1.     Mi trovi su: Homepage #5754098
    Mò vediamo se oltre a farsi le passerelle tra i disperati sapranno fare qualcosa in concreto. Intanto Zaia non si vede da una settimana. Ah no, giusto, si vede in tv a sparare a zero contro il governo. Contro il governo....formato da Bossi, Maroni, Calderoli....tutta gente di Fini, è risaputo...
    Ma fare la comparsa in tv fa figo. Poi però sono gli imprenditori che devono fare la proposta più drastica in assenza di un intervento da parte di chi potrebbe (dovrebbe!!) farlo.
    Vediamo se cade la maschera, sto giro. Non si può più far finta di niente, no? Dai su, vediamo oltre alle chiacchiere cosa sa fare sto partito. Oltre che blaterare frasi xenofobe per colpire la pancia della gente.
    Son proprio curioso!!
  2.     Mi trovi su: Homepage #5754183
    io invece credo che stavolta aspetteranno tutto il necessario e pretenderanno tanti aiuti, perché sanno che al Governo c'è quella forza politica che non appena si parla del suo bacino elettorale si attiva all'istante ed in questo particolare momento la Lega può ottenere di tutto, sapendo della non voglia di andare alle elezioni delle altre Forze
    Niente passerella, queste occasioni sono anche utili, specialmente in questo momento
    .
    so che è un discorso abbastanza cinico (perché non tiene conto di quello che stà passando quella gente) ma ormai sono diventato cinic 100% da tanti anni e già i segnali si sono visti con quel chiaro messaggio LEghista "o tanti aiuti o non paghiamo le tasse"
    .
    piuttosto, si ha la percezione se c'è anche una causa legata alle iniziative umane che ha favorito questa catastrofe ?
  3.     Mi trovi su: Homepage #5754228
    scudettoweb ha scritto:
    Io non credo che in Veneto si mettano ad attendere lo Stato, sinceramente. Non l'hanno mai fatto e dubito inizino ora. Politici a parte eh, parlo di tradizione.


    Indipendentemente da quello che faranno i veneti, che si son sempre rimboccati le maniche e hanno sempre tirato fuori il 110%, il problema fondamentale è che se predichi bene e razzoli male è giusto che qualcuno lo dica.
    Tu non puoi andare al governo con la promessa di dare una mano al nord e quando succede una calamità naturale di questo tipo dici "beh tanto i veneti si son sempre arrangiati"
    Perchè i veneti, questo, lo capiscono.
    E ora c'han paura, Bossi e Berlusconi, che avvenga davvero ciò che è stato minacciato ossia di tenersi le tasse in regione finchè non sarà sistemato tutto (Berlusconi oggi ha dichiarato "non servirà arrivare a tanto").
    Ma qua la gente si sta un pò incazzendo....com'è che prima parli parli e poi quando devi non fai?
  4.     Mi trovi su: Homepage #5754232
    common ha scritto:

    piuttosto, si ha la percezione se c'è anche una causa legata alle iniziative umane che ha favorito questa catastrofe ?


    ne stanno parlando da 1 settimana, sommessamente senza alzare troppo la voce. Si è costruito l'inverosimile, case, capannoni, zone industriali, zone artigianali. Siamo ai piedi delle montagne e l'acqua che arriva dallo scioglimento delle nevi trova sulla sua strada cemento a far da scivolo anzichè terra drenante.
    E' il frutto di una politica attuata negli ultimi 20 anni (se non di più?) in veneto. Unita alla presunzione del "qua impossibile che succeda"
  5.     Mi trovi su: Homepage #5754256
    Zanetti Capitano ha scritto:
    ne stanno parlando da 1 settimana, sommessamente senza alzare troppo la voce. Si è costruito l'inverosimile, case, capannoni, zone industriali, zone artigianali. Siamo ai piedi delle montagne e l'acqua che arriva dallo scioglimento delle nevi trova sulla sua strada cemento a far da scivolo anzichè terra drenante.
    E' il frutto di una politica attuata negli ultimi 20 anni (se non di più?) in veneto. Unita alla presunzione del "qua impossibile che succeda"
       guardacaso ..
    .
    cmq torno in modalità cinico ON: ridendo e scherzando, su una catastrofe del genere, il peggior governo degli ultimi 150 anni, rischia di avere una cassa di risonanza positiva clamorosa
    come detto, queste tragedie sono spesso una grande occasione (come per la 'mmonnezza a Napoli pre-elettorale) e se Bossi ed il Berlusca se la lasceranno scappare vorrà dire che sono anche scemi
    .
    ma siccome li credo solo Corrotti fino al midollo, ma non scemi, prenderanno al volo l'occasione, quindi tranquilli che gli aiuti arriveranno in quantità Calvè e voi li rivoterete
    e vissero tutti felici e fetenti
  6.     Mi trovi su: Homepage #5754761
    bellissimo .. :asd:
    dovrebbero fare lo stesso le tante prostitute che ora si vorrebbe fermare con la nuova proposta di legge
    .
    un puttaniere (sempre supportato da viagra a profusione) che si mette a promulgare leggi contro la prostituzione ?
    tanto per ripetere la battutella: non è vero che ha mandato l'Italia a Puttane, è che ci vuole andare solo Lui, il Maledetto:->

