1.     Mi trovi su: Homepage #5734732
    09/11/2010...Ritorno alle armi! COD Black Ops
    (24 voti)
    (1 voti)
    (1 voti)
    (33 voti)
    (4 voti)
    (0 voti)
    (26 voti)
    (1 voti)
    "After the end of world war 2, the world is split in 2. East and West, this mark sign the beginning of the era called "cold war""[CIT]

    Ormai è tempo di riprendere in mano il fucile, è tempo di pulire la pistola, di filare la lama...è tempo dove tutti siamo fratelli, dove ognuno si aiuta con l'altro... il campo di battaglia non ammette errori, basta un solo proiettile a decretare il vincitore. Siamo uniti compagni, si torna in guerra!

    I tempi sono maturi e il gioco più atteso per questa parne dell'anno bussa alle porte. Come vi comporterete voi? Scenderete in campo fin dall'inizio? Tale titolo non vi interessa minimamente? Con quale piattaforma sparete i vostri colpi? Che edizione prenderete? Day one? Cosa aspettate da questo titolo? Parliamone qui!

    NEW

    Il gioco è uscito, delusi? Contenti, soddisfatti? Critiche o elogi ai Treyarch? Sempre qui il posto per parlarne.

    Intanto vi lascio un piccolo approfondimento sul gioco firmato Treyarch.


    Premessa, questa è una valutazione oggettiva senza tenere conto dei gusti personali. Quelli li troverete nei miei commenti nel forum e non qui. Potete leggere tranquillamente che non c’è spoiler per quello che riguarda la storia e mappe per l’online. Ovviamente alcune meccaniche dell’online però vengono svelate. Uso dei termini classici del gioco online che magari i nuovi giocatori non conoscono, quindi se non sapete di cosa parlo chiedete pure che spiegherò meglio, non sono stato a dare le definizioni perché onestamente il 90% dei giocatori online di cod sa cosa sono certi termini. Buona lettura.

    La guerra secondo Treyarch?

    Iniziamo a prendere in esame il single player ovvero la campagna di questo nuovo Call Of Duty. Iniziandola si nota fin da subito lo spirito della saga, ma… questo elemento scema poco dopo, già alla terza missione si nota la differenza presa da treyarch rispetto ai loro ex colleghi IW.
    La differenza è notevole, essendo COD una saga che è nata e continuata svolgendosi sempre su un campo di battaglia, dove la guerra è sempre stata la protagonista, qui si ha un cambiamento mica da ridere. Ricordiamo che COD è un FPS bellico che rimane nell’arcade, non è simulativo ma il suo scopo è sempre stato quello di dare un’idea di come si possono svolgere azioni sul campo di battaglia, puntando tutto sull’immersione totale del giocatore in questo ambito. Nei capitoli precedenti abbiamo preso parte a missioni stealth, di cecchinaggio, di fuga, e di guerra su campo da battaglia. Non vi erano elementi che puntassero in maniera  particolare su un protagonista, la protagonista è sempre stata la guerra... la storia era banale, serviva solamente come riempimento per gli eventi e per far sì che le missioni avessero un senso. Questa cosa è in piccola parte anche il motivo del successo della saga, perché era riuscita a dare un senso di immersione al single player che la concorrenza non riusciva ad avere. MOH dei tempi andati ci ha provato, ma purtroppo non è riuscito a dare il senso di immersione della saga IW.
    I Treyarch dal canto loro puntano su una trama degna di un series americano degli ultimi tempi, si sono avvalsi di uno scrittore mica da ridere per la trama, un certo David Goyer (Flash Forward, Batman ecc.) questa scelta ha portato però a cose positive e negative.
    La guerra non è più la protagonista del gioco, viene messa da sfondo e da parte agli avvenimenti che ruotano dietro al protagonista della storia, Alex Mason. Da qui si ha già un approccio diverso che in passato, se prima la missione aveva la precedenza, qui no. Qui si ha tutta una storia dietro, personaggi che cercano di essere caratterizzati bene e missioni che dipendono dallo sceneggiato, non più come in passato. Quindi chi si aspettava la solita campagna bellica dei cod, sappia fin da subito che in pochissimi sprazzi si assaporerà quello che fù. E si prepari a tinte noir, trama con impronte SCI-FI insistenti, e leggende metropolitane della guerra anni 60 (periodo di svolgimento dei fatti). Con missioni varie tra loro dove la spettacolarità è la padrona e che ruotano in tutto e per tutto intorno ad una trama che riesce ad affascinare fino alla fine delle sue 8-10 ore. In conclusione si aspetti qualcosa più simile ad un Singularity/Resistance che ad un vecchio COD.
     
