1.     Mi trovi su: Homepage Homepage #5809913
    ecco un altro gioco da cui tutti quelli che non conoscono l'inglese (e non vogliono impararlo) sono tagliati fuori...
    [i]"Io ne ho viste cose che voi umani non potreste immaginarvi, navi da combattimento in fiamme al largo dei bastioni di Orione e ho visto i raggi B balenare nel buio vicino alle porte di Tannoiser... e tutti quei momenti andranno perduti nel tempo come lacrime nella pioggia...
  2.     Mi trovi su: Homepage #5810245
    uno del popolo ha scritto:
    ecco un altro gioco da cui tutti quelli che non conoscono l'inglese (e non vogliono impararlo) sono tagliati fuori...
    Come con tante altre produzioni confinate in Giappone del resto... e lì è ancora peggio. Comunque, la versione da noi recensita è quella americana, e purtroppo non c'è ancora nessuna previsione per un'uscita europea... e non è detto poi che, nel caso, il gioco venga localizzato. Ecco, qualora se ne occupasse Nintendo, come con Last Window, ci potrebbe essere qualche possibilità di un testo in italiano. Ma è un'ipotesi remota.
  3.     Mi trovi su: Homepage #5811566
    Ok, finito ieri per la prima volta.
     finale con la coltellata 
     
    Non so, vedo di buttare giù i pensieri come mi vengono, premettendo che le mie impressioni sono comunque sicuramente parziali e non definitive (perché credo che mai come in questo gioco il raggiungimento dei vari finali non sia un extra accessorio ma il vero fulcro dell'esperienza).

    Ci sono elementi indubbiamente positivi in 999 (su tutti il fatto che l'abbia di fatto finito in 2 giorni, e che in ogni momento libero mi venisse spontaneo prendere in mano il DS per scoprire il seguito della storia), ma globalmente sono piuttosto deluso. 
    Quello che a mio avviso latita in maniera inspiegabile e preoccupante è il pathos, l'atmosfera. Mi è sembrato tutto piuttosto banalotto, con i vari personaggi che in una situazione comunque anormale ed estrema non si fanno particolarmente prendere dal panico (fatta eccezione per qualche frasetta buttata lì ogni tot, giusto per rimarcare il fatto che non siano in crociera sul Nilo) e non trasmettono AFFATTO l'ansia delle 9 ore che passano inesorabili e della morte che minacciosamente si avvicina sempre più.
    Direttamente legato a questa sensazione di assenza di pericolo c'è la figura di Zero: ora, non so chi sia e non ho chiaramente ancora decifrato l'enigma alla base di tutto l'insieme, ma così com'è mi sembra un cattivo troppo evanescente, impalpabile... E' lì, sullo sfondo, ma non si fa mai vedere e né praticamente sentire, anestetizzando la sua incisività e riducendo il fattore "paura" a livelli francamente inaccettabili per la situazione descritta dal gioco. 
    Anche l'ambientazione in questo senso aiuta davvero poco/nulla: una nave vecchia di quasi 100 anni che comunque viene presenta come ambigua piuttosto che come concretamente pericolosa, dove la morte è di fatto molto meno dietro ad ogni angolo di quanto Zero e tutto il contesto vorrebbero farti credere.
    Narrativamente quindi, siamo sul bocciato andante.
    Ho giusto apprezzato la differenziazione adeguata tra i vari personaggi, che riescono ad emergere con i loro caratteri e le loro diverse attitudini alla vita e al bizzarro esperimento (anche se alcuni -su tutti Santa e Snake- sono palesemente più affascinanti di altri -tipo Ace o June). 

