1. I love Chiara  
        Mi trovi su: Homepage #5726062
    Si parla del caso del 20enne che ha ucciso con un pugno una donna, ad una fermata della metro.
    Solitamente non mi interessano i casi di cronaca nera. Ma questo, per me, ha qualche spunto interessante di riflessione.
    Intanto quello rilevato immediatamente da tutti: il ritardo nei soccorsi e l' indifferenza generale dei passanti.
    E poi il caso in sè è molto interessante.
     
    La situazione è per lo meno particolare nella sua evoluzione, che in pieno rispetto della legge di Murphy si è sviluppata nella maniera peggiore possibile, per entrambi i protagonisti.
    Tutto è iniziato per una fila, su chi dovesse passare prima. Alcuni testimoni oculari hanno affermato che è stata la donna a passare davanti nella fila e successivamente a cercare con insistenza la lite con il 20enne. La parte finale della lite, quella vista nel video, sembrerebbe confermare questa testimonanzia. E' la donna che cerca il ragazzo, gli si avvicina, lo spintona, gli dice qualcosa. Poi il fatto: il ragazzo la colpisce con un solo pugno sul volto. Lei cade a terra, in coma. Morirà poi in ospedale due giorni dopo.
    Prima che lei morisse, lui era stato assicurato agli arresti domiciari, e successivamente alla sua morte, affidato alla custodia cautelare con accusa di omicidio preterintenzionale, con il Comune di Roma che si è costituito parte civile.
     
    Ora, c' è chi chiede una condanna esemplare per il ragazzo, la comunità romena si scaglia contro l' Italia e gli italiani affermando che non solo i rumeni delinquono e chi si è scandalizzato per la leggerezza nei confronti dell' assassino.
     
    Io invece sono perfettamente in linea con le contromisure prese dalla Procura. Il ragazzo ha ucciso e non può certo essere lasciato a piede libero. Ma è davvero pericoloso? Necessita davvero di una condanna esemplare? E' davvero un caso di violenza contro le donne, come lo si vuole far passare? E' davvero un caso di civiltà, come altri ancora vogliono farlo passare? O è semplicemente il tragico risultato di una serie di eventi degenerati nella maniera peggiore, senza la reale volontà di nessuno, primo fra tutti di chi ha ucciso?
     
    Insomma, e so che scatenerò le ire dei benpensanti, un pugno è un pugno. Una reazione violenta, da stigmatizzare, da idiota, ma onestamente chi può pensare che un solo pugno... possa arrivare ad uccidere? E la morta è la morta... e merita ipocritamente rispetto, come qualsiasi morto. Ma siamo davvero sicuri che non abbia iniziato lei a provocare, anche in maniera piuttosto pesante. Il ragazzo ha parlato di insulti... ma il video mostra anche gli spintoni di lei e un testimone ha parlato di calci da parte di lei. Ovvio che una persona "normale", che non abbia 20 anni, che magari sia di una famiglia bene, non reagirebbe comunque MAI dando un pugno a chi lo aggredisce. Ma non ho dubbi sulla sincerità del ragazzo, quando afferma che non voleva uccidere.
    Per sottolineare la cosa, anche l' uomo che ha fermato il ragazzo, e lo si vede nel video, ha affermato in una intervista successiva che il 20enne sembrava non aver neppure capito la gravità del suo gesto... ma che escludeva nella maniera più assoluta che la sua reazione fosse orientata ad uccidere.
     
    Io ho trovato parecchio fastidiose le uscite della comunità romena sull' accaduto e l' attacco feroce e incondizionato della stampa ai danni del ventenne. Ci sono mille casi di violenza e di intolleranza degli italiani verso i romeni, spesso ingiustificate. Ma questo non mi sembra francamente quel caso. Non mi sembra la situazione in cui salire sul carro e sfruttare l' onda lunga di una battaglia di civiltà. E' stata una tragedia che io oserei definire estremamente fortuita. Il ragazzo dovrà pagare, giustamente. Ma i contorni della vicenda sotto tutt' altro che lineari e netti come potrebbero sembrare. E' quella classica situazione in cui non si può chiedere una condanna esemplare, IMHO.
     
    Credo che la condanna maggiore (anche se solo morale) sarebbe da comminare invece alla pessima reazione dei passanti. La vecchietta che passa vicino alla donna stesa a terra, la guarda e tira dritto è veramente un brutto ritratto della nostra società.
     
