1.     Mi trovi su: Homepage Homepage #5761713
    Non credo se ne sia mai parlato. Purtroppo.

    Spero che in tanti abbiate visto questo picccolo grande film italico, opera prima dietro la macchina da presa del grande "caratterista" Rocco Papaleo.
    Che ci accompagna in un viaggio on the road atipico (a piedi, dallo Ionio al Tirreno), scorci da favola fuori da qualsiasi itinerario battuto e con protagonisti all'altezza, dallo spaccone Gassmann allo stralunato Gazzè, sempre muto); con una colonna sonora jazz azzeccatissima che fa da accompagnamento quasi continuo alle gesta di questi 4 ultimi; sempre in bilico fra felicità e malinconia.




    "A un’altra vita".

    Bangkok
  2.     Mi trovi su: Homepage Homepage #5761797
    melchio ha scritto:
    Visto visto..il film mi è piaciuto mentre le canzoni avvolte un po meno


    Troppo poco metal per i tuoi gusti :P


    A parte tutto, ci può stare. Io le ho trovato ottime perchè, tralasciando i testi a volte davvero irresistibili nella loro surrealtà, fan parte di un jazz che non si sente quasi più, almeno al cinema.
    Non a caso la musica è composta da una celebre jazzista, ora il nome non lo ricordo.
    "A un’altra vita".

    Bangkok
  3. Utente non attivo.  
        Mi trovi su: Homepage #5762563
    Sì, molto carino.
    E' da consigliare soprattutto a chi schifa genericamente il cinema italiano, perché se ne discosta molto. Si vede che è un atto d'amore verso una regione lontana dai clamori del turismo e comunque magnifica.
    Non escludo una capatina estiva, mi ha conquistato con le sue immagini.
    "Sì, possiano rimanere a dormire fuori...è abbastanza tiepido..." :))
  4.     Mi trovi su: Homepage Homepage #5762647
    Il gladiatore ha scritto:
    Sì, molto carino.
    E' da consigliare soprattutto a chi schifa genericamente il cinema italiano, perché se ne discosta molto. Si vede che è un atto d'amore verso una regione lontana dai clamori del turismo e comunque magnifica.
    Non escludo una capatina estiva, mi ha conquistato con le sue immagini.
    "Sì, possiano rimanere a dormire fuori...è abbastanza tiepido..." :))
     

    XD

    Cmq si, ha conquistato anche me che sono sempre in cerca di tratte un pò particolari.
    Particolarmente mi ha colpito il loro passaggio a Craco, in quella città fantasma che in parte mi ricorda la turca Uchisar, che ho visto st'estate.
    Ma proprio tutto il film ha ambientazioni suggestive; lo stesso arrivo dei "briganti" a cavallo, con un inquadratura perfetta è da antologia.
    "A un’altra vita".

    Bangkok

  Basilicata coast to coast

Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!

         

Online

Ci sono 0 ospiti e 0 utenti online su questa pagina