1.     Mi trovi su: Homepage #5740401
    Prenoto e pregusto
    http://www.lafeltrinelli.it/products/9788845266225/Il_cimitero_di_Praga/Umberto_Eco.html
    per quel che mi riguarda un autunno ricco di sorprese dal ritorno in libreria della Bignardi, al primo capitolo di una nuova saga follettiana ma Eco è una sorpresa, di quelle inaspettate che spero si riveli un capolavoro come quello che trent'anni orsono narrava le gesta di Adso e Guglielmo.
    Mi ripeto prenoto e pregusto :nworthy:
  2. I love Chiara  
        Mi trovi su: Homepage #5743988
    Eco a Che Tempo che Fa ha parlato del suo nuovo libro.
     
    Il contesto storico è particolarmente interessante. Le vicende si svolgono dal 1830 al 1897. Momento questo in cui il protagonista, una persona subdola, falsa e puramente malvagia, tale Simonini, racconta le sue vicende. La storia è ambientata a Parigi e non a Praga, come si potrebbe erroneamente portati a pensare.
    Il background storico è quello della nascita dell' antisemitismo in Europa, di cui Simonini (e suo nonno) furono i principali fautori. Il nonno di Simonini è un personaggio storico realmente esistito. Egli scrisse nel '700 una lettera dove contestava all' abate Barruel, che aveva attribuito la Rivoluzione Francese ai templari, che stava sottovalutando il ruolo degli ebrei, elencando nella lettera una lunga lista di misfatti di cui gli ebrei si macchiarono nel corso della storia. L' abate Barruel non commentò... ma segnalò la lettera alla gendarmeria. Da lì il sentimento antisemita dilagò in Europa, fino agli eccessi che tutti conosciamo.
     
    Fin qui la realtà storica. In questo contesto Eco attribuisce al personaggio di fantasia Simonini-nipote la stesura dei protocolli dei Savi Anziani di Sion. Un falso. Che però ebbe grande credibilità e riscontro fra la gente di tutto il mondo, facendo odiare gli ebrei.
    Le vicende di Simonini si affiancano a quelle storiche realmente accadute nel corso dell' '800, Risorgimento incluso, e ne fanno da collante.
    La cosa "curiosa" del libro è che tutte le frasi pronunciate dai numerosi personaggi storici nel libro sono citazioni assolutamente fedeli, realmente pronunciate dagli stessi. L' unico personaggio le cui frasi sono inventate sono quelle di Simonini stesso.
     
     
    Chi ha letto il Pendolo, il Nome della Rosa o, soprattutto, l' Isola del Giorno Dopo sa che Eco è innanzitutto uno storico e le ricostruzioni storiche nei suoi romanzi sono assolutamente basate su fatti reali. Spesso, essendo Eco anche un luminare, sono frutto di una ricerca personale dell' autore, basata su documenti originali di primissima mano, che introducono nuove informazioni storiche, assolutamente inedite. Un romanzo di Eco è, quindi, innanzitutto un libro di storia.
  3.     Mi trovi su: Homepage #5747353
    Piccolo ha scritto:  
    Chi ha letto il Pendolo, il Nome della Rosa o, soprattutto, l' Isola del Giorno Dopo sa che Eco è innanzitutto uno storico e le ricostruzioni storiche nei suoi romanzi sono assolutamente basate su fatti reali. Spesso, essendo Eco anche un luminare, sono frutto di una ricerca personale dell' autore, basata su documenti originali di primissima mano, che introducono nuove informazioni storiche, assolutamente inedite. Un romanzo di Eco è, quindi, innanzitutto un libro di storia.

