O almeno, l'obbiettivo è la bellezza. Se un gioco è un'opera d'arte, ludicamente è una rottura di coglioni.
    Come REX appunto.
    Se poi invece, stiamo parlando di ASPETTI del videogioco, come possono essere la parte grafica (che però è PITTURA), incuadrature e illuminazione (FOTOGRAFIA) animazioni e regia (CINEMA) colonna sonora (MUSICA) allora il videogioco è un contenitore di ARTI, ma in se non è arte, per via della sua natura intrinseca di gioco.
    Altrimenti, secondo la vostra logica, se dei bambini facessero un girotondo vestiti come delle opere d'arte, sarebbe essa stessa un'opera d'arte, ma in realtà è un gioco.
    Divertente peraltro.
    "Non discutere mai con un idiota, ti trascina al suo livello e ti batte con l'esperienza"
    GANDHI'S GUNN - HEAVY ROCK FOR HEAVY PEOPLE!!!
    Kabuto Art Lab
  6. Infamous Infamous  
        Mi trovi su: Homepage #5563478
    Infatti a ben vedere l'arte cinematografica in senso stretto, quella per intenderci relativa a maestri come Fellini, Hitchcock, Kitano, per citarne alcuni, esula da un discorso puramente materialista. La vera arte cinematografica è dei classici e di pochissimi film di oggi. Quei film in cui non si pensa solo al business, ma in primis alla realizzazione di idee, creatività, sensazioni e sentimenti. Infatti nel mio intervento ho scritto che i videogiochi sono strettamente legati al business, per questo una forma d'arte esplicita di questo media è piuttosto complicata da focalizzare. Il cinema inteso come forma d'arte, quello che nel 2010 abbraccia si e no 5 film all'anno, non è strettamente nè necessariamente legato al teorema del far soldi ad ogni costo o non si va avanti. La distinzione è abbastanza sottile, come del resto lo è ciò che differenzia un'opera d'arte in grado di appagare i sensi di pochi da un'opera che piace alle masse ma che di artistico ha ben poco.  Ma il discorso cadrebbe nell'estetica più pura e sarebbe troppo complesso. Per finire, non ho neanche detto che a priori l'arte non sia dei videogiochi, in quanto ogni rappresentazione umana può contenere al suo interno creatività allo stato puro, dunque il seme dell'arte. Ottima a mio avviso l'idea che il media videogioco sia un contenitore di arti, esprimibili tuttavia al loro meglio in contesto ben diversi.
    If you don't believe in yourself, nobody else will -Kobe Bryant-
  7. conferenza  
        Mi trovi su: Homepage #5563627
    Kabuto ha scritto:
    Non sono daccordo.
    Il fatto stesso che sia un gioco lo rende una non opera d'arte.
    Insisto su questo punto.
    Tutte le forme e opere d'arte sono autoreferenziali e non hanno uno scopo se non quello di generare emozioni, non raggiungere un obbiettivo. O almeno, l'obbiettivo è la bellezza. Se un gioco è un'opera d'arte, ludicamente è una rottura di coglioni.
    Come REX appunto.
    Se poi invece, stiamo parlando di ASPETTI del videogioco, come possono essere la parte grafica (che però è PITTURA), incuadrature e illuminazione (FOTOGRAFIA) animazioni e regia (CINEMA) colonna sonora (MUSICA) allora il videogioco è un contenitore di ARTI, ma in se non è arte, per via della sua natura intrinseca di gioco.
    Altrimenti, secondo la vostra logica, se dei bambini facessero un girotondo vestiti come delle opere d'arte, sarebbe essa stessa un'opera d'arte, ma in realtà è un gioco.
    Divertente peraltro.
    Però, come si fa notare nell'articolo (ben fatto) "sono tre i momenti in cui si può estrinsecare la vocazione
    artistica (o presunta tale) del videogioco: il soggetto (ovvero trama,
    ambientazione e personaggi), la realizzazione grafica/tecnica e le
    modalità di interazione
    .
    "
    Che (penso) in altre parole sarebbe: e se il gameplay stesso potesse essere considerato un arte?
    Super Mario World non è un capolavoro in termini di gameplay?
  8. bah...  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #5563701
    Kabuto ha scritto:
    Non sono daccordo.
    Il fatto stesso che sia un gioco lo rende una non opera d'arte.
    Insisto su questo punto.
    Tutte le forme e opere d'arte sono autoreferenziali e non hanno uno scopo se non quello di generare emozioni, non raggiungere un obbiettivo. O almeno, l'obbiettivo è la bellezza. Se un gioco è un'opera d'arte, ludicamente è una rottura di coglioni.
    Come REX appunto.
    Se poi invece, stiamo parlando di ASPETTI del videogioco, come possono essere la parte grafica (che però è PITTURA), incuadrature e illuminazione (FOTOGRAFIA) animazioni e regia (CINEMA) colonna sonora (MUSICA) allora il videogioco è un contenitore di ARTI, ma in se non è arte, per via della sua natura intrinseca di gioco.
    Altrimenti, secondo la vostra logica, se dei bambini facessero un girotondo vestiti come delle opere d'arte, sarebbe essa stessa un'opera d'arte, ma in realtà è un gioco.
    Divertente peraltro.
    punti di vista: non trovo sbagliato che un'opera d'arte comunichi con chi la osserva in modo diretto e non passivo.
    non trovo neppure ovvio che il lavoro di una o più persone possa essere considerato un'opera d'arte solo se autoreferenziale.