    Voi che ne pensate?
  2.     Mi trovi su: Homepage #5726070
    Merita la condanna per percosse e/o per aggressione, ma non di certo per omicidio. Se glie ne avesse tirati uan serie allora si, ma non ci si può immaginare di uccidere tirando un pugno, a meno che non sia Tyson a tirarlo. Se io ti faccio "buh" e a te viene un infarto per lo spavento sono da condannare per omicidio? Insomma, c'è caso e caso. Capisco perfettamente che sia morta una persona, ma occorre anche tenere conto delle intenzioni dell'altra parte. E' stata una tragica fatalità, non si muore normalmente per un pugno.
    Ma poi, a questa gente che chiede una condanna esemplare è stato detto che esistono stupratori, mafiosi, sicari, etc... a cui danno i domiciliari? Prima bisognerebbe invocare condanne esemplari a chi se le merita (e soprattutto dargliele), poi eventualmente si può ragionare anche sui casi di omicidio per negligenza e/o fatalità.
  3. I love Chiara  
        Mi trovi su: Homepage #5726076
    Lightside ha scritto:
    Merita la condanna per percosse e/o per aggressione, ma non di certo per omicidio. Se glie ne avesse tirati uan serie allora si, ma non ci si può immaginare di uccidere tirando un pugno, a meno che non sia Tyson a tirarlo. Se io ti faccio "buh" e a te viene un infarto per lo spavento sono da condannare per omicidio? Insomma, c'è caso e caso. Capisco perfettamente che sia morta una persona, ma occorre anche tenere conto delle intenzioni dell'altra parte. E' stata una tragica fatalità, non si muore normalmente per un pugno.
    Ma poi, a questa gente che chiede una condanna esemplare è stato detto che esistono stupratori, mafiosi, sicari, etc... a cui danno i domiciliari? Prima bisognerebbe invocare condanne esemplari a chi se le merita (e soprattutto dargliele), poi eventualmente si può ragionare anche sui casi di omicidio per negligenza e/o fatalità.
     L' omicidio non si può non dare purtroppo.
    La cosa più giusta sarebbe stata se lei si fosse salvata, per lei e per lui.
  4. Utente non attivo.  
        Mi trovi su: Homepage #5726083
    Piccolo ha scritto:
    Si parla del caso del 20enne che ha ucciso con un pugno una donna, ad una fermata della metro.
    Solitamente non mi interessano i casi di cronaca nera. Ma questo, per me, ha qualche spunto interessante di riflessione.
    Intanto quello rilevato immediatamente da tutti: il ritardo nei soccorsi e l' indifferenza generale dei passanti.
    E poi il caso in sè è molto interessante.
     
    La situazione è per lo meno particolare nella sua evoluzione, che in pieno rispetto della legge di Murphy si è sviluppata nella maniera peggiore possibile, per entrambi i protagonisti.
    Tutto è iniziato per una fila, su chi dovesse passare prima. Alcuni testimoni oculari hanno affermato che è stata la donna a passare davanti nella fila e successivamente a cercare con insistenza la lite con il 20enne. La parte finale della lite, quella vista nel video, sembrerebbe confermare questa testimonanzia. E' la donna che cerca il ragazzo, gli si avvicina, lo spintona, gli dice qualcosa. Poi il fatto: il ragazzo la colpisce con un solo pugno sul volto. Lei cade a terra, in coma. Morirà poi in ospedale due giorni dopo.
    Prima che lei morisse, lui era stato assicurato agli arresti domiciari, e successivamente alla sua morte, affidato alla custodia cautelare con accusa di omicidio preterintenzionale, con il Comune di Roma che si è costituito parte civile.
     
    Ora, c' è chi chiede una condanna esemplare per il ragazzo, la comunità romena si scaglia contro l' Italia e gli italiani affermando che non solo i rumeni delinquono e chi si è scandalizzato per la leggerezza nei confronti dell' assassino.
     
    Io invece sono perfettamente in linea con le contromisure prese dalla Procura. Il ragazzo ha ucciso e non può certo essere lasciato a piede libero. Ma è davvero pericoloso? Necessita davvero di una condanna esemplare? E' davvero un caso di violenza contro le donne, come lo si vuole far passare? E' davvero un caso di civiltà, come altri ancora vogliono farlo passare? O è semplicemente il tragico risultato di una serie di eventi degenerati nella maniera peggiore, senza la reale volontà di nessuno, primo fra tutti di chi ha ucciso?
     