    Detto questo parliamo degli aspetti tecnici del gioco.

    Graficamente il gioco si presenta molto bene, sopra la media generale ma inferiore a quello che ci ha dato IW con il suo MW2. La grafica è simile, ma è più sporca con un blur invadente in molte sezioni e un aliasing semi nascosto ma presente su oggetti e strutture. Le texture  sono ben fatte anche se capita di vederne alcune sotto tono che possono far spuntare la classica espressione Ancelotti ai più esigenti. Gli oggetti come detto in precedenza soffrono di un aliasing alto e una risoluzione minima vedendo il resto, una tradizione della serie. La resa grafica delle armi invece non è delle migliori per alcune, prendiamo ad esempio l’M16, forse un po’ troppo plasticoso, così come anche altre. Poi invece vediamo un Commando e un AK47 che rendono veramente molto bene a livello visivo, ma che comunque per quanto si siano sforzati non eguagliano ne superano a livello visivo le armi di MW2.

    Il rinculo delle armi è fatto bene/fatto male, come per la realizzazione ci sono armi che mostrano un rinculo più marcato, mentre altre non ne soffrono minimante, con una scarica di caricatore il mirino non si sposta di una virgola. Sicuramente potevano avere un minimo di coerenza in più, e cercare di dare un rinculo anche a quelle che non ne hanno. Ma comuque viene superata questa svista dato che è un arcade e non un simulativo, una troppa cura nel rinculo porterebbe una simulazione troppo forte e questo è fuori luogo visto la tipologia di gioco.

    Il suono delle armi non è molto realistico se paragonato a quello dell’arma reale, proprio come in MW2. Peccato perché visto il budget potevano fare di più dato che i Danger Close con il loro MOH si sono rivelati maestri in questo campo.

    Il frame è a 60FPS, ma ha qualche calo invadente nelle situazioni più confusionarie, ma cmq sia un bel vedere, tutto molto fluido.
    Il punto di forza sono sicuramente i personaggi, con il sistema adottato per la capture si hanno espressioni facciali al limite del realismo, e movimenti reali. Ottimo lavoro in questo campo, ma se da un lato si hanno animazioni fuori di testa, si pecca in quello che sono le sparatoria e intelligenza artificiale. Le sparatorie risultano confusionarie il più delle volte e molto sporche, spesso non si ha realmente il senso di aver colpito un nemico e questo è un peccato dato a come ci avevano abituato gli IW. E anche l’intelligenza artificiale di nemici e compagni non è delle migliori vedendo i vecchi episodi. Spesso si vedono i nostri compagni incuranti del pericolo che sfondono di forza la linea nemica, facendosi sparare addosso i mille proiettili, dando un senso di irrealismo troppo forte. Così anche i nemici sono addormentati e in Rambo mode on, spesso mollano la copertura per venire a spararci frontalmente. Quando invece restano dietro alla copertura sono facilmente aggirabili di lato e non si accorgono della nostra presenza in più di un caso. Altra nota storta sono i muri invisibili alle coperture… capita che dietro ad esse anche se la canna del nostro fucile non ha nulla davanti, il proiettile si blocchi contro una barriera sovrannaturale. Ovviamente non è ovunque, ma purtroppo c’è e nel 2010 in un FPS che si dichiara bellico, ad alto budget non è un bel vedere. Nella campagna c’è stato anche un ritorno al respaw furioso abbandonato in MW2, sono veramente tante le zone che soffrono di un respaw eccessivo dove l’unico modo per farlo cessare è superare quella barriera invisibile. Questo purtroppo implica ad un avanzamento in furia forzato, potevano studiare meglio la situazione e cercare di mettere un numero totale di nemici senza respaw infinito. Altra cosa è lo script, sempre stato, ma mai così eccessivo, qui ce né veramente tanto, ovviamente tutto bello da vedere, però è tanto tanto tanto tanto tanto.
     
