1.     Mi trovi su: Homepage #5819238
    MILANO - Presentazione in grande stile per Ronaldinho al Milan.
    Pochi minuti prima delle 22 il brasiliano ha fatto il suo ingresso in un San Siro gremito di pubblico. In una bufera di coriandoli, cori d'incitamento e boati, Ronaldinho è salito su una pedana circolare dove il conduttore della speciale serata organizzata dal club rossonero gli ha porto il microfono. "Buonasera, grazie mille e forza Milan", ha detto
    l'ex attaccante del Barcellona visibilmente emozionato. Poi, vestito con la nuova divisa rossonera ha salutato tutti i bambini seduti sul prato. Poi è iniziato lo spettacolo vero e proprio, con ballerine delle scuole di samba vestite di piume di struzzo, danzatori di capoeira a torso nudo e infine i fuochi d'artificio. Almeno trentamila gli spettatori.
    La cerimonia nello stadio ha coronato una giornata che il Milan ha cercato di sfruttare mediaticamente al massimo. La firma del contratto che al prezzo di circa 6,5 milioni a stagione lega per tre anni il giocatore brasiliano ai rossoneri, è stata sottoscritta in diretta tv sul Milan Channel. Da una parte Ronaldinho, dall'altra l'amministratore delegato rossonero Adriano Galliani che ha commentato: "E' stata la trattativa più difficile dei 20 anni della gestione Berlusconi insieme aquella di Rijkaard dallo Sporting Lisbona". "La trattativa - ha aggiunto - ha rischiato di saltare martedì sera ma grazie alle rinunce di Ronaldinho si è risolto il tutto". "Alle 20.30 - ha rivelato ancora Galliani - il Barcellona ci ha diffidato di presentare il calciatore perché erano sorti dei problemi burocratici ma io ovviamente non potevo non presentarlo ai tifosi".


    E supermediatica è stata anche la presentazione riservata alla stampa, con le prodezze del calciatore in campo proiettate alle sue spalle nella sala 'Executive' dello stadio Meazza. Ronaldinho ha parlato di "un momento speciale". "Mi sento già a casa, ogni giocatore - ha affermato -sogna di giocare nel Milan, per la grandezza e per la storia del club. E' un'emozione speciale, spero di dare allegria a tutto il tifo".

    Il brasiliano ha risposto poi alle domande dei giornalisti. Da quelle tecniche sulla possibilità di coesistenza con Kakà, a quelle più frivole sulla possibilità che il presidente Berlusconi gli ordini di tagliarsi le treccine. "Non vedo problemi, Kakà è un amico ed uno dei migliori al mondo", ha risposto Ronaldinho. Sui problemi di look ci ha pensato
    invece Galliani a trarlo d'impaccio: "Berlusconi non ha chiesto ad un altro signore che aveva le treccine di tagliarsele, 21 anni fa, non lo ha chiesto a Ruud Gullit, non lo chiederà a lui".


    Quanto alle insinuazioni sulla sua condizione fisica, il brasiliano ha cercato di spazzare via tutti i dubbi. "Ora - ha replicato - sono in grado di giocare 40-45 partite della prossima stagione". "Ho sempre condotto una vita regolare - ha sottolineato - e continuerò a fare così".


    (17 luglio 2008)


