1. olèèèè duemila messaggi vediamoci al pub ;)  
        Mi trovi su: Homepage #5798683
    mhhhhh, un po' contorto il ragionamento ma si, lo condivido abbastanza.

    Cmq devo dire che anche su PS3 ci sono chicche giapponesi che non si sa se usciranno mai PAL o USA, forse USA via, ma qui da noi, grossi dubbi. Per esempio Catherine, è un gioco che è prettamente giapponese, e sinceramente non so se lo vedremo mai qui.

    Yakuza Kenzan, un'altro titolo dei tanti che vorrei poter giocare ma non ci si riesce!

    E poi lo store online giapponese pieno di belle stronzatine che giocano solo loro, che si, hanno lo stampo di vecchie glorie ma sono pur sempre titoli che almeno io vorrei poter giocare, già come pensavo ai tempi di PS2. Su 360 che io sappia, ma non sono molto informato, ci sono per lo più alcuni sparatutto di buona fattura.

    Per quanto riguarda NAMCO però io non credo che non abbia un Yen, un Dollaro, un Euro e persino una Lira per non portarci i Tales usciti su NDS, ma è vera e propria bastardaggine, loro sono fatti così.

    Cmq ripeto concordo su quel che dici per quanto riguarda la qualità globale dei titoli DS e PSP, e credo anche io che le prossime portatili avranno lo stesso trattamento, certo, innovazioni un po' qui e un po' la, ma restiamo sul versante puramente orientale, soprattutto su 3DS, PSP2 boh, credo sarà diversa.

    Nonostante ciò, sicuramente aquisterò (ovviamente non a prezzo pieno o chissà la versione lite che faranno sicuramente) il Nintendo 3DS e la Sony Playstation Portable 2, perché cmq ci saranno sempre alcuni giochi che seppur come dici tu non avranno nulla di nuovo, saranno cmq come dici appunto già tu, ottimi titoli, che vale la pena giocare secondo me.
    PS: aggiungo che anche su console casalingue c'è chi è rimasto secoli addietro eh ;)

    [Modificato da XESIRROM il 13/12/2010 13:27]


    .: Il mio canale YouTube :.
    Aggiungetemi su PSN o Xbox Live: morrisex al contrario e tutto maiuscolo
    War... war never changes.
  2. Addio, addio, addio, addio...Addio mia bimba di Miami...  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #5799022
    Tutto dipende da cosa e come uno vuole giocare...innovazioni dici?
    Ma, scusa l'ignoranza, anche nelle console da casa, tralasciando wii e motion controller, le innovazioni vere quante sono?
    Io ho solo un nintendo DS, quindi non posso di certo dare un giudizio su console che non ho, vorrei solo sapere cosa intendi per innovazioni, giochi che faranno storia...
    Penso che bene o male discendiamo tutti da quel Pong...e di cose veramente nuove siano poche ogni generazione!

    Tornando alla lista, io ho un pò di giochi per il mio DS, e mi sono piaciuti quasi tutti...non sono tutti titoli innovativi o memorabili, ma mi sono piaciuti...e questo credo sia lo scopo principe di ogni videogioco!
    "Dritti alla meta...e conquista la preda!"
    Codice 3DS : 0001-3358-0755