    Purtroppo pure ludicamente 999 mi pare tutto fuorché inattaccabile: mi sembra un titolo davvero troppo indeciso sulla sua stessa natura, al punto da rivelarsi indefinito ed incerto da più di un punto di vista.
    Come "libro", come racconto testuale, per quanto scritto bene non è certo una roba apocalittica, di quelle che ti tolgono il respiro per le trovate imprevedibili o per i continui colpi di scena capaci di far crollare sistematicamente le tue convinzioni.
    Come videogame, come avventura grafica, è piuttosto banalotto: gli enigmi sono piuttosto semplici (nonché occasionalmente fastidiosamente guidati!) e soprattutto mai creativi o legati a logiche di pensiero laterale: è SEMPRE e SOLO questione di trovare prima un certo oggetto, guardarlo, cercarne un altro, tenere a mente una cosa/fare due calcoli e stop.
    Oltretutto non sfrutta neanche per sbaglio le feature del DS, risultando così mooolto meno incisivo di certi passaggi di un Another Code a caso che comunque mi sono rimasti impressi per la loro originalità (vedi l'enigma del francobollare un documento chiudendo il DS).
    Come "Librogame", come storia non lineare, è veramente troppo troppo debole: poche scelte, quasi sempre e solo legate al caso o a simpatie/antipatie superficialissime piuttosto che a questioni morali veramente pesanti, di quelle da rodersi dentro sul da farsi. E questo per me è stata una bella delusione, me lo aspettavo molto più profondo a livello emozionale.

    Alla fine sono contento di averlo preso e di essermi levato lo sfizio, sto già rigiocandolo per vedere gli altri finali (anche se mi scazza di brutto dover rifare gli enigmi che già ho fatto, non potevano farti skippare anche quelli?!?), ma a mio avviso così com'è ora è tutto fuorché quella bomba assurda che mi aspettavo.
    E' un gioco da 7, non da 9,5-10 come dicono in molti...
    Poi magari è un problema mio, ma francamente mi pare si sia costruito un caso su qualcosa di non così clamoroso e groundbreaking, ecco.  

    Ora ditemi la vostra, dai.

    [Modificato da Mdk7 il 23/12/2010 14:23]

