1. Utente non attivo.  
        Mi trovi su: Homepage #5608031
    CALCIO E FINANZA - La connessione tra calcio e finanza continua a farsi più serrata. Basti immaginare qual è il bacino di utenza del mondo del calcio e legarlo a quello di un preciso istituto di credito. Oggi si è liberi di scegliere la propria banca in base alle condizioni economiche più favorevoli che ci vengono offerte, quindi l’opera di fidelizzazione appare molto difficile. Se si fa leva su un fattore emozionale, come l’amore per la propria squadra di calcio, molte barriere mentali vengono abbattute e ci si trova legati ad una banca per cinque anni consecutivi. Una carta di credito col logo della squadra di calcio, rappresenta un business immenso, cosa di cui deve essersi reso conto anche il vicepresidente dell’Associazione Bancaria Italiana e presidente di Banca Intesa Luigi Abete, fratello del presidente della FIGC Giancarlo Abete. E’ proprio Banca Intesa a creare «Cuore rossonero», giunta a 500 mila iscritti, il che apre scenari di conflitti di interessi non indifferenti. Non è l’unico caso. La Lis, società di proprietà del gruppo Lottomatica che emette la «Privilege Card» per l’AS Roma, detiene il 56 % del gruppo De Agostini spa che, a sua volta, ha una quota non indifferente di azioni delle Assicurazioni Generali nel cui Consiglio di Amministrazione troviamo Della Valle e Caltagirone. La tessera del tifoso mostra sfaccettature poco limpide che, a breve, sia il mondo politico sia quello del calcio dovranno chiarire.

  Tessera del Tifoso: Tra Calcio e Business

Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!

         

Online

Ci sono 0 ospiti e 0 utenti online su questa pagina