    Miei fumetti su http://shockdom.com/open/piratiz/
  3.     Mi trovi su: Homepage #5799122
    piratiz ha scritto:
    Tutto dipende da cosa e come uno vuole giocare...innovazioni dici?
    Ma, scusa l'ignoranza, anche nelle console da casa, tralasciando wii e motion controller, le innovazioni vere quante sono?
    Io ho solo un nintendo DS, quindi non posso di certo dare un giudizio su console che non ho, vorrei solo sapere cosa intendi per innovazioni, giochi che faranno storia...
    Penso che bene o male discendiamo tutti da quel Pong...e di cose veramente nuove siano poche ogni generazione!
    Tornando alla lista, io ho un pò di giochi per il mio DS, e mi sono piaciuti quasi tutti...non sono tutti titoli innovativi o memorabili, ma mi sono piaciuti...e questo credo sia lo scopo principe di ogni videogioco!
     Tu hai perfettamente ragione, piratiz, lo scopo di un gioco è divertire, e non sarò certo io a dire che su Nintendo DS o PlayStation Portable non ci siano giochi capaci di farlo. Altrimenti dovrei confessare che negli ultimi anni, duranti i quali ho giocato in prevalenza titoli per console portatile, mi sono altamente rotto le palle - perdona l'espressione.
    .
    Tuttavia, una cosa è elencare i giochi che ci sono piaciuti, altra è valutare l'offerta nel suo complesso, o meglio le sensazioni che l'esperienza portatile ci ha lasciato in questo tempo. Naturalmente ogni valutazione è soggettiva, ma non per questo deve essere priva di argomentazioni.
    .
    Il succo del mio discorso è, quindi, che a fronte di una buona dose di giochi interessanti e validi, sono mancate su nds e psp delle vere "stelle": una fitta rete di giochi originali di qualità (no remake, no porting, no adattamenti di vario genere), capaci da soli di caratterizzare le due console.
    .
    La mia impressione è, come ho detto nell'articolo, che ds e psp siano state due console per la sopravvivenza, piattaforme ingolfate per lo più di giochi "facili", al punto da renderle, agli occhi dell'appassionato, un valido complemento delle home console, più che una realtà a se stante da approfondire. Dai un'occhiata nel forum console al thread dedicato "al gioco dell'anno"... hai notato che tutti citano le home console e i pc e quasi nessuno si preoccupa di aggiungere le console portatili? Interessante, no?
    .
    Sono disposto a discuterne, ovviamente, ma la mia posizione è chiara: gli sviluppatori hanno sfruttato solo in minima parte il potenziale insito nelle console sony e nintendo; sono mancati i giochi originali, quasi del tutto. E con originale non intendo strutture inedite, ma serie nuove, giochi capaci di dare linfa alle vecchie strutture.
  4. Addio, addio, addio, addio...Addio mia bimba di Miami...  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #5799339
    Ora ho capito il discorso e devo dire di essere più o meno d'accordo!
    Dal mio canto posso dire che giochi di qualità ne ho provati, ma è vero che per la maggiore sono tutti giochi non "originali", inteso nel senso che intendi tu, ovvero nessun gioco davvero peculiare o creato esclusivamente per tale console...non si può citare Super Mario, Pokemon, Ace Attorney, Zelda, Final Fantasy, sono tutti brand riportati da altre console, riadattati per il contesto DS, ma non creati esclusivamente...tra quelli che ho io, così a mente, mi viene solo il Prof.Layton come gioco nuovo ed esclusivo...
    Di psp non parlo poichè non la ho!

    Però questo discorso è rischioso perchè può alimentare chi sostiene, commettendo secondo me un grosso errore, che le console portatili siano giochini di serie B, "perchè piene solo di porting e remake"...
    Se è vero che i nomi sono quelli, è anche vero che i giochi sono bei giochi, e questo snobismo è eccessivo...in fondo quanti sono i seguiti o i remake che si vedono sulle console da casa?Semplicemente il contesto è più ampio nelle home console che in quelle portatili...
    Che poi le potenzialità non siano state sfruttate del tutto, concordo...perchè i giochi di qualità, come detto, ci sono, ma non sono poi molti, apparte i soliti noti!
    "Dritti alla meta...e conquista la preda!"
    Codice 3DS : 0001-3358-0755

    Miei fumetti su http://shockdom.com/open/piratiz/
  5. Giovane cattolico  
        Mi trovi su: Homepage #5799947
    "Rischio di essere troppo severo, sono sicuro che ognuno di noi potrebbe elencare almeno una buona decina di giochi per console portatile che lo hanno appassionato, ma una volta stilata la vostra lista, rispondente a queste domande: quanti tra i titoli da voi scelti sono nuovi a tutti gli effetti, e quanti sono invece remake, porting o seguiti poco innovativi?"


    Sarò sincero, mi ci sono messo e la mia lista l'ho fatta, ma non la posto per un semplice motivo: non ha senso.

    Quello che voglio chiederti io, chrono, è questo: se elenchi i giochi delle ultime generazioni, quanti remake porting e seguiti poco innovativi trovi? Molti, moltissimi, probabilmente troppi, ma questo vale purtroppo da sempre, per tutte le consoles.

    Ma allo stesso tempo, in mezzo a questi titoli c'era la piccola gemma originale, di solito con scarse vendite annesse, che è poi diventata cult. Anche per DS e PSP è così.

    Non per i Jrpg però.

    Il discorso è quindi duplice e infatti nell'articolo parli di due cose diverse che a mio parere poco azzeccano tra loro: è il genere in "crisi", non le consoles, ed è un po' assurdo mischiare le due cose.

