1. Utente non attivo.  
        Mi trovi su: Homepage #5851643
    Paul Di Resta, un uomo... un perchè
    Sebastian Vettel e Lewis Hamilton hanno avuto un percorso più facile (del mio) attraverso le categorie formative: questo è il pensiero del nuovo debuttante in F1, Paul di Resta, che ha spiegato di sentirsi parte della stessa generazione che ha prodotto i campioni del mondo 2008 e 2010.
    Lo scozzese di Resta, 24 anni, ha corso nel DTM, il campionato turismo tedesco, dopo aver battuto proprio Vettel nella corsa al titolo della F3 Euroseries, anno 2006.
    “Non dico che è stato frustrante, ma loro hanno avuto un percorso più facile del mio”, ha detto riferendosi tanto a Vettel quanto a Hamilton, protetto della McLaren, il cui padre Anthony è manager di di Resta.
    “Loro avevano appoggi diversi, e sono arrivati in F1 un po’ più velocemente. Guardando questo aspetto sono stati più fortunati di me, ma alla fine sono arrivato anch’io”, ha argomentato.
    di Resta ha poi insistito di non essere preoccupato per i traguardi già raggiunti dai due campioni: “Non voglio sembrare presuntuoso, ma io non correvo in F1 quando loro hanno vinto i loro campionati. Abbiamo fatto dei bei duelli, e spero di ripeterne qualcuno in futuro.”
    Il suo rivale numero uno è, ovviamente, l’altro pilota Force India, Adrian Sutil: “Spero di essere veloce quanto lui, o anche un po’ di più, sin dall’inizio.”

    [Modificato da matly il 29/01/2011 15:32]

  2. Utente non attivo.  
        Mi trovi su: Homepage #5851656
    http://www.repubblica.it/sport/formulauno/2011/01/28/news/f150_nuova_ferrari_f1_presentazione_in_diretta-11753560/?ref=HRERO-1

    Presentazione nuova Ferrari F1




    F150, nuova Ferrari F1
    la presentazione in diretta
    Muso alto, enorme bandiera tricolore sull'alettone di coda. Montezemolo: "Abbiamo la responsabilità di rappresentare il made in Italy. E nel momento in cui il nostro Paese si distingue per essere 'tutti contro tutti' questo vuole essere un bel messaggio di orgoglio"
    di VINCENZO BORGOMEO

    Si chiude così il lancio della Ferrari costruita intorno ai nuovi regolamenti, la macchina della riscossa. Uno show che conta sempre nel mondo della F1, sia per gli sponsor che per i tifosi. I mondiali, si sa, si vincono anche così...

    Montezemolo chiama sul palco Piero Ferrari, l'Ad Felisia, i piloti, i tecnici e Sergio Marchionne: "Facciamo una foto di gruppo che porta bene"

    MONTEZEMOLO: "Quando veniva l'avvocato Agnelli diceva sempre 'il caro Schumacher' e sono contento che Elkann abbia fatto riferimenti al made in Italy e che si voglia proseguire così la nostra storia. Prima di chiudere, il mito della Ferrari era gli Usa, l'Europa. Quest'anno abbiamo chiuso il 2010 con macchine che costano il doppio in Cina, poi abbiamo avuto l'onore di aprire un parco ad Abu Dhabi. E volevamo farvelo vedere, per incoraggiarvi ad andare. Il viaggio è una cosa straordinaria, anche per i nostri figli. Questo è solo un piccolo assaggio"

    ELKANN: "Sono contento di essere qui con l'Ad di Marchionne, come testimonianza del nostro supporto alla scuderia. Mi fa piacere che qui ci sia tanto made in Italy, anche come loghi, un bel messaggio. Inzia una stagione dove tutti vorremmo vedere molte vittorie. Forza Ferrari"