    Insomma, e so che scatenerò le ire dei benpensanti, un pugno è un pugno. Una reazione violenta, da stigmatizzare, da idiota, ma onestamente chi può pensare che un solo pugno... possa arrivare ad uccidere? E la morta è la morta... e merita ipocritamente rispetto, come qualsiasi morto. Ma siamo davvero sicuri che non abbia iniziato lei a provocare, anche in maniera piuttosto pesante. Il ragazzo ha parlato di insulti... ma il video mostra anche gli spintoni di lei e un testimone ha parlato di calci da parte di lei. Ovvio che una persona "normale", che non abbia 20 anni, che magari sia di una famiglia bene, non reagirebbe comunque MAI dando un pugno a chi lo aggredisce. Ma non ho dubbi sulla sincerità del ragazzo, quando afferma che non voleva uccidere.
    Per sottolineare la cosa, anche l' uomo che ha fermato il ragazzo, e lo si vede nel video, ha affermato in una intervista successiva che il 20enne sembrava non aver neppure capito la gravità del suo gesto... ma che escludeva nella maniera più assoluta che la sua reazione fosse orientata ad uccidere.
     
    Io ho trovato parecchio fastidiose le uscite della comunità romena sull' accaduto e l' attacco feroce e incondizionato della stampa ai danni del ventenne. Ci sono mille casi di violenza e di intolleranza degli italiani verso i romeni, spesso ingiustificate. Ma questo non mi sembra francamente quel caso. Non mi sembra la situazione in cui salire sul carro e sfruttare l' onda lunga di una battaglia di civiltà. E' stata una tragedia che io oserei definire estremamente fortuita. Il ragazzo dovrà pagare, giustamente. Ma i contorni della vicenda sotto tutt' altro che lineari e netti come potrebbero sembrare. E' quella classica situazione in cui non si può chiedere una condanna esemplare, IMHO.
     
    Credo che la condanna maggiore (anche se solo morale) sarebbe da comminare invece alla pessima reazione dei passanti. La vecchietta che passa vicino alla donna stesa a terra, la guarda e tira dritto è veramente un brutto ritratto della nostra società.
     
    Voi che ne pensate?


    La volete una morale cinica della faccenda?

    Entrambi si sono comportati da persone poco civili e violente, il più forte fisicamente ha avuto la meglio.
    Due persone incivili in meno per la strada... anche se la morte della prima e l'arresto per omicidio del secondo, sono "condanne" troppo pesanti (in entrambi i casi).

    Ringraziamo il cielo, che non ci siano stati innocenti di mezzo (magari per difendere il ragazzo o la ragazza, ci scappava un altro morto e purtroppo non succede raramente in questi casi).

    P.S. Prendo a Roma Metro e Bus e ne ho viste spesso di tutti i colori, solo in 2-3 occasioni io mi sono ritrovato coinvolto in prima persona e in entrambi i casi ho fatto finta di non sentire, ignorando l'incivile di turno.
  5.     Mi trovi su: Homepage #5726084
    Ma poi... che la comunità rumena abbia anche da farci la morale mi fa fare un triplo LOL carpiato. Purtroppo non ho la memoria così lunga da rammentare quale fu la loro reazione quando una loro connazionale uccise, ficcandole l'ombrello in un occhio, un'Italiana sempre in metro (cazzarola, pare che la metro porti davvero sfiga per le fatalità); ma so già la risposta.
  6.     Mi trovi su: Homepage #5726085
    La cosa raccapricciante del video, oltre all' indifferenza dei passanti, è l' assoluta tranquillità del tizio che si allontana raccogliendo le sue cose come se avesse preso un caffè...nonostante fosse (credo) chiaro da subito che la situazione potesse essere grave.
    Avrei capito di più se se ne fosse andato via scappando e correndo...sarebbe stata una reazione più umana.
    O_o
  7. I love Chiara  
        Mi trovi su: Homepage #5726090
    killer7 ha scritto:
    La volete una morale cinica della faccenda?
    Entrambi si sono comportati da persone poco civili e violente, il più forte fisicamente ha avuto la meglio.
    Due persone incivili in meno per la strada... anche se la morte della prima e l'arresto per omicidio del secondo, sono "condanne" troppo pesanti (in entrambi i casi).
    Ringraziamo il cielo, che non ci siano stati innocenti di mezzo (magari per difendere il ragazzo o la ragazza, ci scappava un altro morto e purtroppo non succede raramente in questi casi).
     Mah... ecco, questi magari sono commenti di cui se ne fa volentieri a meno. Non sono cinici. Sono stupidi.
     