    [Modificato da common il 09/11/2010 16:53]

  7.     Mi trovi su: Homepage #5757878
    un bell'editoriale del Giornale di Vicenza:

    Gli equivoci da chiarire

    A dieci giorni dal disastro arrivano le prime risposte del Paese ai timori dei veneti che si sono sentiti ignorati e abbandonati a se stessi. La rabbia crescente della quale questo giornale si è fatto interprete era figlia della sufficienza con cui l'alluvione è stata inserita nell'agenda dei media e della politica nazionale. Soprattutto ha sconcertato il confronto con le reazioni seguite ad altre vicende, in altri luoghi.
    Martedì il governo ha voluto portare un messaggio attraverso la presenza di Berlusconi e Bossi. La risposta che hanno avuto è stata chiara: grazie per la visita, ma qui c'è bisogno di fatti. Ieri si è già avuta la prima conseguenza: sono stati stanziati 300 milioni di euro, ai quali andranno ad aggiungersi altri fondi non appena ci sarà una lista ufficiale e definitiva dei danni. Ora si comincia a ragionare,! fermo restando che è una cifra sufficiente a malapena per due soli tra i comuni - Vicenza e Caldogno - che hanno già ultimato la conta. Ma poiché alle parole sono seguiti i fatti, ora dobbiamo credere anche alla promessa di ulteriori e definitivi stanziamenti. Credere e controllare.
    Oggi arriva il Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, a chiudere autorevolmente la ferita morale che si era aperta nei rapporti tra il Veneto e il resto del Paese. Vicenza ne approfitterà per ringraziarlo e spiegargli le vere ragioni di questa incomprensione. A partire da alcuni chiarimenti. Qui non siamo di fronte alle conseguenze di abusi edilizi diffusi, ma all'assenza di investimenti in opere pubbliche a protezione di aree lecitamente edificate. Il Veneto poi non è annegato in pochi millimetri d'acqua, ma sotto mezzo metro di pioggia in 24 ore più mezzo metro di neve che si è contemporaneamente sciolta. E i veneti non hanno fatto il diavolo a ! quattro perché nessuno se li filava, ma perché vogli! ono essere messi nelle condizioni di non dover chiedere aiuto. Questi equivoci hanno portato alla convinzione che queste genti adesso si siano piegate a pretendere i soldi dello Stato dopo averlo a lungo sdegnato. Non è così, nè è vero che pensano di non pagare le tasse.
    Semplicemente, chiedono di poter usare una parte dei propri soldi per riprendere da subito a dare il proprio contributo alla collettività, attraverso il frutto del lavoro. È questo il senso vero del federalismo così come lo ha tratteggiato più volte il Capo dello Stato. L'alluvione è un'emergenza, e come tale richiede uno sforzo di flessibilità e innovazione. Ci sono molti modi per dare seguito a questo sforzo: ad esempio la sospensione del pagamento dell'anticipo delle tasse in scadenza il 30 novembre, il versamento della quota in una cassa ad hoc per i danni pubblici istituita dalla Regione, sono proposte e non proteste. E non hanno niente a che fare co! n secessioni o con il venir meno del patto di solidarietà tra tutti gli italiani. Il Veneto non si tirerà mai indietro: ma vorrebbe poter fare qualche passo in avanti.
  8. Staff ScudettoWeb  
        Mi trovi su: Homepage #5757992
    Zanetti Capitano ha scritto:
    un bell'editoriale del Giornale di Vicenza:

    Gli equivoci da chiarire

    Vicenza ne approfitterà per ringraziarlo e spiegargli le vere ragioni di questa incomprensione. A partire da alcuni chiarimenti.


    Traduco... Qui, nel Veneto, non siamo come al sud che costruiscono dappertutto e poi piangono miseria quando scompaiono interi paesi per 4 gocce d'acqua.

    Opinione condivisibile o non condivisibile, non mi aspettavo però la citassi tu come esempio di buon giornalismo. :asd:
  9.     Mi trovi su: Homepage #5758006
    scudettoweb ha scritto:
    Traduco... Qui, nel Veneto, non siamo come al sud che costruiscono dappertutto e poi piangono miseria quando scompaiono interi paesi per 4 gocce d'acqua.

