1.     Mi trovi su: Homepage #5582143
    «Darà continuità all'Inter»

    Il presidente nerazzurro conferma che la trattativa per portare a Milano il tecnico spagnolo volge al termine: «Domani si chiude. Manca solo l'ufficialità. Bisogna arrivare alla definizione completa, ma penso che i tempi saranno abbastanza veloci: l'accordo è praticamente fatto. Contratto di tre anni a 5 milioni a stagione? Chi l'ha detto è fuori strada. E sono sbagliati anche i numeri sui collaboratori. Mercato? Non ne abbiamo parlato»

    MILANO, 7 giugno - La trattativa tra l'Inter e Rafa Benitez volge al termine e «penso che domani possa arrivare l'ufficialità». È quanto ha detto il presidente nerazzurro Massimo Moratti precisando che «non c'è nessun intoppo. Bisogna solo ultimare le trattative per arrivare alla definizione completa e - ha concluso - mi sembra che i tempi, comunque, siano abbastanza veloci. L'accordo più o meno fatto».

    CONTINUITA' - Per Moratti, che ha parlato ai microfoni di Sky Sport 24, Benitez è l'allenatore che garantirà all'Inter «continuità allo stesso livello». Quella della dirigenza interista è una decisione convinta. «Eccome, non scegliamo l'allenatore se non ne siamo convinti - ha spiegato Moratti - non è ancora chiuso tutto perché non si firma prima di sentire cosa si firma, ma decisamente abbiamo puntato su Benitez fin dall'inizio ed è il personaggio che consideriamo più utile per la continuità dell'Inter allo stesso livello».

    DETTAGLI E NUMERI - Le ipotesi circolate in questi giorni di un contratto triennale da 5 milioni di euro a stagione sono però errate secondo il numero uno nerazzurro. «Chi l'ha scritto è fuori strada, per durata e quantitativo» ha tagliato corto Moratti, aggiungendo che con Benitez si è parlato «di tutto ma non di mercato». Quindi anche dei collaboratori da cui sarà affiancato lo spagnolo sulla panchina dell'Inter. «Abbiamo parlato di tutto ma i numeri dei collaboratori che ho letto sui giornali fortunatamente sono sbagliati - ha detto Moratti - ho letto numeri che spaventano, ma in realtà saranno numeri che rientrano nella normalità degli altri allenatori che abbiamo contattato in passato».
  2.     Mi trovi su: Homepage #5582259
    Non gioca tanto diversamente dal Muo....E' preparatissimo...Ha una gran voglia di vincere la Champions...e di battere lo Specialone.
    A me piace di più come gioca Hiddink, ma per l'Inter è probabilmente molto meglio Benitez.
    Mi fa' ridere pensare che dicevano andasse alla Juve e invece alla Juve è arrivato nientepopodimeno che...Del Neri :asd:
  3. Quanti Teddy bisogna inventare per tutta la vita ?  
        Mi trovi su: Homepage #5582283
    Pezzotto ha scritto:
    .
    DETTAGLI E NUMERI - Le ipotesi circolate in questi giorni di un contratto triennale da 5 milioni di euro a stagione sono però errate secondo il numero uno nerazzurro. «Chi l'ha scritto è fuori strada, per durata e quantitativo» ha tagliato corto Moratti
      3 milioni per 5 anni :cool:
    Non consiste forse nel rompere il tuo pane con chi ha fame, nel portare a casa tua i poveri senza tetto, nel vestire chi è nudo, senza trascurare quelli della tua stessa carne?
  4.     Mi trovi su: Homepage #5582405
    Mascherano all’Inter
    Ecco perché si farà


    Dall’entourage del giocatore argentino filtra «ottimismo»
    Moratti convinto a fare un “sacrificio” per il nuovo tecnico

    MILANO, 8 giugno - La sua Inter Rafa Be­nitez la vede con Javier Masche­rano nel motore e Dirk Kuyt in at­tacco, pezzi pregiati di un Liver­pool che vorrebbe “trasportare” nella nostra serie A. L’argentino leader della nazionale e l’olande­se: eccole le due armi in più del­lo spagnolo. Moratti ufficialmen­te ha detto che di mercato non si è ancora parlato. In realtà qual­che discorso è già stato intavola­to e l’Inter ha capito che un sacri­ficio per venire incontro alle esi­genze del suo nuo­vo allenatore dovrà farlo. Nei prossimi giorni, dunque, verrà messo a pun­to il piano per arri­vare al centrocampista della Selec­cion che proprio oggi compirà 26 an­ni e poi l’attenzione si sposterà sull’at­taccante, ruolo per cui vengono tenute in considerazione anche le candidatu­re di Edison Cavani del Palermo e di David Silva del Va­lencia.

