1.     Mi trovi su: Homepage #5741075
    Da tempo noto lo sforzo dei siti e delle riviste specializzate di adattare i 4 parametri tradizionali (giocabilità, longevità, comparto grafico, comparto sonoro) ad esperienze videoludiche (neanche li chiamo più videogames...) che, inevitabilmente, non sono riassumibili in questo modo.
    Alcuni recensori utilizzano parametri ulteriori e/o alternativi (I.A., trama, ecc.) o relativi a particolari generi (storicità, enigmi, ecc.).
    L'avvento di Kinect (ma prima ancora quello di Wii e Move) mi pare ponga questioni nuove.
    Ritengo:
    1) che, dopo GTA S.A., non è più possibile evitare di considerare l'opzione free roaming. Anche laddove questa opzione risulti inutile o non congrua o noiosa.
    2) che nell'analisi della videoesperienza non può non iniziare a contare anche la libertà fisica del giocatore.
    3) che alcuni capolavori (heavy rain, ad esempio) non possono più essere chiusi nel bozzolo di un parametro denominato semplicisticamente "trama". La narrazione mi pare stia diventando sempre più protagonista. Dunque parlerei piuttosto di "architettura narrativa".
    Dunque che ne dite di questi parametri?
    - LIBERTA' DEL CORPO REALE
    - LIBERTA' DEL CORPO VIRTUALE
    - ARCHITETTURA NARRATIVA
    - CONGRUITA' DI RELAZIONE TRA I PARAMETRI
    (intendo dire, con ciò, che un free roaming che non sia supportato da un'adeguata struttura narrativa risulta presto sfiancante; o che usare kinect con giochini tipo wii sport mi pare come usare una bomba atomica per uccidere una formica) 
    Mi interessano molto le vostre analisi in merito. Sto per pubblicare un saggio su heavy rain e vorrei un confronto con esperti. 
    Grazie.

  nuovi parametri

Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!

         

Online

Ci sono 0 ospiti e 0 utenti online su questa pagina