    Opinione condivisibile o non condivisibile, non mi aspettavo però la citassi tu come esempio di buon giornalismo. :asd:


    diciamo che ho focalizzato la mia attenzione di più su altri punti. E' un editoriale che rende dignità alla nostra popolazione senza sbraiti vari e insulti o urla.
    Non condivido la posizione di fondo sulla superiorità rispetto ad altre parti d'Italia, però non mi è mai capitato di leggere un editoriale di questo tizio e dire "beh sì, mi posso trovar d'accordo". Oggi è successo.
    Anche se l'editoriale che più mi è piaciuto è di alcuni giorni fa, di tenore opposto a questo. Se lo trovo riporto anche quello prima o poi.
  10.     Mi trovi su: Homepage #5758019
    Qui non siamo di fronte alle conseguenze di abusi edilizi diffusi, ma all'assenza di investimenti in opere pubbliche a protezione di aree lecitamente edificate. Il Veneto poi non è annegato in pochi millimetri d'acqua, ma sotto mezzo metro di pioggia in 24 ore più mezzo metro di neve che si è contemporaneamente sciolta. E i veneti non hanno fatto il diavolo a ! quattro perché nessuno se li filava, ma perché vogliono essere messi nelle condizioni di non dover chiedere aiuto.
    Il Giornale di Vicenza.


    Una bella serie di luoghi comuni legaioli...
    I veneti, i veneti, i veneti...Bravissimi, cementificano dolcemente...E i terroni....


    Speriamo che il PD e una certa sinistra non rencorrano i legaioli sul loro terreno....Ho sentito dire da sinistra che la Lega ha fallito nel veneto perchè non ha mantenuto le sue promesse...L'importante sarà non andare a chiedere voti e consensi facendo, da sinistra, le stesse promesse legaiole.
    Non so che di area sia il giornale di cui sopra....
    Non fosse d'area legaiola....Sareste messi male su nel Veneto.:)
  11.     Mi trovi su: Homepage #5758633
    superpadrepio ha scritto:
    Non so che di area sia il giornale di cui sopra....
    Non fosse d'area legaiola....Sareste messi male su nel Veneto.:)


    Spudoratamente Lega Nord. Prima delle Europee hanno silurato il vecchio direttore per rimpiazzarlo con uno più propenso ad appoggiare Zaia.
    Ripeto, non mi sono mai trovato a sostenere un articolo di Gervasutti (l'editorialista di cui sopra), però quell'articolo mi sembrava buono, dopo una settimana e passa di animi caldissimi e urli vari, riportare la calma senza sbraitare mi è sembrata una buona cosa.
  12.     Mi trovi su: Homepage #5758663
    Zanetti Capitano ha scritto:
    un bell'editoriale del Giornale di Vicenza:

    Gli equivoci da chiarire
    Qui non siamo di fronte alle conseguenze di abusi edilizi diffusi, ma all'assenza di investimenti in opere pubbliche a protezione di aree lecitamente edificate. Il Veneto poi non è annegato in pochi millimetri d'acqua, ma sotto mezzo metro di pioggia in 24 ore più mezzo metro di neve che si è contemporaneamente sciolta.

    per quel che mi riguarda, quando esprimo un giudizio su un'articolo, non mi frega niente di che area sia il giornale o il giornalista.
    Per me quelle citate qui sopra sono cose sacrosante. L'unico dubbio che ho è che si sia costruito lecitamente (con tutti i permessi edilizi in regola) su aree che non dovrebbero essere considerate edificabili.
    Succede qui da me (per quello lo dico), succede che il comune, per aumentare gli incassi dovuti ad oneri di urbanizzazione oltre che di imposte (ICI), trasformi aree agricole (vicino a roggie o corsi d'acqua) da 50/60 anni in aree edificabili con manovre più o meno discutibili.
    A parte questo, condivido il lamento dei veneti nei confronti dello stato, soprattutto mentre si parla di destinare altri fondi alla manutenzione degli scavi di Pompei!
    1 Superlega (Clausura 2007/08)
    1 Champions Superleague (apertura 2011/12)
  13.     Mi trovi su: Homepage #5758669
    e qui la domanda nasce spontanea: ma se ci sono parti d'Italia che sprofondano con pochi centimetri di pioggia, non sarebbe più URGENTE intervenire su quelle?:asd:
    ci sono alcuni Paesini vicino PAestum letteralmente inondati, stanno ancora aspettando il Berlusca e NON HANNO UN GIORNALE che chiede soldi al loro posto; per dire che: siamo così sicuri che i Veneti non stiano urlando per pretendere aiuti, mentre sono altre le zone che NON hanno voce ?
    .
    Zan, quell'editoriale così pacato e non urlato mi sembra chiaramente frutto del sonno della ragione: con quale criterio l'editorialista avrebbe dovuto urlare se in quelle zone sono loro che spadroneggiano da lustri ? con quale faccia avrebbe potuto farlo se sono loro al governo ?
    La calma è stata semplicemente dettata dalla consapevolezza che, come già scrivevo, essendo ormai in campagna elettorale, di soldi ne arriveranno, ma tanti.

  Il Veneto allagato

Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!

         

Online

Ci sono 0 ospiti e 0 utenti online su questa pagina