    Secondo me anche tu, come me, hai giocato a "troppi" giochi (le virgolette sono d'obbligo perché i giochi non sono mai "troppi" finché non li sentiamo tali) per queste console, e ti sei dimenticato di quelle piccole gemme affossate in tanta mediocrità che però è sempre stata una costante di questo hobby, e di sicuro non è aumentata rispetto ad un GBA o un Gameboy, anzi, è decisamente diminuita.

    Non li elenco di nuovo perché ripeto, non è una questione di "liste": è una questione di percezione, forse di "assuefazione alla mediocrità", che ti ha portato ad assimilare le console stesse con un genere, quello dei Jrpg, che fatica indipendentemente dal successo o considerazione da parte degli sviluppatori di una console.

    Allo stesso tempo mi domando con curiosità cosa sono i giochi non localizzati DS e PSP che vorresti giocare, a parte gli Shiren e i Tales mi sembra che sia arrivato veramente TUTTO, anche quello che non doveva arrivare!
    http://www.myspace.com/giovanecattolico

    Il nuovo progetto musicale.
  6.     Mi trovi su: Homepage #5799979
    Zakimos ha scritto:
    "Rischio di essere troppo severo, sono sicuro che ognuno di noi potrebbe elencare almeno una buona decina di giochi per console portatile che lo hanno appassionato, ma una volta stilata la vostra lista, rispondente a queste domande: quanti tra i titoli da voi scelti sono nuovi a tutti gli effetti, e quanti sono invece remake, porting o seguiti poco innovativi?"
    Sarò sincero, mi ci sono messo e la mia lista l'ho fatta, ma non la posto per un semplice motivo: non ha senso.
    Quello che voglio chiederti io, chrono, è questo: se elenchi i giochi delle ultime generazioni, quanti remake porting e seguiti poco innovativi trovi? Molti, moltissimi, probabilmente troppi, ma questo vale purtroppo da sempre, per tutte le consoles.
    Ma allo stesso tempo, in mezzo a questi titoli c'era la piccola gemma originale, di solito con scarse vendite annesse, che è poi diventata cult. Anche per DS e PSP è così.
    Non per i Jrpg però.
    Il discorso è quindi duplice e infatti nell'articolo parli di due cose diverse che a mio parere poco azzeccano tra loro: è il genere in "crisi", non le consoles, ed è un po' assurdo mischiare le due cose.
       Fai bene a non postare la lista Zaki, almeno in questa prima fase, ci porterebbe lontano, e infatti pure io ho evitato di fare liste nell'articolo, perché più che di giochi era di sensazione che volevo parlare.
    .
    Ho sottolineato le due parti che, ora come ora, mi interessano, poi apriamo anche agli altri argomenti da te citati.
    .
    Partiamo da un primo punto: una console non può essere in crisi. Una console è un oggetto neutro con delle potenzialità, una forma con dei limiti dentri i quali qualcuno, gli sviluppatori, può esprimersi. Sono quindi d'accordo con te: sono certi generi (non sono quello dei giochi di ruolo) e certi sviluppatori (in questo caso quelli giapponesi) a essere in crisi... e con crisi intendo un vuoto creativo. Il tutto  rispetto a un passato con il quale confrontarsi.
    .
    La mia sensazione, ecco, è che su nds e psp si sia visto poco, molto poco, perché troppo spesso, da parte soprattutto degli sviluppatori orientali, si sono visti facili porting, remake scontati, seguiti di seguiti di seguiti e pochissimi prodotti originali, molti dei quali concentrati nei primi anni di vita delle console, quando sembrava esserci ancora un certo stimolo creativo, la voglia di scoprire quali e quanti possibilità queste console avrebbero potuto aprire (pensa a Kirby Canvas, Nintendogs, Meteos, Jump SuperStar, Daigasso, Ouendan e via di questo passo). Poi c'è stato un lento e lungo afflosciarsi.
    .