    si consideri flower.
    è un gioco, ha uno scopo, sa trasmettere emozioni e comunica al giocatore un messaggio, esattamente come accade con un film o un romanzo.

    non posso considerare arte un'opera di questo tipo solo perché ha uno scopo o perché non è autoreferenziale?
    mi sembra un'argomentazione debole anche perché il fine dell'arte è sostanzialmente uno: trasmettere emozioni.
    il metodo, imho, non è importante.

    saluti.
  9.     Mi trovi su: Homepage #5563742
    njoe ha scritto:
    Che (penso) in altre parole sarebbe: e se il gameplay stesso potesse essere considerato un arte?
    Super Mario World non è un capolavoro in termini di gameplay?
     Ma infatti sono ovviamente daccordo che in potenza, il video interattivo sia un'opera d'arte.
    E' ovvio. Ma un video GIOCO come SMW in cui hai delle regole e devi andare da sinistra verso destra e viceversa, puoi saltare ma DEVI finire il livello se vuoi proseguire fino al finale non sia arte ma GIOCO.
    Il che va bene lo stesso, non trovo che il gioco sia inferiore all'arte, solo è un'altra cosa.
    REZ per esempio e un video interattivo dove lo scopo è pretestuoso, e infatti come gioco è una merda, ma ha un'interattività strepitosa. Credo infatti sia l'unico GIOCO ad aver vinto dei premi "artistici" extra ludici.
    Spero di essermi spiegato.
    Per esempio un'altro momento che ho trovato "artistico" sia stato The Pain (o forse era un altro, vado a memoria) in MGS 3. Un boss che non và combattuto ma solo goduto in quanto momento interattivo e emotivo, non ludico.
    E come dice Wolfra, opinioni, ovviamente,
    Di certo c'è solo la morte e la stupidità di certe persone.
    "Non discutere mai con un idiota, ti trascina al suo livello e ti batte con l'esperienza"
    GANDHI'S GUNN - HEAVY ROCK FOR HEAVY PEOPLE!!!
    Kabuto Art Lab
  10.     Mi trovi su: Homepage #5563745
    wolfra ha scritto:
    ...perché il fine dell'arte è sostanzialmente uno: trasmettere emozioni.
    il metodo, imho, non è importante.
     Si, sono daccordo anche con questa affermazione che effettivamente cozza con la mia tesi.
    Ci penso su, un paio di trip e poi ti rispondo.
    "Non discutere mai con un idiota, ti trascina al suo livello e ti batte con l'esperienza"
    GANDHI'S GUNN - HEAVY ROCK FOR HEAVY PEOPLE!!!
    Kabuto Art Lab
  11.     Mi trovi su: Homepage #5564010
    Secondo me L'arte è la capacità dell'uomo di  trasmettere emozioni e/o concetti in qualsiasi forma. Il Videogioco PUO' essere una di queste forme. Alcuni delle più grandi opere d'arte dell'uomo sono state create sotto commissione, quindi con uno scopo finale, ma sono comunque opere d'arte. Se dovessimo associare all'arte solo cose create senza alcun fine, allora dovremmo reputare artisti solo i filosofi e qualche scrittore. Ma l'arte è dare un interpretazione e rendere "reale" un concetto o un idea. Qualsiasi essa sia....
  12. I love Chiara  
        Mi trovi su: Homepage #5564019
    Se il videogioco è arte di certo non lo è per via dell' arte che incorpora. Insomma, troppo facile dire che un videogioco è arte perchè ha un narrazione da romanzo o particolarmente poetica, uno stile visivo ricercato o delle musiche geniali.