    ORIENTAMENTO - I piani alti di corso Vittorio Emanuele anche ieri facevano notare «che questa squadra è forte così e non ha bi­sogno di grandi ritocchi. E poi tra due anni entrerà in vigore il fair play finanziario voluto dall’Uefa e sarà necessario rientrare in certi parametri che non sono an­cora stati del tutto definiti. Biso­gna dunque operare stando atten­ti ai conti» . Sarà questa la linea guida della prossima campagna acquisti. L’ideale, dunque, sareb­be ripetere un colpo alla Ibrahi­movic. Candidati alla cessione? Maicon e/o Balotelli: sono gli uni­ci che in questo momento sem­brano avere mercato visto che Milito è assolutamente incedibile.

    MASCHERANO - Quando andrà a chiedere l’argentino Benitez sa già la richiesta che si sentirà for­mulare dalla dirigenza dei Reds. «Trenta milioni di sterline, gra­zie» . Motivo? E’ la stessa cifra che lui stesso chiedeva un anno fa quando il procuratore di Masche­rano voleva portarlo al Barcello­na. Ovvio che il Liverpool non ab­bassi la quotazione del Jefecito per fare un favore a Rafa. Ma­scherano è pronto a venire in Ita­lia. Dal suo entourage filtra «otti­mismo» . Ma c’è di più: Milito, Sa­muel e Burdisso gli hanno già parlato di Milano e Zanetti ha completato l’opera con un paio di sms. Su di lui però c’è soprattut­to il pressing di Benitez che gli ha recapitato il suo messaggio, un garbato ma eloquente raggiungi­mi a Milano. In caso di fumata nera attenzione a Ledesma: sem­bra che Rafa lo avesse seguito do­po la cessione di Xabi Alonso, ma che Lotito abbia sempre risposto no. I non buoni rappor­ti con la Lazio non facilitano l’opera­zione. Dalla Spa­gna, in caso di ac­quisto di Maicon da parte del Real, si parla del regista ar­gentino Gago come possibile contro­partita.
  5.     Mi trovi su: Homepage #5582410
    Zanetti Capitano ha scritto:
    Non so se l'hai preso dalla gazzetta, ma l'ultima volta che la gazza ha titolato più o meno in maniera simile c'era scritto: Capello all'Inter. Ecco perchè si farà :asd::asd:


    http://www.corrieredellosport.it/calcio/serie_a/inter/2010/06/08-115068/Mascherano+all%E2%80%99Inter.+Ecco+perch%C3%A9+si+far%C3%A0


    :D
  6.     Mi trovi su: Homepage #5582411
    si beh... ricordiamoci che le spese di una società non sono solo quelle relative al calciomercato ( lasciamo perdere tutti i soldi spesi negli ultimi 10 anni) ma soprattutto quelli di funzionamento... l inter perde dai 50-70 ai 100 milioni di euro l'anno!
    la juve quest'anno arriverà in negativo di 10 milioni di euro (causata dall uscita prematura dalla champions), l anno scorso aveva avuto un utile di 6 milioni.
    Il Milan perdeva come l inter negli anni scorsi e berlusconi ha deciso di razionalizzare il business giustamente...
    si effettivamente la differenza é abissale :nworthy:
  7.     Mi trovi su: Homepage #5582415
    Squadra corta e letale: Benitez ripartirà dall'Inter ereditata da Mou

    Non ci saranno stravolgimenti nelle strategie tattiche dello spagnolo: sarà 4-2-3-1, lo stesso modulo che ha portato i nerazzurri sul tetto d'Europa

    Fonte: fcinternews.it

    Rafa Benitez non toccherà la formazione nerazzurra, quella del 4-2-3-1 europeo nata a Londra, quella delle vittorie. Rafa non è un tecnico rivoluzionario, al contrario, proprio come Mourinho, fa della tattica e della teoria il suo credo. ‘Sacchiano’ convinto, (Benitez studiava le VHS di Sacchi, dalle quali ha appreso anche l’italiano) Rafa ha sempre fatto bene in ogni dove, grazie alla sua filosofia di squadra corta, con difesa bloccata, e ripartenze veloci sugli esterni. E’ stato lui a portare alla conquista della Liga a Valencia dopo 31 anni di digiuno, proseguendo il lavoro iniziato da Hector Cuper, che ha sfiorato in due occasioni la Champions League con i valenciani. Rafa adottava un 4-4-2 molto ordinato, con pochi ritocchi rispetto al predecessore. Difesa solida, bloccata con Baraja e Albelda davanti alla difesa, ed esterni rapidi bravi a ribaltare l’azione con una coppia di punte assortite come Carew ed Aimar. A Valencia Rafa studiò il 4-2-3-1 che lo portò alla vittoria della Champions di Istanbul sul Milan, dopo la Coppa Uefa con gli spagnoli del 2004.