    Una lite può capitare a chiunque. E a molti sarà capitato di arrivare alle mani (non al sottoscritto). Non a tutti con queste conseguenze, per entrambi. Non vedo come si possa inneggiare a due violenti in meno sulle strade.
  8.     Mi trovi su: Homepage #5726093
    Meshuggah 81 ha scritto:
    La cosa raccapricciante del video, oltre all' indifferenza dei passanti, è l' assoluta tranquillità del tizio che si allontana raccogliendo le sue cose come se avesse preso un caffè...nonostante fosse (credo) chiaro da subito che la situazione potesse essere grave.
    Avrei capito di più se se ne fosse andato via scappando e correndo...sarebbe stata una reazione più umana.
     Io credo avrei reagito come lui. Per un pugno è facilissmo svenire, soprattutto se non si è abituati a prenderlo (basta un colpo un po' forte per perdere i sensi), credo che il tizio avesse pensato che fosse successo quello (normalissimo, ripeto, soprattutto se non ce lo si aspetta).
  9. I love Chiara  
        Mi trovi su: Homepage #5726095
    acitre ha scritto:
    E' omicidio preterintenzionale. Da manuale proprio, c'è poco da avere opinioni in merito.
     Abbile almeno allora sulla copertura mediatica della faccenda, trattata come il solito "il mostro è libero".
  10. I love Chiara  
        Mi trovi su: Homepage #5726098
    Lightside ha scritto:
    Io credo avrei reagito come lui. Per un pugno è facilissmo svenire, soprattutto se non si è abituati a prenderlo (basta un colpo un po' forte per perdere i sensi), credo che il tizio avesse pensato che fosse successo quello (normalissimo, ripeto, soprattutto se non ce lo si aspetta).
     Soprattutto se hai 20 anni e sei una persona di indole violenta.
  11. Utente non attivo.  
        Mi trovi su: Homepage #5726100
    Piccolo ha scritto:
    1- Mah... ecco, questi magari sono commenti di cui se ne fa volentieri a meno. Non sono cinici. Sono stupidi.
     
    2- Una lite può capitare a chiunque. E a molti sarà capitato di arrivare alle mani (non al sottoscritto). Non a tutti con queste conseguenze, per entrambi. Non vedo come si possa inneggiare a due violenti in meno sulle strade.


    1- Ho parlato di "morale cinica", non ho detto che fosse giusta.
    Anzi, se leggi bene tutto, dico che per entrambi la condanna è stata "esagerata".

    Stupidi? Dopo 10 anni di mezzi pubblici, vorresti vedere la metà della gente fare una brutta fine... e non scherzo (ma questo lo può capire solo chi, come il sottoscritto, ha vissuto per un certo periodo di tempo a contatto con veri e propri animali, anzi anche qualcosa di peggio).

    Ovviamente, io mi astengo dall'esultare nei casi di morte per rispetto.

    2- Come detto non ho inneggiato alla morte di nessuno e poi... una lite può capitare a chiunque?
    Io ho sempre fatto finta di niente e ignorato il coglione di turno per evitare pesanti conseguenze (non sai mai come va a finire).
  12.     Mi trovi su: Homepage #5726103
    La cosa sconcertante di tutti ciò è che non so se non le sentivo io perchè ero piccolo o se davvero succedevano meno di frequente 20-30 anni fa. Fatto sta che sentivo sempre parlare delle "sane" scazzottate per risolvere i problemi e mai nessuno che ci avesse rimesso la pelle per un pugno. Sembra quasi che la gente oggi sia diventata di cristallo, sia fisicamente che moralmente (oggi per un vaffa o ti trovi con una coltellata in petto oppure in tribunale).
  13.     Mi trovi su: Homepage #5726106
    Lightside ha scritto:
    Io credo avrei reagito come lui.


    Nel senso che per una lite con una donna gli avresti anche tu dato un pugno in piena faccia? Interessante ragazzi. Che galantuomini. Vi ci sapete mettere eh... Se era un energumeno tatuato secondo me col cazzo che "avreste reagito allo stesso modo". Migliaia di anni di evoluzione per tornare alla legge del più forte, alla legge della giungla.
  14. I love Chiara  
        Mi trovi su: Homepage #5726107
    Lightside ha scritto:
    La cosa sconcertante di tutti ciò è che non so se non le sentivo io perchè ero piccolo o se davvero succedevano meno di frequente 20-30 anni fa. Fatto sta che sentivo sempre parlare delle "sane" scazzottate per risolvere i problemi e mai nessuno che ci avesse rimesso la pelle per un pugno. Sembra quasi che la gente oggi sia diventata di cristallo, sia fisicamente che moralmente (oggi per un vaffa o ti trovi con una coltellata in petto oppure in tribunale).
     Beh... comunque era una donna. E lui era abbastanza corpulento.
    Resta il fatto che quoto: una volta non ci si scandalizzava per un pugno. E' stato un solo unico pugno. Purtroppo con effetti troppo seri.
     
    Mi chiedo se più prontezza nei soccorsi avrebbe potuto evitare la morte della donna. E se non ci siano i presupposti per omissione di soccorso, almeno per la gente che il video accerta accorgersi della donna e tirare avanti.

  Omicidio Anagnina - caso difficile

Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!

         

Online

Ci sono 0 ospiti e 0 utenti online su questa pagina