1.     Mi trovi su: Homepage #5639543
    Esordio vincente per l'Inter di Rafael Benitez che conquista la 14^ edizione della Pirelli Cup grazie al successo per 3-0 sul Manchester City frutto della bella  doppietta di Obinna (39' pt e 9' st) e del super gol di Biraghi (29' st).
    Tra passato e futuro è tempo di importanti conferme e piacevoli novità per l'Inter in campo al M&T Bank Stadium
    di Baltimora. C'è Rafael Benitez alla guida della panchina nerazzurra, c'è l'ottimo esordio di Coutinho e Castellazzi, c'è la prima doppietta in nerazzurro di Obinna e c'è la fantastica rete del giovanissimo Biraghi. Ma c'è anche la garanzia Zanetti, al sedicesimo esordio stagionale, e la qualità immutata di campioni d'Italia, d'Europa che
    rispondono al nome di Chivu, Cordoba, Materazzi, Cambiasso, Stankovic, Pandev ed Eto'o.
    PRIMO TEMPO - Contro il Manchester City dell'ex nerazzurro Roberto Mancini, questa sera assente per motivi familiari, è un 4-2-3-1 lo schieramento scelto da Benitez per la sua prima alla guida dell'Inter. È della squadra inglese il primo tocco del match, acceso dopo pochi secondi, dall'incursione in area nerazzurra di Adebayor chiuso per due
    volte da Cordoba. Coutinho risponde con un veloce uno-due sullo stretto con Pandev neutralizzato però dalla difesa dei citizens. La prima occasione del match arriva al minuto 5 e porta la firma di Obinna: sul calcio di punizione di Cambiasso è infatti del nigeriano l'attacco centrale che, di testa, alza di poco sulla traversa. È un'Inter aggressiva quella in campo al M&T Bank Stadium, che si accende sulle accellerazioni di un favoloso Coutinho (vedi 6' e 11') , sulla pressione di un sempre attento Cambiasso, sugli spunti di un rapido Mariga e che deve rimandare l'appuntamento con il gol solo di poco: è annullata per fuorigioco, infatti, la rete realizzata al 17' da Pandev sulla splendida giocata in profondità di Coutinho. Al 19' il
    fallo di Kompany sull'attaccante macedone accende gli animi e costa l'ammonizione a entrambi i protagonisti, mentre dal 22' il City deve fare i conti con l'espulsione di Vieira condannato da una gomitata su Materazzi, netta ma non cattiva. Sul pallone recuperato da Mariga è ancora Pandev a sfiorare il vantaggio al 23' con un sinistro fulmineo al limite dell'area, la palla però sfila alla destra di Hart. Sugli sviluppi del corner, Coutinho ci riprova al 26' concludendo dalla distanza, ma la difesa inglese è decisiva tanto quanto, alla mezz'ora, lo è il neo entrato Richards che, attentissimo, anticipa Obinna pronto a raccogliere un perfetto corridoio servitogli da Cambiasso. Ha pazienza l'attaccante nigeriano e il premioper lui e per tutta l'Inter finalmente arriva al minuto 39': con la sponda di Pandev e l'apertura di Cambiasso, Obinna ci mette la potenza e con un diagonale sinistro neutralizza nell'angolino basso Hart per l'1-0. Prima del recupero, Castellazzi entra nel match bloccando palla sul tiro di Yaya Tourè e sul calcio di punizione di Johnson. Dopo un minuto di recupero, Inter-Manchester City termina sull'1-0. Decide Obinna.
    SECONDO TEMPO - Nella ripresa ci sono Given, Cunningham e Lescott in campo al posto di Hart, Bridge e Yaya Toure nel City, mentre Benitez  conferma gli stessi undici nell'Inter che riparte subito forte con Mariga; il keniano prova il destro da fuori area al minuto 8, ma il portiere inglese è attento e para a terra. Dall'altra parte risponde
    Adebayor, è bravo Chivu a mettere in angolo. Sugli sviluppi del corner una micidiale la ripartenza nerazzurra si innesca con Coutinho che lancia per Pandev, il macedone sfrutta il contropiede cambiando gioco
    per Obinna, è bis per il nigeriano che sigla il raddoppio dell'Inter grazie anche alla complicità di Lescott. Coutinho va vicinissimo al 3-0 al 12', cercando la porta avversaria dal limite dell'area, palla sul sinistro ma tiro in punta di destro, conclusione di poco a lato. Al 17' Benitez cambia l'Inter: fuori Zanetti, Chivu, Cambiasso, Pandev e Obi