    Finisce qui la parte realtiva alla campagna, adesso spendiamo 2 parole per la divertentissima modalità zombie introdotta in WAW e riproposta in questo BO.

    La modalità è quella, si hanno mappe nuove e armi diverse ovviamente, ma lo scopo è sempre quello. In più per chi finisce la campagna ci sarà una sopresa. La modalità è giocabile da 1 a 4 giocatori, e disponibile anche online. Un buon plus per passare qualche ora distruggendo quei nonmorti che oramai sono tornati di moda in ambito videoludico.

    E adesso…parliamo della modalità che ha reso COD un fenomeno di massa. La modalità principale del gioco il multiplayer online.

    Stando a quello che ha dichiarato Treyarch, sono stati molto attenti all’online ascoltando anche le critiche dei giocatori che hanno avuto riguardo ai precedenti episodi...hanno fatto bene? Hanno fatto male? Andiamo a vedere…
     
    Le modalità di gioco sono le stesse di COD, con qualche novità introdotta dai COD POINTS. Soldi virtuali introdotti in questo Black Ops, i quali servono a fare acquisti tra le loro novità inserite.
    Infatti ora abbiamo emblemi, mirini, lenti, red hot, mimetiche facciali, camo per l’arma, tutto personalizzabile. E anche le armi stesse così come i perk si sbloccano acquistandole, tutto gira intorno a questi soldi virtuali. E per guadagnarli? Bisogna giocare, ci sono anche dei contratti a tempo i quali vanno comprati e se portati a termine offrono in ricompensa denaro e a volte anche punti esperienza. In più ci sono le nuove modalità scommessa, molto divertenti. Dove i giocatori puntano dei soldi e i primi 3 vincono in ordine di gradazione i soldi puntati da tutti i giocatori. Queste modalità sono strambe, perché implicano regole ganze. Ad esempio in Età Della Pietra, si avrà una balestra con dardi esplosivi, 1 coltello balistico e il tomahawk…quindi pensate a quello che ne viene fuori…

    L’impatto che si ha con la prima partita è quello di un normale COD, anche se difficilmente i giocatori abituati a MW2 non noteranno il drastico downgrade grafico subito. Che è realmente forte: text sfuocate, scarsa risoluzione su oggetti, camo e armi…insomma un grosso passo indietro sul versante grafico se confrontato con MW2. Fortuna che i 60 FPS ci sono anche qui, anche se scricchiolano ogni tanto, molto probabilmente causa LAG presente in alcune partite, purtroppo senza server dedicati è così… Nota d’onore alla nuova azione inserita, il tuffo. Anche se in piccola parte è una bella imbenzinata al gameplay.

    Detto un po’ le novità, andiamo a vedere che ha fatto Treyarch.

    Le armi portano ad una scelta a senso unico. La scelta ricade sui FAL , MAL o sulle mitragliette. Infatti queste 2 categorie sono le più potenti in assoluto in base al gameplay scelto da Treyarch per questo online. Perché forse inconsciamente Treayarch ha prodotto quello che è un gioco online quasi monoclasse. Perché monoclasse? La risposta è semplice, la causa principale sono le mappe e alcune scelte che purtroppo hanno fatto. Le 15 mappe infatti sono troppo labirintiche e simili tra loro, bella l’idea dell’interazione con alcune di esse, ma un peccato della scelta labirintica a gogo senza nessuna mappa aperta. Se vi piaceva essere dei cecchini dimenticatevene, oppure osate ma ne pagherete le conseguenze, perché il cecchino in questo gioco ha solo un destino…estinguersi. Le mappe non lo vogliono, non ci sono posti trovabili senza X sopra per cecchinare, e i pochi posti adatti sono talmente evidenti che si ha la spada di Damocle sopra la testa (soprattutto se gli avversari conoscono le mappe). Non si può neanche più andare in giro a fare il famoso quick scoping presente da MW1, perché? Perché Treyarch fidandosi delle lamentele dei giocatori lo ha reso impraticabile. Insomma, essere un cecchino in questo gioco equivale a morire, in più mirare è di una lentezza assurda e anche gli intrepidi dopo qualche match ci daranno sù. In più non è proficuo dal momento che si avrà comunque un rapporto di  K/D maggiore  andando in giro con un mitra. E quindi abbiamo già la prima classe storica che usce/uscirà di scena.