    Io avrei voluto vedere platform game che ribaltavano i classici a 16 bit, nuove avventure, nuovi personaggi, mirabolanti strutture, un level design complesso; i giapponesi potevano farcela. Un rifiorire degli shoot'em up classici, che su portatile si sarebbero adattati benissimo... invece, solo collection, qualche porting, un paio di seguiti; avrei voluto vedere esplodere il genere degli RPG, fioririe nuovi tattici, vivere avventure condite da una grafica 2D ai massimi livelli e da strutture che sapessero elaborare e portare a compimento quanto visto con Chrono Trigger e Romncing Sa.Ga 3 (per citare due titoli avveniristici ancora oggi... rispetto a quello che esce); avrei voluto avventure e action 2D che ripartissero dagli archetipi di una volta (Hagane, Nosferatu, Strider... per citare degli esempi, o Assault Suit Valken o Rolling Thunder...). E via di questo passo. Questo era cibo dei giapponesi. Perché non hanno riportato in auge queste strutture, con nuovi e più mirabolanti titoli? Solo sui portatili questi generi avrebbero potuto rifiorire. O vuoi dirmi, forse, che un pubblico per questi giochi non ci sarebbe stato... vuoi dirmi, chessò, che non c'è più nessuno desideroso di giocare un buon beat'em up vecchia scuola? Può essere, ma accidenti, tolto questo cosa resta? Su console portatile molto di quello che abbiamo visto fino a oggi, e su home console le nuove strutture promosse dagli sviluppatori occidentali: FPS, Action e Adventure 3D e quando capita Beat' em UP 3D e i simulatori di guida (per quanto riguarda le produzioni macro) e molti di quei generi da me citati sopra, scaricabili dai diversi Store, ma con una chiara impronta occidentale, che me li fa piacere di meno.
    .
    Ecco perché non posso rispondere alla prima parte del tuo post. Immagino che anche su xbox 360 e ps3 sia pieno di remake e bla bla bla... ma a me non interessa, voglio parlare di quello che mi piace giocare, titoli con quello stile giapponese che ho amato nel passato, amo tutt'ora, che speravo veder rifiorire a mille sui due portatili, che sono poi un insieme di Super Famicom + Mega Drive + Nintendo 64 + mezza Playstation 2 (Saturn e PSone).Pensa mettendo insieme tutta questa roba cosa avremmo potuto giocare, e cosa abbiamo invece giocato.
    .
    No, non ce la faccio a essere soddisfatto, sul serio. Sarà che forse avevo grandi aspettative, sarà che forse sono passato attraverso troppa roba marcia, sarà che non mi accontento, però avrei voluto godere di ben altro, più vario, articolato, qualcosa di magnifico che facesse arrivare ai massimi livelli quel che ho giocato, di giapponese, tra il 1985 e i primi anni 2000. Quasi vent'anni di goduria che, non so, mi sembra oggi rinchiusa in un limbo.
    .
    Ma forse, sai, è solo un articolo sentimentale... e i sentimenti offuscano spesso la ragione.
  7. Giovane cattolico  
        Mi trovi su: Homepage #5800000
    chrono ha scritto:
    Io avrei voluto vedere platform game che ribaltavano i classici a 16 bit, nuove avventure, nuovi personaggi, mirabolanti strutture, un level design complesso; i giapponesi potevano farcela. Un rifiorire degli shoot'em up classici, che su portatile si sarebbero adattati benissimo... invece, solo collection, qualche porting, un paio di seguiti; avrei voluto vedere esplodere il genere degli RPG, fioririe nuovi tattici, vivere avventure condite da una grafica 2D ai massimi livelli e da strutture che sapessero elaborare e portare a compimento quanto visto con Chrono Trigger e Romncing Sa.Ga 3 (per citare due titoli avveniristici ancora oggi... rispetto a quello che esce); avrei voluto avventure e action 2D che ripartissero dagli archetipi di una volta (Hagane, Nosferatu, Strider... per citare degli esempi, o Assault Suit Valken o Rolling Thunder...). E via di questo passo. Questo era cibo dei giapponesi. Perché non hanno riportato in auge queste strutture, con nuovi e più mirabolanti titoli? Solo sui portatili questi generi avrebbero potuto rifiorire. O vuoi dirmi, forse, che un pubblico per questi giochi non ci sarebbe stato... vuoi dirmi, chessò, che non c'è più nessuno desideroso di giocare un buon beat'em up vecchia scuola? Può essere, ma accidenti, tolto questo cosa resta? Il noto, su console portatile, molto di quello che abbiamo visto fino a oggi, e le nuove strutture promosse dagli sviluppatori occidentali: FPS, Action e Adventure 3D, Beat' em UP 3D (quando capita), per quanto riguarda le produzioni macro e molti di quei generi da me citati, scaricabili dagli Store, ma con una chara impronta occidentale, che me li fa, personalmente piacere di meno.