    Insomma, immagini, suoni e parole sono sicuramente arte. Ma vanno valutati per ciò che sono: immagini, suoni e parole. Il videogioco è il veicolo per queste forme d' arte.

    Si potrebbe parlare di arte per un videogioco quando è il concept in sè a comunicarti qualcosa. L' esempio di REZ, dove si "suona" il proprio gioco, può funzionare come esempio di arte. Ma non per lo stile grafico volutamente minimalista. Ma per il fatto che il gioco stesso permette di esprimere una creatività indotta, prevista. L' esempio di Braid è pertinente, perchè il gameplay stesso è perfettamente in grado di essere autosufficiente. L' esempio di Shadow of the Colossus però è fuorviante. Perchè il gioco unisce sicuramente le tre arti: visiva, sonora e narrativa. Ma in sè non è arte, le sue meccaniche non sono arte.
  13. Infamous Infamous  
        Mi trovi su: Homepage #5564071
    Il concept in sè è un concetto interessante anche se Rez non resterà solo e soltanto un gioco di suoni e Braid un gioco che sfoggia solo e soltanto giocabilità. In tutti si mischia arte visiva, sonora, narrativa. Anche in Rez in fin dei conti c'è un inizio ed una fine a livello narrativo
    Trascendendo da questo legame di arti che può anche definire il media stesso videogioco come "contenitore di arti", sono d'accordo sul fatto che il concept possa essere una chiave di lettura interessante, da interconnettere tuttavia a come il gioco viene proposto, cioè a ciò che esprime visivamente ad esempio, o dal punto di vista sonoro. Tutto questo insieme di fili e contatti crea il valore artistico di un videogioco, anche se resto dell'avviso che il concetto d'arte possa essere accostato al videogioco limitatamente al valore che oggi la sociaetà contemporanea da alle opere dei suoi giorni. Nel senso che le forme d'arte classiche e universalmente riconosciute sono su una scala di valori ben definita e separata, mentre il videogioco e altre forme di espressione presenti in questo limbo appartengono ad un'altra scala, interlacciata alla prima ma non completamente dipendente. Forse più che forma d'arte in senso lato, direi che il videogioco contiene barlumi di pura creatività intimamente connessi tra loro, che accarezzano l'idea d'arte assoluta ma che alla fine non sono ancora in grado di abbracciarla completamente.
    If you don't believe in yourself, nobody else will -Kobe Bryant-

  [Editoriale Ludonauti] Quando il videogioco è arte?

Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!

         

Online

Ci sono 0 ospiti e 0 utenti online su questa pagina