1.     Mi trovi su: Homepage #5598427
    Celtics sconfitti, 16° trionfo

    Los Angeles trionfa in Gara-7 83-79, si conferma campione e stende Boston dopo la sconfitta nelle finali 2008: decisivo Gasol. Bryant Mvp delle finali

    WASHINGTON, 18 giugno - I Los Angeles Lakers si sono confermati oggi la squadra di basket più forte d'America. Campioni in carica 2009, in gara 7 hanno battuto i Boston Celtics in casa per 83-79, al termine di una partita tiratissima, decisa solo all'ultimo minuto grazie a Pau Gasol. Lo spagnolo, a una manciata di secondi dalla fine, è stato autore dei due punti e dei due rimbalzi decisivi. Per lui 19 punti e ben 18 rimbalzi complessivi, a coronare una gara perfetta per determinazione e qualità di gioco. Lo stesso Kobe Bryant, miglior realizzatore della serata con 23 punti e 15 rimbalzi, ha riconosciuto a fine partita che «senza Pau Gasol non avremmo vinto». In tre stagioni nell'Nba Gasol ha già disputato tre finali consecutive. E due le ha vinte.

    I Celtics, campioni nel 2008 proprio contro L.A., a Los Angeles hanno ceduto solo nell'ultimo quarto. Ma per tre dei quattro tempi sono riusciti a chiedere sempre in vantaggio: +9 (23-14) nel primo quarto, +6 (40-34) nel secondo quarto; +4 (57-53) nel terzo quarto. Bravissimi a imbrigliare il basket offensivo di Kobe Bryant, hanno affidato a Paul Pierce (18 punti, 10 rimbalzi), Kevin Garnett (17 punti, 3 rimbalzi) e Rajon Rondo (14 punti, 8 rimbalzi) le loro speranze offensive, e per tre quarti di gara la strategia ha funzionato. Sono mancati solo nel finale, pagando l'assenza del 'lungò Kendrick Perkins, nonostante la buona prova del suo sostituto, Rashed Wallace (11 punti e 6 rimbalzi). Con la vittoria di oggi il tecnico dei Lakers, Phil Jackson, (il "maestro zen" come lo chiama anche Barack Obama) ha segnato un record assoluto: ha vinto il titolo Nba per l'11/a volta in carriera. Jackson a fine gara ha detto che non sa se se la sente di affrontare un'altra stagione, deciderà nei prossimi giorni. Per i Lakers si tratta del 16/o titolo assoluto, solo i Celtics (che ne vantano 17) hanno fatto meglio di loro. «Questa sera sento proprio la dolce sensazione mai provata da quando gioco a basket» ha dichiarato Kobe Bryant, ancora una volta eletto come miglior giocatore delle partite di finale della Nba.
  2.     Mi trovi su: Homepage #5599081
    Pezzotto ha scritto:
    Celtics sconfitti, 16° trionfo
    Los Angeles trionfa in Gara-7 83-79, si conferma campione e stende Boston dopo la sconfitta nelle finali 2008: decisivo Gasol. Bryant Mvp delle finali
    WASHINGTON, 18 giugno - I Los Angeles Lakers si sono confermati oggi la squadra di basket più forte d'America. Campioni in carica 2009, in gara 7 hanno battuto i Boston Celtics in casa per 83-79, al termine di una partita tiratissima, decisa solo all'ultimo minuto grazie a Pau Gasol. Lo spagnolo, a una manciata di secondi dalla fine, è stato autore dei due punti e dei due rimbalzi decisivi. Per lui 19 punti e ben 18 rimbalzi complessivi, a coronare una gara perfetta per determinazione e qualità di gioco. Lo stesso Kobe Bryant, miglior realizzatore della serata con 23 punti e 15 rimbalzi, ha riconosciuto a fine partita che «senza Pau Gasol non avremmo vinto». In tre stagioni nell'Nba Gasol ha già disputato tre finali consecutive. E due le ha vinte.
    I Celtics, campioni nel 2008 proprio contro L.A., a Los Angeles hanno ceduto solo nell'ultimo quarto. Ma per tre dei quattro tempi sono riusciti a chiedere sempre in vantaggio: +9 (23-14) nel primo quarto, +6 (40-34) nel secondo quarto; +4 (57-53) nel terzo quarto. Bravissimi a imbrigliare il basket offensivo di Kobe Bryant, hanno affidato a Paul Pierce (18 punti, 10 rimbalzi), Kevin Garnett (17 punti, 3 rimbalzi) e Rajon Rondo (14 punti, 8 rimbalzi) le loro speranze offensive, e per tre quarti di gara la strategia ha funzionato. Sono mancati solo nel finale, pagando l'assenza del 'lungò Kendrick Perkins, nonostante la buona prova del suo sostituto, Rashed Wallace (11 punti e 6 rimbalzi). Con la vittoria di oggi il tecnico dei Lakers, Phil Jackson, (il "maestro zen" come lo chiama anche Barack Obama) ha segnato un record assoluto: ha vinto il titolo Nba per l'11/a volta in carriera. Jackson a fine gara ha detto che non sa se se la sente di affrontare un'altra stagione, deciderà nei prossimi giorni. Per i Lakers si tratta del 16/o titolo assoluto, solo i Celtics (che ne vantano 17) hanno fatto meglio di loro. «Questa sera sento proprio la dolce sensazione mai provata da quando gioco a basket» ha dichiarato Kobe Bryant, ancora una volta eletto come miglior giocatore delle partite di finale della Nba.
     BUONA PROVA DI WALLACE?????  BUONA PROVAAAA????? Ma  l'hai viste le caxxate che ha fatto? L'hai mai guardato in faccia? Ci vuole un genio per capire che non è buono? Ha fatto schifo. peggiore in campo come quando entra per fare la riserva. questo era un titolo di BOSTON, la squadra contro Bryant e Gasol. Ma il fatto che si giocasse a L.A. (da cui alcune decisioni discutibili come in gara 1 e 2) e qualche sciocchezza sul +13 han fatto il resto....se c'era la mia sorella o il mio gatto al posto di Wallace, vincevamo facile.
    Una volta mi sembrava, magari ero un illuso, che nel calcio ci fosse anche un desiderio di aggregazione reale, di divertimento...; adesso mi sembra qualcosa molto vicino alla vendetta, vendetta numero 15. Dico questo per agganciarmi alla prossima canzone che si chiama "Delenda Carthago" e anche per dirvi che Properzio, la nuova ala della Lazio, diceva a proposito del denaro...risparmio la battuta in latino...del loro..."per causa tua", diciamo, "ci avviamo a morte prematura"...Com'è vero!!!
    Delenda Carthago.

  Nba, Lakers ancora campioni

Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!

         

Online

Ci sono 0 ospiti e 0 utenti online su questa pagina