1. I'm only happy when it rains  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #5689261
    Qualcuno è in grado di spiegarmi in parole povere cosa si dice in questo bell'articolo?
    Non ci ho capito nulla....
    In cosa consiste lo status di ente speciale attribuito a Roma???

    http://roma.repubblica.it/cronaca/2010/09/17/news/roma_capitale-7161879/Roma Capitale, approvato il decreto
    Bossi gela tutti: "Ora quella del nord"
    Il provvedimento del Consiglio
    dei ministri conferisce lo status di ente speciale alla Città eterna nel
    140esimo anniversario della breccia di Porta Pia. Una coincidenza
    simbolica fortemente voluta dal sindaco Alemanno che lunedì in
    Campidoglio darà la cittadinanza onoraria al presidente Napolitano. Il
    Senatur prende anche in giro il primo cittadino: "E' venuto qui
    piangendo"



    Gianni Alemanno

    //


    //



    Primo decreto su Roma Capitale del governo e abbraccio tra
    il sindaco di Roma Gianni Alermano e il ministro leghista Roberto
    Calderoli. Ma nel giorno dell'annuncio arriva subito una pesante battuta
    del leader della Lega Bossi. "Ora - dice Bossi - ci vuole la capitale
    del Nord". Il Senatur scherza e si lascia andare ad una battuta: "Lo
    abbiamo votato solo perchè il sindaco Alemanno è venuto piangendo",
    chiosa il ministro facendo riferimento alla presenza del primo cittadino
    di Roma a Palazzo Chigi dopo la firma del provvedimento
    Ad
    annunciare il voto del Consiglio dei ministri all'unanimità sul decreto
    legislativo su Roma Capitale che sarà pubblicato domani sulla Gazzetta
    Ufficiale" era stato lo stesso sindaco di Roma, Gianni Alemanno, uscendo
    da Palazzo Chigi. Il primo cittadino aveva assistito alla firma del
    provvedimento che conferisce lo status di ente speciale a Roma Capitale
    nel 140esimo anniversario della breccia di Porta Pia. Una coincidenza
    simbolica fortemente voluta da Alemanno, che lunedì in Campidoglio darà
    la cittadinanza onoraria al presidente Giorgio Napolitano.
    "Questo
    decreto - spiega il primo cittadino della Capitale - è il primo passo
    necessario ed importante per fare in modo che la nostra città abbia una
    governance adeguata non solo al ruolo di capitale d'Italia, ma anche al
    suo valore internazionale. Nasce l'assemblea capitolina mentre con il
    prossimo decreto saranno definiti i nuovi poteri di Roma Capitale, in
    accordo con Regione e Provincia". Alemanno spiega che sulla questione è
    stato impostato un confronto con Renata Polverini e il ministro Roberto
    Calderoli: "Presto ci sarà un incontro per cercare la massima intesa". E
    a chi sostiene che il primo decreto sia in realtà una vuota cornice,
    Alemanno risponde: "Senza questa trasformazione i nuovi poteri avrebbero
    poggiato su uno status troppo debole".
    "Ora - aggiunge -
    attendiamo il codice delle autonomie per chiudere la questione del
    numero dei consiglieri ed altri aspetti delle città metropolitane. Poi
    si farà il rimpasto. E' una questione di pochi mesi". Alemanno ha
    spiegato che ''è stato confermato il tetto di 15 municipi, la
    possibilità per gli assessori di rientrare come consiglieri se decadono
    dal loro incarico e la procedura di urgenza dell'attività dell'assemblea
    capitolina rispetto a determinati provvedimenti''. ''Col codice delle
    autonomie - ha aggiunto - c'è l'impegno anche del Parlamento per fare in
    modo che ci sia una revisione dei consiglieri e degli assessori non
    solo per Roma ma per tutte le città metropolitane. E' impensabile che
    Roma con 2 milioni e 800 mila abitanti abbia lo stesso un numero di
    consiglieri di una città di 200 mila abitanti''. Alemanno ha ribadito
    inoltre che ''senza questa trasformazione i nuovi poteri avrebbero
    poggiato su uno status troppo debole. Ringrazio - ha aggiunto Alemanno -
    l'opposizione ed il Pd che ha appoggiato questo processo".
    Quanto alle parole di Umberto Bossi
    che ieri prefiguravano una frenata sul secondo decreto su Roma
    Capitale, "Affronteremo i problemi così come abbiamo fatto per il primo.
    Alemanno ha rivelato anche un retroscena: "Alla fine della votazione il
    presidente del Consiglio Berlusconi mi ha chiamato in Consiglio dei
    ministri e Gianni Letta, scherzando, mi ha detto che i ministri della
    Lega avevano votato contro. Poi mi ha detto invece c'era stata unanimità
    e io ho ringraziato tutti e ho abbracciato il ministro Calderoli,
    perché è stato determinante in questo processo".
    Il decreto aveva
    avuto un via libera quasi unanime dal Parlamento. Ieri dal Consiglio
    comunale capitolino era trapelato il malcontento per la riduzione a 48
    dei consiglieri della nuova Assemblea capitolina: troppo pochi,
    concordano maggioranza e opposizione.