    Molto vero. Infatti approcciare un libro di Eco è una cosa da fare con una certa cautela in quanto la quantità di informazioni e i livelli di lettura sono incredibili.
    .
    Io ho l'abitudine di segnarmi argomenti e fatti interessanti dai suoi libri per poi andare a farmi corpose ricerche in biblioteca su cose che mi stuzzicano. :) Eco ti mette il pepe al culo per imparare cose nuove.
    .
    Appena ho tempo lo recupero e lo metto in lettura... si sa nulla di una versione digitale?
    .
    cheers
    Purify the earth with fire, the planet will become my temple and we will rise. THIS WILL BE OUR PARADISE!!!!
  4.     Mi trovi su: Homepage #5749930
    Andhaka ha scritto:
    Molto vero. Infatti approcciare un libro di Eco è una cosa da fare con una certa cautela in quanto la quantità di informazioni e i livelli di lettura sono incredibili.
    .
    Io ho l'abitudine di segnarmi argomenti e fatti interessanti dai suoi libri per poi andare a farmi corpose ricerche in biblioteca su cose che mi stuzzicano. :) Eco ti mette il pepe al culo per imparare cose nuove.
    .
    Appena ho tempo lo recupero e lo metto in lettura... si sa nulla di una versione digitale?
    .
    cheers
      Bompiani vende una versione digitale del libro a 14 euro... Considerando che il cartaceo si può prendere a 13 e 65 euro sfruttando offerte sui vari siti sinceramente anche se avrei voluto prenderlo lo lascio lì e aspetto natale. Con i prezzi degli ebook in Italia stiamo messi davvero malissimo secondo me.
  5.     Mi trovi su: Homepage #5749954
    Garguza ha scritto:
    Bompiani vende una versione digitale del libro a 14 euro... Considerando che il cartaceo si può prendere a 13 e 65 euro sfruttando offerte sui vari siti sinceramente anche se avrei voluto prenderlo lo lascio lì e aspetto natale. Con i prezzi degli ebook in Italia stiamo messi davvero malissimo secondo me.

    e lo vende in PDF, formato urfido da vedere con un reader standard da 6 pollici.
    .
    Non me ne stanno parlando benissimo in ogni caso. Ottima ricostruzione come sempre nei romanzi di Eco, ma pare con una trama un po' debole.
    .
    cheers
    Purify the earth with fire, the planet will become my temple and we will rise. THIS WILL BE OUR PARADISE!!!!
  6.     Mi trovi su: Homepage #5750233
    In PDF? Benvenuti nel 1993.
    Comunque un romanzo (benché storico, e abilmente curato sotto questo aspetto) deve avere una trama degna del nome. Aspetterò qualche recensione di parenti e amici prima di acquistare.
    Il Prestigiatore Bresciano richiesto dalla RAI, Amante delle Pugnette di Nextgame, e Autore Parzialissimo per TheAppleLounge.com e iPhoner.it
    "Kojima Culo" - Duomo Square, Milan 03.06.08
  7. I love Chiara  
        Mi trovi su: Homepage #5757519
    Un romanzo di Eco va letto.
    Non può essere consigliato. Quello di Eco è uno dei pochi casi al mondo in cui il luogo comune del genio non capito è vero. In altre parole è più facile che si sia sbagliato chi dice che il romanzo di Eco non ha trama, piuttosto che il fatto che il romanzo non ce l' abbia davvero la trama.
  8.     Mi trovi su: Homepage #5757813
    Piccolo ha scritto:
    Un romanzo di Eco va letto.
    Non può essere consigliato. Quello di Eco è uno dei pochi casi al mondo in cui il luogo comune del genio non capito è vero. In altre parole è più facile che si sia sbagliato chi dice che il romanzo di Eco non ha trama, piuttosto che il fatto che il romanzo non ce l' abbia davvero la trama.

    Tranquillo che lo prendo al 100%. :D L'unica cosa è che volevo una versione digitale ora che sono Kindle dotato, ma sullo store amazon c'è la versione inglese e si congelerà l'inferno il giorno che anche solo considererò un libro di Eco in inglese. 8-(
    .
    alla fine lo prenderò in cartaceo alla prima occasione.
    .
    cheers
    Purify the earth with fire, the planet will become my temple and we will rise. THIS WILL BE OUR PARADISE!!!!
  9. I love Chiara  
        Mi trovi su: Homepage #5757995
    Andhaka ha scritto:
    Tranquillo che lo prendo al 100%. :D L'unica cosa è che volevo una versione digitale ora che sono Kindle dotato, ma sullo store amazon c'è la versione inglese e si congelerà l'inferno il giorno che anche solo considererò un libro di Eco in inglese. 8-(
    .
    alla fine lo prenderò in cartaceo alla prima occasione.
    .
    cheers
     Vabbè, Eco scrive bene ma... è prosa. Se hai una certa "agilità" con l' inglese, puoi anche prenderlo in quella lingua. IMHO non è uno scandalo.
    Certo, poi c' è da vedere la bontà della traduzione. Sta a te, in italiano sono sicuramente parole e concetti suoi ma su carta. In inglese, te lo carichi sul tuo prezioso gingillo costoso e devi sperare che la traduzione sia fedele.
  10.     Mi trovi su: Homepage #5758010
    Piccolo ha scritto:
    Vabbè, Eco scrive bene ma... è prosa. Se hai una certa "agilità" con l' inglese, puoi anche prenderlo in quella lingua. IMHO non è uno scandalo.
    Certo, poi c' è da vedere la bontà della traduzione. Sta a te, in italiano sono sicuramente parole e concetti suoi ma su carta. In inglese, te lo carichi sul tuo prezioso gingillo costoso e devi sperare che la traduzione sia fedele.