    MONTEZEMOLO: "Passano gli anni ma giornate come queste sono sempre emozionanti, sono sempre piene di speranze. Io mi ricordo quando ero assistente di Enzo Ferrari, tutti dicevano che bella la F1, ma la cosa importante è che la macchina vada forte. Io preferisco una macchina bruttissima ma che vince.
    In questa sala c' tutta la nostra famiglia, il presidente della Fiat Elkann, Marchionne, tutti i fornitori, i piloti. Due piloti che per motivi diversi non vogliono più perdere il campionato all'ultima gara. Nel 2008 Massa ha tagliato il traguardo dell'ultima gara da campione del mondo e poi dopo 5 secondi non lo era più. E l'anno scorso... Lasciamo perdere, non ci voglio neanche pensare...
    Voglio ricordare le grandi vittorie storiche con Schumacher, Todt e poi con Domenicali, dal 1997 la Ferrari o ha vinto o ha perso all'ultima gara. Il che vuol dire che dal 1997 a oggi siamo sempre ai vertici. Siamo sempre la squadra da battere. Ma quest'anno dobbiamo e vogliamo vincere.
    Per noi la presentazione è anche l'inizio di un percorso importantissimo: corriamo non con scapoli e ammogliati ma con concorrenti fortissimi e solo ora possiamo iniziare a capire le reali prestazioni della nostra macchina.
    Ma questa non è la sola sfida. Abbiamo anche l'impegno di lanciare una GT stradale, la FF, a trazione integrale, spaziosa, comoda. La tecnolgia per noi è una missione. La simbiosi della Ferrari fra pista e strada è fondamentale.
    Abbiamo un anno difficile davanti. Siamo convinti che bisogna lavorare con la federazione per migliorare i regolamenti. Non è possibile che questo sia l'unico sport dove non ci si può allenare. E non è possibile che qui conti ormai solo l'aerodinamica. Siamo pur sempre legati al mondo della meccanica.
    Certo, è stato utile tornare al kers, ma molto ancora c'è da fare
    Mi fa piacere essere qui con tutte le autorità del territorio. Fa parte della nostra cultura ed è una grande forza per chi lavora in questa azienda
    Qualcuno poi ha notato l'attenzione al tricolore su questa macchina. Abbiamo la responsabilità di rappresentare il made in Italy. E nel momento in cui il nostro Paese si distingue per essere 'tutti contro tutti' questo vuole essere un bel messaggio di orgoglio.
    A proposito di orgoglio, noi abbiamo anche l'orgoglio di far parte del Gruppo Fiat. Oggi abbiamo tre soddisfazioni: siamo presenti negli Usa, il più grande mercato del mondo, il secondo, quando ho conosciuto Marchionne e mi ha detto che macchina guidava, gli ho detto che un giorno anche noi avremo macchine del genere, anzi migliori.
    La terza soddisfazione l'ho avuta oggi, quando Alonso mi ha chiesto che ci fa una Jeep qui davanti. E' il simbolo del nostro allargamento di orizzonti.
    Saluto Domenicali e tutta la gestione sportiva, i nostri piloti e i nostri tifosi. Chiedo un grande applauso ad Alonso che al primo anno si è giocato il mondiale.
    Poi abbiamo il nostro bambino, Massa, che ha comunciato facendo l'autista di Massa. Nella seconda metà della stagione del 2009 era un po' stanco, ha fatto guidare suo fratello, ma ora è tornato quello vero, sono sicuro che farà una grande stagione"



    Viene mandato in onda un video sulla storia della Ferrari

    TOMBAZIS: "La macchina cambierà molto da qui alla prima gara. Cambierà tutta l'aerodinamica, ma anche gli scarichi. Insomma siamo solo al primo passo verso uno svilupppo infinito"

    MARMORINI: "Sui consumi abbiamo lavorato molto. Quest'anno poi con il Kers è ancora cambiato tutto, è stata una bella sfida"

    COSTA: "Abbiamo provato le nuove gomme Pirelli che hanno avuto un impatto importante sulle nostre auto, per loro abbiamo dovuto riprogettare assetto e sospensioni. Ma anche l'aereodinamica, perché alla fine ogni gomma è diversa.

    TOMBAZIS: "La macchina è stata stravolta per i regolamenti. La parte anteriore avrà una nuova ala (questa è ancora quella vecchia) ma come vede il muso è molto più alto. A causa del nuovo innalzamento del telaio ora il pilota siede più in alto. Le fiancate poi sono molto più scavate, mentre sulla coda il nuovo diffusore ha imposto la realizzazione di nuovi scarichi. Il diffusore ora è molto più basso e semplice. E poi ovviamente abbiamo l'ala posteriore mobile. Qui in questo settore ci saranno enormi novità"

    MARMORINI: "Il congelamento dei motori per regolamento ha imposto di lavorare solo su consumi, affidabilità e costi. Così abbiamo una nuova distribuzione pneumatica, un inedito sistema di lubrificazione e molto altro ancora. Ma la grande rivoluzione è il Kers, che ora è più efficiente, piccolo e leggero"

    COSTA: "Abbiamo avuto novità aerodinamiche enormi, la parte anteriore della scocca doveva cambiare per regolamento: è sparito il doppio diffusore. E l'ala anteriore non è più regolabile. Poi c'è il Kers, la revisione di alcune strutture di sicurezza (la scocca avrà pannelli laterali per proteggere le gambe del pilota) poi dovremmo avere una distribuzione dei pesi prefissata. Tutti questi cambi di regolamento hanno stravolto il progetto".