    Ti sei risposto da solo, null'altro da aggiungere.

    Ciò che vuoi tu oggi non si può più avere, perchè nessuno, a parte te e pochi altri, li comprerebbe.

    Mentre leggevo i tuoi titoli, pensavo: beh, si cazzarola, che bello un action 2d davvero originale.. che bello sarebbe un platform spacarrone..

    Ma subito mi sono detto: beh, ci credo che non li fanno: chi li comprerebbe??

    Su console portatile tolte le vecchie glorie restano i puzzle games - a mio parere ancora solidi in questa generazione - e tanti piccoli esperimenti, le piccole gemme, le piccole commistioni di generi - e se è vero che molti vengono dall'occidente, è anche vero che spesso il confine è più labile di quanto sembri, anche per quanto riguarda il chara (esempio a caso che mi viene in mente, stando lontani da liste: Henry Hatsworth).

    Non ci sono QUEI generi perché quei generi:

    a) non venderebbero niente (ok che erano porting, ma l'accoglienza di una super cartuccia super offerta galattica come la Rockman Zero Collection? E parliamo dei migliori action 2d degli ultimi anni).
    b) sono generi ormai privi di una propria identità (Jrpg).

    Sul fatto che il meglio sia stato dato a inizio generazione, è verissimo da un lato ma è anche molto collegato all'aumento dei giochi mediocri in uscita, che offuscano più facilmente i giochi potenzialmente interessanti. Fino al 2009, qualcosa di buono ogni anno per DS e PSP è sempre uscito, ma si notava meno perchè i riflettori erano sempre sui giochi "banali" :)

    Il problema è che in quei mesi tu passavi forzatamente da Nostalgia a Infinite Space a 4 Heroes of Light e altra mediocrità, mentre io magari giocavo meno ma .. giocavo titoli divertenti (e non tutti occidentali) :))
    http://www.myspace.com/giovanecattolico