    Appunto.. laddove posso io leggo sempre nella lingua dello scrittore. ;) Eco in italiano, Pratchett in inglese, Murakami o chi per esso in giapponese e via dicendo.
    .
    Cheers
    Purify the earth with fire, the planet will become my temple and we will rise. THIS WILL BE OUR PARADISE!!!!
  11. 0817-3735-4154  
        Mi trovi su: Homepage #5893083
    Piccolo ha scritto:
    Quello di Eco è uno dei pochi casi al mondo in cui il luogo comune del genio non capito è vero.
      Dei pochi casi ??? scherzi vero ?!? il mondo ne è pieno in ogni ambito... resta il fatto che Eco è e rimane un maestro (palloso a mio modo di vedere ma i gusti son soggettivi ;) )
    "Non farti ingannare dai nani... Cammina sulle spalle dei giganti!"
  12.     Mi trovi su: Homepage #5966771
    Finito "Il cimitero di Praga" proprio ieri.
    Riassunto: mi ha un po' deluso.
    Soprattutto all'inizio, sembra un incrocio tra "Il pendolo di Foucault" e "Fight Club".
    Lo so, per molti questa suonerà come un'eresia, ma mi ha dato questa netta impressione.


    Non mi riferisco solo alla evidente doppia personalità del personaggio, che Eco tenta molto blandamente di far passare come dubbia.
    Mi riferisco anche al fatto che in entrambi i libri alla resa dei conti il protagonista si trova coinvolto in una cospirazione, che nessuna delle due personalità è "buona" come spera di far credere, al fatto che la cospirazione gli sfugge di mano, e così via.
    Per carità, magari Eco non ha nemmeno letto Fight Club, ma secondo me il richiamo è piuttosto evidente.


    Inoltre, per quanto Eco abbia ovviamente una cultura enciclopedica, in questo caso è palesemente TROPPO enciclopedica: non ha senso elencare tutti i titoli e le qualifiche di un appartenente ai massoni. Intendo "tutti" nel senso che a volte capita un'intera pagina composta solo dall'elenco di queste qualifiche.
    Ma andiamo.
    Quei pochi che se li leggono davvero, quanti se ne ricordano dopo un paio di pagine?
    Stesso discorso quando elenca dei nomi, evidente frutto di ricerche, messi tra l'altro in evidente ordine alfabetico, nonostante a scrivere sia qualcuno che sta andando a memoria.
    Il finale poi è proprio buttato lì, tanto per far capire che avrebbe potuto scrivere ancora, ma si era stancato.
    La storia in sè non è male, ma sembra messa insieme più per dire:"Ma quante ne so!" che non per raccontare davvero qualcosa.
    Inoltre spesso usa dei termini molto da erudito, che un personaggio del genere difficilmente avrebbe potuto conoscere, segno che probabilmente sono più un vezzo di Eco, che una vera necessità di utilizzarli.
    Non mi è totalmente dispiaciuto, ma siamo MOLTO lontani dai suoi lavori precedenti.

    G.
    "Wrong" is one of those concepts that depends on witnesses.
  13.     Mi trovi su: Homepage #5967923
    il nome dell arosa mi è piaciuto! peccato che il finale l'avessi intuito, piu che altro perchè un'altro fumetto aveva copiato l'idea (e a me è capitato di leggermi prima il copione, e quindi di fregarmi nella lettura diEco, che è stato l'ideatore)

    cmq mi è piaciuto, quindi sono molto intrigato dal Pendolo di Focault, lo leggerò sicuramente.. non so quando, ma lo leggerò...
    "al mio segnale...scatenate l'inferno!" dissi io, davanti alla colazione dell'hotel a 4 stelle di Padova...

  IL RITORNO DI UMBERTONE ... A 30 ANNI DAL NOME DELLA ROSA...

Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!

         

Online

Ci sono 0 ospiti e 0 utenti online su questa pagina