    Salgono sul palco A. COSTA - DIRETTORE TECNICO
    L. MARMORINI - DIRETTORE MOTORI ED ELETTRONICA
    N. TOMBAZIS - CHIEF DESIGNER


    MASSA: "In Ferrari c'è sempre una forte pressione, ma sono sicuro che potremmo fare una grande stagione"

    ALONSO: "Oggi conosco meglio la squadra, conosco i nomi dei meccanici, sono molto più integrato nella squadra. E poi lo sviluppo che c'è stato nel 2010 è stato molto utile per farmi adattare al meglio a questa macchina. Spero comunque che la F150 vada tanto forte quanto è bella"

    MASSA: "Sono molto motivato, abbiamo lavorato fino a ieri sullo sviluppo della macchina, abbiamo voglia di cominciare a correre, per capire anche le nuove regole. Una motivazione in più. Speriamo di far crescere questa macchina il più velocemente possibile.

    ALONSO: "Il 2010 è stato un anno fantastico. Ho scoperto una squadra con una passione enorme per le gare. Ora affrontiamo il 2011 con enormi cambi di regolamento che impone un nuovo stile di guida. Quindi anche per noi piloti il 2011 sarà un anno difficile. Adesso tocca preparare bene la stagione, fare 10 mesi di gare al massimo, ma noi siamo più pronti che mai

    Il muso è alto, sembra anche più largo. Sulla coda c'è un enorme tricolore

    Alonso e Massa finalmente scoprono la macchina

    "Quello che posso promettervi è che abbiamo una grande determinazione, e il grido che abbiamo conservato in gola ad Abu Dhabi uscirà ancora più forte"

    "La F150 è solo il primo passo di questo continuo sviluppo che il nuovo regolamento impone, per cui già adesso vi posso dire che la macchina che correrà a Valencia per il test sarà sicuramente diversa da quella che poi partirà per il mondiale"

    "La F150 ha un solo obiettivo, molto semplice, talmente semplice che non lo voglio nemmeno nominare... Per questo abbiamo una squadra con tante novità, sia a livello di risorse che di approccio metodologico al lavoro. Abbiamo una coppia di piloti molto affiatata e che vuole dimostrare il proprio valore"

    "Abbiamo rappresentato qui due vetture di serie non a caso perché per noi il trasferimento del know-how dalla pista alla strada è fondamentale"

    "Il lancio di una nuova macchina è sempre un momento importante, la sintesi del lavoro delle nostre donne e dei nostri uomini"

    Prende la parola STEFANO DOMENICALI, team principal

    Saluti per tutti e poi si parte: "Le ancelle della F1 sono la 458 e la California"

    Prende la parola STEFANO LAI, direttore delle comunicazione esterne della Ferrari

    Insomma tutto il Gruppo Fiat al gran completo per il debutta della Ferrari F1

    Cappellini rossi e tute rosse: in perfetta tenuta da pista, in mezzo a un folto pubblico in giacca e cravatta, entrano nella sala Alonso e Massa. C'è anche l'Ad Sergio Marchionne, per lui ovviamente maglione blu...

    Stesso discorso per l'abbandono della Bridgestone e l'arrivo della Pirelli. Ma per capire le reali differenze fra i due tipi di gomme bisognerà aspettare l'inizio del campionato. Per oggi l'unica nota positiva è la presenza di una gomma italiana su una macchina italiana

    Le grandi novità attese (per i nuovi regolamenti) sono il ritorno del Kers e l'assenza della classica pinna che collegava l'alettone alla presa d'aria del motore sulla testa del pilota. Fra poco vedremo...

    La macchina di oggi sarà comunque presentata con una forma aerodinamica provvisoria, in modo tale da non svelare tutte le carte prima dell'inizio della stagione

    Questa è la Ferrari numero 662 della storia della casa di Maranello

    La F150 per ora è coperta da un telo rosso, parcheggiata in mezzo ad una 458 gialla e ad una California rossa di serie

    Piero Lardi Ferrari: "Sono emozionato, ho assistito al debutto di tutte le Ferrari F1 dal 1966, ma ogni volta che vola via il drappo rosso sono sempre emozionato. E' sempre un evento. Mi fa piacere questo nome legato alll'anniversario dell'Unità d'Italia perchè la Ferrari ha sempre rappresentato nel mondo il nostro paese".