    Altra scelta, il fucile a pompa ritorna arma primaria e non più secondaria. Anche se primaria in MW1 funzionava in alcune mappe, ma in Black Ops? No, l’unica mappa piccola presente è forse l’unica dove si può fare qualcosa con il pomposo fucile, ma anche lì è dura… un range troppo corto(contate che è come in MW2 e forse meno), i due colpi necessari ad uccidere da media distanza… contro la velocità di un FAL, MAL o di una mitraglietta…non ce la fa. Non vedremo più corridoi che gironzolano con il pomposo fucile tra le partite. Perché anche chi ci proverà, dopo poco smetterà, morire a gogo non piace. Seconda classe che se ne và.

    L’akimbaro invece può ancora farcela, perché ci sono ancora i perk e le armi che lo permettono, ovviamente non più su i pompa, ma solo su pistole e mitragliette. Essere akimbaro ha cmq i suoi pro e contro come li aveva in MW2, perché forse è realmente la classe che non è stata ritoccata per nulla, tranne che nella scelta dei pompa come akimbo. Se però gli akimbari ne sono usciti indenni…non si può dire la stessa cosa per i noobtuber e gli knights. I primi hanno solo 2 granate finchè non muoiono(sciacallo è inefficace per loro), in più ad inizio round non si può sparare più di una granata, causa un blocco temporale dell’hammer, e occhio perché se la tira un altro giocatore verrete bloccati anche voi. Scelta abbastanza discutibile… più che altro triste nel vedere che per alcune lamentele si assiste ad una scena irreale e che mette veramente tanta tristezza in un gioco arcade come COD, esteticamente parlando non si può vedere la scritta “arma bloccata per tot secondi”.

    Gli Knights invece hanno avuto una ridimensionata, che si può definire bastonata. Non c’è più il coltello applicabile alla pistola, e commando non esiste più. C’è cmq un perk che nella sua versione pro (contate che per proizzare tale perk ci vuole fortuna e tanta pazienza) dà una maggiore velocità per accoltellare in corsa. Anche usare questa classe adesso è molto più complicato, e si muore molto facilmente con l’assenza di commando.
    Esaminando le classi come i perk, vediamo che Treyarch avrebbe puntato molto sul Gas Nova, mettendo perk e bonus in favore di esso, ma al momento non funziona, magari quando nei server ci saranno meno casual la situazione si farà migliore e forse si potrà provare la potenza di questa nuova classe, che sulla carta sembra che regalerà molte soddisfazioni. E per quanto riguarda il discorso classi, si può concludere dicendo che ci sono troppe classi sgravate, alcune sulla via dell’estinzione e che la classe più potente in assoluto è sicuramente l’assaltatore. Sì l’assaltore, la classe base in un fps online, FAL, mitraglietta o MAL, questa classe per come è stato costruito questo online è la più potente di tutte. E se lo scopo del giocatore è uccidere e morire poco, la scelta ricadrà inevitabilmente proprio su di essa.

    I perk sono simili ai precedenti, c’è qualche ritorno da episodi passati e qualche perdita. Le versioni base sono un po’ scialbe, e per proizzarle non è affatto facile. Ci sono perk come gioco di prestigio e mira stabile che per aumentarne il  bonus  ricevuto hanno delle richieste assurde. Infatti il proizzare i perk obbliga il giocatore a giocare modalità che potrebbero essere contro la propria volontà, ad esempio come catturare 15 bandiere, uccidere 10 giocatori mentre difendono il loro obbiettivo, e cose simili. Questa scelta può essere vista bene se si vuole obbligare il giocatore a provare tutte le modalità, però va anche detto che è forzata e che per alcuni perk poi prima di proizzarli si raggiunge il massimo livello e quindi prestigio (15 giri per questo cod), insomma uccidere 150 giocatori in volo… richiede una dose di fortuna non indifferente. Era molto meglio se lasciavano come in passato lo sblocco della versione pro, almeno si avanzerebbe giocando le partite che piacciono senza troppe forzature.

