1.     Mi trovi su: Homepage #5724899
    Zakimos ha scritto:
    :-\
    Speravo in un cambio di rotta almeno parziale da Hotel Dusk, anche se ovviamente non ci contavo molto.
     Per certi versi un cambio c'è stato: ma verso la narrazione e lo svolgimento della storia. Purtroppo la memoria non mi aiuta, ma ricordo che il primo capitolo era meno guidato di questo seguito. C'erano momenti in cui, prima di far scattare la "fase successiva" bisognava girare, muoversi, cercando di trovare la zona o il personaggio specifico. In Last Window avviene di rado, forse un paio di volte in tutto, per il resto sono gli altri che vengono a cercare Hyde, non il contrario, e risulta sempre piuttosto evidente dove andare.
    .
    Ripeto però, come ho cercato di scrivere in recensione, questo non è necessariamente un difetto. I punti di forza del gioco (storia, personaggi, trama, sviluppo) sono veramente tali, e sufficienti a coinvolgere per le 15 ore di avventura. Chiaro che bisogna essere disposti a "lasciarsi" guidare. Non a caso, ho aperto l'articolo citando Fogman: la sua chiusura in Hotel Dusk era esemplificativa.
  2.     Mi trovi su: Homepage #5724923
    Zakimos ha scritto:
    Speravo in un cambio di rotta almeno parziale da Hotel Dusk.
    Tra parentesi Zaki, tu hai avuto modo di provare Again? L'ho citato in articolo, giusto perché ero andato a spulciare un po' di recensioni relative a questo titolo. Ne avevo sentito parlare bene (dalle recensioni giapponesi), ma essendo uscito solo in America, mi è passato via e l'ho perso di vista. Ho letto cose allucinanti. Aldilà dei punteggi bassissimi, si parla di enigmi assurdi, incomprensibili, illogici. Pensando alla comprensibilità di quelli proposti in Last Window sembra quasi di avere a che fare con un'altra software house.
  3. Giovane cattolico  
        Mi trovi su: Homepage #5725435
    chrono ha scritto:
    Tra parentesi Zaki, tu hai avuto modo di provare Again? L'ho citato in articolo, giusto perché ero andato a spulciare un po' di recensioni relative a questo titolo. Ne avevo sentito parlare bene (dalle recensioni giapponesi), ma essendo uscito solo in America, mi è passato via e l'ho perso di vista. Ho letto cose allucinanti. Aldilà dei punteggi bassissimi, si parla di enigmi assurdi, incomprensibili, illogici. Pensando alla comprensibilità di quelli proposti in Last Window sembra quasi di avere a che fare con un'altra software house.


    Infatti E' un team diverso, o almeno un team che non fa capo alla director che si è occupata di Hotel Dusk/Another Code.

    Di più non ti so dire perché l'ho evitato per le ragioni che ti spiego qui sotto.
    http://www.myspace.com/giovanecattolico

    Il nuovo progetto musicale.
  4. Giovane cattolico  
        Mi trovi su: Homepage #5725447
    chrono ha scritto:

    .
    Ripeto però, come ho cercato di scrivere in recensione, questo non è necessariamente un difetto. I punti di forza del gioco (storia, personaggi, trama, sviluppo) sono veramente tali, e sufficienti a coinvolgere per le 15 ore di avventura. Chiaro che bisogna essere disposti a "lasciarsi" guidare. Non a caso, ho aperto l'articolo citando Fogman: la sua chiusura in Hotel Dusk era esemplificativa.



    Io sono certamente disposto a lasciarmi guidare, se ne vale la pena, ovviamente.

    E temo che per me non sia questo il caso, ma per ragioni che esulano, almeno in parte, dal gioco in sé: il fatto è che sono diventato ipercritico nei confronti della narrativa e delle storie che leggo e non riesco più a passare, forse per sovraesposizione, sopra a storie scialbe o stili zoppicanti.

    E se questo vale per i libri, a maggior ragione vale per sound novel / avventure testuali come vogliamo chiamarle.

    Hotel Dusk mi deluse già ampiamente in quel senso, ma fu sollevato dagli splendidi disegni e dalla simpatia del personaggio di Kyle.

    Oggi però i disegni non sono più una novità, e ancora peggio so già che tipo di narrazione mi aspetta - di basso livello.

    Ace Attorney Investigations, la prima avventura testuale da me comprata e abbandonata, mi è servita da lezione, e non credo mi riavvicinerò al genere se non di fronte ad un vero capolavoro di narrativa (impossibile, in questo mercato) o un'ottima commistione narrativa - enigmi - gioco, che è già più probabile.
    http://www.myspace.com/giovanecattolico

    Il nuovo progetto musicale.
  5.     Mi trovi su: Homepage #5798155
    non trovando un topic di Hotel Dusk scrivo qui...dopo i commenti entusiasmanti letti sul forum mi aspettavo qualcosa di più a livello di trama che, invece, trovo abbastanza mediocre. (sono al quinto capitolo, mi pare)
    Molti discorsi non sono affatto spontanei, sono molto spinti, illogici.
    Alcune domande e situazioni sono ridicole, manca il senso!
    Sto continuando spinto dal bellissimo stile e dalla caratterizzazione di Hyde, ma a questo punto sono dubbioso sull'acquisto del secondo episodio.
  6. Smazzato  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #5798242
    DevilRyu ha scritto:
    non trovando un topic di Hotel Dusk scrivo qui...dopo i commenti entusiasmanti letti sul forum mi aspettavo qualcosa di più a livello di trama che, invece, trovo abbastanza mediocre.
    Diciamo che se cerchi in un dizionario il termine "Sopravvalutato" ci trovi il longo dei Cing... ;) (o come cavolo si scrive).
    --
    Stef
    Ex Redattore apodittico di Nextgame.it ed ex-ex-curatore di Deck & Board
    Rantolii, niuz e boiate videoludiche su Il Paradroide e Outcast.it.

  [Recensione Last Window: Il Segreto di Cape West] Arrivederci, Kyle Hyde

Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!

         

Online

Ci sono 0 ospiti e 0 utenti online su questa pagina