    Ciao Lentopede, fino al 2005-2006 il più divertente Campione, quello che giocava redendo...Quello che si divertiva e faceva divertire.
    Poi una stagione bruttina e un'altra  pessima al Barca, si poteva intuire che c'era qualche problema di tenuta...Sia fisica che mentale, nel senso di stravizi.
    Io qui vedevo ogni domenica il campionato spagnolo...E quando Silvio comprò Lentopede, dissi subiito trattarsi di una figurina per le folle....Da fermo ha sfornato qualche assist, in qualche partita s'è perfin revisto il Dinho redente. Troppo poche volte.
    Per Lui mi dispiace che sia finito troppo presto, per il Silvio proprio no.....
    Buona fortuna in Brasile, là Lentopede potrà ancora farsi valere e, sperem, ridere giocando.
  2.     Mi trovi su: Homepage Homepage #5819310
    Ronaldinho ha avuto la sfortuna di stare in un milan stanco. L'anno scorso quando tutti correvano ha fatto una stagione grandiosa, degna del suo nome. Quest'anno ha pagato il cambio modulo e soprattutto un robinho che corre come un pazzo.
    Personalmente mi spiace che se ne vada, ma piuttosto che vederlo giocare 5 minuti a partita tanto vale risparmiare sull'ingaggio.
  3.     Mi trovi su: Homepage #5819315
    Dinho ha cmq fatto meglio al Milan che l'ultimo anno al Barcellona. Schierato spesso fuori ruolo, è cmq stato in grado di dare bene o male il suo contributo in un Milan cmq mai veramente all'altezza di poter supportare un giocatore all'antica come lui che attacca ma non copre.
    Il suo primo gol che conta è stato all'Inter, in un derby vinto dal Milan proprio per 1-0, quindi decisivissimo. Molte giocate spettacolari le ha fatte e ad un certo punto sembrava anche aver ritrovato una certa condizione. Ma ormai i giocatori come lui sono da anni 80; il calcio moderno vuole giocatori che corrano per tutto il campo con e senza palla, non solo quando hanno la palla tra i piedi.
    Non un grandissimo segno lasciato, il suo. Ma meglio di Baggio, Rivaldo e Ronaldo al Milan lo è stato.
  4.     Mi trovi su: Homepage Homepage #5819316
    Lightside ha scritto:
    Dinho ha cmq fatto meglio al Milan che l'ultimo anno al Barcellona. Schierato spesso fuori ruolo, è cmq stato in grado di dare bene o male il suo contributo in un Milan cmq mai veramente all'altezza di poter supportare un giocatore all'antica come lui che attacca ma non copre.
    Il suo primo gol che conta è stato all'Inter, in un derby vinto dal Milan proprio per 1-0, quindi decisivissimo. Molte giocate spettacolari le ha fatte e ad un certo punto sembrava anche aver ritrovato una certa condizione. Ma ormai i giocatori come lui sono da anni 80; il calcio moderno vuole giocatori che corrano per tutto il campo con e senza palla, non solo quando hanno la palla tra i piedi.
    Non un grandissimo segno lasciato, il suo. Ma meglio di Baggio, Rivaldo e Ronaldo al Milan lo è stato.
     Baggio al milan ha avuto qualche piccolissimo problema con il cervello di capello, se no vedavamo un altro giocatore. Non ha mai avuto la possibilità di esprimersi e non tirarmi fuori statistiche su partite giocate perchè erano quasi tutti spezzoni e/o lo faceva giocare in fascia.
  5.     Mi trovi su: Homepage #5819621
    SPP ..
    il Leonardo che ora incensi tanto .. farebbe giocare Lentopede, se lo avesse, come lo faceva giocare lo scorso anno
    .
    dentinho è solo una delle tantissime vittime (per modo di dire, un altro TRONO dorato lo trova in ogni momento) del cambio di allenatore e delle panchine lungherrime; se nella squadra dell'anno scorso innesti Boateng, Ibra, Robinho e Cassano, qualcuno deve rimanere a piedi, è matematico
    .
    e stavolta è rimasto a piedi quello col contratto più alto, guardacaso
  6.     Mi trovi su: Homepage #5819638
    massituo ha scritto:
    Baggio al milan ha avuto qualche piccolissimo problema con il cervello di capello, se no vedavamo un altro giocatore. Non ha mai avuto la possibilità di esprimersi e non tirarmi fuori statistiche su partite giocate perchè erano quasi tutti spezzoni e/o lo faceva giocare in fascia.
     L'unico problema di Baggio è sempre stata la sua personalità. Grande giocatore con però poco carattere. Non diamo colpe sempre agli altri, Capello centra fino ad un certo punto, perchè Savicevic con Capello si è fatto ben due anni di panchina prima di capire che per avere un posto in squadra doveva accettare di giocare in un altro ruolo. Lo ha fatto e Capello gli ha dato il posto in squadra, e i risultati sono anche stati ottimi.
    Baggio è sempre stato un giocatore poco adattabile e per questo è sempre stato maltrattato dagli allenatori. Ha sempre fatto bene in squadre costruite attorno a lui o dove cmq lui era la prima donna, perchè i problemi che ha avuto al Milan li ha avuti anche all'Inter.
  7.     Mi trovi su: Homepage #5819641
    common ha scritto:
    SPP ..
    il Leonardo che ora incensi tanto .. farebbe giocare Lentopede, se lo avesse, come lo faceva giocare lo scorso anno
     E Il Milan non sarebbe primo, come lo scorso anno.
    Il fatto è che con i tre attaccanti non si può giocare, lo ha decretato il campo e i risultati delle prime giornate. E a farne le spese è stato quello che corre di meno.
  8.     Mi trovi su: Homepage #5819658
    Lightside ha scritto:
    E Il Milan non sarebbe primo, come lo scorso anno.
    Il fatto è che con i tre attaccanti non si può giocare, lo ha decretato il campo e i risultati delle prime giornate. E a farne le spese è stato quello che corre di meno.
           un discorso bello sempliciotto .. che non tiene conto di alcuni dettagli ... a dir poco
    .
    forse il Milan non sarebbe primo perché lo scorso anno il "PAdrino" non ne voleva proprio sapere di comprare qualcuno (per ovvie ragioni che io ed il Berlusca conosciamo), mentre quest'anno, come già scritto, ha semplicemente preso, con manovre avvolgenti, IBRa, Robinho, Boateng ?
    .
    Secondo me già Ibra, per come è livellato il campionato, l'anno scorso, sarebbe bastato
    .
    altro discorso sarebbe se tu pensi che CON LA STESSA SQUADRA dell'anno scorso, ALLEGRI avrebbe avuto questi risultati (nemmeno eccezionali, ma buoni, per un allenatore al primo anno) solo levando Dentinho dal campo.
    .
    .
    .
    .