    Killstreak non più cumulabili e meno potenti che in MW2, meno potenti fino a quelle di settimo livello, dopo si fanno delle stragi non indifferenti. Bella l’idea di poter pilotare un elicottero (come nel single) se si uccide 12 giocatori di fila. Peccato che riuscire ad uccidere 12 giocatori senza la cumulabilità delle killstreak è molto difficile, specialmente viste le mappe con molti punti ciechi in cui il camper nascosto se ne sta nell’ombra. Ovviamente la soddisfazione però è più alta una volta riusciti, dato che non si hanno aiuti. Bisognerà vedere se comunque Treyarch si farà influenzare (nuovamente) e alla fine rilascerà questa patch che le renderà cumulabili, richiesta a gran voce da più giocatori. Chi era abituato invece a sbeffeggiare gli avversari con l’atomica finale, rimarrà con l’amaro in bocca dal momento che non c’è più una tale sboronata. Può dispiacere o no, a me personalmente (unica nota personale dovuta alla sboronaggine) dispiace perché mi piace fare lo sborone e sbeffeggiare gli avversari, e qui chi come lo faceva dovrà trovare un altro sistema.

    Le armi sono molte per quello che riguarda FAL e mitragliette, mentre numero più ridotto per le altre. Tra i FAL ci sono fucili molto simili tra loro, specialmente i primi sbloccabili e ricordiamo che i 2 AK sono molto più potenti che il resto, quasi zero rinculo che porta ad una precisione devastante. Nell’equipaggiamento ci sono alcune novità interessanti. Una telecamerina che in cerca e distruggi mostra la propria utilità, anche se bisogna scegliere tra questa e la claymore (claymore che a questo giro una kill la regala nell’80% dei casi in cui si piazza), poi ci sono granate che simulano spari, con tanto di puntatore sulla mappa nemica, un sensore di terra che è l’equivalente del perk interferenza di MW2 e il gas nova.  Anche lo sblocco delle armi è cambiato, bisogna raggiungere un certo livello e poi vanno acquistate con i COD Points, mentre equipaggio, perk e accessori per le armi sono disponibili fin da subito pagando, unico modo per averli tra l’altro. Treyarch da quello che disse fece capire che anche le armi dovevano essere come il resto e cioè acquistabile fin dall’inizio e invece abbiamo uno sblocco di Pulcinella… bisogna comunque raggiungere un livello e poi spendere soldi per averle. Ci sono armi come Commando che si sbloccano poco prima di avere raggiunto il livello 50 e la loro utilità è molto breve. Dato che più di una volta avevano evidenziato questo punto, dispiace vedere che è rimasto abbastanza invariato, sarebbe stato bello avere la possibilità fin da subito di scegliere la propria arma favorita e poterla usare sempre. Cmq è sempre meglio che in passato questa scelta perché in passato c’erano armi che si usavano per 3 e 1 livelli prima di prestigiarsi, almeno qui si possono usare un po’ di più.
     
     
     

    Tirando le somme…

     
    In risposta alla domanda che fà da titolo alla mia recensione/approfondimento (chiamatela come volete), posso dire che questa è la guerra di Treyarch solo in parte. Treyarch purtroppo  ha dato troppo ascolto ai forum, e pensando di fare il gioco definitivo per i giocatori ed ha avuto più di una svista. Probabilmente se facevano più di testa loro il gioco sarebbe stato più vario come i passati capitoli. Fortunatamente per noi giocatori ma sfortunatamente per Treyarch, ci sono tanti FPS online in giro e quindi siamo liberi di scegliere le nostre preferenze. A chi piace variare l’approccio al gioco mantenendo comunque un certo equilibrio si rivolgerà a MW2- MW1, Killzone2, BFBC2, e anche quel sottotono gioco online che è MOH, che per quanto abbia difetti le 3 classi sono equilibrate tra loro. Mentre chi finalmente voleva un gioco quasi ad armi pari fregandosene se altri giocatori ci rimettono avrà con Black Ops il proprio online quasi definitivo (gli akimbari ci sono, sono vivi più che mai). Soprattutto coloro che in ogni FPS online hanno sempre preferito la solita classe alle variazioni e trovavano invece sgravate e senza senso le altre classi che venivano usate. Poi c’è la categoria che nonostante tutto ci giocherà giorni ugualmente, e con la propria testardaggine proverà cmq tutte le possibile classi sgravate o no, magari dando anche le vere paste a coloro contenti dell’ only FAL rulz… e perché. Perché bene o male il gioco diverte e perché chi arriva da troppi giorni di MW2 una pausa se la merita e Black Ops può essere un’alternativa più che buona per quella pausa, per staccare un po’, per cambiare un po’ aria e perché c’è sempre lo spirito della saga.