    Il nuovo progetto musicale.
  8.     Mi trovi su: Homepage #5800016
    Zakimos ha scritto:
    Ti sei risposto da solo, null'altro da aggiungere.
    Ciò che vuoi tu oggi non si può più avere, perchè nessuno, a parte te e pochi altri, li comprerebbe.
    Mentre leggevo i tuoi titoli, pensavo: beh, si cazzarola, che bello un action 2d davvero originale.. che bello sarebbe un platform spacarrone..
    Ma subito mi sono detto: beh, ci credo che non li fanno: chi li comprerebbe??
         Aspetta, non mi toccare Infinite Space che l'ho adorato (parentesi chiusa).
    .
    Ok, ho colto il tuo ragionamento, però mi viene da obiettare. Donkey Konk Country su wii sta avendo il suo riscontro, no? Perchè una cosa simile su DS e PSP non potrebbe funzionare. Il buon Prinny Can I really be the Hero? del resto ha funzionato. Anche il Ghost n' Goblin, penso. Solo sono rimasti lì, sporadici esempi (e non proprio eccezionali... parlo in particolare del Prinny. Bello eh, ma tutt'altro che rivoluzionario).
    .
    Allo stesso tempo, mi vengono in mente i Braid, 'Splosion Man, MeatBoy su Arcade Live. La gente mi pare li apprezzi. Perché i giappi non imitano questo trand, proponendo la loro visione odierna di quei generi? Caspita, Shantae DS è stato premiato, penso, almeno dalla critica. Ma ancora una volta è un team occidentale ad averlo sviluppato. Che poi a me non interessa farla diventare una guerra occidente/oriente, eh, ci mancherebbe. Solo che DS e PSP sono principalmente legate al Giappone e della involuzione artistica di quest'ultimo mi sembrano soffrire, soprattutto rispetto alle home console, premiate dalla "fuga per la vittoria" degli sviluppatori nostrani. Il ragionamento è tutto legato a questa semplice constatazione.
    .
    A questo punto, se non ti rompe, mi piacerebbe leggere la tua lista, per capire a quali generi tu faccia riferimento in particolare (ho capito per esempio che il puzzle game ha avuto il suo momento d'oro, e sono d'accordo su questo), o meglio ancora, i titoli originali che secondo te danno significato alle due console portatili, quelli che permettono a queste ultime di pareggiare la partita con le home console, o se non pareggiare almeno affrontarle a testa alta, da pari a pari, senza nessun complesso di inferiorità.
    .
    Lo chiedo, sai, perché io ho fatto fatica a formularla.
  9.     Mi trovi su: Homepage #5800141
    sona ha scritto:
    bypasso, almeno per il momento, poi non so, la discussione per essere un infausto messaggero: FlighPlan è fallita da mesi. :'(
    :-| ... ecco, cado dal pero... e queste sono notizie che fanno male. Come Flight-Plan è fallita, quando? Dove? Come?
    .
    E mi sembrava che era un po' che non usciva qualcosa di loro... me lo stavo chiedendo proprio l'altro giorno, mentre ponderavo una volta per tutte l'acquisto di Sacred Blaze su PS2.
    .
    Amarezza... ero il miglior sviluppatore di SRPG "seri" presente sulla piazza.
    .
    Dragon Shadow Spell rimarrà sempre nella mia memoria.
  10. la vita è tutto ciò che succede mentre noi siamo affaccendati altrove  
        Mi trovi su: Homepage #5800147
    chrono ha scritto:
    :-| ... ecco, cado dal pero... e queste sono notizie che fanno male. Come Flight-Plan è fallita, quando? Dove? Come?
    .
    E mi sembrava che era un po' che non usciva qualcosa di loro... me lo stavo chiedendo proprio l'altro giorno, mentre ponderavo una volta per tutte l'acquisto di Sacred Blaze su PS2.
    .
    Amarezza... ero il miglior sviluppatore di SRPG "seri" presente sulla piazza.
    .
    Dragon Shadow Spell rimarrà sempre nella mia memoria.
     hanno raccolto un flop dietro l'altro nel 2009, forse anche per scelte sbagliate. Sacred Blaze e Summon Night Gran These (il loro ultimo gioco) sono andati ovviamente male essendo usciti su ps2. Summon Night Tears Crow è andato male e pure Shining Force Feather è stato un flop. Poi non so, ma se in questa generazione pure Tales Studio è finito in rosso, non oso pernsare publisher piccoli come flightplan. Non credo ci sia stato un annuncio ufficiale, sono usciti di scena con discrezione dopo tipo vent'anni di onorato servizio.
    La formicuzza dal grande dolore, prese uno spillo e se lo ficcò nel core...
    La Compagnia del Saturn...cari vecchi ricordi di Next.
  11.     Mi trovi su: Homepage #5800155
    sona ha scritto:
    hanno raccolto un flop dietro l'altro nel 2009, forse anche per scelte sbagliate. Sacred Blaze e Summon Night Gran These (il loro ultimo gioco) sono andati ovviamente male essendo usciti su ps2. Summon Night Tears Crow è andato male e pure Shining Force Feather è stato un flop. Poi non so, ma se in questa generazione pure Tales Studio è finito in rosso, non oso pernsare publisher piccoli come flightplan. Non credo ci sia stato un annuncio ufficiale, sono usciti di scena con discrezione dopo tipo vent'anni di onorato servizio.
    Sono basito, e amareggiato. Cioé, stiamo parlando di chi ha creato Black/Matrix, l'infinita saga di Summon Night e una perla come Dragon Shadow Spell, nonché quello strano, mezzo-riuscito, ma comunque interessante Eternal Poison. E' una notizia che mi fa male quasi quanto il primo scioglimento di Quest, la rottura di Quintet, il degrado di Technosoft e la chiusura di Data East Corporation. Andiamo bene.
    .
    E sai cosa, proprio oggi pensavo tra me: ok, devo comprare Shiren 5, uscito da pochi giorni, ma non ero entusiasta, perché per la prima volta da quando è nata questa serie, c'è un capitolo - che per quanto sicuramente buono - sa di riciclo rispetto ai prequel, e in particolare ripetto al 4 (del quale, in sostanza, sembra un'espansione). Ero scontento, ma adesso mi viene da dire: poco male, purché Chun sopravviva, e che sfrutti pure quei dannati Pokémon Mystery Dungeon per far soldi e stare a galla... e così pure tante altre piccole realtà tipo Nippon Ichi: che sfrutti pure Disgaea e che continui pure a mettere Laharl ovunque, purché possa ancora esprimersi con titoli come Z.H.P. , Soul Nomad e Phantom Brave. Chissà quanto resisteranno ancora i piccoli sviluppatori. Godiamocela finché dura.
  12. Giovane cattolico  
        Mi trovi su: Homepage #5800723
    chrono ha scritto:
    Lo chiedo, sai, perché io ho fatto fatica a formularla.