    I punti del decreto.
    Ecco i passaggi essenziali del decreto Legislativo su Roma capitale,
    approvato dal Consiglio dei ministri. Nasce 'l'assemblea capitolina',
    organo di indirizzo e di controllo politico-amministrativo, "composta
    dal sindaco e da 48 consiglieri" (ora sono 60). Il sindaco "può essere
    udito nelle riunioni del consiglio dei ministri" qualora vi fossero
    all'ordine del giorno argomenti inerenti Roma Capitale. Per quanto
    riguarda i municipi ce ne potranno essere "fino a 15".
    Il
    sindaco, il presidente dell'Assemblea capitolina e gli assessori hanno
    diritto di percepire un'indennità di funzione, determinata con decreto
    del ministro dell'Interno, di concerto con quello dell'Economia. Tale
    indennità è dimezzata per i lavoratori dipendenti che non abbiano
    richiesto l'aspettativa. Il successivo passaggio è l'approvazione del
    secondo decreto, quello che stabilirà compiti e funzioni. Subito dopo,
    entro sei mesi, l'assemblea capitolina dovrà approvare il nuovo statuto
    di Roma Capitale.
    Reazioni. "Voglio esprimere il
    mio netto dissenso sulla decisione adottata nel decreto di Roma
    Capitale di ridurre i municipi di Roma a 15. Sono decisamente perplesso
    sul metodo cui si è giunti a questa decisione e sull'efficacia di questa
    riforma e mi chiedo quali siano le motivazioni che giustifichino questa
    scelta, che sono convinto avrà riflessi negativi sulla qualità della
    vita dei cittadini", dice in una nota il presidente del municipio XV,
    Gianni Paris. "Sono favorevole ad un nuovo assetto della città di Roma,
    articolato in un governo centrale, il Campidoglio, con maggiori poteri e
    competenze sui servizi di carattere generale, e dai 'Comuni
    metropolitani' - gli attuali municipi e i comuni dell'hinterland - cui
    spetta la diretta gestione dei servizi locali - spiega Paris - ma
    ribadisco che non è assolutamente vero, invece, come da molte parti si
    ripete, che la riduzione dei municipi a 15 assicurerà automaticamente un
    contenimento delle spese, nè una maggiore razionalizzazione nella
    gestione della città".
    Comincio a credere che non conta quanto tu ami qualcuno: forse quello che conta è quello che riesci a essere quando sei con qualcuno.
  2.     Mi trovi su: Homepage #5693579
    Razorbladeromance ha scritto:
    Qualcuno è in grado di spiegarmi in parole povere cosa si dice in questo bell'articolo?
    Non ci ho capito nulla....
    In cosa consiste lo status di ente speciale attribuito a Roma???
      http://www.ilpost.it/2010/09/21/cose-il-decreto-su-roma-capitale/ 
    Cosa cambia, nei fatti, con il decreto su “Roma Capitale” approvato pochi giorni fa dal Consiglio dei ministri e pubblicato sabato sulla Gazzetta ufficiale? Con il provvedimento il Comune diventa un ente territoriale con speciale autonomia statutaria, amministrativa e finanziaria. Il consiglio comunale cambierà nome e diventerà l’assemblea
    capitolina.
    La seduta inaugurale del nuovo ente si è svolta ieri. L’assemblea capitolina avrà nuove funzioni amministrative in varie materie: valorizzazione dei beni storici, artistici, ambientali e fluviali in accordo con il ministero per i Beni e le attività culturali; sviluppo economico e sociale di Roma capitale, con particolare riferimento al settore produttivo e turistico; sviluppo urbano e pianificazione territoriale; edilizia pubblica e privata e organizzazione e funzionamento dei servizi urbani, con particolare riferimento al trasporto pubblico e alla mobilità.
    Sono state confermate modifiche sostanziali come il tetto di 15 municipi: il governo avrebbe voluto portarli da 19 a 12 ma il consiglio comunale ha detto no e ha rivendicato per sè il potere di stabilirne il numero che è stato fissato, appunto, a 15. Resta a 48 il numero di consiglieri comunali e a 12 il numero degli assessori. Il decreto prevede inoltre la possibilità per gli assessori di rientrare come consiglieri se decadono dal loro incarico, la procedura d’urgenza per l’attività dell’assemblea capitolina rispetto ad alcuni provvedimenti. Infine, viene previsto un tetto massimo per i rimborsi dei consiglieri che non possono superare l’indennità annuale.
    «Questo è il primo passo. Con il decreto legislativo il Consiglio comunale viene trasformato in Assemblea capitolina – aveva spiegato venerdì scorso il sindaco Alemanno – cambiano gli status dei consiglieri, del sindaco e della giunta, e abbiamo poteri di funzionamento dell’Assemblea capitolina che sono molto più snelli di quelli del Consiglio comunale». Dopo questo primo decreto, che è servito per definire in modo chiaro lo status di Roma capitale, ce ne sarà un secondo che determinerà con precisione l’esatta natura dei nuovi poteri che saranno trasferiti alla città e che saranno definiti d’accordo con la Regione Lazio e la Provincia di Roma.
  3. Roma non deve essere capitale  
        Mi trovi su: Homepage #5693599
    Continuo a non capire bene... cambiano nome, ok, e poi? In soldoni?
    Se si vuole dare un senso alla propria vita, non occorre pensare di diventare dei grandi, ma si deve partire dal fare ogni giorno un qualcosa di piccolo all'interno del proprio micromondo.
  4.     Mi trovi su: Homepage #5693754
    beppojosef ha scritto:
    Continuo a non capire bene... cambiano nome, ok, e poi? In soldoni?
        