    [Modificato da common il 03/01/2011 12:30]

  9.     Mi trovi su: Homepage #5819753
    Lightside ha scritto:
    L'unico problema di Baggio è sempre stata la sua personalità. Grande giocatore con però poco carattere. Non diamo colpe sempre agli altri, Capello centra fino ad un certo punto, perchè Savicevic con Capello si è fatto ben due anni di panchina prima di capire che per avere un posto in squadra doveva accettare di giocare in un altro ruolo. Lo ha fatto e Capello gli ha dato il posto in squadra, e i risultati sono anche stati ottimi.
    Baggio è sempre stato un giocatore poco adattabile e per questo è sempre stato maltrattato dagli allenatori. Ha sempre fatto bene in squadre costruite attorno a lui o dove cmq lui era la prima donna, perchè i problemi che ha avuto al Milan li ha avuti anche all'Inter.


    Baggio è indiscutibile...è stato il più forte giocatore italiano degli ultimi 20-30 anni...erano altri casomai che dovevano adattarsi per far giocare lui da "10" :) altro che Marco Simone, altro che Dugarry
    "Xchè? Xchèèè? 3-1, 3-2, 3-3 !!!"
  10.     Mi trovi su: Homepage #5819763
    digital_boy84 ♫ ha scritto:
    Baggio è indiscutibile...è stato il più forte giocatore italiano degli ultimi 20-30 anni...erano altri casomai che dovevano adattarsi per far giocare lui da "10" :) altro che Marco Simone, altro che Dugarry
      D'accordo, ma questo è un concetto che puoi applicare se devi ricostruire una squadra da zero, non puoi smantellare una squadra che batte ogni record solo per integrare un giocatore.
    Tecnicamente indiscutibile, ma nel calcio moderno non si può più chiedere ad una squadra di vertice di supportare un solo giocatore.
  11.     Mi trovi su: Homepage #5819765
    common ha scritto:
    un discorso bello sempliciotto .. che non tiene conto di alcuni dettagli ... a dir poco
    .
    forse il Milan non sarebbe primo perché lo scorso anno il "PAdrino" non ne voleva proprio sapere di comprare qualcuno (per ovvie ragioni che io ed il Berlusca conosciamo), mentre quest'anno, come già scritto, ha semplicemente preso, con manovre avvolgenti, IBRa, Robinho, Boateng ?
    .
    Secondo me già Ibra, per come è livellato il campionato, l'anno scorso, sarebbe bastato
    .
    altro discorso sarebbe se tu pensi che CON LA STESSA SQUADRA dell'anno scorso, ALLEGRI avrebbe avuto questi risultati (nemmeno eccezionali, ma buoni, per un allenatore al primo anno) solo levando Dentinho dal campo.
    .
    .
    .
    .