    Il Generale Shark così parlò: "...mi dia tempo e il mondo userà i pollici solo per suonare il campanello di casa."
    *Oo RimaNi Col Dubbio oO*
    ..:: BLoOd Is My AvAtaR ::..
  4.     Mi trovi su: Homepage #5811619
    Mdk7 ha scritto:
    Io non l'ho letta, però la sto aspettando caro Chrono! :))
       Si è cancellata...
    .
    Vabbè, ero riuscito a scriverla bene, mi tocca ricominciare.
    .
    Scrivevo: molte delle cose che dici le riconosco, giacché pure io, come ebbi modo di dire, rimasi interdetto all'inizio, non capivo certi aspetti, la semplicità dei rebus, l'assenza di spiegazioni, la latitanza di Zero, il comportamento dei personaggi. Poi, giocando, tutto ha trovato un senso e tutto si è completato: motivo per il quale elogio 999 ai massimi livelli. Ti suggerisco, quindi, di aspettare e di approfondire il gioco, prima di esprimere un giudizio "netto" con tanto di voto. Certo, sia chiaro, se ti è passata la voglia di giocarlo, c'è poco da controbattere. Punto. Altresì, qualora lo portassi a termine e le tue opinioni rimanessero le stesse, non ti si potrebbe dire comunque nulla. Non si può pretendere che un gioco piaccia necessariamente e universalmente a tutti.
    .
    Tuttavia, proprio perché l'ho goduto fino in fondo, so che 999 dispiega le sue qualità sulla distanza, poiché è nello svelamento dei segreti che si gioca la bellezza del titolo. Ecco, mi auguro che tu possa apprezzarlo fino in fondo, non tanto perché mi interessa che anche tu ti unisca al novero di chi lo "ama", ma perché tu possa goderne in pieno.
    .
    p.s.: volevo anche dirti di mettere in spoiler i riferimenti che fai al contesto e al luogo del gioco... per carità, nulla di compromettente, ma anche quella può essere una sorpresa per chi gioca. grazie :)
  5.     Mi trovi su: Homepage #5811629
    chrono ha scritto:
    Si è cancellata...
    .
    Vabbè, ero riuscito a scriverla bene, mi tocca ricominciare.
    .
    Scrivevo: molte delle cose che dici le riconosco, giacché pure io, come ebbi modo di dire, rimasi interdetto all'inizio, non capivo certi aspetti, la semplicità dei rebus, l'assenza di spiegazioni, la latitanza di Zero, il comportamento dei personaggi. Poi, giocando, tutto ha trovato un senso e tutto si è completato: motivo per il quale elogio 999 ai massimi livelli. Ti suggerisco, quindi, di aspettare e di approfondire il gioco, prima di esprimere un giudizio "netto" con tanto di voto. Certo, sia chiaro, se ti è passata la voglia di giocarlo, c'è poco da controbattere. Punto. Altresì, qualora lo portassi a termine e le tue opinioni rimanessero le stesse, non ti si potrebbe dire comunque nulla. Non si può pretendere che un gioco piaccia necessariamente e universalmente a tutti.
    .
    Tuttavia, proprio perché l'ho goduto fino in fondo, so che 999 dispiega le sue qualità sulla distanza, poiché è nello svelamento dei segreti che si gioca la bellezza del titolo. Ecco, mi auguro che tu possa apprezzarlo fino in fondo, non tanto perché mi interessa che anche tu ti unisca al novero di chi lo "ama", ma perché tu possa goderne in pieno.
        No ma come ti ho scritto LO SO che il mio è un giudizio non definitivo... però una cosa permettimela: se per fare :O "oooooooh!" :O  devo finire il gioco 6 volte e per 5 volte la reazione è :-\ "mmm..." :-\ forse qualche problemino di design c'è.
    Con questo, se tutto si incastra sono ancora più motivato a scoprire i segreti della storia!
    Domanda: ma per arrivare al finale vero devo passare PER FORZA da tutti quelli "falsi"?
    Il Generale Shark così parlò: "...mi dia tempo e il mondo userà i pollici solo per suonare il campanello di casa."
    *Oo RimaNi Col Dubbio oO*
    ..:: BLoOd Is My AvAtaR ::..
  6.     Mi trovi su: Homepage #5811646
    Mdk7 ha scritto:
    Domanda: ma per arrivare al finale vero devo passare PER FORZA da tutti quelli "falsi"?
     Ecco,questo è il punto anche per me,visto che di solito non finisco più volte i giochi.
    Comunque sono molto intrigato...e dato che ultimamente il tempo per giocare con le home consoles è pari a zero mi sto spostando sulle portatili.
    Ultimo gioco terminato: Shadow of the Damned
    Sto giocando a: Batman Arkham City
    Sto aspettando: Asura's Wrath
  7.     Mi trovi su: Homepage #5811648
    Mdk7 ha scritto:
    No ma come ti ho scritto LO SO che il mio è un giudizio non definitivo... però una cosa permettimela: se per fare :O "oooooooh!" :O  devo finire il gioco 6 volte e per 5 volte la reazione è :-\ "mmm..." :-\ forse qualche problemino di design c'è.
    Con questo, se tutto si incastra sono ancora più motivato a scoprire i segreti della storia!
    Domanda: ma per arrivare al finale vero devo passare PER FORZA da tutti quelli "falsi"?
     Ma certo, sono d'accordo caro, ci mancherebbe. Un gioco non può - mai - pretendere di essere capito, né di convincere solo dopo aver fatto spendere al giocatore ventimila ore... sarebbe come con quegli scrittori che dicono alla casa editrice: "sa, il mio libro parte lento, ma aspetti di arrivare alla fine... è una figata"... Io, da lettore, alla fine di un romanzo non ci arrivo se questo non mi prende fin dal principio.
    -
    Il mio era un riferimento non tanto all'architettura del gioco (se non piace non ci sono cazzi), quanto alle problematiche legate al comportamento dei personaggi e al loro vissuto all'interno del gioco: senza spoilerarti nulla, posso solo dire, per l'esperienza vissuta, che il quadro piano piano si completa e alcune delle considerazioni che fai trovano infine risposta.

  [Recensione Nine Hours, Nine Persons, Nine Doors] Delitto e castigo

Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!

         

Online

Ci sono 0 ospiti e 0 utenti online su questa pagina