    dentro Alibec, Biraghi, Stankovic, Natalino ed Eto'o. Il City prova a reagire con Wright-Philips: al 18', il tiro del centrocampista londinese è potente, ma termina a lato complice la deviazione di Stankovic che si rende pericoloso, a sua volta, al 23' e al 26', con due conclusioni  dalla distanza entrambe fuori dallo specchio della porta. Al 27' doppia
    sostituzione nelle fila dell'Inter: Mancini e Biabiany rilevano, dopo l'ottima prova, Coutinho e Obinna. È strepitoso l'impatto sul match di Cristiano Biraghi, il difensore classe '92 - aggregato da Benitez alla prima squadra dall'inizio della preparazione estiva - che, sugli sviluppi del corner di Mancini, travolge Given con un destro da grande
    distanza all'incrocio dei pali per il tris. Eto'o prima e Alibec poi sfiorano il poker al 30' e al 31'. Al 43' la prima vera parata di Castellazzi, al destro potente di Wright-Philips, il numero 12 nerazzurro risponde presente.
    Al 91', Inter-Manchester City si chiude sul 3-0: i nerazzurri conquistano per l'undicesima volta la Pirelli Cup e danno appuntamento amartedì 3 agosto contro il Panathinaikos a Toronto.
    PIRELLI CUP 2010 INTER-MANCHESTER CITY 3-0
    Marcatori: 39' pt e 9' st Obinna, 29' st Biraghi
    Inter: 12 Castellazzi; 4 Zanetti (17' st 31 Alibec), 2
    Cordoba, 23 Materazzi (38' st 40 Nwankwo), 26 Chivu (17' st 34 Biraghi);
    19 Cambiasso (17' st 5 Stankovic), 17 Mariga (22' st 54 Dell'Agnello);
    33 Obinna (27' st 50 Biabiany), 29 Coutinho (27' st 30 A.Mancini), 20
    Obi (17' st 57 Natalino); 27 Pandev (17' st 9 Eto'o).
    A disposizione: 21 Orlandoni.
    Allenatore: Rafael Benitez
    Manchester City: 24 Hart (1' st 1 Given); 5 Zabaleta,
    28 Kolo Tourè (19' st 38 Boyota) , 33 Kompany (34' st 7 Ireland), 3
    Bridge (1' st 45 Cunningham); 11 Johnson, 24 Vieira, 42 Yaya Tourè (1'
    st 19 Lescott), 18 Barry (10' st 8 Wright-Philips); 27 Jo Silva (30' 2
    Richards), 9 Adebayor.
    A disposizione: 4 Onuoha, 40 Weiss, 41 Ben Mee.
    Allenatore: Brian Kidd (Roberto Mancini assente per motivi familiari).
    Arbitro: Baldomero Toledo (Usa)
    Assistente: Lowry; secondo assistente: Cullum; quarto uomo: Geiger.
    Note. Ammoniti: 19' pt Kompany, 19' pt Pandev 33' pt Chivu, 15' st Zabaleta. Espulsi: 22' pt Vieira.
    "Sono molto contento del lavoro della squadra. Abbiamo fatto tutto
    quello che volevamo fare e lo abbiamo fatto bene". È soddisfatto Rafael
    Benitez all'esordio, vincente, con la sua Inter che conquista così la
    14^ edizione della Pirelli Cup grazie al 3-0 sul Manchester City.
    "Abbiamo 34 giocatori - prosegue l'allenatore nerazzurro - tutti hanno avuto spazio (ndr.: stasera 20 nerazzurri utilizzati su 21)
    e quelli che non l'hanno avuto oggi, scenderanno in campo nelle
    prossime gare. Sono molto contento per Obinna e Biraghi che, pur essendo
    sinistro, ha realizzato un grandissimo gol di destro. Allo stesso modo,
    siamo molto contenti dell'affetto dei tifosi, pensiamo di aver regalato
    loro un buon calcio e il nostro obiettivo è farlo anche nelle prossime
    amichevoli".
    Si passa poi ad analizzare l'avversario sconfitto dai nerazzurri questa sera al M&T Bank Stadium
    di Baltimora: "Il Manchester City ha giocato una buona gara. Ha messo
    in atto un gioco aggressivo, ma questo è servito all'Inter per crescere
    di condizione perchè è sempre meglio vincere, anche nelle gare
    amichevoli. Siamo stati ordinati, siamo partiti bene e dopo in undici
    contro dieci abbiamo saputo sfruttare la situazione e controllare di
    più".
    "Balotelli non ha giocato perchè ha un problema muscolare - risponde
    infine Benitez a chi gli chiede spiegazioni sul mancato utilizzo
    dell'attaccante - Non conosco le vicende di mercato, all'Inter io faccio
    solo l'allenatore".

  Dov'eravamo remasti ?

Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!

         

Online

Ci sono 0 ospiti e 0 utenti online su questa pagina