    I giochi che citi hanno tutti una particolarità: sono usciti in versione download. Già questo è un segnale che il genere non sta bene, per niente, perché "in download" nella mente degli acquirenti significa anche "di serie B".

    DK vende perché è DK, se capisci cosa intendo. prinny, Wario Land Shake it, Klonoa han tutti venduto male.

    XBLA si rivolge a un pubblico occidentale e con intenti nostalgici, non orientale.

    Discorso lista: non mi è chiaro a che giochi fai riferimento tu. Mi sembra tu ti riferisca ai giochi che hanno davvero creato un precedente, che hanno segnato in modo indelebile il mercato.

    Escludendo le innovazioni che non hanno avuto influenza/seguito (trauma center, half minute hero, i giochi Arkedo, Scribblenauts, Crush, Badman, Dissidia, Kirby..), e quelli ottimi ma che non hanno inventato nulla, citerei giusto giochi come la serie di Layton, tutti gli altri prodotti per adulti (da Brain training a Picross passando per tutti gli altri), Ouendan/Elite Beat Agents per i music games, il Puzzle RPG come nuovo genere (so che ci sono stati precedenti - Puyo Puyo Rpg - ma non con questo tipo di commistione), i lavori di Mizuguchi per i puzzle games (soprattutto Lumines), Locoroco e Patapon per lo stile e il gameplay, Monster Hunter per l'aspetto sociale.

    Son pochi, questo è sicuro, ma a conti fatti sono pochi in senso assoluto i prodotti che sanno "innovare davvero" come mi sembra intendi tu.

    Tra i tanti, tantissimi giochi per console da casa che vengono ricordati come imprescindibili per l'evoluzione del medium, nel 90% dei casi l'evoluzione è avvenuta tramite un aumento di potenza di calcolo, che permetteva di fare cose prima solo accennate o impossibili.

    Cosa impossibile su console portatile, che non innovando in potenza-grafica non può giocare questa carta (infatti se ci penso, su GBA non trovo nulla che abbia fatto scuola, e su Gameboy direi solo Tetris e Pokemon, tra le centinaia di titoli ottimi di entrambe le consoles).

    [Modificato da Zakimos il 14/12/2010 14:45]

    http://www.myspace.com/giovanecattolico

    Il nuovo progetto musicale.
  13. Utente non attivo.  
        Mi trovi su: Homepage #5801091
    Un pezzo amaro, su cui dovrei riflettere un pò. E' probabile che la stratificazione di più fenomeni più o meno connessi abbia creato una situazione in cui non tutto quello che si dipinge per errato in realtà lo sia.
    Io credo, per iniziare una riflessione, che il passaggio dalla seconda alla terza dimensione abbia abortito la percezione lineare di "evoluzione", fino a quel momento concepita come "ritorno esponenzialmente migliorato dell'identico".
    Sto aspettando un seguito di Strider ma questo non me figuro in terza dimensione, il mio ricordo si è fermato di fronte al fallimento di Strider 2 su Psx, un semplice vicolo cieco in un mondo in cui, purtroppo o per fortuna, si poteva guardare in una dimensione nuova.
    Il cambiamento di direzione operato dalla rivoluzione estetica e meccanica si è portato via la suggestione simbolica e astratta (finanche pittorica/pittoriale nel caso di una grafica bidimensionale di derivazione nipponica) del vecchio modo di giocare, ossia a poco a poco ha distrutto alle fondamenta alcuni generi, tra cui il gioco di ruolo giapponese, la cui espressione moderna avrebbe manifestato delle aporie troppo insanabili per interessare il grande pubblico.
    Oggi esiste Contra? Sì, è Vanquish.
    Oggi c'è Ghost & Goblins? Sì, è DMC.
    Ma a prescindere da tutto, il dominio degli stilemi occidentali ha decretato la scomparsa di quello spirito nipponico, che unisce una narrazione leggere ad un romanticismo difficilmente replicabile fuori dalla sua epoca e fuori da un'offerta intenzionale.
    Basta guardare l'introduzione di DMC4 per afferrare alcune sfumature che si sono perdute.

  [Editoriale Trigger] Il viaggiatore immobile

Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!

         

Online

Ci sono 0 ospiti e 0 utenti online su questa pagina