1.     Mi trovi su: Homepage Homepage #5755074
    A Baggio il Peace Summit Award
    "Meglio del Pallone d'oro"
    Il fuoriclasse, oggi presidente del settore tecnico della Figc, è stato premiato dai Nobel per la pace che lo hanno scelto per il suo aiuto alle organizzazioni benefiche e per il suo impegno nella campagna di liberazione della leader politica birmana Aung San Suu Kyi


    Roberto Baggio, 43 anni. Reuters
    TOKYO, 9 novembre 2010 - I premi Nobel per la pace hanno assegnato a Roberto Baggio il Peace Summit Award 2010, il riconoscimento che annualmente viene dato alla personalità che più si è impegnata verso i più bisognosi. Il 43enne ex calciatore italiano Pallone d'Oro nel 1993, oggi presidente del settore tecnico della Figc, è stato scelto per il suo aiuto alle organizzazioni benefiche e per il suo impegno nella campagna di liberazione di Aung San Suu Kyi, leader politica birmana. E Baggio non si smentisce nemmeno in questa circostanza: "Dividerò il premio che mi verrà consegnato in Giappone con tutta la brava gente della mia terra ferita a morte".

    ALBO D'ORO — In Giappone riceverà il riconoscimento da Mikhail Gorbaciov e Walter Veltroni, presidenti del summit giapponese incentrato su un "mondo senza armi nucleari". Baggio è stato votato all'unanimità per i suoi contributi alle organizzazioni di beneficenza in tutto il mondo, oltre ai finanziamenti agli ospedali, per il terremoto di Haiti e per il suo impegno per la libertà di Aung San Suu Kyi. "Quando è comparso il nome di Baggio tutti abbiamo detto di sì", racconta l'ex segretario Pd nonchè ex sindaco di Roma, che parla di "una bella scelta" a favore di "una persona con un'intensità interiore molto importante". L'ex Codino "è una persona che si è molto impegnata su questo fronte e che ha dimostrato di avere un sistema di valori molto forte" continua Veltroni, rilevando che è anche grazie alla sua fede buddhista che l'ex calciatore ha trovato "un equilibrio interiore e un senso di relazione con gli altri che l'ha portato a fare le scelte che poi ha fatto". In passato il World Peace Award è andato ad attori come Roberto Benigni o George Clooney; star della musica come Bono, Annie Lennox o Peter Gabriel; e perfino alla nazionale di calcio cantanti. "Questo premio è meglio del Pallone d'Oro" chiosa Baggio, per il quale rispetto a questo riconoscimento "è risibile ogni altro successo personale e professionale". Nel suo messaggio alle popolazioni del Veneto messe in ginocchio dal maltempo, promette di "tornare al più presto per tentare, nel mio piccolo, di fare qualche cosa di utile per rendere possibilmente meno pesanti gli effetti di questa calamità". "Io, nella pratica quotidiana di cittadino consapevole dei suoi diritti e dei suoi doveri - sottolinea l'ex n.10 - ho un'idea ben precisa rispetto alla regola fondamentale che dovrebbe guidare l'esistenza di ciascuno: la felicità del singolo non può e non deve mai passare attraverso l'infelicità altrui. Io parto per il Giappone - spiega Baggio - con il cuore in tormento".

    gasport
  2. Roma non deve essere capitale  
        Mi trovi su: Homepage #5755990
    Beh Baggio è stato un grande calciatore ed è tuttora un grande uomo.
    Se si vuole dare un senso alla propria vita, non occorre pensare di diventare dei grandi, ma si deve partire dal fare ogni giorno un qualcosa di piccolo all'interno del proprio micromondo.

  Senza Roberto non mi diverto

Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!

         

Online

Ci sono 0 ospiti e 0 utenti online su questa pagina