1. Quanti Teddy bisogna inventare per tutta la vita ?  
        Mi trovi su: Homepage #5668541
    Al leghista piace l'auto blu
    di Tommaso Cerno
    Edouard Ballaman, presidente
    del Consiglio del Friuli Venezia Giulia ed ex deputato del Carroccio, è
    il nuovo recordman della casta. Ha usato la berlina della regione per i
    week end al mare, per andare dal dentista e per il viaggio di nozze
    on l'auto blu si faceva viaggetti fino a casa dei suoceri.
    Accompagnava la fidanzata, oggi moglie (conosciuta a un comizio di
    Bossi), dal dentista. S'è fatto scorazzare fino alla casa al mare
    a Santa Margherita di Caorle. E pure con autista e macchina di
    servizio ha raggiunto l'aeroporto di Malpensa quando partiva per il
    viaggio di nozze.
    Edouard Ballaman, 48 anni, è un leghista tutto d'un pezzo. Almeno
    a parole. Deputato per tre legislature, commissario del partito in
    Friuli, oggi presidente del Consiglio regionale, ha sempre tuonato
    contro sprechi e abusi di potere. E' quello che si presentò in
    aula con la pistola spiegando che la sua rigidità sui temi della
    legalità e dell'immigrazione lo esponeva a pericoli
    personali.
    Ma agli slogan da buon leghista non corrispondevano i fatti: sono
    circa settanta (guarda) infatti i viaggi con autista e auto
    blu che Ballaman ha compiuto nei due anni e mezzo da presidente del
    parlamentino del Friuli, come oggi ha rivelato il
    Messaggero Veneto (leggi).
    E pensare che il primo aprile scorso il leghista aveva convocato i
    giornalisti e si era fatto fotografare sulla sua vecchia Rover
    verde padano dichiarando che dal quel giorno avrebbe rinunciato
    all'auto blu per risparmiare.
    Una decisione che, secondo i conti della Regione Friuli Venezia
    Giulia, costa oggi alle casse pubbliche circa 3200 euro al mese di
    rimborsi. Ben di più di quanto spendeva prima pur usufruendo
    dell'auto di servizio anche per viaggi, cene e appuntamenti della
    sua agenda privata. Alcuni degli spostamenti contestati a Ballaman
    riguardano poi raduni leghisti e riunioni di partito.
    E così in una delle regioni dove Bossi raccoglie maggiori
    consensi è scoppiata la bufera sulla doppia morale dell'esponente
    del Carroccio.
    La Corte dei Conti ha immediatamente aperto un'inchiesta per
    verificare eventuali danni erariali. Imbarazzo nella maggioranza di
    centro-destra e fra i compagni di partito. "I miei legali
    valuteranno come comportarsi", si limita a dire a L'espresso
    Ballaman.
    Ma la polemica sta montando. Le richieste di dimissioni, pur
    ancora informali, arrivano da centro-sinistra, ma anche nel Pdl e
    nella stessa Lega sono in molti a ripetere che un passo indietro
    sarebbe opportuno.
    I viaggi di Ballaman in auto blu
    Non consiste forse nel rompere il tuo pane con chi ha fame, nel portare a casa tua i poveri senza tetto, nel vestire chi è nudo, senza trascurare quelli della tua stessa carne?
  2. Quanti Teddy bisogna inventare per tutta la vita ?  
        Mi trovi su: Homepage #5668652
    Zan li hai letti i 70 casi ? Io non capisco come sto tizio stia ancora lì
    Non consiste forse nel rompere il tuo pane con chi ha fame, nel portare a casa tua i poveri senza tetto, nel vestire chi è nudo, senza trascurare quelli della tua stessa carne?
  3. Quanti Teddy bisogna inventare per tutta la vita ?  
        Mi trovi su: Homepage #5668887
    Zanetti Capitano ha scritto:
    E' facile, perchè i primi a sbraitare contro queste "cattive abitudini" in salsa tutta italiana sono i primi che poi cedono di fronte a queste possibilità.
      Purtroppo devo darti ragione 8-(
    Non consiste forse nel rompere il tuo pane con chi ha fame, nel portare a casa tua i poveri senza tetto, nel vestire chi è nudo, senza trascurare quelli della tua stessa carne?
  4. Quanti Teddy bisogna inventare per tutta la vita ?  
        Mi trovi su: Homepage #5678675
    Parentopoli in Piemonte: la giunta Cota piazza i parenti in Regione



    La figlia di un capogruppo che lavora con il governatore. I gruppi consiliari che assumono fratelli di consiglieri e assessori. Coppie “sistemate”. Per la serie: quando la politica tiene famiglia.