    Ci siamo. Sta per debuttare la nuova monoposto Ferrari di F1

    Sono attesi i discorsi di
    A. COSTA - DIRETTORE TECNICO
    L. MARMORINI - DIRETTORE MOTORI ED ELETTRONICA
    N. TOMBAZIS - CHIEF DESIGNER

    Alla cerimonia di presentazione, che si svolgerà in una una tensostruttura allestita all'interno della fabbrica, parteciperanno anche il presidente e l'amministratore delegato della Fiat, John Elkann e Sergio Marchionne, e i rappresentanti dei partner della Scuderia, fra cui il presidente del Banco Santander, Emilio Botin, e il presidente di Brembo, Alberto Bombassei. L'evento, seguito da oltre cento i media accreditati, in rappresentanza di tredici Paesi, sarà visibile anche dai visitatori del 'Ferrari World Abu Dhabi', il parco tematico dedicato alla Casa del Cavallino Rampante sull'isola di Yas Island.

    Da quello che si sa sulla F150 c'è un chiaro richiamo all'unità d'Italia nel nome della nuova monoposto destinata a competere nel Campionato del Mondo di Formula. La scelta del nome rappresenta l'omaggio che la Ferrari vuole fare all'Unità d'Italia, di cui quest'anno ricorre il centocinquantesimo anniversario. Il Tricolore, da molti anni presente sulle monoposto di Maranello, nel 2011 avrà una collocazione ancora più significativa nella livrea della vettura. "La Ferrari è l'espressione dell'eccellenza, del talento e della creatività italiani - ha detto il presidente Luca di Montezemolo - Tutti gli uomini e le donne che lavorano con impegno e passione a Maranello condividono l'orgoglio e la responsabilità di rappresentare il nostro Paese nel mondo ed è con questo spirito che abbiamo voluto dedicare questa monoposto ad un evento così importante per l'Italia intera".

    Sarà Alonso a debuttare con la vettura il 1 febbraio sul circuito Ricardo Tormo di Cheste, vicino Valencia, in occasione della prima sessione di test ufficiali

    Alonso nel pomeriggio dovrebbe, salvo problemi dovuti alle condizioni metereologiche, girare sulla pista di Fiorano alcuni filmati promozionali, legati all'introduzione della nuova livrea. Il giorno successivo toccherà a Felipe Massa: a fare da cornice sul circuito privato della squadra ci saranno anche i tifosi degli Scuderia Ferrari Club.
  3. LoTopic Caesar - Bye Bye Next  
        Mi trovi su: Homepage #5851734
    Nonostante gli obblighi dei regolamenti, è anche abbastanza bella da vedere. Si, insomma, non fa cagare diciamo.
     
     
     
     
    Che dire... speriamo bene e FORZA FERRARI! :nworthy:
    Lo Topic ovvero "qui mi da proprio l'idea di essere seduto davanti a uno spritz a fare quattro chiacchere" [cit. DocGeo]
    Storia delLo Topic Parte I - Storia delLo Topic Parte II - Statuto LoTopichino - La Grande Disfatta, per non dimenticare
    - Pilota SDR
  4. Utente non attivo.  
        Mi trovi su: Homepage #5853349
    La nuova McLaren Mp4-26 sarà presentata il prossimo 4 febbraio a Berlino. Il team inglese ha annunciato la data di presentazione della nuova vettura che avverrà appena il giorno dopo del primo test invernale, ma questo non vuol dire che la McLaren abbia deciso di saltarlo, tutt’altro.

    Infatti, dal 1 al 3 febbraio il team di Woking sarà in pista a Valencia con una monoposto “provvisoria”, una sorta di ibrido tra la vettura 2010 ed il nuovo modello. Ma per la prima apparizione della Mp4-26, si dovrà attendere proprio il 4 febbraio. Questo permetterà alla squadra di mantenere i propri ritmi sulla tabella di marcia senza saltare però i primi tre giorni di prove, importantissimi per valutare le evoluzioni degli pneumatici Pirelli.

    La McLaren non sarà l’unica ad utilizzare una vettura 2010 aggiornata per i test, dato che anche la Force India, la Virgin e la HRT saranno in pista con i vecchi modelli a Valencia. C’è ancora qualche dubbio sulla Red Bull, anche se fonti vicine alla squadra affermano che c’è un gran fermento nella factory per portare direttamente in pista la RB7
  5. LoTopic Caesar - Bye Bye Next  
        Mi trovi su: Homepage #5855976
    killer7 ha scritto:
    Nuova Lotus Renault:
       LOLLISSIMO, manca solo che ci scrivano John Player Special... :asd:
     
     
     
    ( bravi, ottima livrea :sbav: )
    Lo Topic ovvero "qui mi da proprio l'idea di essere seduto davanti a uno spritz a fare quattro chiacchere" [cit. DocGeo]
    Storia delLo Topic Parte I - Storia delLo Topic Parte II - Statuto LoTopichino - La Grande Disfatta, per non dimenticare
    - Pilota SDR

  [Topic Ufficiale] Formula 1 2011

Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!

         

Online

Ci sono 0 ospiti e 0 utenti online su questa pagina