    "Dopo questo primo decreto, che è servito per definire in modo chiaro lo status di Roma capitale, ce ne sarà un secondo che determinerà con precisione l’esatta natura dei nuovi poteri che saranno trasferiti alla città e che saranno definiti d’accordo con la Regione Lazio e la Provincia di Roma"
  5.     Mi trovi su: Homepage Homepage #5693957
    Zanetti Capitano ha scritto:
    "Dopo questo primo decreto, che è servito per definire in modo chiaro lo status di Roma capitale, ce ne sarà un secondo che determinerà con precisione l’esatta natura dei nuovi poteri che saranno trasferiti alla città e che saranno definiti d’accordo con la Regione Lazio e la Provincia di Roma"
     in soldoni, Roma pensi per sè, per gli altri ci penseranno provincia e regione.
    [SIZE=1,8]"Mentre legge i resoconti dei problemi che s’agitano all’estero, se è un buon cittadino conservatore, con un linguaggio indo-europeo, ringrazierà una divinità ebraica di averlo fatto al cento per cento americano" (Studio dell'uomo, R.Linton)
  6.     Mi trovi su: Homepage #5694067
    Al momento non cambia ancora niente è solo il passo formale.
    In pratica Roma dovrebbe divenire una sorta di "città metropolitana autonoma" un piccolo stato nello stato.
    I tempi non si conoscono ancora, ma se pensate che il progetto di "Roma Capitale" è stato varato una ventina di anni fà......
  7. I'm only happy when it rains  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #5694632
    LaLLo- ha scritto:
    Al momento non cambia ancora niente è solo il passo formale.
    In pratica Roma dovrebbe divenire una sorta di "città metropolitana autonoma" un piccolo stato nello stato.
    I tempi non si conoscono ancora, ma se pensate che il progetto di "Roma Capitale" è stato varato una ventina di anni fà......
     Quindi....
     Roma Capitale = Washington D.C.
    Ho capito bene? :\
    Comincio a credere che non conta quanto tu ami qualcuno: forse quello che conta è quello che riesci a essere quando sei con qualcuno.
  8. I'm only happy when it rains  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #5695632
    LaLLo- ha scritto:
    dipende cosa intendi tu per Washington D.C. :asd:
     Intendo dire che Roma Capitale diventa in italia il corrispondente di quello che è Washington per la federazione di stati americana...
    Comincio a credere che non conta quanto tu ami qualcuno: forse quello che conta è quello che riesci a essere quando sei con qualcuno.
  9.     Mi trovi su: Homepage #5695693
    scudettoweb ha scritto:
    Esatto. Perché i leghisti sono maledetti separatisti, però cominciamo a fare la città-stato vah che non si sa mai... :asd:


    quoque tu bruto....:asd:

    diciamo che è un tardivo riconoscimento di uno "status" che una capiatale deve strumentalmente possedere.

  Roma Capitale.....

Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!

         

Online

Ci sono 0 ospiti e 0 utenti online su questa pagina