    Benitez ben si è adattato, poi, allo spirito inglese, sacrificando un po’ di tecnica in squadra per una maggiore fisicità. Crouch e poi Torres sono stati i suoi terminali offensivi, Luis Garcia e Benayoun gli uomini di tecnica e classe, pronti a guidare le manovre offensive dei Reds. Alle loro spalle uno zoccolo duro di uomini forti sia fisicamente che psicologicamente, che hanno sempre fatto da traino all’intera squadra, come Gerrard, Carragher e Mascherano. La spinta sulle fasce per il tecnico spagnolo è sempre stata importante; a Liverpool aveva John Arne Riise, pronto a macinare chilometri sulla sinistra , mentre dalla parte opposta aveva Finnan, che aveva meno spinta rispetto al norvegese, ma aveva compiti più difensivi. Motivo per il quale il suo arrivo sulla panchina nerazzurra coinciderebbe con la permanenza di Maicon, il terzino che serve per il suo gioco. A centrocampo l’arrivo di Mascherano costituirebbe una diga invalicabile, mentre la davanti l’arrivo di Kuyt (sennò quello di Cavani o Silva) garantirebbero più soluzioni al forte attacco nerazzurro, che vedrà Diego Milito, principe della manovra offensiva, con alle spalle Balotelli, Sneijder ed Eto’o. Insomma la nuova stagione ed il nuovo corso Benitez riparte dall’eredità tattica lasciata da Josè Mourinho.
  8.     Mi trovi su: Homepage #5582419
    The bosss ha scritto:
    si beh... ricordiamoci che le spese di una società non sono solo quelle relative al calciomercato ( lasciamo perdere tutti i soldi spesi negli ultimi 10 anni) ma soprattutto quelli di funzionamento... l inter perde dai 50-70 ai 100 milioni di euro l'anno!
    la juve quest'anno arriverà in negativo di 10 milioni di euro (causata dall uscita prematura dalla champions), l anno scorso aveva avuto un utile di 6 milioni.
    Il Milan perdeva come l inter negli anni scorsi e berlusconi ha deciso di razionalizzare il business giustamente...
    si effettivamente la differenza é abissale :nworthy:
      :asd:
  9.     Mi trovi su: Homepage #5582422
    Sprawl ha scritto:
    la differenza tra milan/juve e inter in questo momento e' abissale...
    milan e juve prendono allegri e delneri, moratto si compra benitez per tre anni gratis grazie al buyout pagato dal real per il muo...
    per non parlare delle rose...
    il milan ha dei catorci e dovrebbe rinnovare un po' ma non ha fondi disponibili a sufficienza, la juve punta sul collettivo dopo aver puntato sulle stelle lo scorso anno e deve assemblare nuovamente la rosa..
    l'inter invece ha una squadra già fatta e può addirittura operare sul mercato senza limiti di budget...
    1 Superlega (Clausura 2007/08)
    1 Champions Superleague (apertura 2011/12)
  10.     Mi trovi su: Homepage #5582428
    The bosss ha scritto:
    si beh... ricordiamoci che le spese di una società non sono solo quelle relative al calciomercato ( lasciamo perdere tutti i soldi spesi negli ultimi 10 anni) ma soprattutto quelli di funzionamento... l inter perde dai 50-70 ai 100 milioni di euro l'anno!
    la juve quest'anno arriverà in negativo di 10 milioni di euro (causata dall uscita prematura dalla champions), l anno scorso aveva avuto un utile di 6 milioni.
    Il Milan perdeva come l inter negli anni scorsi e berlusconi ha deciso di razionalizzare il business giustamente...
    si effettivamente la differenza é abissale :nworthy:


    peccato che vincere la champions ha portato 100 milioni 100 tra premi uefa diritti tv sponsor etc ;P
    "Xchè? Xchèèè? 3-1, 3-2, 3-3 !!!"
  11. I'm only happy when it rains  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #5582476
    jackal! ha scritto:
    per non parlare delle rose...
    il milan ha dei catorci e dovrebbe rinnovare un po' ma non ha fondi disponibili a sufficienza, la juve punta sul collettivo dopo aver puntato sulle stelle lo scorso anno e deve assemblare nuovamente la rosa..
    l'inter invece ha una squadra già fatta e può addirittura operare sul mercato senza limiti di budget...


    Benvenuti a milanisti e gobbi nella realtà :asd:, pensate che ci son squadre che lavorano così da decenni... :asd:
    Comincio a credere che non conta quanto tu ami qualcuno: forse quello che conta è quello che riesci a essere quando sei con qualcuno.

  Moratti annuncia Benitez

Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!

         

Online

Ci sono 0 ospiti e 0 utenti online su questa pagina