    Treyarch quindi compie il suo compito solo a metà, poteva fare certamente di più visto quello che i suoi EX colleghi hanno creato, ma hanno fatto comunque un lavoro notevole. Il single player anche se si differenzia da quello che in passato la saga era abituata a dare, è un bel vedere e un bel giocare, pecca in epicità, non tocca l’epicità dei precedenti capitoli e non ha nemmeno l’immersione degli stessi. Se si cerca un sostituto ai vecchi capitoli per quello che è il single player si vada tranquillamente verso MOH, che longevità a parte è spiritualmente il più vicino ai MW. Mentre l’online, pur con i suoi difetti evidenti rimane comunque divertente e come COD ci ha abituati… rimane la solita e obbligatoria frenesia della saga.
     
     
    Voto complessivo con medie ecc. 8.7
     
    Grazie di aver letto!

    [Modificato da Nick_Storm il 14/11/2010 23:33]




    E tu in che personaggio ti identifichi?
  2. Utente non attivo.  
        Mi trovi su: Homepage #5734785
    Nick_Storm ha scritto:
    "After the end of world war 2, the world is split in 2. East and West, this mark sign the beginning of the era called "cold war""[CIT]

    Ormai è tempo di riprendere in mano il fucile, è tempo di pulire la pistola, di filare la lama...è tempo dove tutti siamo fratelli, dove ognuno si aiuta con l'altro... il campo di battaglia non ammette errori, basta un solo proiettile a decretare il vincitore. Siamo uniti compagni, si torna in guerra!

    I tempi sono maturi e il gioco più atteso per questa parne dell'anno bussa alle porte. Come vi comporterete voi? Scenderete in campo fin dall'inizio? Tale titolo non vi interessa minimamente? Con quale piattaforma sparete i vostri colpi? Che edizione prenderete? Day one? Cosa aspettate da questo titolo? Parliamone qui!


    Prima o poi lo prenderò e ci ritroveremo di nuovo sul campo di battaglia, ma non credo al dayone.
  3. Da cosa partirà?  
        Mi trovi su: Homepage #5734820
    lo prendo per 360, versione di mezzo, hardened mi pare.
    /!\Il Multipiatta Sanguinario di Next-game/!\
    "Onestamente Meno, mi sei molto simpatico, e ti leggo spesso con piacere, ma qui stai facendo un pò una figura da cioccolataio "
    "la tua crescita è costante, la ps3 ti ha reso un giocatore migliore Meno, ma credo anche un uomo migliore, più sereno."
  4. NextGameOver  
        Mi trovi su: Homepage #5734861
    Nick_Storm ha scritto:
    "After the end of world war 2, the world is split in 2. East and West, this mark sign the beginning of the era called "cold war""[CIT]
    Ormai è tempo di riprendere in mano il fucile, è tempo di pulire la pistola, di filare la lama...è tempo dove tutti siamo fratelli, dove ognuno si aiuta con l'altro... il campo di battaglia non ammette errori, basta un solo proiettile a decretare il vincitore. Siamo uniti compagni, si torna in guerra!
    I tempi sono maturi e il gioco più atteso per questa parne dell'anno bussa alle porte. Come vi comporterete voi? Scenderete in campo fin dall'inizio? Tale titolo non vi interessa minimamente? Con quale piattaforma sparete i vostri colpi? Che edizione prenderete? Day one? Cosa aspettate da questo titolo? Parliamone qui!
      ma sei proprio un lamerone :DD
    cmq voto: non lo compro perchè quelli della treyarch devono cambiare mestiere.

  09/11/2010...Ritorno alle armi! COD Black Ops

Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!

         

Online

Ci sono 0 ospiti e 0 utenti online su questa pagina