    La giunta Cota tiene famiglia. E fa di tutto per piazzarla in Regione. Senza Roberto Cota Parentopoli in Piemonte: la giunta Cota piazza i parenti in Regioneescludere nessuno: fratelli, figli, mariti e mogli. parenti di esponenti sia PdL che Lega, indistintamente. C’è un po’ di tutto nella “parentopoli” che prende corpo nelle stanze della Regione Piemonte, raccontata stamane da Tommaso Labate de Il Riformista: “La figlia del capogruppo che lavora col presdiente, la moglie dell’assessore assunta alle dipendenze di un altro assessore, la sorella di un onorevole che ha un contratto col gruppo consiliare“. Gli organigrammi consiliari sembrano davvero un gigantesco stato di famiglia. Ed è divertente scorrere l’elenco dei fortunati familiari dei politici eletti in Piemonte assunti con contratti a tempo determinato, contratti di collaborazione e consulenze.

    I PARENTI DEGLI AMICI – C’è Michela Carossa, figlia del capogruppo della Lega Mario, che lavora nella segreteria del governatore Roberto Cota, come “addetto collaboratore dell’ufficio comunicazione“. C’è Paola Ambrogio, moglie dell’assessore all’Ambiente Roberto Ravello, che lavora alla segreteria dell’assessore regionale ai Trasporti William Casoni, dove svolge “attività di direttiva istruttoria complessa a supporto dell’assessore nelle materie delegate“. Piazzata pure Maria Cristina Toselli, sorella del consigliere regionale Francesco, lavora al gruppo del Popolo delle Libertà. Una delle sue colleghe è Daniela Rasello, figlia del consigliere regionale Rosanna Costa. Con loro siede in scrivania anche Giovanna Armosino, sorella di Maria Teresa, presidente della provincia di Asti, e deputata nazionale per il partito berlusconiano.

    FAMIGLIE INTERE IN REGIONE – In Regione c’è pure Sabrina Giovine, sorella del capogruppo dei Pensionati con Cota, Michele, che lavora a stretto contatto col suo familiare. Anche il gruppo degli ambientalisti di centrodestra, i Verdi Verdi, ha avuto la stessa idea. A lavorare in regione ha piazzato i parenti del leader nazionale Maurizio Lupi (omonimo del più noto parlamentare PdL): la moglie Lorella, la figlia Sara, i fratelli Alberto e Alessandro. Ci sono anche le famiglie non imparentate coi politici ma adeguatamente accontentate. Sorprendente la cura con cui è stato affidato un incarico a due coniugi: Giuseppe Cortese e Isabella Arnoldi. Il primo è responsabile dell’Ufficio comunicazione di Cota, la seconda è responsabile dell’Ufficio comunicazione di Massimo Giordano, braccio destro del governatore e Assessore allo Sviluppo Economico. Coincidenze?


    http://www.giornalettismo.com/archives/80540/
    Non consiste forse nel rompere il tuo pane con chi ha fame, nel portare a casa tua i poveri senza tetto, nel vestire chi è nudo, senza trascurare quelli della tua stessa carne?
  5. Quanti Teddy bisogna inventare per tutta la vita ?  
        Mi trovi su: Homepage #5678685
    Globo ha scritto:
    Con loro siede in scrivania anche Giovanna Armosino, sorella di Maria Teresa, presidente della provincia di Asti, e deputata nazionale per il partito berlusconiano.




    http://www.giornalettismo.com/archives/80540/


    http://notizie.virgilio.it/gallery/berlusconi_e_le_sue_donne.html,zoom=225082.html
    Non consiste forse nel rompere il tuo pane con chi ha fame, nel portare a casa tua i poveri senza tetto, nel vestire chi è nudo, senza trascurare quelli della tua stessa carne?

  LEGAlità...

Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!

         

Online

Ci sono 0 ospiti e 0 utenti online su questa pagina