      Non posso dirti di no perchè ovviamente non ho la controprova. Ma per le stesse ragioni nemmeno tu puoi dire di si.
    L'unica prova tangibile e certa è che dinho in un modulo a tre attaccanti non può giocare perchè non torna. E questo non lo dico io, lo ha detto il campo.
  12.     Mi trovi su: Homepage #5819776
    Lightside ha scritto:
    Non posso dirti di no perchè ovviamente non ho la controprova. Ma per le stesse ragioni nemmeno tu puoi dire di si.
    L'unica prova tangibile e certa è che dinho in un modulo a tre attaccanti non può giocare perchè non torna. E questo non lo dico io, lo ha detto il campo.
      veramente sei tu ad aver postato certezze sulle tre punte e sul fatto che dentinho avrebbe peggiorato le cose
    .
    io ho solo evidenziato il DETTAGLIO che sembravi voler trascurare, e cioè che nel frattempo sono arrivati IBRA (e già solo lui .. ), Robinho, Boateng ed ora Cassano
    .
    quindi niente certezze ma qualche dubbio in più: la squadra è migliorata perché sono arrivati quei 3 (cioè i migliori della stagione milanista, finora) o perché non ha giocato dentinho ? ...
    una certa idea ce l'ho
  13.     Mi trovi su: Homepage #5819964
    Lightside ha scritto:
    Non posso dirti di no perchè ovviamente non ho la controprova. Ma per le stesse ragioni nemmeno tu puoi dire di si.
    L'unica prova tangibile e certa è che dinho in un modulo a tre attaccanti non può giocare perchè non torna. E questo non lo dico io, lo ha detto il campo.


    nemmeno Ibra torna, ma se gli passano il pallone in avanti o fa gol o fa azione pericolosa. Ronaldinho gli ultimi anni ha fatto ridere, perchè non riusciva a saltare nemmeno un uomo, quest'anno poi ho visto toccare punte bassissime. Oggi non devi avere velocità o fiato solo per tornare, ma devi essere in grado di prendere il pallone e puntare la porta
  14.     Mi trovi su: Homepage #5820111
    Lentopede è stato grandissimo e divertentissimo fino a quando non era Lentopede e faceva vita da atleta (2006).
    Mo' può giocare solo slow soccer in Brasile. Anche quando Lentopede ha giocato qualche buona partita l'anno scorso, non tornava mai e non era sostenibile...Non è sostenibile in un calcio moderno, per atleti.

    Common, io non incenso Leo. Sono della stessa idea dell'anno scorso: Ottimo talent scout ma non ancora un allenatore.
    Per questo ha telefonato al Muo per chiedere consigli. Secondo me farà bene perchè ritornerà ad allenamenti leggeri e avrà l'intelligenza di fare giocare i pedatori nel loro ruolo preferito.

    Dopo i 43 infortuni in 4 mesi e le 7 sconfitte nello stesso periodo (+ di quelle del Mo o di Mancini in tutta la loro permanenza)....Salvo Lippi che detesto da sempre, qualsiasi altro mi andava bene al posto di Terminator. Leonardo mi sembra intelligente, Viva Leonardo.
  15.     Mi trovi su: Homepage #5820152
    ed io rimango convinto che se ci fosse stato ancora lui al Milan, Dinho avrebbe giocato molto di più
    .
    ho sempre il sospetto che TUTTI si accorgano dei presunti difetti di un giocatore solo quando questi viene accantonato. Ed in questo caso, dopo numerosissimi acquisti negli stessi ruoli, guardacaso si è accantonato il giocatore col contratto più oneroso
    .
    per caso avete visto giocare Cassano, in questo campionato ? Io si, molte volte; di sicuro non sarà lui a correre per gli altri ed alla fine Vedremo se renderà di più del brasiliano, ma poi si dovrà sempre valutare se i risultati della squadra dipenderanno più dall'accantonamento di Dinho oppure dall'apporto dei nuovi acquisti (che il Berlusca rifiutò a Leonardo)

  Ciao Lentopede

Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!

         

Online

Ci sono 0 ospiti e 0 utenti online su questa pagina